Posts by tag: federazione

Cronaca 5 Luglio 2019

Alla Festa del Pd di Imola al parco dell'Osservanza iniziativa sul tema dell'alternanza scuola-lavoro

Ultimo fine settimana per la Festa dell”Unità dell”Unione territoriale imolese del Partito Democratico. Stasera, venerdì 5 luglio, è in programma un”iniziativa politica sul tema dell”alternanza scuola-lavoro, modalità didattica innovativa che, attraverso l’esperienza pratica, aiuta gli studenti a consolidare le conoscenze acquisite a scuola, a testare sul campo le proprie attitudini e ad arricchirne la formazione.

Nell”occasione, dalle ore 21 al parco dell”Osservanza (spazio dibattiti della Festa dell”Unità) il direttore del «sabato sera» Fulvio Andalò intervisterà Vincenzo Colla, vicesegretario nazionale della Cgil, Vanna Monducci, dirigente dell’Istituto tecnico-industriale Giuseppe Alberghetti, Gianmaria Balducci, presidente della cooperativa meccanica Cefla e Francesca Marchetti, consigliera regionale. (r.cr.)

Alla Festa del Pd di Imola al parco dell'Osservanza iniziativa sul tema dell'alternanza scuola-lavoro
Cronaca 29 Giugno 2019

Un giro tra gli stand della Festa dell'Unità imolese per la prima volta nel parco dell'Osservanza

La rinata Festa del Partito democratico imolese viene chiamata con più d’un nome. Nomi diversi per raggiungere utenti con storie ed età diverse. «Festa de l’Unità», «Festa dell’Unità», «Festa Unità», ma anche – essendo la festa di Federazione – «la festa dei dieci comuni del circondario» e «hashtag la mia festa Imola» (scritto #lamiafestaimola per i frequentatori dei social network, dove il cancelletto è un carattere speciale con cui raggruppare commenti riferiti ad un medesimo argomento). Per la prima volta organizzata all’interno del parco dell’Osservanza, la festa del Pd del circondario imolese è tornata alla formula «classica» a base di gastronomia, stand, mercatini, spettacoli e dibattiti politici (tutte le sere, fino a domenica 7 luglio) concentrati in un unico luogo.

Nell’info point, oltre a fornire informazioni e a svolgere il tesseramento, i volontari del Pd raccolgono anche la disponibilità di coloro che fossero interessati a far parte delle consulte tematiche che verranno programmate a partire dall’autunno. «Chiunque voglia portare il proprio contributo ad un tema è ben accetto», spiegano le volontarie. I temi? Si spazia dall’agricoltura all’ambiente, dall’Europa all’immigrazione, dal lavoro all’associazionismo, dal welfare alla sanità. «Tutti quanti, insieme, facciamo tutto con umiltà – commenta Roberto Visani, ex vicesindaco della Giunta Manca, impegnato a distribuire programma e a fornire informazioni -. Abbiamo bisogno di recuperare le relazioni dal basso e ci stiamo provando non solo a parole».

«Venite alla pesca». In una sorta di tributo alla voce storica della pesca della Festa dell’Unità di Imola, quella di Germano Martelli, ad invitare al celeberrimo gioco a premi è nientepopodimeno che l’ex ministro Giuliano Poletti. T-shirt casual e microfono alla mano, Poletti invita a cimentarsi con la fortuna per vincere il prosciutto in palio. «Ho chiesto io di poter stare alla pesca. E” un pezzo di storia, ricordo ancora quella che facevo da ragazzino al mercato ortofrutticolo e che era aperta anche alla mattina; insieme a frutta e verdura, le donne compravano anche qualche biglietto». (mi.mo.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 27 giugno

Nella foto l”ex ministro Giuliano Poletti nella sua veste di responsabile della pesca

Un giro tra gli stand della Festa dell'Unità imolese per la prima volta nel parco dell'Osservanza
Cronaca 20 Giugno 2019

Torna nel parco dell'Osservanza la Festa dell'Unità: al via venerdì 21 giugno e conclusione il 7 luglio

Le elezioni amministrative dello scorso 26 maggio hanno visto il centrosinistra mantenere nel circondario imolese il governo di 7 comuni sugli 8 complessivi andati al voto. E senza nemmeno dover subire il ballottaggio nei due comuni, Castel San Pietro e Medicina, con più di 15 mila abitanti. Un risultato che, dopo lo spoglio delle concomitanti elezioni europee, nessuno avrebbe immaginato. Insomma, verrebbe da dire, prima prova superata più che brillantemente dal giovane segretario (28 anni soli) della Federazione dem di viale Zappi, Marco Panieri, eletto dal congresso territoriale soltanto pochi mesi fa, a dicembre 2018. Che però minimizza, preferendo ad una gloria (per ora) effimera un sano realismo e condividere la vittoria. «Il timore – dice – era che, dopo la scioccante sconfitta subita ad Imola a giugno 2018, il centrosinistra perdesse altri Comuni. Timore che i risultati usciti dalle urne delle europee avevano amplificato. E invece i cittadini hanno premiato il valore e la credibilità delle nostre proposte. Però – aggiunge – non bisogna esaltarsi troppo, bisogna tenere i piedi per terra. Il risultato poco brillante ottenuto per le europee non autorizza infatti facili ottimismi. I problemi sono ancora tutti sul tappeto e le cose da fare sono tante e impegnative: ora c’è la festa, poi le elezioni regionali…».

Ecco, la festa. Per quest’anno cosa dobbiamo aspettarci?
«In questi mesi abbiamo avviato una riorganizzazione del partito e la festa di Federazione, la festa grossa, ovviamente, torneremo a farla. Inizierà venerdì 21 giugno, e durerà 17 giorni, fino a domenica 7 luglio compresa. E, ovviamente, si svolgerà in un unico luogo…»

All’Osservanza…
«Sì, all’Osservanza. Il trasferimento era già nell’aria due anni fa e ora si concretizza».

Perché proprio lì?
«Cercavamo un luogo che esprimesse la nostra idea di partito nuovo. E l’Osservanza è il luogo individuato, il luogo ritenuto giusto per più motivi. Lo è dal punto di vista urbanistico e della fruibilità, in quanto è un po’ il Central park di Imola. Lo è dal punto di vista dell’indissolubilità dell’appartenenza dell’ex ospedale psichiatrico, realizzato alla fine dell’ottocento e rimasto funzionante per un secolo, alla storia della nostra città, tanto da esservi stata nella memoria collettiva una sorta di identificazione tra l’uno e l’altra e viceversa. E lo è rappresentando anche un punto di svolta nell’inclusione sociale delle persone lì ospitate dopo l’approvazione della legge Basaglia che ha decretato la chiusura dei manicomi.Un luogo rimasto chiuso e vuoto per tanto tempo, avulso dalla città viva che lo circondava, che la precedente Amministrazione comunale di centrosinistra ha fermamente voluto riaprire alla comunità cittadina e oggi, dopo gli investimenti effettuati, divenuto un luogo sempre più vissuto, dove si svolgono iniziative non solo ludiche ma anche con finalità sociali».

La festa di Federazione che festa sarà?
«La festa graviterà attorno al viale delle palme, che è la via principale e snodo nevralgico del parco dell’Osservanza, è avrà diverse caratterizzazioni tematiche. Noi abbiamo immaginato una festa aperta e molto inclusiva, rispettosa del luogo, ma che apra gli ambienti alla loro fruizione. Una delle novità sarà costituita infatti dall’utilizzo di un paio di padiglioni per allestirvi mostre a tema e tenervi iniziative culturali. Ci sarà poi anche una libreria. Potrà sembrare una scelta un po’ retrò, ma noi pensiamo che il tema della cultura e dell’informazione, in una fase storica dove prevalgono slogan e superficialità, diventerà sempre più prevalente. Il “gruppo festa” ha poi fatto un grande lavoro per recuperare la pesca a premi, una grande attrattiva del passato che torna. E’ un po’ di anni che non la si allestiva più e la riproporremo sotto la supervisione di Giuliano Poletti e Marina Martelli». (fu.an.)

Un ampio approfondimento è su «sabato sera» del 20 giugno

Nelle foto: sopra il segretario dem Marco Panieri con alle spalle i primi allestimenti per la festa dell”Unità nel parco dell”Osservanza, sotto la mappa della festa

Torna nel parco dell'Osservanza la Festa dell'Unità: al via venerdì 21 giugno e conclusione il 7 luglio

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast