Posts by tag: ozzano

Cronaca 18 Luglio 2022

Ruba una borsa per cercare soldi per una multa, 15enne denunciato a Ozzano

I Carabinieri del Nucleo radiomobile della compagnia di San Lazzaro di Savena hanno denunciato per furto un ragazzo di Ozzano Emilia, 15enne, studente, incensurato.
Martedì sera, al parco della Resistenza, una ragazza 17enne seduta su una panchina assieme a un’amica non si è accorta che il giovane le si avvicinava alle spalle e nessuna delle due ha potuto evitare che rubasse la borsa appoggiata sul tavolino accanto per poi scappare via.
Ma «grazie alla meticolosa descrizione fornita dalla vittima, i Carabinieri sono riusciti in poco tempo a rintracciare non lontano il minorenne autore del furto, che si era già disfatto della borsa asportata – fanno sapere dal Comando provinciale di Bologna –. Il ragazzo ammetteva alla fine di aver commesso il furto della borsa, spinto dalla necessità di reperire il denaro che gli sarebbe servito per pagare una contravvenzione elevatagli qualche giorno prima su un autobus. Non avendo trovato soldi all’interno l’aveva però, abbandonata. La borsa veniva poi recuperata con all’interno le chiavi di casa e gli altri effetti personali e restituita alla ragazza». (lu.ba.)

Immagine di archivio

Ruba una borsa per cercare soldi per una multa, 15enne denunciato a Ozzano
Cronaca 14 Luglio 2022

Al via i lavori per la pista ciclopedonale lungo il Rio Centonara a Ozzano

Sono iniziati in questi giorni i lavori per la realizzazione del percorso ciclo-pedonale lungo la sponda sud del Rio Centonara a Ozzano, che permetterà di collegare due percorsi già esistenti in via Sant”Andrea e via Nardi. «Questo tratto di pista, a ridosso dell”alveo del Rio Centonara, verrà realizzato in materiale di tipo “calcestre”, un materiale naturale stabilizzante che riesce a formare, per compattazione, una crosta particolarmente resistente e che richiederà poi, in futuro, una facile e non onerosa manutenzione – spiegano dal Comune –. Il progetto prevede anche la realizzazione di una linea di illuminazione del percorso con l”installazione di 20 punti luce e di panchine in acciaio a completamento dell”arredo urbano».

E «la realizzazione di questo tratto di pista, così come anche i lavori di rifacimento del vialetto pedonale che collega via Sant”Andrea a Piazza Allende il cui inizio e” previsto a breve, rientrano nell”accordo ex art.18 per l”attuazione del comparto di riqualificazione di via Sant”Andrea – ricordano – e sono opere inserite fra gli obblighi del soggetto attuatore che è la De” Toschi Spa, società immobiliare della Banca di Bologna».

«Ora finalmente questi interventi verranno realizzati – commenta Luca Lelli, primo cittadino di Ozzano – e saranno solo l”inizio di un piu” completo intervento di rigenerazione urbana che interesserà la Via Sant”Andrea a ridosso del centro commerciale di via Nardi». (lu.ba.)

Nella fotografia del Comune di Ozzano, i lavori in corso

Al via i lavori per la pista ciclopedonale lungo il Rio Centonara a Ozzano
Cronaca 8 Luglio 2022

Distribuito alle famiglie di Ozzano il manuale di Protezione civile

Ha come titolo «Io non rischio» la campagna nazionale di comunicazione dedicata alle buone pratiche di protezione civile. E in questi giorni le famiglie di Ozzano stanno ricevendo il Manuale di protezione civile per la popolazione dell’Unione dei Comuni Savena-Idice con tutte le informazioni utili per una migliore conoscenza del territorio.
«La Protezione civile è stato uno dei primi servizi conferiti e seguiti a livello di Unione dei Comuni Savena-Idice fin dalla sua istituzione nel 2015 – ricorda Luca Lelli, primo cittadino di Ozzano –, e con la realizzazione di un manuale di protezione civile da distribuire a tutti i cittadini dei 5 Comuni dell’Unione ci siamo prefissati l’obiettivo che “Io non rischio” non rimanga solo uno slogan ma diventi un’esortazione, per tutti noi, a conoscere meglio il territorio in cui viviamo, i rischi che può comportare e, di conseguenza, i comportamenti che bisogna adottare in caso di calamità naturali e di eventi estremi come anche il troppo calore». (lu.ba.)

Nella fotogorafia del Comune di Ozzano, il sindaco

Distribuito alle famiglie di Ozzano il manuale di Protezione civile
Cronaca 10 Giugno 2022

Ozzano premia i due giovani dottori impegnati al punto tamponi della farmacia

Il Comune di Ozzano premia Giulia Grassilli e Francesco Poggi, i due dottori che hanno lavorato quotidianamente al punto tamponi della Farmacia Ghigi dal dicembre del 2020 fino a due mesi fa circa.

«In un anno e mezzo di attività abbiamo processato più di 20.000 fra tamponi e test sierologici, con picchi di più di 140 tamponi, al giorno – sintetizza Marco Ghigi, titolare della farmacia –. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza l”impegno di Francesco e Giulia che si sono alternati, e nei momenti di maggior afflusso sono stati in compresenza, al punto tamponi. Sono stati di una professionalità ineccepibile ed hanno saputo fronteggiare con calma e pazienza tante situazioni critiche».

«È il minimo che potevamo fare per ringraziarli anche a nome di tutta la comunità ozzanese per l”impegno che ci hanno messo – commenta Luca Lelli, primo cittadino di Ozzano –. Pur essendo consapevoli dei rischi, entrambi non sono mai mancati. Il loro grande senso civico l”ho colto anche nei loro occhi nel momento in cui e” stata consegnata loro la targa, sono rimasti stupiti, non se l”aspettavano, ringraziavano quasi commossi ritenendo di aver fatto solo il loro dovere. Hanno fatto invece tanto di piu” e la loro disponibilità ha permesso alla farmacia Ghigi di offrire un servizio di grande utilità ad Ozzano». (lu.ba.)

Nella fotografia del Comune di Ozzano, la consegna delle targhe

Ozzano premia i due giovani dottori impegnati al punto tamponi della farmacia
Cronaca 25 Marzo 2022

Fai, nel weekend le Giornate di primavera con visite a Imola e a Ozzano

Oltre 700 luoghi solitamente inaccessibili o poco conosciuti in 400 città saranno visitabili domani, sabato 26 e domenica 27 marzo, con le «Giornate Fai di primavera», che ritornano con la trentesima edizione: dal 1993 a oggi, 14.090 luoghi di storia, arte e natura sono stati aperti in tutta Italia e visitati da oltre 11.600.000 di cittadini, grazie a 145.500 volontari e 330.000 studenti «Apprendisti Ciceroni».

A Imola, due sono le proposte, a cura del Gruppo Fai Imola Dozza e Valle del Santerno. «La bellezza della piazza» invita alla visita di piazza Matteotti, su cui si affacciano il Palazzo Comunale con la torre dell’orologio, palazzo Bizzi, palazzo Gamberini, la chiesa del Suffragio, palazzo Riario-Sforza-Sersanti, i portici, con l’imbocco di vicolo Giudei (visite domenica 27 alle ore 10, 11, 14, 15 e 16). Si potrà poi ammirare palazzo Sersanti, sia sabato che domenica, con ingresso ogni mezz’ora dalle 10 alle 17.30.

Due proposte nel weekend anche a Ozzano Emilia, a cura del Gruppo Fai Savena Idice Sillaro: la visita a Villa Angelica (realizzata tra il 1843 e il 1844 con uno stile neoclassico imponente, di sobria eleganza, con prati all’inglese, e un parco retrostante organizzato come un boschetto naturale con uno stagno al centro, con piante che sono state alcune delle protagoniste della storia dell’erboristeria locale) e la visita alla Val dei fiori (sabato e domenica ogni mezz’ora dalle 10 alle 11.30 e dalle 15 alle 16.30), una flower farm ubicata nel fondo sito in via Pedagna, lungo il corso del torrente Quaderna, ai confini con Mezzolara, dove si coltivano fiori a km 0, non trattati, non condizionati, fiori «dimenticati», di difficile produzione o reperibilità (possibile anche una escursione in bicicletta domenica dalle 9).

Per informazioni, verifica disponibilità e modalità di partecipazione consultare il sito del Fai.

Nella foto (del Fai): da sinistra Palazzo Sersanti a Imola e la Val dei fiori a Ozzano 

Fai, nel weekend le Giornate di primavera con visite a Imola e a Ozzano
Cronaca 17 Marzo 2022

Nel 2021 +1,18% di residenti a Castel del Rio, valore fra i più alti del bolognese. I dati nel Circondario e Ozzano

Nel 2021 la popolazione di Castel del Rio, dopo due anni di ribasso, è cresciuta dell’1,18% (1.203 abitanti). Il comune alidosiano è così il quinto della Città metropolitana per aumento percentuale più rilevante degli abitanti rispetto all”anno precedente.

È il quadro che emerge dai dati del Servizio studi e statistica di palazzo Malvezzi, sulla base dei dati provvisori del Bilancio demografico mensile dell’Istat pubblicati il 14 marzo. Al 31 dicembre 2021, sono 1.015.701 i residenti nella città metropolitana di Bologna, di cui 491.685 maschi e 524.016 femmine, 93 persone in più rispetto al 2020 (+0,01%). Mentre a livello nazionale si riscontra un declino demografico avviatosi dal 2015, e accentuato dagli effetti dell’epidemia Covid-19, che mostra una diminuzione dello 0,4%, nel territorio metropolitano la consistenza dei residenti resta sostanzialmente stabile.

Tornando al nostro territorio, negli ultimi tre anni, il Circondario ha registrato un caldo di popolazione passando dai 133.749 del 2019 ai 132.726 del 2020 e i 132.380 del 2021 (-0.26%). Nel dettaglio, hanno il segno meno, Imola, per il secondo anno consecutivo, con 69.592 abitanti (-0.38%), Castel San Pietro, terzo anno a fila, con 20.674 (-0.54%), Dozza con 6.563 (-0,7%), Mordano, per il secondo anno a fila, con 4.598 (-0.33%), Casalfiumanese, per il quarto anno consecutivo, con 3.361 (-0.36%) e Fontanelice, per il secondo anno a fila, con 1.929 (-0.82%).

In positivo, invece, Medicina, dopo due anni di flessione, con 16.676 (+0.46%), Castel Guelfo, al sesto anno con il segno più, con 4.543 (+0.31%), Borgo Tossignano, dopo due anni in negativo, con 3.241 (+0.4%) e Ozzano con 13.947 (+0.14%).

TUTTI I DATI

Nella foto (dal sito del Comune): veduta aerea di Castel del Rio

Nel 2021 +1,18% di residenti a Castel del Rio, valore fra i più alti del bolognese. I dati nel Circondario e Ozzano
Cronaca 10 Marzo 2022

A Ozzano giù il capannone con l’amianto, al suo posto un supermercato Despar

«Abbiamo colto un’opportunità per ampliare i servizi offerti ai cittadini ed eliminare il degrado urbano dato dai fabbricati non utilizzati». Il sindaco di Ozzano Emilia, Luca Lelli, commenta così la convenzione urbanistica di rigenerazione urbana appena approvata dal Consiglio comunale che prevede l’abbattimento di un fabbricato industriale di 3.500 metri quadri e relativa costruzione di un nuovo supermercato a marchio Despar di 2.000 metri quadri (di cui circa 1.250 destinati alla vendita con insegna Eurospar).

L’immobile in questione, sulla via Emilia alle porte del centro abitato, in passato era utilizzato come esposizione di arredi per bagni e giardino. «Era vuoto da molti anni – prosegue Lelli -. Questa riqualificazione consentirà anche di bonificare l’amianto presente nella struttura e confido che possa muovere interesse anche per il capannone “gemello” a fianco». Stretti i tempi dell’intervento, come conferma Alessandro Urban, direttore regionale Aspiag Service per l’Emilia Romagna, il gruppo concessionario del marchio Despar Nordest. «Entro aprile inizieranno bonifica e demolizione, l’obiettivo è aprire in tempo utile per Natale. Prevediamo l’assunzione di circa 30 dipendenti». Nel nostro territorio, Despar ha già un Interspar a Imola e un polo logistico a Castel San Pietro. (gi.gi.)

Nella foto: da sinistra l’attuale capannone e un rendering del nuovo Eurospar

A Ozzano giù il capannone con l’amianto, al suo posto un supermercato Despar
Cronaca 1 Marzo 2022

Dalla Regione circa 3 milioni di euro per la sicurezza dei torrenti Idice, Quaderna e Gaiana

Sicurezza delle strade, interventi per consolidare versanti in frana e le difese delle sponde dei corsi d’acqua, oltre che per accrescere l’efficienza idraulica di fiumi e torrenti: dalla Regione sono in arrivo  nel bolognese 6,5 milioni per finanziare 17 interventi.

Tra questi il maxi-cantiere da 2 milioni e mezzo tra Budrio, Medicina, Molinella e Argenta per la sicurezza del fiume Idice; 80mila euro riservati al ripristino di aree golenali e delle sponde del torrente Quaderna, tra Budrio, Ozzano e Medicina, nell’area compresa tra le frazioni di Ponte Rizzoli, Prunaro e la Provinciale 253. A Castel San Pietro, invece, arriveranno 350 mila per  la messa in sicurezza del torrente Gaiana. (r.cr.)

Nella foto (dalla pagina facebook del Comune di Budrio):  l’argine dell’Idice riparato nel 2019

Dalla Regione circa 3 milioni di euro per la sicurezza dei torrenti Idice, Quaderna e Gaiana
Cronaca 13 Febbraio 2022

Inaugurata a San Lazzaro la nuova caserma dei vigili del fuoco che servirà anche Castel San Pietro e Ozzano

È stata inaugurata ieri mattina, sabato 12 febbraio, a San Lazzaro la nuova caserma per il distaccamento provinciale dei vigili del fuoco, una struttura all’avanguardia che si estende su una superficie di 380 metri quadrati e che, grazie alla sua collocazione, rende facilmente raggiungibili le sue aree di intervento tra cui anche Castel San Pietro, Ozzano e Monterenzio. Alla cerimonia era presente la sindaca di San Lazzaro di Savena, Isabella Conti, il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il cardinale Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna, il sottosegretario all”Interno, Carlo Sibilia, il capo Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, prefetto Laura Lega ed il capo del Corpo nazionale, Guido Parisi.

L’edificio, realizzato interamente con un finanziamento di 1 milione e 100 mila euro del Comune di San Lazzaro e costruito in soli 12 mesi, è dotato di pannelli radianti a pavimento, impianto pompa di calore aria calda e fredda, pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria, impianto a pannelli fotovoltaici per sopperire a parte del fabbisogno elettrico dell”edificio e illuminazione a led. All’interno è presente un’autorimessa e locali accessori, una sala corsi, una zona giorno con angolo cottura, due camere multiple e due camere singole, oltre a unità igieniche e docce. (r.cr.)

Foto dalla pagina Facebook del Comune di San Lazzaro

Inaugurata a San Lazzaro la nuova caserma dei vigili del fuoco che servirà anche Castel San Pietro e Ozzano
Cronaca 11 Febbraio 2022

Un 2022 di lavori: strade, marciapiedi e sicurezza

Anche il 2022 sarà un anno di lavori sul fronte della manutenzione di strade, marciapiedi e decoro urbano. In aiuto alle Amministrazioni, con risorse ripartite in base al numero di abitanti e aggiuntive rispetto a quelle già stanziate dai singoli Comuni, ci ha pensato «la legge di bi- lancio 2022 del Governo che prevede 300 milioni di euro a favore dei Comuni, suddivisi in due annualità (2022 e 2023)» comunicano dalla Lega il parlamentare Jacopo Morrone ed il consigliere regionale Daniele Marchetti. (da.be.)

Come verranno utilizzati nei comuni i contributi del Governo su «sabato sera» in edicola dal 10 febbraio.

Foto Isolapress

Un 2022 di lavori: strade, marciapiedi e sicurezza

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA