Posts by tag: francesca marchetti

Cultura e Spettacoli 2 Luglio 2021

Premio Andersen a «Io sono foglia», i complimenti della presidente Commissione Cultura regionale Francesca Marchetti

«Io sono foglia» di Bacchilega Junior è il libro dell’anno secondo la prestigiosa rivista Andersen, oltre ad essere il miglior libro per la fascia d’età 0-6 anni. Tra i complimenti arrivati in questi giorni alla nostra casa editrice, che estendiamo al nostro staff e ai nostri bravissimi illustratori, anche quelli di Francesca Marchetti, presidente della Commissione cultura regionale. «Sono molto orgogliosa degli importanti riconoscimenti ottenuti dalla casa editrice imolese Bacchilega e dagli autori dell’albo illustrato “Io sono foglia” Angelo Mozzillo e Marianna Balducci – spiega –. Dopo il premio di miglior libro 0-6 anni secondo la rivista Andersen, arriva il SuperPremio Andersen come miglior libro dell’anno, che non solo riguarda il mondo della letteratura per l’infanzia e l’adolescenza ma valorizza anche le eccellenze del nostro territorio  emiliano-romagnolo. Un progetto editoriale straordinario. C’è bisogno di parlare e riconoscere le emozioni dei nostri bambini e adolescenti, e trovo che la Bacchilega Junior sia stata lungimirante a pubblicare nel proprio catalogo un lavoro cosi innovativo e profondo. Mi congratulo sinceramente di questo riconoscimento così rilevante per la letteratura infanzia e adolescenza». (da.be.)

Nella foto: Francesca Marchetti con «Io sono foglia»

Premio Andersen a «Io sono foglia», i complimenti della presidente Commissione Cultura regionale Francesca Marchetti
Cronaca 30 Maggio 2021

Apicoltura, ok del consiglio comunale di Castello all’odg di Francesca Marchetti: «Pista delle api ed educazione nelle scuole»

In occasione della giornata mondiale delle api del 20 maggio scorso, la capogruppo del Partito Democratico Francesca Marchetti ha presentato un ordine del giorno al consiglio comunale di Castel San Pietro poi approvato all”unanimità. «L’amministrazione si è da sempre contraddistinta per l’attenzione che nel tempo ha riservato all’importanza delle api e come Città del Miele vanta una tradizione apistica consolidata sia sul piano produttivo che della promozione del prodotto – spiega lMarchetti –. In città ha inoltre sede l’Osservatorio Nazionale del Miele, un organismo nazionale unico nel suo genere. Recentemente poi l”amministrazione ha aderito all” iniziativa “CittaslowBee – sentinelle della biodiversità” con una edizione speciale 2021 di Very Slow, un’iniziativa patrocinata dal Ministero della Transizione Ecologica. Per questo riteniamo importante che il consiglio comunale così come l’amministrazione si impegnino a proseguire e potenziare l”attenzione per il settore dell’apicoltura e tutto ciò che vi ruota attorno, per sensibilizzare la cittadinanza oltre a valorizzare l’ambiente e il patrimonio naturalistico del territorio».

Le richieste contenute nell”ordine del giorno prevedono: incentivare azioni per creare piccioli habitat per le api nel contesto urbano e agrario; coinvolgere le scuole in programmi didattici di “educazione delle api”; potenziare la manutenzione del verde pubblico e realizzare la “pista delle api”, che prevede la piantumazione di piante di interesse apistico nel parco lungo fiume accanto alla pista ciclabile in corso di progettazione. (r.cr.)

Nella foto: Francesca Marchetti

Apicoltura, ok del consiglio comunale di Castello all’odg di Francesca Marchetti: «Pista delle api ed educazione nelle scuole»
Cronaca 5 Maggio 2020

Dalla Regione al Comune di Imola più di 10 mila euro per aiutare le donne vittime di violenza

«Prosegue e si rafforza l’impegno della Regione a sostegno delle donne vittime di violenza in un momento reso ancora più difficile dall’emergenza Coronavirus. Le donne devono essere al centro della ripartenza e non devono sentirsi sole» A dirlo è la consigliera regionale Francesca Marchetti commentando la misura regionale a supporto della fondamentale azione dei centri antiviolenza e delle case rifugio. 

»Dopo la campagna di comunicazione promossa nelle scorse settimane, per invitare le donne che subiscono abusi a contattare i numeri d’emergenza e a rivolgersi ai Centri antiviolenza presenti in ogni provincia, la Regione metterà a disposizione 357.041,88 euro dal proprio bilancio, per garantire un’accoglienza in sicurezza alle donne costrette a lasciare la propria abitazione e per garantire la sicurezza di ospiti e operatrici dei Centri e delle Case rifugio. — spiega la Marchetti -.  Le risorse regionali saranno ripartite tra i Comuni e le Unioni di Comuni che ospitano sul proprio territorio centri antiviolenza e case rifugio, a sostegno dell’attività straordinaria da queste assicurata sull’intero territorio regionale. Fondi che serviranno per sostenere i costi per gli alloggi in cui le donne uscite di casa potranno trascorrere il periodo di isolamento, per la sanificazione dei locali e l’acquisto di dispositivi di protezione individuali e di attrezzature e materiali necessari alle ospiti, ai loro bambini e alle operatrici. Per quanto riguarda il Comune di Imola saranno destinati 10.689,81 euro». (da.be.)

Dalla Regione al Comune di Imola più di 10 mila euro per aiutare le donne vittime di violenza
Cultura e Spettacoli 4 Maggio 2020

Francesca Marchetti: «Sanità pubblica e territoriale per garantire i lavoratori»

Francesca Marchetti si è trovata a celebrare il Primo maggio con il ruolo di presidente della Commissione della Regione che si occupa proprio di Lavoro. Un argomento che l’emergenza sanitaria per il Covid-19 ha messo al centro di ogni ragionamento.
«L’Emilia Romagna di fronte ad un’epidemia senza precedenti ha dimostrato la sua qualità in tanti settori, a partire dalla tenuta straordinaria del sistema sanitario».

Partiamo proprio dalla sanità e da chi ci lavora.
«Voglio cominciare dal nostro circondario che è riuscito a riorganizzarsi grazie al lavoro dell’Ausl e di tutti i lavoratori: medici, infermieri, medici di base, operatori nelle case per anziani e farmacisti. Un’esperienza tra le migliori sul piano regionale e su quello nazionale. Il protocollo attivato dall’azienda imolese con le unità di cura domiciliare è il cardine per un’utile intervento a domicilio che sostituisce un ricovero improprio in ospedale».

(…) La salute pubblica è però solo la premessa per riavviare l’economia e parare i colpi di una recessione inevitabile. Cosa può fare la Regione?
«Abbiamo messo in campo gli strumenti per evitare un collasso sociale conseguente all’interruzione del lavoro di tante imprese utilizzando fin da subito gli ammortizzatori sociali in modo diffuso. Il Tavolo del patto per il lavoro avviato da Bonaccini nello scorso mandato, consente alla nostra Regione di mettere in sicurezza e fare ripartire alcune filiere internazionali, aprendo con gradualità attraverso protocolli aziendali, cito ad esempio l’Ima di Ozzano o la Ferrari, da estendere alle filiere, che sono l’identità del nostro tessuto composto da tante piccole imprese che sono indispensabili anche per le grandi aziende. Tra le filiere strategiche da fare ripartire c’è la ceramica, cara al nostro territorio, come l’automotive o la nautica, così come è indispensabile lo sblocco dei cantieri pubblici». (p.b.)

L’intervista completa sul numero del Sabato sera del 30 aprile

Fotografia di Marco Isola/Isolapress

Francesca Marchetti: «Sanità pubblica e territoriale per garantire i lavoratori»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast