Posts by tag: minorenni

Cronaca 13 Giugno 2022

Rissa fra minori fuori da scuola, tre denunce per lesioni personali

È di tre minorenni denunciati per lesioni personali il bilancio di una rissa fuori dai cancelli della scuola media di Medicina del 4 maggio scorso che ha visto due ragazzi di 15 anni regolare i conti di fronte a un gruppo di compagni che ha filmato la scena con i propri telefoni cellulari.

Uno dei due contendenti ha ricevuto una prognosi di 20 giorni per “Lussazione spalla destra, ematoma palpebra sinistra ed emorragia sottocongiuntivale occhio sinistro”, e il padre ha presentato denuncia ai Carabinieri, che hanno anche acquisito uno dei filmati realizzati e pubblicato sui social network.

«I fatti risalgono al pomeriggio del 4 maggio, quando due 15enni che frequentano le scuole medie, dopo una lite che sembrava banale all’interno dell’istituto, decidono di vedersi fuori al termine delle lezioni per regolare i loro conti – entrano nei particolari i militari dell’Arma –. Li, però, passano subito dalle parole ai fatti, davanti ai loro compagni molto divertiti per quanto stava accadendo che riprendono la scena con i loro telefonini. Solo quando uno dei due sfidanti rovina a terra e si trova in evidente difficoltà, gli amici si avvicinano per aiutarlo cercando di portare via l’altro coetaneo, che, però, nella concitazione generale, trovatosi all’improvviso in minoranza, riporta una lussazione alla spalla». (lu.ba.)

Nell”immagine, il filmato acquisito dai Carabinieri

Rissa fra minori fuori da scuola, tre denunce per lesioni personali
Cronaca 30 Ottobre 2019

Comunità “Volo' chiusa, ragazzi ricollocati o riaccolti in famiglia

La comunità socio-educativa residenziale per ragazzi minorenni “Volo” di viale Carducci ha chiuso i battenti, a seguito delle aggressioni verbali e fisiche, dei danneggiamenti delle automobili e dei cartelli stradali, e degli schiamazzi fino a notte inoltrata di cui si sono resi protagonisti anche alcuni suoi ospiti.

Dopo le denunce dei residenti e degli educatori della cooperativa Solco prossimo (che gestiva la struttura) alle Forze dell”ordine, a portare alla chiusura è stata un’ordinanza urgente della prima cittadina Manuela Sangiorgi (ora dimissionaria), che l’intera Amministrazione rivendica come «una scelta di assoluto buonsenso che ha trovato il positivo riscontro e la costante collaborazione della stessa cooperativa», si legge in una nota diffusa lunedì scorso.
«Gli auspici e le attenzioni del Comune di Imola si sono poi proiettati sull’analisi della più consona ricollocazione degli ospiti della struttura – aggiunge la Giunta –, per garantire quel corretto processo di reintegro che porterà, in futuro, ad un possibile e proficuo reinserimento nella società di questi ragazzi».
Inoltre, «dal positivo dialogo con la dirigenza della cooperativa sociale Solco prossimo sul possibile riutilizzo dei locali di viale Carducci si segnala, tra le molteplici opzioni di riorganizzazione oggetto di valutazione, l’opportunità della creazione di una struttura dedicata all’accoglienza degli anziani», conclude la nota.

«Gli ospiti sono tutti stati trasferiti dai loro servizi sociali di riferimento, sia in comunità del territorio che fuori – fa sapere Michela Burattini, amministratore delegato della cooperativa Solco prossimo –. Alcuni sono stati ricollocati in famiglia». (r.cr.)

Comunità “Volo' chiusa, ragazzi ricollocati o riaccolti in famiglia
Cronaca 8 Agosto 2019

Festa non autorizzata sospesa. Identificati molti avventori minorenni

Festa non autorizzata sospesa a seguito di un controllo congiunto della Polizia municipale e del Dipartimento di sanità pubblica dell”Azienda usl nella serata di ieri. Fra gli avventori sono stati identificati molti minorenni.

«La festa era stata pubblicizzata come “free drink” e “birra pong”, intrattenimenti che portano all”abuso di bevande alcoliche – spiegano dal Comune –. Per le nuove generazioni l’abuso di alcol è un nemico più subdolo rispetto alle droghe: non viene percepito come pericoloso, e la sottostima del rischio porta a liquidare come inevitabili incidenti di percorso episodi che dovrebbero invece essere considerati veri e propri campanelli di allarme, come finire al Pronto soccorso o essere fermati per guida in stato di ebbrezza».

«Da tempo arrivavano segnalazioni di feste non autorizzate sul territorio imolese con abuso di sostanze alcoliche da parte di soggetti minorenni poi costretti alle immediate cure del Pronto soccorso – aggiunge Andrea Longhi, assessore alla Sicurezza e alla Legalità –. Un fenomeno dilagante ed altamente dannoso per la salute e l”incolumità pubbliche, in particolar modo riguardante le fasce più giovani della cittadinanza, che vogliamo fortemente contrastare attraverso l”attivazione sinergica di tutte le forze dell”ordine intensificando i controlli nei luoghi oggetto di feste non autorizzate».

Fotografia di Marco Isola/Isolapress

Festa non autorizzata sospesa. Identificati molti avventori minorenni

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA