Posts by tag: molestie

Cronaca 12 Dicembre 2020

Violenze sessuali sulle amichette della figlia, 46enne imolese condannato a 6 anni e 4 mesi di reclusione

E’ stato condannato ieri in abbreviato a 6 anni e 4 mesi di reclusione per violenza sessuale il 46enne di Imola, vedovo, già arrestato e finito in carcere nel settembre di un anno fa, che approfittava dei pigiama party organizzati in casa dalla figlia di 12 anni per molestare nel sonno le sue amichette. I fatti risalgono tra la primavera e l’estate 2019.

Tra le aggravanti, l’aver agito nei confronti di minori di 14 anni ed aver usato sostanze narcotiche ad effetto stupefacente che metteva nei bicchieri per stordire le vittime. Alle famiglie delle sei ragazzine coinvolte, spetterà un risarcimento di ventimila euro a testa. La difesa ricorrerà in appello. (da.be.)

Foto d’archivio

Violenze sessuali sulle amichette della figlia, 46enne imolese condannato a 6 anni e 4 mesi di reclusione
Cronaca 1 Ottobre 2020

Abusi sulle amiche della figlia, a giudizio imolese di 46 anni

Prima stordiva le giovanissime amiche della figlia con dei potenti farmaci, poi abusava di loro che, completamente stordite, non erano in grado di accorgersi di quello che stava accadendo. È questo, come ricostruito nel corso delle indagini dal commissariato di Imola, che succedeva nell’abitazione di un imolese di 46 anni quando la figlia organizzava dei pigiama party con le amiche, tutte all’epoca dei fatti tra i 12 e i 13 anni.

Ora l’uomo, accusato di violenza sessuale, ha chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato, richiesta accolta nell’udienza preliminare di venerdì 25 settembre dal gup Alberto Ziroldi. La discussi ne è prevista per venerdì 11 dicembre. La vicenda è emersa nel 2019 dopo che i genitori di una delle ragazzine coinvolte avevano denunciato la cosa. Nel corso delle indagini sono state sentite anche le altre giovani coinvolte (sette in tutto) con la presenza di uno psicologo. Inoltre, sono state fatte due perizie. La prima, tossicologica, la seconda perizia, invece, ha permesso di rinvenire il dna dell’uomo sul pigiama di una di loro. «Tutte e sette le giovani si sono costituite parte civile» aggiorna l’avvocato Giovanna Cappello, che difende sei
delle sette ragazze (l’ultima è difesa dall’avvocato Lucia Donato).

Ora, con il rito abbreviato, se venisse giudicato colpevole, l’imputato potrà beneficiare di uno sconto di pena fino a un terzo. A difenderlo, l’avvocato Carlo Gandolfi Colleoni. Il quarantaseienne è ancora in carcere. «I termini per la custodia cautelare sarebbero scaduti da un paio di settimane, ma durante l’emergenza Covid, per legge, erano stati sospesi, dunque è ancora alla Dozza» aggiorna l’avvocato. Per l’udienza di dicembre, però, dovrebbe già essere tornato in libertà. (gi.gi.)

L’articolo completo su «sabato sera» dell’1 ottobre.

Foto d’archvio

Abusi sulle amiche della figlia, a giudizio imolese di 46 anni
Cronaca 9 Settembre 2019

Molestie e abusi su minori, 45enne davanti al Pm la settimana prossima

«Il mio assistito verrà ascoltato dal Pubblico ministero la settimana prossima». L’avvocato Enrico Caliendo, legale dell’uomo di 45 anni arrestato con l’accusa di aver molestato e abusato di almeno tre ragazzine di dodici anni amiche della figlia e che da martedì scorso si trova nel carcere della Dozza del capoluogo, anticipa i primi passi della difesa.
«Io e il mio assistito ci stiamo incontrando per fare luce su tutti gli aspetti di questa vicenda – spiega l”avvocato Caliendo . E nel corso di questi colloqui ha espresso l’intenzione di parlare con il magistrato per poter chiarire la propria posizione».
Per il momento, l’uomo rimane in prigione. «Solamente dopo l’interrogatorio si potrà eventualmente pensare a misure cautelari alternative», aggiunge il legale.
A seguito della perquisizione dell’abitazione e del sequestro di alcuni oggetti nel momento stesso dell’arresto, «non sono stati disposti ulteriori provvedimenti – precisa l”avvocato Caliendo –. E l’iter di affidamento della figlia (eventualmente ai famigliari, ndr) sta procedendo attraverso i servizi sociali. Non si tratta, però, di un aspetto che un avvocato segue direttamente».

«Aspettiamo la chiusura delle indagini, per capire quali elementi sono stati raccolti – risponde l’avvocata Giovanna Cappello, legale delle famiglie di due fra le ragazzine minorenni vittime delle molestie e degli abusi (la terza famiglia si è rivolta a un avvocato di Bologna) –. Successivamente, ci muoveremo sulla base delle decisioni che prenderà l’altra parte. In qualsiasi caso, però, le due famiglie hanno già espresso la propria intenzione di costituirsi parte civile».
Ripercorrendo le vicende che hanno portato all’ordinanza di custodia cautelare, «la prima famiglia si è rivolta a me a marzo. Su mia indicazione ha depositato una prima querela, seguita da integrazioni fra aprile e maggio, nel momento in cui sono emersi ulteriori fatti – precisa il legale . La seconda famiglia si è rivolta a me alla fine di luglio». (lu.ba.)

Immagine di repertorio

Molestie e abusi su minori, 45enne davanti al Pm la settimana prossima

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast