Posts by tag: luca lelli

Cronaca 12 Maggio 2020

A Ozzano ripartono i cantieri per la fibra ottica

Con l”inizio della fase 2, la società Open Fiber ha ripreso a lavorare per l’installazione della fibra ottica a Ozzano. Il cantiere stradale è partito dalla località Tolara con scavi che, a seconda delle condizioni ambientali, potranno essere effettuati in una delle tre modalità previste: No-Dig, mini trincea o scavo tradizionale.

I primi chilometri di cavi portanti per la fibra Ftth, su un totale di 50 chilometri di cavi che servono per coprire l”intero territorio comunale connettibile con questa tecnologia, verranno posati nei prossimi giorni, nelle vie Palazzo Bianchetti, Tolara di Sopra, 1° Maggio, dello Sport, Gino Grandi e Guglielmo Marconi.

«E” bene chiarire che una volta conclusi i lavori di scavo e posa della fibra, il servizio non sarà direttamente operativo, ma occorrerà poi l”intervento dei singoli operatori commerciali ai quali bisognerà rivolgersi per attivare le singole linee e forniture per la clientela – precisa Luca Lelli, primo cittadino –. Si tratta comunque del primo passo indispensabile per poi poter partire a navigare con la fibra. Un servizio utile sia per i cittadini che per le nostre imprese, reso, oggi, ancora di maggiore importanza e interesse visto lo sviluppo, a seguito della pandemia da Covid-19, della modalità di lavoro in smart working e delle lezioni online alle quali tutti i nostri ragazzi sono costretti, già da febbraio di quest”anno, e che si prevede possa continuare anche nei mesi a venire». (r.cr.)

A Ozzano ripartono i cantieri per la fibra ottica
Cronaca 26 Marzo 2020

Con i meme sui social si ride anche del sindaco di Ozzano Luca Lelli

Da tre anni, su Instagram e Facebook, si aggirano i meme di «Comunque meglio Ozz». Non cercate di sapere chi c’è dietro perché i tre amministratori tengono a mantenere l’anonimato e, sebbene sfruttino continuamente le immagini per il loro progetto, non vogliono assolutamente comparire in foto, alimentando il mistero.

La community che hanno formato è di 2.300 follower su Instagram. «Riteniamo sia un buon numero, ben oltre le nostre aspettative, essendo una pagina solo ed esclusivamente dedicata a Ozzano» racconta Edoardo, 27 anni, che gestisce le pagine assieme a Davide e Leonardo, entrambi 28 anni. Qualche like eccellente su Facebook lo hanno ottenuto. Come da Luca Lelli, sindaco di Ozzano, molto attivo sui social network, che talvolta viene preso di mira bonariamente (è il diretto interessato il primo a riderne) dal trio per la parlata veloce, l’aspetto fisico o il sorriso. Come è successo questa volta dopo una delle sue dirette Facebook di qualche giorno fa dove esortava i cittadini ad essere meno indisciplinati, rimanere in casa e non uscire se non per giustificati motivi. (ti.fu.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 26 marzo.

Nella foto: il sindaco di Ozzano Luca Lelli

Con i meme sui social si ride anche del sindaco di Ozzano Luca Lelli
Cronaca 20 Febbraio 2020

Cantiere materna Rodari di Ozzano, famiglie stanche per l’attesa

È decisamente una storia infinita quella dell’intervento strutturale da 600 mila euro sulla scuola materna comunale Rodari di Ozzano Emilia. In dicembre il Comune ha deciso di rescindere del contratto con la ditta vicentina Ldp Costruzioni Generali, la seconda, alla quale era stato appaltato il cantiere. Un film già visto un annetto fa con l’impresa vincitrice dell’appalto, la salernitana Edil Tors. Come comune denominatore, con entrambe le ditte, c’è il fatto che il cantiere procede a singhiozzo dal marzo del 2018. 

La speranza del sindaco Luca Lelli era arrivare a una risoluzione consensuale con la Ldp, che ad oggi ha percepito dal Comune 130 mila euro per i lavori svolti, per poter procedere in tempi rapidi. «Purtroppo non è stato trovato un accordo e il 3 febbraio abbiamo inviato la lettera per rescindere il contratto. Se non ci rispondono, a metà marzo rientreremo in possesso del cantiere e potremo riassegnarlo. Se invece chiedessero, ad esempio, un accertamento tecnico, i tempi si dilaterebbero» aggiorna il sindaco, senza però sbilanciarsi sulla fine dei lavori.

Nel corso dei mesi, Lelli ha più volte incontrato le famiglie, ma qualche genitore, stanco della situazione, ha anche affisso uno striscione davanti alla scuola. «Siamo stanchi delle bugie! Vergogna!» si legge. In effetti, da settembre 2017 i bimbi delle tre sezioni delle Rodari, un’ottantina in tutto, continuano a fare lezione «in trasferta» nelle aule ricavate tra nido Fresu, materna Cavalier Foresti di Maggio e centro per le famiglie L’Abbraccio. Alcuni di loro finiranno la materna senza mai aver messo piede nella nuova scuola. (gi.gi.)

Nella foto: lo striscione di protesta di qualche genitore

Cantiere materna Rodari di Ozzano, famiglie stanche per l’attesa

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast