Posts by tag: direttore

Cronaca 27 Maggio 2021

Il cagliaritano Roberto Murru è il nuovo direttore di Area Blu

Prenderà servizio dal 1° giugno il nuovo direttore generale di Area Blu. Il nome uscito dalla lunga procedura di selezione cominciata nell’autunno scorso è quello di Roberto Murru, ingegnere nato a Cagliari il 13 ottobre 1965.

La nomina è stata ratificata pochi giorni fa dall’assemblea dei soci della Spa in house detenuta al 91% dal Comune di Imola, con quote minoritarie distribuite tra ConAmi, Città metropolitana di Bologna, Circondario e Comuni di Castel San Pietro, Medicina, Dozza e Mordano. (mi.ta.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 27 maggio.

Nella foto: Roberto Murru, dal 1° giugno nuovo direttore di Area Blu

Il cagliaritano Roberto Murru è il nuovo direttore di Area Blu
Sport 7 Marzo 2021

Autodromo, parla il nuovo direttore Pietro Benvenuti: «Pandemia e rumore, a livello mondiale resta solo la F.1»

Non ci resta che la Formula 1. Non è poco in verità, considerando che questa competizione, insieme alla MotoGp, assicura un ritorno di immagine a livello planetario anche se disputata a porte chiuse. Di altre competizioni mondiali però non c’è traccia nel calendario degli eventi 2021 previsti all’Enzo e Dino Ferrari. E a questo punto è molto difficile che possano esserne inseriti in futuro. Questa è la realtà dell’auto- dromo, costretto a fare i conti con la perdurante pandemia. Di questo si è parlato lunedì scorso nella Sala Briefing dell’impianto imolese in occasione della presentazione del nuovo direttore generale Pietro Benvenuti.
«Dopo l’importantissima esperienza di Monza ritorno a Imola consapevole che c’è molto da fare per garantire un futuro stabile all’autodromo – ha premesso Benvenuti -. Fortunatamente parto da un sistema ben consolidato».

La terza ondata di contagi sta colpendo pesantemente ed è difficile oggi pensare che il Gp del Made in Italy e dell’Emilia Romagna in programma il 18 aprile possa essere aperto agli spettatori. Così come da un momento all’altro ci si aspetta che possano saltare i concerti in programma in estate e già rinviati nel 2020 a quest’anno.

«Per quel che riguarda gli eventi dedicati al grande pubblico non nutriamo grosse aspettative. La situazione pandemica si sta aggravando. Al massimo una speranza c’è per il secondo semestre dell’anno. Sempre che si riesca a somministrare i vaccini a buona parte della popolazione». (a.d.p.)

L’intervista su «sabato sera» del 4 marzo.

Nella foto (Isolapress): Gian Carlo Minardi, presidente di Formula Imola e Pietro Benvenuti, direttore dell’autodromo 

Autodromo, parla il nuovo direttore Pietro Benvenuti: «Pandemia e rumore, a livello mondiale resta solo la F.1»
Sport 18 Febbraio 2021

Autodromo, da oggi inizia l’ufficialmente l’era del nuovo direttore Pietro Benvenuti

La notizia era già stata data l’8 febbraio scorso, ma solo oggi Pietro Benvenuti è ufficialmente il nuovo direttore generale dell’Autodromo di Imola. Rimarrà in carica tre anni, come un proroga per altri due. «Quando ho ricevuto la notizia dell’esito del bando in cui ero stato scelto per questa carica ovviamente è stata una gran bella soddisfazione – ha commentato Benvenuti -. Il lavoro che ci aspetta è sicuramente complicato perché il mondo in questo ultimo anno è completamente cambiato, ma sopratutto ci siamo dovuti adattare a nuove “abitudini” che sono all’opposto dello scopo per cui sono nati gli autodromi e gli spazi per eventi. Sarà quindi  fondamentale cambiare mentalità e pensare ad un impianto sempre più polivalente, che coinvolga più settori e non solo il motorsport. Devo ammettere inoltre che conoscere l’ambiente dell’autodromo, i dipendenti e tutti coloro che vi lavorano, sarà per me un gran vantaggio e sarà come ripartire da dove ho lasciato».

Benvenuto arrivato anche da Gian Carlo Minardi, presidente di Formula Imola. «Gli auguriamo di poter conseguire quei successi in cui tutti noi crediamo in questa sua seconda esperienza a Imola. Nella scelta hanno pesato in maniera importante, al di là delle sue doti manageriali e umane, ampiamente riconosciute, la conoscenza del territorio e delle particolari e complesse dinamiche che sottendono all’Autodromo». (da.be.)

Nella foto: da sinistra Pietro Benvenuti e Gian Carlo Minardi

Autodromo, da oggi inizia l’ufficialmente l’era del nuovo direttore Pietro Benvenuti
Cultura e Spettacoli 13 Febbraio 2020

Lo Spunk, un vero giornale che la Cooperativa Bacchilega pubblica per le bambine e i bambini

Allegato al numero di «sabato sera» che state sfogliando avete trovato il primo numero del 2020 de «Lo Spunk», il giornale delle bambine e dei bambini che la Coop. Corso Bacchilega pubblica dallo scorso anno come progetto di promozione della lettura. Avete tra le mani un regalo da parte dell’editore che da quasi sessant’anni pubblica il «sabato sera» e che da quasi una decina si occupa anche, e con successo, di letteratura per l’infanzia. «Sfogliatelo, prima di darlo ai piccoli di casa – invita il direttore Milena Monti, giornalista (anche collaboratrice di «sabato sera»), ed appassionata di letteratura per l’infanzia -. «Lo Spunk» è un giornale dedicato ai giovani lettori dai 5 agli 11 anni ma, come scriveva Antoine de Saint-Exupéry, tutti i grandi sono stati bambini una volta. Leggendolo, poi, potrete magari scoprire qualcosa che non sapevate, dopotutto «Lo Spunk» è un vero e proprio giornale (stampato in formato A4 per le piccole mani, con colori atossici e senza punti metallici così da poter essere letto in maniera indipendente e in totale sicurezza). Ad esempio «Lo Spunk» è stato uno fra i primi organi di stampa nazionali a raccontare dell’attivista Greta Thunberg poi nominata person of the year 2019 dalla rivista Time».

Quali sono gli ingredienti de Lo Spunk?
«Tecnicamente, sedici pagine di carta uso mano riciclata e stampata con una bicromia di volta in volta diversa. All’interno ci sono tutti gli ingredienti di cui è tradizionalmente composto un giornale, scritti e illustrati in maniera sempre originale: l’editoriale e la posta dei lettori, le notizie e le curiosità, la rubrica di cucina e quella di viaggio, l’approfondimento storico e quello artistico, la colonna scientifica e le recensioni, i fumetti e i giochi. Un po’come Il Corriere dei Piccoli uscito in edicola per 88 anni fino al 1996, ma un po’ anche come le fanzine che da qualche anno a questa parte hanno preso nuovamente piede in diversi Paesi con la crescita di attenzione nei confronti della letteratura per bambini e ragazzi».

L’unica maniera per continuare a leggere «Lo Spunk» è sottoscrivere l’abbonamento, recandosi presso gli uffici di «sabato sera» o scrivendo una mail a ordini@bacchilegaeditore.it. (r.c.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 13 febbraio

Milena Monti alla libreria Valmirtilla nel veronese durante un laboratorio per piccoli giornalisti

Lo Spunk, un vero giornale che la Cooperativa Bacchilega pubblica per le bambine e i bambini

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast