Posts by tag: green

Cronaca 20 Luglio 2022

Ozzano sempre più «green», al via il progetto di forestazione urbana

Il progetto di forestazione urbana presentato dal Comune di Ozzano alla Regione per il bando «Settore aree protette, forestazione, cura del territorio e dell”ambiente» si è classificato al secondo posto della graduatoria per importo ottenuto. In pratica, il contributo ottenuto è di 42.917,67 euro (pari al 75% del totale dei costi ammessi).

Il bando emanato dalla Regione e rivolto ai Comuni di pianura ha, come finalità, quella di prevedere interventi di forestazione urbana mettendo a dimora arbusti e piante autoctone ed adeguate all’assorbimento dei principali agenti inquinanti atmosferici e resistenti ai cambiamenti climatici con l”obiettivo di dare più spazio, all”interno delle città e in genere, dei centri abitati, al polmone verde rappresentato dagli alberi. Nel complesso il progetto prevede la messa a dimora di ben 1298 alberi, tra cui lauri, carpini bianchi, pioppi bianchi, frassini, ciliegi selvatici, aceri campestri e roveri, e 1149 arbusti (ginestre, frangoli, sanguinelle e rosa canina) per un totale complessivo di ben 2447 fra alberi e arbusti messi a dimora sul territorio.

«Nello specifico abbiamo previsto di intervenire su alcune aree di proprietà comunale collocate in contesti differenti – precisa la vicesindaca Mariangela Corrado-. Alcune sono situate a confine tra le costruzioni delle zone produttive e il contesto agricolo, in particolare nelle zone industriali di Mercatale e di Quaderna, dove la forestazione proposta avrà la funzione di filtro a mitigazione degli effetti dell’urbano (come inquinanti e calore), valorizzando porzioni del territorio ora non utilizzate. Il progetto prevede qui le operazioni di annaffiatura di soccorso per i primi due anni così da garantire l’attecchimento. L’area invece dove si interviene maggiormente con le nuove piantumazioni interessa i parchi pubblici lungo il Rio Marzano: l’area intitolata ai Donatori di Sangue e la nuova porzione a sud. Qui l’intervento è finalizzato a potenziare la dotazione di alberature e arbusti a fini ambientali e fruitivi, creando anche zone in ombra vicino ai camminamenti e alle piattaforme di sosta. In questo contesto è prevista la realizzazione dell’impianto di irrigazione».

Nella foto: il parco pubblico del Rio Marzano intitolato ai «Donatori volontari di sangue Avis»  

   

Ozzano sempre più «green», al via il progetto di forestazione urbana
Economia 18 Maggio 2022

Acquisto di auto e moto meno inquinanti, gli incentivi per l’elettrico e non solo

Dal 16 maggio sono entrati in vigore gli incentivi per l’acquisto di auto e moto meno inquinanti. Gli sconti sul prezzo delle auto oscillano dai 2 mila per i veicoli con motori tradizionali a basso impatto, fino ai 5 mila euro in caso di acquisto di una elettrica pura con rottamazione di un mezzo inferiore agli Euro5.

Gli sconti sul prezzo delle auto oscillano dai 2 mila ai 5 mila euro, dai 2.500 ai 4 mila euro per motocicli e ciclomotori. A disposizioneci sono 225 milioni nel 2022, 235 milioni nel 2023 e 245 milioni nel 2024. Per sostenere gli incentivi il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha voluto la creazione di un fondo automotive da 8,7 miliardi, che aiuterà anche la transizione delle imprese verso la mobilità elettrica, evitando pesanti ripercussioni sull’occupazione.

La piattaforma online del ministero dello Sviluppo economico, su cui sarà possibile consultare gli approfondimenti e su cui i concessionari dovranno prenotare la pratica per il bonus, entrerà in funzione alle ore 10 del 25 maggio, ma saranno validi anche i contratti di vendita stipulati dal 16 maggio in poi. I venditori dovranno confermare le operazioni entro 180 giorni dalla data di apertura della prenotazione. (lo.mi.)

Acquisto di auto e moto meno inquinanti, gli incentivi per l’elettrico e non solo
Economia 1 Ottobre 2021

Alma Mater e ConAmi, un’alleanza «ecologica» su progetti di mobilità sostenibile

ConAmi e Università di Bologna hanno siglato un accordo quadro di collaborazione, per i prossimi sei anni, su progetti multidisciplinari in tema di ricerca e innovazione, imprenditorialità, didattica, orientamento al lavoro e internazionalizzazione.

Ambiti di interesse per ConAmi sono in particolare la mobilità sostenibile e il trasferimento tecnologico sulla «transizione ecologica». Spazio anche a percorsi di valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale del polo universitario felsineo, così come a iniziative sportive. «Per ConAmi – motiva il presidente, Fabio Bacchilega – lo sviluppo di settori strategici come la mobilità sostenibile e la transizione ecologica sono elementi essenziali per alimentare l’evoluzione di un territorio che, attraverso le sue fiorenti realtà imprenditoriali, lavorative e didattiche, desidera fermamente tenere il passo qualitativo con le tendenze in arrivo dal panorama globale». (r.c.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 7 ottobre.

Nella foto: da sinistra, il rettore dell’Alma Mater Francesco Ubertini e Fabio Bacchilega, presidente di ConAmi 

Alma Mater e ConAmi, un’alleanza «ecologica» su progetti di mobilità sostenibile
Cronaca 1 Marzo 2021

I progetti green di Fontanelice: scuola, energia e salute degli alberi

Sono quattro i progetti più corposi che la Giunta di Fontanelice ha inserito nel suo piano investimenti, che sarà approvato, se tutto andrà come previsto, entro il 31 marzo, insieme al bilancio di previsione 2021. Due di questi erano già previsti nel 2020 e altri due sono nuovi. «I due progetti del 2020 riguardano l’efficientamento energetico del Capanò, l’edificio utilizzato per le feste, per il quale si useranno fondi appositi stanziati allo scopo da Stato e Regione e delle scuole medie, per un impor- to complessivo di oltre 400 mila euro», spiega il sindaco, Gabriele Meluzzi.

La possibilità poi, certificata il 30 novembre scorso, di utilizzare parte dei 380 mila euro di avanzo libero, ha permesso di mettere avanti altri due interventi importanti: il completamento del cimitero comunale e la riqualificazione dei giardini delle scuole elementari e medie del paese. Altri 180 mila euro di avanzo sono stati invece stanziati per le scuole. «Gli spazi esterni alle due scuole non sono mai stati adeguatamente curati – spiega Meluzzi – per questo abbiamo deciso di riqualificarli». L’intervento è legato anche a un ragionamento sulla sistemazione del verde e alla manutenzione e conservazione del patrimonio arboreo del Comune. (mi.ta.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 25 febbraio.

Nella foto (Isolapress): veduta aerea di Fontanelice

I progetti green di Fontanelice: scuola, energia e salute degli alberi
Economia 28 Gennaio 2021

Cefla ha acquisito la società tedesca Plant Engineering

Cefla ha acquisito il 90% delle quote della società tedesca Plant Engineering, di Leutesdorf, specializzata nei settori delle centrali elettriche, del riscaldamento e della tecnologia dei combustibili, nell’ingegneria dei servizi per l’edilizia.

«Il know how specializzato – fa sapere la cooperativa imolese – va a rafforzare la presenza di Cefla Engineering nel mercato tedesco della green energy, dopo oltre due anni di attività nella costruzione della centrale di cogenerazione della città di Cottbus, per sostituire il vecchio modello delle centrali a carbone. L’operazione persegue l’obiettivo di Cefla dell’internazionalizzazione e della specializzazione delle competenze tecniche in nuovi settori produttivi, quali lo sviluppo di soluzioni innovative che supportano la transizione energetica in corso». (lo.mi.)

Nella foto: la sede Cefla di via Selice a Imola

Imola

Cefla ha acquisito la società tedesca Plant Engineering

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA