Posts by tag: panieri

Cronaca 23 Febbraio 2021

Scomparsa di Fausto Gresini, il messaggio di cordoglio del sindaco di Imola Marco Panieri

Dopo la notizia della morte di Fausto Gresini, tanti i messaggi di cordoglio arrivati in queste ore. Tra questi quello del sindaco di Imola Marco Panieri. «La nostra città e tutto il mondo del motorsport piangono Fausto Gresini, ex pilota, due volte campione del mondo della classe 125, a capo dell”omonimo team e in passato nel Cda di Formula Imola. La nostra comunità si stringe attorno alla famiglia, punto di riferimento per tutto il nostro territorio, e al team, inviando un abbraccio in questo momento di dolore immenso. Appena sarà possibile, come città vorremmo testimoniare tutto il nostro affetto e la nostra gratitudine nei riguardi di Fausto, riconoscendo nei luoghi a lui più cari, in accordo con la famiglia, un ricordo indelebile». (r.s.)

Nella foto: Fausto Gresini

Scomparsa di Fausto Gresini, il messaggio di cordoglio del sindaco di Imola Marco Panieri
Cronaca 17 Febbraio 2021

Coronavirus, la troupe di Sky a Imola per un servizio sui controlli davanti alle scuole. Intervistato il sindaco Panieri

L’inviato di Sky Flavio Isernia questa mattina a Imola ha intervistato il sindaco Marco Panieri riguardo ai controlli intensificati dal Comune davanti alle scuole, da lunedì scorso, per evitare assembramenti, grazie ai quindici volontari di Anteas, Avod e Cai, in aggiunta al lavoro svolto dalla polizia locale.

Una prima intervista, girata in via Guicciardini, davanti all’istituto Paolini Cassiano, è stata trasmessa in diretta nel corso del tg delle 8,30, condotto da Tonia Cartolano. Un secondo servizio, con anche l’intervista al direttore generale dell’Ausl, Andrea Rossi, è previsto che vada in onda nei tg della serata. (da.be.)

Nella foto: il sindaco di Imola Marco Panieri intervistato dalla troupe di Sky davanti all’Istituto Paolini Cassiano in via Guicciardini

Coronavirus, la troupe di Sky a Imola per un servizio sui controlli davanti alle scuole. Intervistato il sindaco Panieri
Cronaca 17 Febbraio 2021

«sabato sera» dà voce ai giovani imolesi, le richieste per il sindaco Marco Panieri. IL VIDEO

Spesso si scrive e si parla dei e per i giovani, senza mai interpellarli direttamente. Ma qual è il loro pensiero? Partendo dalla voglia di valorizzare le loro idee, «sabato sera» ha deciso di dare loro spazio e di metterli in contatto con il Comune di Imola, cercando risposte a una semplice domanda: cosa chiedono i giovani per il futuro di Imola (e per se stessi) al sindaco Marco Panieri?

Al primo cittadino abbiamo sottoposto le richieste e le sollecitazioni che Eva Galassi, una nostra collaboratrice al quinto anno del liceo delle Scienze umane, ha raccolto tra i suoi coetanei per contribuire a rendere la città più a misura di giovani e adolescenti.

Tutte le richieste e le risposte del sindaco sono su «sabato sera» del 18 febbraio.

Nella foto (Isolapress): il sindaco di Imola Marco Panieri e, di spalle, la collaboratrice di «sabato sera» Eva Galassi

«sabato sera» dà voce ai giovani imolesi, le richieste per il sindaco Marco Panieri. IL VIDEO
Cronaca 14 Gennaio 2021

Giunta Imola, il sindaco Panieri apporta alcune modifiche e integrazioni alle deleghe

A poco più di cento giorni dall’insediamento dell’Amministrazione comunale, il sindaco Marco Panieri ha apportato alcune modifiche ed integrazioni alle deleghe degli assessori, oltre che alle proprie, che sono già in vigore da ieri, mercoledì 13 gennaio. «Si tratta per lo più di piccoli aggiustamenti, finalizzati a migliorare l’efficienza dell’attività sia dal punto di vista del lavoro degli amministratori sia del personale dipendente, per far funzionare al meglio la ‘macchina comunale’, a servizio dei cittadini» spiega il primo cittadino.

Nello specifico, le modifiche ed integrazioni riguardano il trasferimento della delega alla polizia Municipale e protezione civile dal vice sindaco Castellari al sindaco Panieri. Un passaggio funzionale ad integrare queste due deleghe a quella alla sicurezza già in capo al sindaco, e legato anche al nuovo assetto del Circondario Imolese, dopo la recente elezione del sindaco a presidente dell’ente di via Boccaccio, tenuto conto in particolare che il servizio di polizia municipale è gestito in forma associata proprio a livello di Circondario.  Al vice sindaco Castellari viene invece attribuita la delega ai rapporti con il Consiglio comunale e attività istituzionale, prima in capo all’assessore Spadoni. La delega alla toponomastica è stata esplicitata fra quelle già in capo all’assessore Zanelli, così come per quanto riguarda l’assessore Penazzi la delega ai gemellaggi è stata resa esplicita e collegata alle politiche comunitarie e quella ai grandi eventi collegata all’autodromo. Quella ai teatri è stata esplicita e legata a quella a biblioteche e pinacoteche per quanto riguarda l’assessore alla Cultura, Gambi. Infine, la delega all’immigrazione è stata resa esplicita fra quelle dell’assessore al Welfare, Spadoni. (da.be.)

Nella foto: il sindaco di Imola Marco Panieri

Giunta Imola, il sindaco Panieri apporta alcune modifiche e integrazioni alle deleghe
Cronaca 14 Gennaio 2021

Coronavirus, imprenditori di bar e ristoranti incontrano il sindaco di Imola Panieri

Una delegazione di imprenditori imolesi dei settori bar e ristorazione, su spinta di Confartigianato Bologna Metropolitana, ha incontrato nel tardo pomeriggio di ieri il sindaco di Imola, Marco Panieri, per esprimere il proprio disagio e il proprio atteggiamento di fronte alla situazione in atto e in previsione della definizione delle prossime misure per il contenimento della pandemia da Covid-19. «Ci sono settori che hanno visto azzerate le loro attività, altri che sono stati pesantemente penalizzati. Penso al mondo della ristorazione e dei bar che tra aperture e chiusure difficilmente potrà reggere a lungo – afferma Amilcare Renzi, segretario di Confartigianato Bologna Metropolitana -. Settori che in questi mesi, però, sono stati capaci di rimboccarsi le maniche. Dispiace apparire come gli untori di turno, quando, invece, anche la scienza dimostra che i focolai maggiori oggi si creano in famiglia e nei luoghi con maggiore assembramento. Un bar o un ristorante che rispetta le regole non è certo un rischio per la salute. Chiediamo al sindaco di Imola di farsi portavoce verso i livelli superiori, in particolare verso il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, di tutto il disagio di questi operatori e del rischio che se non vi saranno interventi efficaci si vada verso una deriva pericolosa per la tenuta sociale del Paese. Nelle prossime ore vi sarà un nuovo Dpcm con le misure per le future settimane, forse mesi. Ebbene chiediamo che questi operatori siano considerati alla stregua di tante altre attività che possono continuare ad operare, e in mancanza di ciò che i ristori siano veloci e commisurati al danno, gli strumenti per quantificare la perdita di fatturato ci sono».

Sono poi stati gli operatori a scendere nel dettaglio e ad esprimere tutta la loro preoccupazione per la situazione in essere. A cominciare dalle regole. «Noi condanniamo ogni fuga in avanti, ma in questi momenti è assolutamente necessario evitare qualsiasi forma di concorrenza sleale, se a noi chiedono precisi comportamenti per garantire la sicurezza non capisco perché lo stesso non debba essere fatto per qualsiasi altra attività che abbia un rapporto diretto con la clientela. La salute non guarda ai codici, non ci possono essere figli e figliastri. Le regole ci sono, è giusto tutelare la salute, ma queste regole devono valere per tutti. Siamo noi i primi a chiedere controlli più stringenti e puntuali». In merito alle azioni da mettere in campo gli operatori si augurano che «anche a livello comunale possano essere messe in atto iniziative per aiutare le attività. Ad aprile avremo la formula Uno, se la situazione sanitaria lo permetterà, ci piacerebbe essere messi anche noi in condizione di potere intercettare una parte di tifosi e addetti ai lavori che il Circus si porta dietro. Nello stesso tempo si potrebbe pensare di rendere stabili e, se possibile, ampliare i dehor per permettere di aumentare le sedute rispettando le regole di sicurezza». 

Infine, è arrivata la risposta del sindaco Panieri. «Il Comune è vicino alle attività economiche, ben consapevole che insieme all’emergenza sanitaria ce n’è un’altra economica e sociale. Si è scelta la strada del dialogo e del confronto, e da parte nostra c’è la massima disponibilità e vicinanza agli operatori economici nel fare un percorso comune per ricercare soluzioni e portare avanti le richieste anche a livello sovra comunale. Dall’incontro sono emersi tre punti fermi. Il primo è quello della coesione fra operatori ed istituzioni, il secondo è quello del rispetto delle regole con la richiesta di maggiori controlli contro i furbetti, e su questo ho confermato il massimo impegno da parte nostra, ed il terzo è rappresentato dal coinvolgimento degli interlocutori istituzionali di rango sovra comunale. A questo proposito ho espresso la disponibilità a farmi portavoce delle richieste, peraltro già note, di misure sempre più mirate ed adeguate per sostenere un settore che è fortemente in difficoltà. Da parte del Comune c’è la piena disponibilità ad estendere nel tempo tutte le misure di sostegno attualmente in atto, in materia di dehor, occupazione suolo pubblico, Tari e semplificazione burocratica». (da.be.)

Coronavirus, imprenditori di bar e ristoranti incontrano il sindaco di Imola Panieri
Cronaca 12 Gennaio 2021

F.1 2021 a Imola, la soddisfazione del sindaco Marco Panieri

Dopo l’annuncio ufficiale del ritorno della F.1. a Imola anche nel 2021, non poteva certo mancare la dichiarazione del sindaco Marco Panieri. «È motivo di grande orgoglio ospitare, a distanza di pochi mesi, un nuovo Gran Premio di F.1 a Imola, all’interno del Circondario Imolese e della Città metropolitana di Bologna fra l’altro il primo in calendario in Europa. Dopo il pieno successo dell’edizione 2020, questo risultato conferma la forte vocazione motoristica della nostra città, punto di riferimento della Motor Valley. È il frutto della tenacia della Regione Emilia Romagna, in particolare del suo presidente Stefano Bonaccini e dell’assessore Andrea Corsini, che voglio ringraziare, nel promuovere il Made in Italy e della stretta collaborazione fra Comune, Con.Ami e Formula Imola che fanno squadra per portare grandi eventi all’autodromo “Enzo e Dino Ferrari”. Con il governo nazionale e con la Regione verrà valutata la possibilità di protocolli speciali per questo tipo di eventi, al fine di verificare l’eventuale presenza di pubblico. In ogni caso, le ricadute su un territorio ben più ampio di quello imolese saranno molto significative. Questo sia a livello di immagine, grazie ad una visibilità mondiale, tanto più che questa volta la gara è inserita nel calendario ufficiale fin da subito, sia di indotto economico con la presenza in loco degli addetti ai lavori per diversi giorni e l’opportunità per le imprese locali di lavorare per oltre un mese nell’organizzazione del Gran Premio. Un grazie, infine, a tutti i soggetti che hanno reso possibile, ai diversi livelli, questo nuovo appuntamento con la F.1 a Imola». (da.be.)

Foto dalla pagina Facebook del sindaco Marco Panieri

F.1 2021 a Imola, la soddisfazione del sindaco Marco Panieri
Cronaca 9 Gennaio 2021

Marco Panieri eletto presidente del Nuovo Circondario Imolese

Nei giorni scorsi l’Assemblea del Circondario ha eletto il sindaco di Imola, Marco Panieri, presidente del Nuovo Circondario Imolese. Nella stessa seduta sono stati eletti anche gli altri due componenti della Giunta dell’ente, entrambi con il ruolo di vicepresidente, ovvero Matteo Montanari e Beatrice Poli, rispettivamente primo cittadino di Medicina e Casalfiumanese. «Voglio ringraziare il sindaco Matteo Montanari per la competenza e la passione con cui ha guidato il Circondario nel suo anno di presidenza, particolarmente delicato, vista la pandemia – ha commentato Panieri -. Proprio partendo da questa situazione, il futuro dovrà vederci fortemente impegnati nella piena collaborazione e dialogo fra tutti i Comuni. A questo proposito ringrazio fin da ora tutti i sindaci che sono chiamati a guidare le prossime sfide, a cominciare dal dare continuità al percorso di riorganizzazione del personale e delle gestioni associate e dal rafforzare il ruolo di un territorio che dovrà vedere una sinergia sempre più stretta non solo fra i dieci Comuni del Circondario, ma anche in rapporto con la Città Metropolitana e la Regione».

Il presidente Panieri ha attribuito a Matteo Montanari le deleghe a Politiche sociali, Servizi informatici, Piano strategico/Partecipazione ed a Beatrice Poli le deleghe a Montagna, Cultura, Pari Opportunità, Giovani e Legalità. Inoltre, nell’ottica della collaborazione amministrativa, in relazione alle deleghe che il presidente riserva ha riservato per sé (Urbanistica, Sanità, Sicurezza, Personale, Bilancio e Gestioni Associate), Panieri ha individuato quali propri referenti i sindaci Luca Albertazzi – Turismo e Tributi; Claudio Franceschi – Agricoltura; Gabriele Meluzzi – Servizi educativi (CISS/T),  rapporti con il Gal Appennino Bolognese; Nicola Tassinari – Ambiente (delega per Consiglio Atersir); Fausto Tinti – Sviluppo economico e Lavoro; Mauro Ghini – Parco, Attività venatoria, Protezione Civile ed Alberto Baldazzi – Mobilità e Trasporto Pubblico locale.

Nella foto (Isolapress): Marco Panieri

Marco Panieri eletto presidente del Nuovo Circondario Imolese
Cronaca 30 Dicembre 2020

Imola tra cinque anni, Panieri la vuole così. Presentato in Consiglio comunale il Dup (Documento unico di programmazione)

È una promessa, l’impegno che la Giunta del sindaco Marco Panieri si prende per il mandato dei prossimi cinque anni. In base a quanto il sindaco e la sua squadra sapranno fare gli imolesi decideranno se dargliene altri cinque. Il Dup (Documento unico di programmazione), presentato in commissione Bilancio, è stato presentato oggi in Consiglio comunale e contiene tutti i titoli delle cose da fare, messi in ordine alfabetico.

Non sarà questo l’ordine di realizzazione, ma per Panieri si «vuole esprimere un cambio di passo rispetto al passato attraverso la messa a punto di un centinaio di obiettivi strategici da concretizzare nel corso dell’intero mandato elettorale. Ciascuna delle azioni di governo definite si incrocia con i diversi settori presenti all’interno della guida amministrativa e della macchina comunale».

Obiettivi che interessano molteplici macro aree: raccolta rifiuti e illuminazione pubblica, Autodromo, uffici comunali, associazioni e biblioteche, servizi al cittadino, trasporti, istruzione, sicurezza, disabilità e lotta alle povertà, sport, turismo, viabilità ed edilizia. (r.cr.)

Ulteriori approfondimenti e gli obiettivi della Giunta Panieri su «sabato sera» del 24 dicembre.

Nella foto: Marco Panieri

Imola tra cinque anni, Panieri la vuole così. Presentato in Consiglio comunale il Dup (Documento unico di programmazione)
Cronaca 29 Dicembre 2020

Il Consiglio comunale di Imola ha ricordato le vittime del Covid, le parole del sindaco Panieri e del presidente Visani

Questa mattina il Consiglio comunale di Imola, riunitosi a distanza in ottemperanza delle norme per limitare il diffondersi del virus, ha voluto ricordare in apertura tutte le vittime del Coronavirus. Un modo semplice per ricordare le concittadine e i concittadini, gli amici e i parenti che sono scomparsi in questi mesi e rivolgere ai loro cari un profondo sentimento di cordoglio e di vicinanza. «La vita è più forte di ogni cosa. Oggi non è il momento di dividersi, ma quello di trovare delle soluzioni, riconoscendo le criticità e rispondendo con le migliori risorse a disposizione – ha detto il sindaco Panieri -. Un ringraziamento particolare va a tutti i medici, gli infermieri, gli operatori sociosanitari che  affrontano l”emergenza in prima linea. Grazie a tutte le donne e gli uomini delle forze dell’ordine, impegnate sul campo senza sosta. Grazie a tutte le realtà del volontariato locale che ancora una volta fanno la differenza. Grazie ai cittadini che con il loro comportamento rispettoso delle norme hanno permesso di contenere la pandemia. Questa città è fatta di donne e uomini responsabili, tenaci, capaci di sacrifici e di slanci di altruismo. Appassionati e generosi. Sono certo che insieme ne usciremo persone migliori di prima».

Il sindaco di Imola Panieri ha poi voluto ricordare in particolare modo Emanuela Cavallari, la giovane operatrice socio sanitaria dell’Ausl di Imola deceduta prematuramente, dopo alcune settimane di ricovero in ospedale, per aver contratto il Covid-19. Queste le parole del primo cittadino rivolte alla famiglia: «Sappiate che questa vostra tragedia familiare è anche un lutto per tutti noi, che ha colpito profondamente la nostra comunità, destando una forte commozione, perché Emanuela è sempre stata impegnata nel prendersi cura degli ammalati, di chi soffre, di chi ha più bisogno. Con dolcezza e generosità. Tutto questo rimarrà come un ricordo indelebile per tutti noi».

Anche il presidente del Consiglio Comunale Roberto Visani ha voluto lasciare il suo personale commento. «Solidarietà ai familiari delle vittime e grazie a quanti si sono messi in gioco per gli altri. Insieme vogliamo ricordare i 72 imolesi che ci hanno lasciato a causa del Covid. Si tratta di persone e non semplicemente di numeri, persone con una loro storia: padri, madri, sorelle, fratelli, figlie e figli, amiche e amici. Tra loro tantissime persone anziane, custodi di quella memoria che oggi appare così necessaria. Non li dimenticheremo, e cercheremo di rendere loro onore nel modo migliore, anzitutto stando vicino e aiutando chi oggi soffre o è in difficoltà. (da.be.)

Nella foto: il Consiglio Comunale di Imola svolto questa mattina a distanza  

Il Consiglio comunale di Imola ha ricordato le vittime del Covid, le parole del sindaco Panieri e del presidente Visani
Cronaca 1 Dicembre 2020

«Premio Bontà», il riconoscimento a quattro studentesse dell'Istituto comprensivo Orsini

Nei giorni scorsi, all’interno della Sala Consiglio del Comune di Imola, si è svolta la cerimonia di consegna del «Premio Bontà», promosso dalla Fondazione Santa Maria Goretti, che a partire dai primi anni ’60 annualmente viene assegnato ad alunni/e meritevoli per impegno nello studio e per le qualità d’animo. In pratica vengono premiati quegli studenti che si siano distinti per la capacità di ottenere ottimi risultati nell’attività svolta a scuola e per quella di impegnarsi concretamente per aiutare gli altri. «L’attenzione verso gli altri è  fondamentale ed ha un valore anche culturale, è un modo di vivere la città e di superare le difficoltà, guardando avanti con fiducia nel futuro» dichiara il sindaco di Imola, Marco Panieri». «Questo premio è un importante riconoscimento al vostro impegno e celebra una tradizione positiva consolidata che vede operare insieme scuola, Fondazione Santa Maria Goretti e associazionismo. In questo modo emerge la dimensione formativa e culturale insita nell’aiutare gli altri» commenta Fabrizio Castellari, vice sindaco con delega alla Scuola».

Quest’anno eccezionalmente, poiché di norma c’è un solo premiato, il riconoscimento è andato a quattro alunne che hanno seguito un progetto meritevole, ovvero l’informazione e la raccolta di fondi per la lotta alla Fibrosi Cistica. Si tratta, nello specifico, di Otilia Garboan, Gaia Russo, Alessia Rib e Camilla Samorini che nello scorso anno scolastico hanno frequentato la III B della scuola “Orsini” dell’IC 7di Imola, seguite dalla professoressa Lisa Laffi. Va ricordato che è la scuola stessa, scelta ogni anno a rotazione fra le secondarie di primo grado dalla Fondazione Santa Maria Goretti, ad individuare tra gli alunni/e che hanno frequentato la classe III, il nominativo e le motivazioni del premio, che ammonta a 1.030 euro. Anche il premio, quest’anno, è stato eccezionalmente raddoppiato, considerato che sono quattro le alunne a cui viene assegnato. 

Nello specifico, «le quattro studentesse hanno creato un Power Point con le principali informazioni sulla fibrosi cistica, che hanno illustrato, insieme ad un breve filmato in tutte le classi della scuola secondaria di primo grado “Orsini”, curando poi la distribuzione dei tagliandi per l’acquisto delle uova di Pasqua e la vendita delle uova nelle classi. Nel solo anno 2018/2019 le ragazze hanno raccolto 1.370 euro, fatti pervenire alla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica» spiega la professoressa Lisa Laffi che ha seguito il progetto -. Dalla scelta del tema, all’ideazione ed alle fasi operative, le quattro studentesse hanno fatto tutto da sole, con una coesione ed uno spirito di squadra, in nome della solidarietà, che ha fatto da traino anche a noi insegnanti. Sono state davvero molto brave». (da.be.)

Nella foto: la cerimonia di premiazione con solo due delle quattro ragazzi vincitrici del premio

«Premio Bontà», il riconoscimento a quattro studentesse dell'Istituto comprensivo Orsini

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast