Posts by tag: Imola

Cronaca 23 Giugno 2022

Rubano nel supermercato in cui lavorano, arrestate due dipendenti

Avevano cominciato a rubare prodotti nel supermercato in cui lavoravano, convinte di farla franca. Ad aspettarle l’ultima volta, però, hanno trovato i carabinieri. La trappola dei militari dell’Arma è scattata ieri notte, dopo che il direttore li aveva informati di una serie di furti che si stavano verificando nell’ultimo periodo.

Dopo ore di appostamento, «invece dei classici malviventi incappucciati, dotati di strumenti da scasso, sono apparse due ragazze dall’aria innocente che sono entrate nel retro del supermercato con un mazzo di chiavi», fanno sapere dal comando di Imola. Poi sono «uscite di corsa, con le buste del supermercato piene di prodotti vari».

Alla vista dei carabinieri le due ragazze «si sono scusate per l’accaduto e hanno ammesso le proprie responsabilità. La refurtiva del valore di 500 euro circa, è stata recuperata e restituita al direttore del supermercato». (lu.ba.)

Immagine d”archvio dei carabinieri

Rubano nel supermercato in cui lavorano, arrestate due dipendenti
Ciucci (ri)belli 23 Giugno 2022

A Imola due nuovi spazi gioco per i bimbi dei nidi di Zolino e Santa Caterina

A Imola nei giorni scorsi sono stati inaugurati due nuovi spazi gioco. Si tratta del percorso sensoriale realizzato nel cortile del nido comunale d’infanzia Primavera a Zolino, dedicato all’educatrice Maria Giuliano, recentemente scomparsa, e del nuovo giardino e spazio giochi del Polo 0-6 Santa Caterina, gestito da Coop Solco Educa in centro storico. Entrambi gli interventi sono stati realizzati grazie alla collaborazione dei genitori.

«Quella tra famiglie e scuola – commenta il vicesindaco e assessore alla Scuola, Fabrizio Castellari – è un’alleanza che si ripropone sempre più spesso e che mostra fin dai servizi educativi rivolti ai primi anni che la scuola imolese è una comunità che si tiene per mano. Sottolineo la qualità dei progetti pedagogici che stanno dietro a questi nuovi spazi all’aperto, molto innovativi e attenti all’ambiente, ai materiali utilizzati e alla sostenibilità».

In particolare, il nuovo percorso sensoriale del nido Primavera di Zolino, chiamato «Il giardino di dada Maria», è stato finanziato con i fondi del progetto Q-Resque, del quale il Comune di Imola è partner.

Nelle foto: le inaugurazioni del percorso sensoriale a Zolino e (sotto) dello spazio giochi a Santa Caterina

A Imola due nuovi spazi gioco per i bimbi dei nidi di Zolino e Santa Caterina
Cronaca 20 Giugno 2022

Settimana di alte temperature e umidità, i consigli dell'Ausl per evitare rischi per la salute

Di fronte a una settimana che sembra caratterizzata da temperature alte e discreta umidità dell’aria., l’Azienda usl rilancia alcuni suggerimenti per ridurre i rischi di salute legati alle ondate di calore, soprattutto per anziani e bambini.

1) Bere molto e spesso, almeno 2 litri di acqua (8 grandi bicchieri) al giorno, anche quando non si ha sete, evitando bibite gassate, zuccherate e ghiacciate. La bevanda migliore è sempre l’acqua, a temperatura ambiente o fresca. Evitare gli alcolici e limitare the, caffè e altre bevande che contengono caffeina: agiscono come diuretici e favoriscono la disidratazione

2) Mangiare molta frutta e verdura, preferibilmente cruda e di stagione, anche frullata o centrifugata. Vietati i cibi pesanti: fritti, umidi ed intingoli. Pesce e carni bianche vanno preferite a formaggi, insaccati e carni rosse. Sì a pasta, riso e patate, ma in modica quantità e con condimenti leggeri. Bene latte, yogurt e gelati o sorbetti alla frutta

3) Aumentare la frequenza dei bagni o delle docce, con acqua tiepida, che abbassa la temperatura corporea. Per chi è immobilizzato a letto, cambiare spesso posizione. Per chi ha problemi di incontinenza, cambiare spesso i presidi igienici (pannoloni)

4) Vestire abiti leggeri, chiari e non aderenti, in fibre naturali che favoriscono la traspirazione. Indossare cappello ed occhiali da sole quando si esce

5) Uscire di casa preferibilmente al mattino presto e dopo il tramonto, quando l’aria si è rinfrescata. Evitare di uscire di casa tra le 11 e le 17

6) Per una casa più fresca, aprire le finestre al mattino presto, alla sera e alla notte. Chiudere finestre, tapparelle e tende (molto utili quelle esterne) nelle ore più calde. Cercare di stare nei locali meno esposti al sole e più freschi. Rinfrescare gli ambienti con condizionatori, ma facendo attenzione che la temperatura dentro casa non sia mai più bassa di 6-7 gradi rispetto all’esterno, per evitare sbalzi termici pericolosi per la salute

Settimana di alte temperature e umidità, i consigli dell'Ausl per evitare rischi per la salute
Cronaca 18 Giugno 2022

Impianti sportivi, a Imola le domande di utilizzo vanno presentate entro il 25 giugno

Andranno presentate entro e non oltre mezzogiorno di sabato 25 giugno le richieste di utilizzo degli impianti sportivi (palestre, campi all’aperto, piscina coperta) di Imola per la stagione 2022/2023.

La domanda vale per il periodo dell’anno scolastico e più precisamente da giovedì 15 settembre 2022 fino al termine delle lezioni previsto per mercoledì 7 giugno 2023, compresi i periodi delle vacanze natalizie e pasquali, naturalmente esclusi solo i giorni festivi. Per i periodi di vacanza l’utilizzo deve essere confermato così da programmare le aperture degli impianti solo per quando necessario.

Per i giorni dei mesi di settembre 2022 e giugno 2023, non compresi nel periodo in convenzione, eventuali richieste di spazi vanno inoltrate all’ufficio Sport almeno 15 giorni prima della data richiesta, tenendo conto che, in caso di richieste sovrapposte, verrà data priorità all’associazione che utilizzava gli spazi nell’anno sportivo precedente. (r.cr.)

Nella fotografia, la piscina coperta

Impianti sportivi, a Imola le domande di utilizzo vanno presentate entro il 25 giugno
Cronaca 17 Giugno 2022

Terremerse chiude il 2021 con un bilancio consolidato da 270 milioni di euro

Nel 2021 il fatturato di Terremerse è risultato pari a 248,4 milioni di euro, in crescita per oltre 88 milioni rispetto al 2020, mentre quello del bilancio consolidato è di circa 270 milioni. Il risultato netto, positivo per oltre 1,2 milioni di euro, include importanti accantonamenti incrementali rispetto al budget per circa 1,7 milioni di euro, a fronte di rischi collegati alla congiuntura attuale e a fondo spese future per costi che dovranno essere sostenuti nei prossimi esercizi, di importo non esattamente determinabile.

«Da qualche anno si è innescato un circolo virtuoso che ha permesso a Terremerse di migliorare tutti i propri indici economici, patrimoniali e finanziari, rendendo la cooperativa più solida e attrattiva per gli agricoltori e gli stakeholders in generale – commenta Emilio Sabatini, direttore generale –. Questo è stato reso possibile anche grazie a un processo di riorganizzazione e sviluppo organizzativo che, a fronte delle aumentate dimensioni e del necessario ricambio generazionale, ha permesso di valorizzare risorse interne e acquisire nuove competenze dall’esterno. La marcata riduzione del debito finanziario, le maggiori risorse e il migliore accreditamento di Terremerse sono anche funzionali a poter cogliere, in modo selettivo, opportunità di investimento per la continua crescita e affermazione del nostro modello di impresa».

«Lo sviluppo dimensionale, se correttamente gestito, consente di elevare le sinergie e l’integrazione tra i vari comparti della cooperativa – aggiunge Marco Casalini, presidente –. Ricordiamo, infatti, che il dialogo con nuove aziende agricole e con un nuovo territorio, può offrire opportunità contestualmente per le agroforniture, i cereali e l’ortofrutta. Senza mai trascurare il aettore Carni, che sta puntando anch’esso su uno sviluppo commerciale e industriale attraverso investimenti in tecnologia». (lu.ba.)

Fotografia di Terremerse

Terremerse chiude il 2021 con un bilancio consolidato da 270 milioni di euro
Cronaca 14 Giugno 2022

Redditi: castellani «paperoni» del circondario, i comuni della vallata in fondo alla classifica

Sono i castellani i “paperoni” del circondario. Secondo il rapporto del servizio Studi e Statistica della Città metropolitana sui redditi dei cittadini residenti nei comuni della città metropolitana di Bologna (dati relativi alle dichiarazioni presentate nel 2021), a Castel San Pietro il reddito medio è di 24.728 euro.

Il reddito medio più basso si registra invece a Castel del Rio con 19.467 euro.
Fra i due estremi si inseriscono, nell’ordine, Imola con un reddito medio di 24.200 euro, Dozza con 23.801 euro, Castel Guelfo con 22.795 euro, Medicina con 22.125 euro, Mordano con 21.938 euro, Casalfiumanese con 21.403 euro, Borgo Tossignano con 20.269 euro (terzultimo) e Fontanelice con 20.002 euro.

Nella maggior parte dei comuni della Città metropolitana il reddito medio cala, in conseguenza del calo del reddito complessivo: fanno eccezione Castel del Rio, Mordano, Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Imola. (lu.ba.)

Redditi: castellani «paperoni» del circondario, i comuni della vallata in fondo alla classifica
Cronaca 9 Giugno 2022

Il circondario si promuove con «Be in Wonderland», 24 eventi ed esperienze per scoprire il territorio

Continua fino a ottobre “Be in Wonderland”, il programma di 24 iniziative ed esperienze (passeggiate d’arte, visite sensoriali, itinerari tra storia e natura) per scoprire il territorio di Imola e del circondario.

Assieme alla brochure illustrativa (scaricabile dal sito del Circondario) è stata creata la Cartolina delle esperienze, dove i visitatori potranno indicare gli eventi a cui hanno partecipato. Sulla cartolina saranno apposti i timbri di accoglienza da parte del personale degli uffici Iat/Uit, da ristoranti, alberghi, cantine, organizzatori delle varie esperienze. E dimostrando di avere partecipato ad almeno otto eventi in calendario e in diversi comuni, si avrà diritto a ricevere sconti o un regalo a sorpresa.

«L”esperienza di “Be in Wonderland” rappresenta un risultato di rilievo della neonata gestione associata del turismo – commenta Luca Albertazzi, primo cittadino di Dozza con delega al Turismo nel Nuovo circondario imolese –. Un cartellone di iniziative, dislocate su tutto il territorio Circondariale e a fruizione gratuita, attraverso le quali viene rappresentata efficacemente la proposta turistico-culturale del territorio. Con un occhio di riguardo alla cultura di prossimità, fondamentale nel rendere i nostri stessi cittadini promotori delle bellezze che ci circondano. Un particolare ringraziamento ai membri del coordinamento tecnico circondariale che si sono prodigati con efficacia per la realizzazione di questo innovativo prodotto turistico». (lu.ba.)

Nella fotografia, la Vena del gesso, uno fra i luoghi “protagonisti” degli eventi

Il circondario si promuove con «Be in Wonderland», 24 eventi ed esperienze per scoprire il territorio
Cronaca 7 Giugno 2022

Cai Imola e comunità «Il sorriso» insieme per la «Montagnaterapia»

I rappresentanti della sezione di Imola del Cai-Club alpino italiano hanno incontrato i delegati della comunità «Il sorriso» per la consegna di materiali (sacchi a pelo, zaini, caschi, imbraghi) utili allo sviluppo del progetto di “Montagnaterapia” che, per il terzo anno consecutivo il Cai Imola promuove nell’ambito dei programmi terapeutici per il recupero dalle dipendenze.

«È per me sempre motivo di soddisfazione rilanciare questa collaborazione – ha dichiarato Paolo Mainetti, presidente della sezione imolese del Cai –. Credo fermamente in questo progetto teso al recupero dalle dipendenze». (lu.ba.)

Nella fotografia del Cai Imola, la consegna dei materiali

Cai Imola e comunità «Il sorriso» insieme per la «Montagnaterapia»
Cronaca 6 Giugno 2022

L'artista Roberto Cafarotti dona diciotto opere all’Ausl di Imola

L’artista Roberto Cafarotti ha donato 18 stampe, tra paesaggi e autoritratti, all”Azienda usl di Imola. Le opere saranno distribuite nei corridoi e nelle sale dell”ospedale Santa Maria della Scaletta.

«È un momento emozionante – commenta – e sono molto felice di poter aiutare la nostra comunità con una donazione che ha l’intento di offrire con l’arte un piccolo sollievo a chi è in ospedale». «L’ospedale, oltre ad essere un luogo di cura, può essere un luogo di cultura, di accoglienza nel senso più ampio della parola – aggiunge Andrea Neri, direttore sanitario dell’Ausl cittadina –. Umanizzare l’ambiente e renderlo più ospitale è uno dei nostri obiettivi. E questa donazione ci supporta a raggiungere questo traguardo». (lu.ba.)

Nella fotografia dell”Azienda usl, la donazione

L'artista Roberto Cafarotti dona diciotto opere all’Ausl di Imola
Cronaca 6 Giugno 2022

«Tutti a raccolta», 60 chili di rifiuti raccolti nei parchi del centro e nell'area Lungofiume

Sono complessivamente più di 60 i chilogrammi di rifiuti raccolti in occasione di «Tutti a raccolta», l’inziativa dedicata all’ambiente che si è svolta sabato 4 giugno in sei comuni del circondario, tra cui Imola.

Al mattino, una ventina di persone, soprattutto adulte, fra cui l’assessore all’Ambiente Elisa Spada, ha pulito l’area del Lungofiume, raccogliendo una trentina di chili di rifiuti, soprattutto indifferenziati.

Nel pomeriggio, una quarantina fra ragazzi e ragazze della Consulta del Comune di Imola hanno pulito il prato della Rocca sforzesca, i Giardini di San Domenico e il Giardino Marziale, raccogliendo 21 chili di indifferenziata, 5,8 chili di plastica, 2,4 chili di vetro, 1,4 chili di carta e 300 grammi di mozziconi di sigarette. (lu.ba.)

Nella fotografia del Comune di Imola, la divisione dei rifiuti raccolti dai ragazzi

«Tutti a raccolta», 60 chili di rifiuti raccolti nei parchi del centro e nell'area Lungofiume

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA