Posts by tag: Motori

Sport 13 Settembre 2020

Aspettando il Gp del 1° novembre, parola a Riccardo Patrese: «Imola resta bellissima, anche con le F.1 attuali»

Riccardo Patrese a Imola ha vinto il Gran Premio di San Marino del 1990 e si è classificato secondo nell’81 e nel ’92. Sfiorò il successo anche nell’83 con la Brabham Bmw, quando a 6 giri dalla fine il suo sogno si infranse contro la barriera esterna all’uscita delle Acque Minerali, aprendo la strada alla vittoria della Ferrari di Patrick Tambay, con la folla in tripudio a rendere ancor più amara la sua delusione. Una reazione che il pilota padovano non ha mai digerito, nonostante in carriera abbia conquistato 6 vittorie in F.1 (è l’italiano che ha vinto di più dopo Alberto Ascari) e anche un secondo posto nella classifica finale del Mondiale 1992, alle spalle di Nigel Mansell. Patrese, che ha sempre considerato l’Enzo e Dino Ferrari il circuito di casa, ha accolto con soddisfazione la notizia del ritorno della F.1. «Mi ha fatto molto piacere. Imola è una pista bellissima. Lì ho vissuto tante soddisfazioni. E anche qualche dolore».

Come giudichi la pista in rapporto alle monoposto attuali?

«È sempre valida. Pur considerando la maggiore velocità delle macchine, che vanno più forte anche in curva. Le medie saranno altissime». (a.d.p.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 10 settembre.

Nella foto: da sinistra la Williams di Riccardo Patrese che vinse a Imola nel 1990, lo stesso pilota padovano (oggi 66enne) nella corsia box dell’autodromo imolese (Isolapress)

Aspettando il Gp del 1° novembre, parola a Riccardo Patrese: «Imola resta bellissima, anche con le F.1 attuali»
Sport 11 Settembre 2020

Motomondiale, doppio Misano per Gresini: «Per tentare una rimonta»

Due volte a Misano per tentare la rimonta. Si potrebbe sintetizzare così il pensiero di Fausto Gresini in attesa dei due Gran Premi mondiali che si disputeranno all’autodromo Marco Simoncelli il 13 e 20 settembre. «Mi aspetto buoni risultati. Nella Moto3 resto convinto che possiamo vincere delle gare. In Moto2 mi basterebbe migliorare le posizioni. In MotoGp l’augurio è che le novità incrementino le prestazioni dell’Aprilia. Nella MotoE mi attendo il massimo da Matteo Ferrari nelle tre gare in programma nei due week-end, in modo da recuperare in classifica e puntare al secondo titolo consecutivo».

Si pensava che correndo due volte negli stessi circuiti ci fosse il rischio di vedere replicati i risultati della volta prima. Ma non è stato così.

«Perché le prestazioni variano continuamente. In tutte le categorie. Soprattutto quando ci sono tanti piloti in un decimo. Poi le moto vengono modificate dopo ogni gara. Cambiano le temperature e le condizioni legate al rendimento delle gomme. Insomma, ogni corsa fa storia a sé anche sullo stesso circuito». (a.d.p.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 10 settembre.

Nella foto (Isolapress): Fausto Gresini presente al Civ disputato all’autodromo Enzo e Dino Ferrari nello scorso week-end

Motomondiale, doppio Misano per Gresini: «Per tentare una rimonta»
Sport 6 Settembre 2020

Ezio Zermiani e il ritorno della F.1 sul Santerno: «Imola è una cattedrale, occasione da capitalizzare»

Il nome di Ezio Zermiani ci riporta alla mente la F.1 degli anni ’80 e ’90. «I migliori» ci tiene a precisare lui. I tempi delle cronache Rai di Mario Poltronieri, dove però era Ezio dai box a dare agli spettatori il polso della situazione. Lui che riusciva a fare le interviste accovacciato a fianco delle monoposto sulla griglia di partenza. E non per gentile concessione degli organizzatori, ma per il rapporto che sapeva creare coi piloti. Un cronista d’assalto Zermiani, che con Imola ha un rapporto speciale. «E il motivo è sempre lo stesso, e si chiama Ayrton Senna. Ogni volta che vengo, anche se non vado al monumento, un pensiero glielo rivolgo sempre. Perché la sua scomparsa è stata una delle cose che nella carriera di giornalista mi ha colpito di più dal punto vista umano».

Cosa hai provato quando hai saputo che la F.1 sarebbe tornata a Imola?

«Un colpo al cuore. Un’emozione forte. È una cosa bellissima per tutti gli sportivi. Questo è un riconoscimento a posteriori e per la città rappresenta un enorme rilancio a livello di immagine. La F.1 che torna a Imola è un colpo di fortuna sul quale bisogna capitalizzare al massimo». (a.d.p.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 3 settembre.

Nella foto (Isolapress): Ezio Zermiani a Imola nel 2014 durante le celebrazioni per il ventennale dalla morte di Ayrton Senna insieme ai vari piloti Alonso, De La Rosa, Trulli, Patrese, Badoer, Martini, De Cesaris, Berger, Bianchi (scomparso l’anno seguente), Raikkonen, Pirro e Capelli

Ezio Zermiani e il ritorno della F.1 sul Santerno: «Imola è una cattedrale, occasione da capitalizzare»
Sport 5 Settembre 2020

Motori, all’autodromo nel weekend un Civ senza pubblico. Peccato per Calia e gli altri di casa

Dopo due gare in luglio e un lungo stop estivo, questo weekend il Civ (Campionato Italiano Velocità) farà tappa all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola per il terzo appuntamento della stagione, decurtata da 6 a 4 doppi round a causa dell’emergenza Covid. Fino ad ora le gare si sono disputate a porte chiuse, e così sarà anche sul Santerno nelle giornate di oggi, sabato 5, e domani, domenica 6 settembre. Il programma prevede prove libere ieri, qualifiche e gara- 1 oggi, gara-2 e le varie Coppe domani. Tutti gli appuntamenti saranno trasmessi in diretta streaming sul sito del Civ.

Degli oltre 200 piloti iscritti al Civ, alcuni scenderanno di fatto in pista sul circuito di casa. In primis l’imolese Kevin Calia, sesto nella classifica Superbike e forte della nuova Bmw del Team Dmr Racing, con la quale corre dalla tappa di Misano (mentre per l’esordio del campionato, al Mugello, era sceso in pista con il Team Penta Motorsport Suzuki, lasciato a metà luglio di comune accordo con i vertici della squadra). In Moto 3, lo Junior Team Total Gresini dell’ex campione mondiale faentino guida sia la classifica costruttori sia quella piloti, dove Kevin Zannoni è stabilmente in prima posizione grazie al bottino pieno (100 punti) per le 4 gare vinte. I compagni di squadra Andrea Giombini e Andrea Natali occupano rispettivamente l’8° e la 23° posizione. Per il primo anno il team non schiera il figlio d’arte Luca Gresini.

Un altro pilota nostrano impegnato nel Civ è il pilota di Chiavica Marco Carusi, iscritto con la Yamaha del Ch4 Racing Team nella categoria Supersport 300, dove è 15° in classifica. Nel National Trophy 600, la Coppa firmata Pirelli, il pilota modenese Simone Saltarelli che corre per il team castellano Green Speed si gioca la testa del campionato con altri 4 piloti; al momento è 4° a 14 punti dal leader. (mi.mo.)

Nella foto: l’imolese Kevin Calia correrà su Bmw nella Superbike del Civ

Motori, all’autodromo nel weekend un Civ senza pubblico. Peccato per Calia e gli altri di casa
Sport 24 Agosto 2020

Antipasto di F.1 a Imola, il pilota Valtteri Bottas alla scoperta del circuito con la nuova Mercedes stradale

Antipasto di F.1 all”autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Il pilota della Mercedes Valtteri Bottas ha infatti testato il circuito in riva al Santerno sulla nuova vettura stradale A 45 AMG, provando così i rettilinei, le curve e le varianti che ritroverà nell’appuntamento iridato dell’1 novembre.

Una visita a sorpresa quella del pilota finlandese e lontana dai riflettori. «Questo circuito è parte della storia della Formula 1, ed è stata una grande emozione ritrovarmi a percorrere quelle stesse traiettorie su cui vedevo sfrecciare i miei miti di quando ero giovanissimo –  ha dichiarato Valtteri Bottas al termine del giro -. Avevo già iniziato a studiare la pista con il simulatore, ma dal vivo è tutta un’altra cosa, e per questo voglio ringraziare il presidente Uberto Selvatico Estense e tutto lo staff dell’autodromo della magnifica accoglienza in questo meraviglioso impianto, dove non vedo l’ora di correre».

Entusiasta anche il presidente di Formula Imola Selvatico Estense. «Davvero non ci aspettavamo questa sorpresa. Ci ha fatto davvero molto piacere la visita di Valtteri, che ha in qualche modo segnato il ritorno della Formula 1 su questo storico tracciato, che è nel cuore e nelle memorie degli appassionati e che oggi ci prepariamo a far rivivere con il ritorno del Gran Premio dell’Emilia-Romagna a Imola». (da.be.)

Nella foto (Isolapress): Valtteri Bottas a Imola

Antipasto di F.1 a Imola, il pilota Valtteri Bottas alla scoperta del circuito con la nuova Mercedes stradale
Sport 24 Luglio 2020

F.1 a Imola, ufficiale: il 1° novembre il Gp Emilia Romagna all’autodromo Enzo e Dino Ferrari

Esattamente dopo 14 anni Imola riabbraccia la F.1 con il Gran Premio dell’Emilia Romagna che si correrà  domenica 1° novembre a porte chiuse. «E’ un’onore e un’emozione dare oggi questo annuncio – ha ammesso il presidente di Formula Imola Uberto Selvatico Estense – Mercoledì abbiamo ricevuto anche i complimenti del delegato della Fia alla sicurezza Michael Masi perché ha trovato una situazione migliore di quella che si aspettava tra infrastrutture e pista».

Entusiasta anche il commissario del Comune di Imola Izzo. «Oggi si celebra una vittoria per la città e la Regione Emilia Romagna. Spero sia solo il primo di tanti giorni della Formula Uno all’autodromo». «Gran lavoro di squadra» ha aggiunto il presidente di Conami Fabio Bacchilega. Chiusura per il presidente della Regione Bonaccini. «Questa regione è abituata a fare sul serio e, appena si è aperta una finestra, l’abbiamo colta al volo. Lavoriamo perché non rimanga un unicum e entri in calendario in pianta stabile in futuro». Sull’annuncio è intervenuto anche Amilcare Renzi, segretario di Confartigianato Bologna Metropolitana. «Dopo tanti anni riavere una gara di Formula Uno a Imola è una gioia e sicuramente sarà un”opportunità di visibilità e di indotto economico per le imprese della filiera degli eventi. C”è un tratto di positività in questa notizia che arriva in un momento davvero difficile per tutti e che dà un segno di speranza. Inoltre la data prevista per la corsa ci porta a un augurio che la situazione relativa alla pandemia volga al meglio e si possa celebrare questo Gran Premio a porte aperte. Mi congratulo con quanti hanno raggiunto il risultato e, in particolare, con il presidente Bonaccini per il suo tempestivo intervento, unitamente all”assessore regionale Andrea Corsini, al presidente di Formula Imola, Selvatico Estense, il commissario Nicola Izzo, e il presidente del Con.Ami, Fabio Bacchilega».

L”edizione prevista per il 1 novembre sarà accorciata nel programma, con le libere sabato 31 ottobre e qualifiche e gara nella giornata di domenica.

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 30 luglio. (da.be.)

F.1 a Imola, ufficiale: il 1° novembre il Gp Emilia Romagna all’autodromo Enzo e Dino Ferrari
Sport 16 Luglio 2020

Il Mugello è entrato in calendario, Imola in pole position per la F.1 ad ottobre

Ora è ufficiale. Il 13 settembre la F1 correrà al Mugello la sua seconda gara mondiale in Italia dopo quella di Monza in calendario la domenica precedente. Ma questo non significa che Imola non abbia chance di avere comunque un suo Gran Premio in ottobre. Come abbiamo anticipato la settimana scorsa, restano concrete le possibilità che in riva al Santerno possa andare in scena una terza corsa italiana di F1. Il calendario, che al momento ha 10 gare confermate (due già disputate a Zeltweg, in Austria), dovrà essere allargato almeno alle 15 indispensabili per incassare i diritti televisivi.

Ma da quel che trapela, Liberty Media, società che gestisce i diritti della F1, pare intenzionata ad arrivare addirittura a 18. Considerando che per l’emergenza Covid quasi sicuramente salteranno i Gran Premi di Canada, Stati Uniti, Messico e Brasile, mentre fra novembre e dicembre si correrà certamente in Bahrain e due volte ad Abu Dhabi, da verificare restano quelli rinviati in Cina e Vietnam.

Nell’incertezza di questi ultimi e per puntare alle 18 corse, sono pronte le candidature di Imola, Portimao (Portogallo) e Hockenheim (Germania). Un trittico europeo che se andasse in porto verrebbe disputato nel mese di ottobre. Il calendario definitivo dovrebbe essere ufficializzato questo fine settimana all’Hungaroring, dove domenica 19 luglio si correrà il Gran Premio di Ungheria. (a.d.p.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 16 luglio.

Nella foto: la partenza dell’ultimo gran premio di Formula 1 disputato a Imola nell’aprile del 2006

Il Mugello è entrato in calendario, Imola in pole position per la F.1 ad ottobre
Sport 9 Luglio 2020

La F.1 tornerà a Imola, un urlo risuona dai box

Come avevamo anticipato pochi giorni fa la F.1 tornerà a Imola. Certo, non è scritto sulla pietra, non c’è ancora l’ufficialità e nean- che una data, ma stavolta la notizia non scaturisce, come spesso è accaduto ultima- mente, da un «sentito dire» o dalla libera interpretazione di voci riprese e pubblicate da qualche giornale. Stavolta si tratta di una indiscrezione che arriva direttamente dal cuore del paddock del circuito di Zeltweg, dove domenica ha avuto inizio il campionato del mondo. Da una fonte, ovvia- mente non citabile, ma molto, molto attendibile.

Quindi, a meno di imprevedibili stravolgimenti, la massima formula automobilistica mondiale tornerà a sfrecciare in riva al Santerno, probabilmente a fine settembre o inizio ottobre. Attenzione però, il suo quasi sicuro ritorno all’Enzo e Dino Ferrari non esclude il Mugello. Che come sappiamo si è proposto, anche se più tardi rispetto a Imola, che prima ancora aveva definito con Liberty Media le condizioni finanziarie per ospitare un Gran Premio a porte chiuse e aiutare così la società americana che gestisce i diritti della F.1 a raggiungere l’obiettivo delle 15 gare, indispensabili per incassare i diritti televisivi e ridistribuirli ai team. Quindi l’Italia si avvia ad ospitare tre Gran Premi, cosa mai accaduta prima. Dopo Monza, in programma domenica 6 settembre, si dovrebbero avvicendare altri due autodromi nazionali, in un ordine ancora da definire. (a.d.p.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 9 luglio.

Nella foto (Isolapress): l’Alpha Tauri in prova a Imola lo scorso mercoledì 24 giugno

La F.1 tornerà a Imola, un urlo risuona dai box
Sport 5 Luglio 2020

F1, ipotesi tre Gran Premi in Italia. L’autodromo «Enzo e Dino Ferrari» sempre più vicino al ritorno del Circus

L’indiscrezione arriva direttamente dall’attendibile sito di motori formulapassion.it. Liberty Media, la società che gestisce la F1, sta seriamente pensando, dopo il Gp di Monza previsto per il 6 settembre, di inserire in calendario altri due appuntamenti sul suolo italiano. Obiettivo raggiungere le 15 gare indispensabili per garantire i diritti televisivi. Imola, quindi, dopo giorni di sconforto torna a sognare molto da vicino il ritorno del Circus. 

Al già ventilato Gp di Toscana al Mugello che dovrebbe corrersi a settembre, il cui via libera è però legato pare al reperimento di 2,5 milioni di euro, la prossima settimana la Federazione internazionale, salvo imprevisti, dovrebbe confermare anche la presenza dell’autodromo in riva al Santerno. Gp Emilia-Romagna o di San Marino poco importa. L’unica cosa quasi certa è che si dovrebbe correre ad ottobre e a pore chiuse. (da.be.)

Nella foto (Isolapress): l’autodromo di Imola

F1, ipotesi tre Gran Premi in Italia. L’autodromo «Enzo e Dino Ferrari»  sempre più vicino al ritorno del Circus
Sport 3 Luglio 2020

Imola quest’anno non ospiterà il Mondiale Motocross, a settembre in programma due gare a Faenza

Nel 2020 niente tappa del Mondiale Motocross all’autodromo di Imola. E’ questa la decisione presa dalla Fim (Federazione Motociclistica Internazionale) che oggi ha reso noto l’aggiornamento del calendario MXGP per questa stagione. L’intero territorio del Con.Ami avrà però la possibilità di ospitare una doppia gara iridata con denominazione MXGP of  Italy (15-16 settembre) e MXGP of Emilia-Romagna (19-20 settembre) che, salvo imprevisti relativi all‘emergenza sanitaria, si disputeranno sulla pista del crossodromo di Monte Coralli a Faenza, a causa delle disposizioni sul Covid-19 che non prevedono presenza di pubblico. «Nell’attuale contesto economico e sportivo causato dalla pandemia da Covid-19, stiamo lavorando per cercare di recuperare ossigeno per il territorio, rispetto alle gare con pubblico annullate causa pandemia – ha detto il presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense -. L’ipotesi di una doppia gara del mondiale MXGP seppur a porte chiuse consentirebbe la presenza degli addetti ai lavori, che sicuramente usufruiranno delle strutture recettive locali. La scelta di Faenza, comune facente parte del consorzio Con.Ami, è di duplice valenza: da una parte correre su un tracciato già esistente consente all’organizzatore Formula Imola di risparmiare importanti costi organizzativi considerando la mancanza di vendita di biglietti agli spettatori a fronte di un contributo del promotore Infront Moto Racing, dall’altra il grande ritorno a livello internazionale televisivo del campo da cross faentino del Moto Club Monte Coralli, che negli anni ha ospitato diverse gare iridate mostrando sempre grande competenza e professionalità». (da.be.)

Nella foto: il Mondiale Motocross l’anno scorso a Imola

Imola quest’anno non ospiterà il Mondiale Motocross, a settembre in programma due gare a Faenza

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA