Posts by tag: fiamme gialle

Cronaca 10 Agosto 2019

Sponsorizzazioni del basket locale false e gonfiate, nuovo sequestro di 2 milioni di euro

Nuovo sviluppo nell’inchiesta della Guardia di Finanza che nel settembre dello scorso anno aveva portato alla scoperta di un giro internazionale di fatture gonfiate e false per più di 75 milioni di euro nell’ambito delle sponsorizzazioni della pallacanestro che coinvolgeva anche una famosa società di Imola.

A seguito di ulteriori approfondimenti, la Compagnia cittadina delle Fiamme gialle ha ricostruito la reale situazione finanziaria e contabile di una fra le società interessate dal precedente sequestro di beni mobili e immobili, autovetture, conti correnti, polizze assicurative e quote societarie per circa 25 milioni di euro.

Il proseguimento delle indagini ha consentito di scoprire che un imprenditore bolognese vantava dei crediti nei confronti della società interessata, che venivano utilizzati per pagare il canone di locazione di una villa del valore di quasi 2 milioni di euro che gli era stata affittata dalla società debitrice. E sono stati proprio questi crediti l’oggetto del nuovo provvedimento di sequestro. (r. cr.)

Immagine di repertorio

Sponsorizzazioni del basket locale false e gonfiate, nuovo sequestro di 2 milioni di euro
Cronaca 5 Agosto 2019

False pubblicità ed evasione fiscale, sequestro di tre milioni di euro. Denunciati tre imprenditori

Fatture con importi gonfiati -quando non completamente inesistenti- per prestazioni mai erogate, per dimostrare di aver fatto pubblicità in favore di società automobilistiche e ottenere sia illeciti vantaggi fiscali che contributi indebiti da parte delle proprie case madri.

Per tre imprenditori emiliano-romagnoli, titolari di nove società a loro riconducili (per la maggior parte importanti concessionarie di autovetture e società fantasma teoricamente operanti nel settore della pubblicità), è arrivatà una denuncia per dichiarazione infedele, emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, omessa dichiarazione fiscale e truffa.
Inoltre, la Guardia di Finanza ha provveduto al sequestro di autovetture, beni immobili, conti correnti, polizze assicurative e quote societarie per un valore di circa 3 milioni di euro.

Le indagini eseguite dalla Compagnia delle Fiamme Gialle di Imola hanno consentito di scoprire complessivamente redditi non dichiarati per più di 4 milioni di euro, operazioni Iva non dichiarate per quasi 8 milioni di euro, Iva dovuta per circa 2 milioni di euro,  e ventiquattro lavoratori in nero. (lu. ba.)

Fotografia di repertorio

False pubblicità ed evasione fiscale, sequestro di tre milioni di euro. Denunciati tre imprenditori
Cronaca 3 Agosto 2019

Turismo dentale in Croazia, quasi tre milioni di “nero'. Denunciato imprenditore imolese

Per tredici anni, fra il 2005 e il 2018, ha tenuto nascosti all’Erario ricavi per quasi 2 milioni e mezzo di euro e Iva dovuta per quasi 250.000 euro generati dall’organizzazione di viaggi legati al cosiddetto “turismo dentale” in Croazia, per cui percepiva 120 euro da ciascun cliente e una provvigione del 15% sulle prestazioni erogate dalle strutture in cui li accompagnava.

Per un imprenditore 50enne imolese, pluripregiudicato ed evasore totale da quasi quindici anni, già sottoposto a precedenti attività ispettive dalla Guardia di Finanza e già protagonista di un servizio giornalistico della trasmissione televisiva “Le Iene” sull’argomento, è arrivata una denuncia per omessa dichiarazione, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, ma anche falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico, per aver rilasciato dichiarazioni non veritiere nel corso delle indagini dei militari delle Fiamme Gialle della Compagnia cittadina.
Inoltre, i finanzieri hanno provveduto a sottoporre a fermo amministrativo il pulmino di nove posti utilizzato per il trasporto abusivo e a sequestrare più di duecento litri di gasolio detenuti in maniera illecita in uno fra i locali a disposizione dell’uomo.
Infine, la ricostruzione del reddito sottratto a tassazione ha consentito al Comune di revocare il diritto all’alloggio di edilizia residenziale pubblica in cui l’imprenditore risiedeva.

«L’operazione di polizia economico finanziaria delle Fiamme gialle bolognesi costituisce un’ulteriore testimonianza del costante presidio esercitato dal Corpo volto al contrasto degli illeciti economici, in particolare alla tutela delle entrate – commentano dal comando provinciale –. Infatti, tale evasione non solo comporta un ingente danno per la collettività in ragione delle imposte non versate, ma incide anche sull’intero circuito economico in virtù della distorsione dovuta alla prestazione di servizi ad un prezzo “più concorrenziale” rispetto ai contribuenti “onesti”, proprio “grazie” al mancato versamento delle imposte dovute». (lu. ba.)

Fotografia di repertorio

Turismo dentale in Croazia, quasi tre milioni di “nero'. Denunciato imprenditore imolese

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast