Posts by tag: Mostra

Cultura e Spettacoli 18 Aprile 2022

Decio Zoffoli, la materia preziosa e l’arte che unisce

L’artista di Castel San Pietro Decio Zoffoli espone a Dozza, in Rocca e nel parco: creazioni murarie, figure abbozzate su carta, dipinti pieni di colore, statue di forma umana… e i materiali dialogano attraverso combinazioni, rotture, crepe. (r.c.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 14 aprile.

Nella foto (di Camilla Gamberini): alcune opere di Zoffoli esposte alla Rocca di Dozza

Decio Zoffoli, la materia preziosa e l’arte che unisce
Cronaca 30 Gennaio 2022

Intervista a Rita Monticelli, professoressa di Patrick Zaki: «Fatto un primo passo, attesa per l’assoluzione»

«Patrick Zaki è uno studente egiziano, italiano, bolognese, europeo ed è un po’ tutte e tutti noi, per il suo impegno per i diritti civili, per i diritti umani, per la libertà». Rita Monticelli, professoressa dell’Università di Bologna e coordinatrice del master internazionale «Gemma» sugli studi di genere e delle donne, dove studiava Zaki, presenta così il suo studente durante l’inaugurazione della mostra che fino al 10 febbraio sarà esposta sotto i portici di Piazza Matteotti a Imola, con i volti di 50 prigionieri di coscienza.

Tra le illustrazioni di Gianluca Costantini c’è anche lo studente arrestato in Egitto il 7 febbraio 2020 e oggi in libertà provvisoria, in attesa dell’udienza che il 1° febbraio stabilirà se sarà assolto o condannato per le accuse mosse dal governo egiziano. «La scelta di metterci in campo come università per la sua liberazione è legata a diversi fattori – ha commentato Monticelli -. Abbiamo risposto all’appello umano di Patrick, un nostro studente imprigionato in Egitto. C’è stata poi una reazione umana e, per quanto mi riguarda, anche affettiva, perché siamo legati agli studenti e alle studentesse. E poi c’è la difesa della richiesta di giustizia per un nostro studente». (s.n.)

Nella foto: Rita Monticelli

Intervista a Rita Monticelli, professoressa di Patrick Zaki: «Fatto un primo passo, attesa per l’assoluzione»
Cultura e Spettacoli 13 Novembre 2021

Palazzo Tozzoni, prorogata fino all’8 dicembre la mostra fotografica «Dalle stanze del palazzo al mondo»

La mostra fotografica «Dalle stanze del palazzo al mondo. Vita quotidiana e vita pubblica attraverso le fotografie della famiglia Tozzoni», in corso a palazzo Tozzoni a Imola, è stata prorogata dal 14 novembre fino all’8 dicembre. In mostra trentasei foto tratte dall’album di famiglia dei conti Tozzoni che hanno abitato  il palazzo per cinque secoli. L’iniziativa rientra nel progetto dedicato alla fotografia storica, a cura dei musei civici di Imola e promosso e sostenuto dalla direzione generale Creatività contemporanea del ministero della Cultura, nell’ambito del bando «Strategia Fotografia 2020». 

Inoltre, venerdì 26 novembre (ore 17.30) è in programma una visita guidata a due voci all’interno della casa-museo, a cura di Oriana Orsi e Silvia Ruggeri. Costo: regolare biglietto d’ingresso al museo. Posti limitati su prenotazione, utilizzando l’App «Io prenoto», almeno un giorno prima o telefonando al numero 0542 602609, dal lunedì al venerdì, ore 9-13. L’ingresso sarà soggetto al controllo del green pass e all’obbligo della mascherina. (lo.mi.) 

Nella foto: la mostra in corso a palazzo Tozzoni a Imola

Palazzo Tozzoni, prorogata fino all’8 dicembre la mostra fotografica  «Dalle stanze del palazzo al mondo»
Cultura e Spettacoli 2 Ottobre 2021

Sara Forte a Il Pomo Da Damo, opere tridimensionali con silicio e vetro di Murano

Dipinti, sculture in vetro di Murano, opere tridimensionali con l”ausilio del silicio e l”innovativa tecnica Quadruslight. «Light Experience» è la mostra di Sara Forte che inaugura oggi, sabato 2 ottobre alle 18, alla galleria Il Pomo Da Damo in via XX Settembre 27 a Imola. Un connubio tra arte e tecnologia, realizzato con l’utilizzo innovativo dei led, dell”elettronica e della stampa e con  l”intervento pittorico manuale dell’autrice che conferisce all”opera unicità e valore artistico. 

La mostra è dedicata al lavoro degli ultimi anni dell”artista Sara Forte, nata nel 1978 a Verbania, che si è dedicata alla pittura fin da giovanissima sperimentando tutte le pratiche pittoriche, dal disegno con grafite, pastelli ad olio e sanguigne all’incisione a punta secca, maniera nera e acquaforte, approdando alle soluzioni ad olio e in acrilico. Un equilibrio di forme e colori, tradizione pittorica e innovazione sono gli elementi sempre presenti nelle opere dell’artista. Da anni la ricerca di Sara Forte è volta alla realizzazione di sculture in vetro create direttamente nelle più importanti fornaci di Murano.

L’ingresso alla mostra, allestita fino al 21 novembre, avverrà nel rispetto delle normative Covid vigenti. Orari: mercoledì, venerdì e sabato dalle 17 alle 19 (durante il Baccanale: martedì, giovedì, venerdì e sabato 10-12.30 e 16.30-19, mercoledì e domenica 16.30 e 19). Info sul sito della galleria Il Pomo Da Damo. (r.c.)

Sara Forte a Il Pomo Da Damo, opere tridimensionali con silicio e vetro di Murano
Cultura e Spettacoli 1 Ottobre 2021

Medicina dedica una mostra al talento di «Bianca Calza, l'ultima dei Gandolfi»

Un’occasione per riscoprire il talento di Bianca Calza, artista del Novecento che realizzò ritratti, paesaggi e nature morte indagando la continua evoluzione della cultura del suo tempo mediante lo sguardo intimista di una donna che racconta la propria vita attraverso le opere. È la mostra che il Comune di Medicina dedica all”artista, grazie alle opere donate nel 2014 dai suoi eredi alla comunità medicinese, e che inaugura sabato 2 ottobre alle 16 nel Museo Civico e Pinacoteca Aldo Borgonzoni (ingresso libero con prenotazione)

«Bianca Calza. L”ultima dei Gandolfi», a cura di Ornella Chillè e Roberto Martorelli, è anche l’occasione per fare il punto sulle vicende della famiglia Calza, strettamente legata al territorio di Medicina dall’inizio del XIX secolo, e sul rapporto con i suoi antenati pittori, la celebre famiglia di artisti bolognesi attiva tra ‘700 ed ‘800. Nel periodo di esposizione si terranno visite guidate e conferenze serali sia a Medicina sia al Cimitero Monumentale della Certosa di Bologna.

Tra i primi appuntamenti, la visita guidata di domenica 3 ottobre alle 15 e l”incontro di martedì 5 alle 20.30 nella Sala del Consiglio comunale dal titolo “Bianca Calza ed il suo tempo, arte e società a Bologna”, con Ornella Chillè e Roberto Martorelli (informazioni e prenotazione obbligatoria allo 051 6979209). (r.c.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 7 ottobre.

Nella foto: la locandina della mostra 

Medicina dedica una mostra al talento di «Bianca Calza, l'ultima dei Gandolfi»
Cultura e Spettacoli 19 Settembre 2021

Imola ricorda Dante con la mostra «La Commedia nella città “di Santerno”»

Imola ricorda Dante con la mostra bibliografica e documentaria «La Commedia nella città “di Santerno”. Testimonianze dantesche nella Biblioteca Comunale di Imola», inaugurata la scorsa settimana. La mostra è aperta fino all’11 dicembre (martedì e giovedì orario 15-18, sabato 9-12) e vuole valorizzare il patrimonio dantesco di 14 biblioteche e archivi storici dell’Emilia Romagna, seconda patria di Dante nella quale soggiornò e morì a Ravenna settecento anni fa.

Nella città «di Santerno», espressione di cui Dante si serviva per indicare l’area imolese e faentina, il percorso della mostra si snoda in tre sezioni: manoscritti e libri a stampa antichi, Imola ai tempi di Dante e codici miniati in facsimile. Sono previste visite guidate, una lettura di brani del Poema, incontri di approfondimento con l’intervento di studiosi universitari e una Giornata di studi con la partecipazione di specialisti di livello internazionale.

Tutte le iniziative sono sostenute dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. Per il programma completo, informazioni e prenotazioni rivolgersi alla Bim (via Emilia 80, tel. 0542-/602657- 602619), oppure utilizzare l’app «Io prenoto» o anche i siti di riferimento della Biblioteca di Imola. (ma.to.)

Imola ricorda Dante con la mostra «La Commedia nella città “di Santerno”»
Cronaca 13 Maggio 2021

Fiocchetto lilla, la mostra d’arte diffusa trasloca per un mese alle Terme di Castel San Pietro

Apre oggi, giovedì 13 maggio, e sarà visibile fino al 16 giugno presso le Terme di Castel San Pietro la mostra d’arte diffusa organizzata da Fanep (Famiglie neurologia pediatrica), associazione impegnata nella lotta ai disturbi della nutrizione e dell’alimentazione (Dna).

Come si ricorderà, la mostra era stata organizzata in occasione della decima edizione della Giornata nazionale del Fiocchetto lilla, quando 41 artisti hanno esposto 122 opere in 37 esercizi commerciali tra Castel San Pietro e Ozzano Emilia.

Questa edizione che ha subito pesantemente gli effetti dell’emergenza sanitaria. La mostra diffusa è stata interrotta nel mezzo dell’allestimento e le opere già esposte sono rimaste all’interno di esercizi chiusi a causa delle norme imposte dalla pandemia. Oltre che alle Terme, tutte le immagini sono visibili anche  sulla pagina Facebook del Fiocchettolillacspt. (gi.gi.)

Fiocchetto lilla, la mostra d’arte diffusa trasloca per un mese alle Terme di Castel San Pietro
Cultura e Spettacoli 12 Maggio 2021

Foglie e mani di Anna, i libri di Bacchilega Junior vanno in mostra

Per la seconda volta nella sua lunga vita (quarantadue anni quest’anno), anche nel 2021 il Premio Letteratura Ragazzi di Cento e annesso festival si terranno online. Non per questo il programma di un premio che vide nella prima edizione Gianni Rodari giurato e Roberto Piumini vincitore, risulta di minor valore. Fra le tante iniziative virtuali proposte per scuole e appassionati di letteratura junior, online sarà la mostra delle tavole dei libri segnalati dalla giuria tecnica del Premio Illustratori, giusto alla diciassettesima edizione.

Fra i quindici albi selezionati ve ne sono ben due facenti parte del catalogo di Bacchilega Junior: «Io  sono  foglia» di Angelo Mozzillo e Marianna Balducci, già finalista al Premio Andersen per la fascia di età 0-6 anni, e «Le mani di Anna» scritto da Sarah Zambello e illustrato da Daniela Iride Murgia. Insieme si tratta di due esempi di illustrazione molto diversi fra loro, ma perfettamente rappresentativi  del vasto mondo della letteratura e illustrazione per bambini e ragazzi.

Il festival online inizierà il 25 maggio: il programma ed il link per la mostra online sono disponibili sul sito Premio Letteratura Ragazzi

Approfondimenti su «sabato sera» del 13 maggio. (r.c.)

Nella foto: le copertine dei due libri di Bacchilega Junior 

Foglie e mani di Anna, i libri di Bacchilega Junior vanno in mostra
Cronaca 16 Dicembre 2020

Vari.China, una mostra online nata da una passeggiata

Una passeggiata che porta con sé arte e creatività che poi si mostrano agli occhi di appassionati e curiosi tramite i collegamenti del web. È il percorso compiuto da un’iniziativa partita tra le vie di Varignana e approdata on line con una mostra di lavori su Facebook e Instagram: all’inizio di settembre la Pro Loco di Castel San Pietro e Vari.China hanno organizzato una passeggiata alla scoperta del borgo, che fa parte del comune di Castello, durante la quale alcuni artisti hanno raffigurato scorci creando opere che sarebbero poi dovute essere esposte mache, vista la situazione legata alla pandemia, sono diventate protagoniste di una mostra «a distanza», tramite il web.

Un modo per far comunque vivere ai partecipanti all’iniziativa l’emozione della giornata e per diffondere sia l’arte di disegnatori e pittori che curiosità su Varignana. «Le opere mostrano ovviamente l’arte di chi le ha realizzate, ma danno risalto anche alla storia locale» commenta Andrea Franzoni di Vari.China. «Vari.China è un comitato nato per valorizzare il fumetto e l’illustrazione, legato all’omonimo festival che si tiene durante Varignana di Notte – spiega Andrea, che abita a Toscanella -,comitato formato da me, da Mattia Scalorbi e Federico Mazzanti, che sono di Varignana, e dagli imolesi Claudia Conti, Nicola D’Agostino e Serena Lombardo, poi ci sono diverse persone che ci aiutano e ci sostengono. Siamo partiti sette anni fa, nel 2013, con la prima edizione del festival del fumetto a Varignana, poi abbiamo cominciato a fare anche alcune iniziative durante tutto l’anno, quali incontri, gruppi di letture, mostre. Due anni fa a Imola è nato un gruppo di lettura del fumetto in collaborazione con la libreria Il Mosaico: io, Claudia Conti e una ventina di persone coinvolte ci troviamo per parlare e discutere di fumetti una volta al mese… adesso chiaramente on line». (s.f.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 10 dicembre.

Nella foto: opere di Arianna Farricella

Cultura e Spettacoli 16 Dicembre 2020

Vari.China, una mostra online nata da una passeggiata

Una passeggiata che porta con sé arte e creatività che poi si mostrano agli occhi di appassionati e curiosi tramite i collegamenti del web. È il percorso compiuto da un’iniziativa partita tra le vie di Varignana e approdata on line con una mostra di lavori su Facebook e Instagram: all’inizio di settembre la Pro Loco di Castel San Pietro e Vari.China hanno organizzato una passeggiata alla scoperta del borgo, che fa parte del comune di Castello, durante la quale alcuni artisti hanno raffigurato scorci creando opere che sarebbero poi dovute essere esposte mache, vista la situazione legata alla pandemia, sono diventate protagoniste di una mostra «a distanza», tramite il web.

Un modo per far comunque vivere ai partecipanti all’iniziativa l’emozione della giornata e per diffondere sia l’arte di disegnatori e pittori che curiosità su Varignana. «Le opere mostrano ovviamente l’arte di chi le ha realizzate, ma danno risalto anche alla storia locale» commenta Andrea Franzoni di Vari.China. «Vari.China è un comitato nato per valorizzare il fumetto e l’illustrazione, legato all’omonimo festival che si tiene durante Varignana di Notte – spiega Andrea, che abita a Toscanella -,comitato formato da me, da Mattia Scalorbi e Federico Mazzanti, che sono di Varignana, e dagli imolesi Claudia Conti, Nicola D’Agostino e Serena Lombardo, poi ci sono diverse persone che ci aiutano e ci sostengono. Siamo partiti sette anni fa, nel 2013, con la prima edizione del festival del fumetto a Varignana, poi abbiamo cominciato a fare anche alcune iniziative durante tutto l’anno, quali incontri, gruppi di letture, mostre. Due anni fa a Imola è nato un gruppo di lettura del fumetto in collaborazione con la libreria Il Mosaico: io, Claudia Conti e una ventina di persone coinvolte ci troviamo per parlare e discutere di fumetti una volta al mese… adesso chiaramente on line». (s.f.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 10 dicembre.

Nella foto: opere di Arianna Farricella

Vari.China, una mostra online nata da una passeggiata

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA