Posts by tag: imolese

Sport 9 Giugno 2021

Caos luci al Romeo Galli, il sindaco Panieri replica all’Imolese

L’Imolese sta già progettando la prossima stagione in C, con la conferma del d.s. Zocchi. Ma intanto è arrivata la replica del sindaco Panieri alla proprietaria Fiorella Poggi che, nel numero del nostro settimanale datato 3 giugno, spiegò come la società rossoblù non avesse ancora ricevuto il rimborso promesso dopo il problema del guasto alla «torre faro» appena inaugurata e spentasi nel prepartita con il Sudtirol il 15 novembre scorso. Rimborso dovuto allo 0-3 a tavolino subìto e le spese collegate (ricorso soprattutto).

L’intervista al sindaco Panieri su «sabato sera» del 10 giugno.

Nella foto (Isolapress): da sinistra, il sindaco di Imola Marco Panieri, il team manager dell’Imolese Gianluca Mater ed il presidente Lorenzo Spagnoli

Caos luci al Romeo Galli, il sindaco Panieri replica all’Imolese
Sport 6 Giugno 2021

Calcio serie C, e se il trio meraviglia dell’Imolese fosse davvero la soluzione giusta?

«Una sofferenza del genere non vogliamo più viverla». Questa la frase ripetuta all’infinito nell’entourage dell’Imolese dopo l’1-1 col Fano nella sfida di ritorno dei play-out. Un pareggio che è valso la permanenza in serie C per il quarto anno consecutivo. Un record per la società rossoblù, ma che fatica raggiungere un traguardo che più agognato di così era difficile da immaginare e che ha avuto del miracoloso.

«Tanto cuore e un grande portiere ci hanno permesso di portare a casa la salvezza» ha detto Lorenzo Mezzetti, componente della triade tecnica più originale che mai si sia seduta sulla panchina dell’Imolese, completata da un improvvisato ma efficace motivatore come il presidente Lorenzo Spagnoli e da un allenatore debuttante a questi livelli come Francesco Sintini. E se il trio meraviglia dell’Imolese fosse davvero la soluzione giusta anche per il prossimo anno? (a.d.p.)

Le interviste su «sabato sera» del 3 giugno.

Nella foto (Isolapress): la gioia del trio tecnico formato da Sintini, Mezzetti e Spagnoli

Calcio serie C, e se il trio meraviglia dell’Imolese fosse davvero la soluzione giusta?
Sport 15 Maggio 2021

Serie C: Fano – Imolese rinviata per il cluster Covid di alcuni atleti fanesi e di Tacchinardi.

Fano – Imolese salta causa Covid. L”andata del play-out per la permanenza in Serie C che doveva giocarsi oggi alle 17.30 in casa dell”Alma Juventus è stato rinviata a data da destinarsi dalla Lega Pro. La notizia era nell”aria a causa della positività al virus riscontrata nei giorni scorsi a tre giocatori granata e della presenza in gruppo di altri atleti con sintomi  riconducibili al virus. Tra loro anche l”allenatore Alessio Tacchinardi. L”Azienda sanitaria unica regionale delle Marche ha espresso parere sanitario negativo alla disputa della partita con una comunicazione pubblicata venerdì 14 che indica la presenza di un cluster di Sars Cov 2 all”interno del gruppo squadra del Fano. La comunicazione è giunta ieri alla Lega Pro, organizzatrice il campionato di Serie C, e oggi è arrivata la conferma del rinvio. Difficile ipotizzare quando si giocherà, cosa che a questo punto dipende dal decorso della malattia che ha colpito il gruppo squadra.

Alessio Tacchinardi (sito web Alma Juventus Fano)

Serie C: Fano – Imolese rinviata per il cluster Covid di alcuni atleti fanesi e di Tacchinardi.
Sport 10 Maggio 2021

Calcio serie C, il ginocchio del portiere Siano fa crack. Come nei play-out 2020 l’imolese si affida a Rossi

Brutta tegola per l’Imolese a pochi giorni dall’andata dei play-off contro il Fano in programma sabato 15 maggio (fischio d‘inizio alle 17.30) nelle Marche. «Gli esiti degli accertamenti medici a cui è stato sottoposto il portiere Alessandro Siano hanno evidenziato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro» si legge sulla pagina Facebook del club.

Ovviamente stagione finita per l’estremo difensore rossoblù che, negli spareggi, sarà sostituito da Gian Maria Rossi, l’eroe che un anno fa salvò l’Imolese contro l’Arzignano parando un rigore agli ospiti nel match di ritorno al Romeo Galli. (da.be.)

Nella foto: Alessandro Siano

Calcio serie C, il ginocchio del portiere Siano fa crack. Come nei play-out 2020 l’imolese si affida a Rossi
Sport 9 Maggio 2021

Calcio serie C, l’ultimo ostacolo per l’Imolese si chiama Fano. Il presidente Spagnoli crede nella salvezza

L’Imolese ha perso l’ultima partita di campionato a Macerata contro il Matelica (3-0) ed è arrivata quartultima in classifica. Si giocherà quindi la salvezza ai play- out col Fano, con partita di andata in trasferta sabato 15 maggio e ritorno al Romeo Galli il 22 dello stesso mese, sempre alle 17.30. Visti gli altri risultati maturati nella giornata, se anche l’Imolese avesse vinto in casa del Matelica non sarebbe cambiato niente.

Presidente Spagnoli, il Fano è l’ultimo ostacolo per guadagnare un’altra stagione in Serie C. Potendo scegliere è l’avversario da preferire?

«In questa fase conta poco chi hai davanti. Adesso si gioca un campionato diverso, fatto di due sole partite, che non hanno niente a che vedere con le precedenti trentotto. Perciò sono da preparare in un certo modo. Diciamo pure nel miglior modo possibile, perché valgono la permanenza in serie C, che per noi è la cosa più importante. Dopo l’ultimo ko l’entusiasmo per aver centrato l’impresa di affrontare i play-out col vantaggio è comunque rimasto intatto. Quindi siamo carichi e pronti per preparare nel migliore dei modi le due sfide contro i marchigiani. Sperando naturalmente di recuperare qualcuno degli assenti». (a.d.p.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 6 maggio.

Nella foto (Isolapress): Lorenzo Spagnoli con Marco Montanari 

Calcio serie C, l’ultimo ostacolo per l’Imolese si chiama Fano. Il presidente Spagnoli crede nella salvezza
Sport 4 Maggio 2021

Calcio, l'ex tecnico dell’Imolese Dionisi vola in serie A con il suo Empoli

DAi, diciAmoci la veritA’. Apposta con la A maiuscola, visto che chiunque abbia a cuore l’Imolese in questa stagione il primo risultato che cercava in B era quello dell’Empoli di Alessio Dionisi.

Anche (soprattutto) oggi che i toscani vincendo 4-0 con il Cosenza hanno conquistato la matematica promozione in serie A. Un’ascesa, quella del tecnico ex rossoblù, iniziata con un pareggio in casa contro l’Albinoleffe per quella che fu di fatto la sua prima partita di campionato fra i professionisti, fino ad arrivare nel giro di 3 anni ai vertici del calcio italiano.

Un campionato quest’ultimo che ha messo Dionisi nel taccuino di tante squadre di serie A (Napoli e Sassuolo, giusto per fare due nomi) nella quale l’ex tecnico dell’Imolese approda con l’Empoli (con il quale Dionisi ha ancora un anno di contratto) dopo una cavalcata da applausi. (an.mir.)

Nella foto: Alessio Dionisi oggi in panchina contro il Cosenza

Calcio, l'ex tecnico dell’Imolese Dionisi vola in serie A con il suo Empoli
Sport 1 Maggio 2021

Calcio serie C, domani non solo Matelica-Imolese. Occhio ad altre quattro partite, cosa succede se…

Come ogni finale di stagione che si rispetti, l’ultimo turno di campionato (ore 15) offre quel «manuale» utile per capire come sarà il maggio dell’Imolese. Un mese che oscilla fra quelle che sarebbero vaCanze insperate (la C maiuscola non è casuale…), oppure giorni primaverili che riserverebbero ai rossoblù lo stesso menù dello scorso anno, ovvero la salvezza da conquistare attraverso due sfide di play-out. Le partite da attenzionare sono: Matelica – Imolese, Cesena – Arezzo, Gubbio – Fano, Legnago – Fermana e Ravenna – Carpi ed allora sotto con il «cosa succede se…».

…L’Imolese vince…
A 38 punti si potrebbe restare in Paradiso, ovvero in serie C senza passare dai play-out, con l’Arezzo che perde a Cesena e mancate vittorie di Legnago e Ravenna: in tal caso, con i rossoblù quintultimi solitari e grazie ai 9 punti di vantaggio sui toscani terzultimi, sarebbe festa. In caso di vittoria del Legnago, allora sarebbe… Purgatorio: l’Imolese sarebbe quartultima a causa degli scontri diretti sfavorevoli con i veneti ed affronterebbe la terzultima, il Fano. Play-out anche in caso di vittoria rossoblù, mancata vittoria del Legnago e punti per Arezzo e Ravenna: in questo caso, rossoblù quintultimi ed una fra Arezzo (se non perde a Cesena) e Ravenna (solo se vince e con i toscani sconfitti al Manuzzi) sulla propria strada (in caso di arrivo a pari punti a quota 30, Arezzo penultimo e Ravenna in serie D). (an.mir.)

Su «sabato sera» del 29 aprile anche le ipotesi in caso di pareggio o sconfitta dell’Imolese a Matelica.

Nella foto: il presidente Spagnoli in panchina

Calcio serie C, domani non solo Matelica-Imolese. Occhio ad altre quattro partite, cosa succede se…
Sport 17 Aprile 2021

Calcio serie C, l’Imolese è davvero così scarsa o Cevoli e Catalano erano peggio dei giocatori a disposizione?

Abbiamo una domanda in testa. Ma l’Imolese è davvero così scarsa, oppure ha trovato sulla sua strada due allenatori, come Cevoli e Catalano, ancora più scarsi dei giocatori a disposizione? Il dubbio sorge per un motivo: i punti sono arrivati solo all’inizio del loro mandato, prima cioè che potessero davvero mettere le mani sul gruppo. Poi, con l’andare del tempo, come una bottiglietta di acqua gasata lasciata aperta, sono arrivati due crolli inconcepibili, con tutti i giocatori peggiorati, perfino le cosiddette stelline giovani che, almeno in teoria, avrebbero dovuto mostrare passi in avanti man mano che prendevano confidenza con la categoria. Insomma, avessero lasciato lavorare Catalano ancora un mesetto e la retrocessione sarebbe stata assicurata. (Mica che adesso sia facile salvarsi, eh…).

Intanto domenica (fischio d’inizio alle 20.30) i rossoblù saranno impegnati a Cesena.  In panchina il presidente Spagnoli, dopo aver esternato tutto il malumore nel post partita contro il Ravenna («Non mi sono mai vergognato così in 9 anni». E poi: «Per quello che siamo oggi meritiamo di arrivare ultimi». E ancora: «Certo, mancano tre partite alla fine, ma per pensare di salvarci attraverso i play-out deve succedere qualcosa di miracoloso, vista la nostra pochezza») ha deciso di affidare le sorti dell’Imolese a Lorenzo Mezzetti, tecnico 49enne della Primavera, che sarà coadiuvato dal vice Francesco Sintini. Ma in panchina dovrebbe andare anche lo stesso Spagnoli, l’estremo tentativo di dare una scossa ad un gruppo di calciatori che, oggi più che mai, appare inadeguato alla serie C e votato alla retrocessione. (p.z. a.d.p.).

Approfondimenti e numeri su «sabato sera» del 15 aprile.

Nella foto: da sinistra, Cevoli, Spagnoli e Catalano

Calcio serie C, l’Imolese è davvero così scarsa o Cevoli e Catalano erano peggio dei giocatori a disposizione?
Sport 12 Aprile 2021

Calcio serie C, esonerato il mister dell’Imolese Pasquale Catalano

All’indomani della sconfitta casalinga contro il Ravenna, l’Imolese ha deciso di esonerare il tecnico Pasquale Catalano. Per uno strano caso del destino proprio nella settimana che porta alla sfida con il Cesena, la squadra contro cui il tecnico aveva debuttato lo scorso mese di dicembre subentrando a Cevoli.

«L’Imolese Calcio 1919 comunica di aver sollevato Pasquale Catalano dall’incarico di allenatore della Prima squadra e Lorenzo Cavallaro dal ruolo di allenatore in seconda della stessa – si legge nel comunicato -. A Catalano e Cavallaro vanno i ringraziamenti per aver preso la squadra in corsa e per il lavoro svolto. La società del presidente Spagnoli ha optato per una soluzione interna che prevede la promozione in prima squadra dell’attuale allenatore della Primavera Lorenzo Mezzetti. Il suo vice allenatore sarà Francesco Sintini. Permane il silenzio stampa annunciato nei giorni scorsi. Nei prossimi giorni l’unico a rilasciare dichiarazioni sarà il presidente Spagnoli».

Nella foto (Isolapress): l’ormai ex tecnico rossoblù Pasquale Catalano

Calcio serie C, esonerato il mister dell’Imolese Pasquale Catalano
Sport 9 Aprile 2021

Calcio serie C, mister Catalano prima di Imolese-Ravenna: «Evitiamo l’ultimo posto»

Una squadra senza anima, senza amor proprio, senza spina dosale. In una parola imbarazzante. Dopo Pesaro, dove ha espresso il nulla, se si esclude il primo quarto d’ora vagamente propositivo, il futuro immediato dell’Imolese assume contorni foschi. Se una partita di vitale importanza viene giocata in quel modo, poi è arduo pensare di conquistare punti nelle restanti quattro. E quella ormai cronica schizofrenia prestazionale dalla quale non riesce a liberarsi fa aumentare i dubbi non solo sulle reali possibilità di salvarsi ai play- out, ma perfino di giocarli, evitando l’ultimo posto in classifica che vorrebbe dire retrocessione diretta. Un rischio che è tornato ma che potrebbe già essere escluso domenica 11 aprile se si riuscirà a vincere col Ravenna, che scenderà in campo al Romeo Galli alle ore 20.30.

Cosa ci riserverà dunque in questo finale di campionato? Di essere capace di ritrovarsi o impaurita come è apparsa a Pesaro?

«Se hai paura non puoi fare né il giocatore, né l’allenatore – ha sgombrato il campo da ogni dubbio Catalano -. La paura va affrontata come gli avversari. Ad una condizione però, quella di allenarsi bene e prepararsi al meglio anche sotto l’aspetto mentale. L’ansia a quattro incontri dalla fine, e dopo un campionato del genere, è normale che ci sia. Ma bisogna trovare la capacità di esprimersi anche sotto tensione. Stiamo pur sempre parlando di partite di calcio».

Col Ravenna è anche l’ultima occasione di vincere uno scontro diretto.

«Potrei dire che domenica dobbiamo vincere per forza. Ma scadrei nel banale, perché lo sappiamo tutti che ci serve farlo. Ci serviva anche nelle altre partite. Per cui proviamo innanzi tutto a metabolizzare quello che è successo e ripartire cercando di comprendere perché a Pesaro siamo venuti meno dal punto di vista mentale». (a.d.p.)

L’intervista su «sabato sera» dell’8 aprile.

Nella foto (Isolapress): mister Pasquale Catalano

Calcio serie C, mister Catalano prima di Imolese-Ravenna: «Evitiamo l’ultimo posto»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast