Posts by tag: paolini

Cultura e Spettacoli 13 settembre 2018

Torna RestArt e per tre giorni l'arte urbana colora le scuole Paolini, Valeriani e Valsalva

Tre giorni di rigenerazione urbana. Torna con la sesta edizione il festival RestArt organizzato dall”associazione culturale imolese Noi Giovani, con il contributo del Comune di Imola e della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, il patrocinio della Città Metropolitana di Bologna e Avis come main sponsor. Da venerdì 14 a domenica 16 settembre oggetto del lavoro di street artist e teatro di una festa piena di musica e spettacolo sarà l”area di via Guicciardini a Imola: il liceo scientifico Rambaldi Valeriani, l”istituto tecnico Paolini, le scuole medie dell”Ic4 Valsalva e il parco interno.

«Abbiamo scelto di tornare nelle scuole (già lo scorso anno il festival interessò l”Itis e la scuola media Andrea Costa, Nda) perché sono il patrimonio culturale per eccellenza – spiega Vincenzo Rossi, presidente di Noi Giovani -. Vogliamo in questo modo dare un messaggio culturale e formativo: dire alle giovani generazioni che ciò che ci circonda è nostro e pertanto dobbiamo tutelarlo e migliorarlo».Alcuni muri delle scuole di via Guicciardini diventeranno «tele» per tre artisti internazionali, provenienti da Germania, Serbia e Olanda, mentre un’area interna al festival sarà dedicata alla pittura urbana grazie alla presenza di altri dodici artisti emergenti provenienti da Firenze, Reggio Emilia e Bologna. Inoltre, in collaborazione con i ragazzi, si provvederà anche ad un progetto di pulizia. Senso civico ed educazione sono parole chiave di RestArt: « Valorizzare un’area dedicata all’educazione non significa solo ripulire e abbellire le pareti degli edifici, ma anche sensibilizzare all’importanza di preservare il patrimonio scolastico, per il suo valore sociale e interesse pubblico e incoraggiare il senso civico della cittadinanza in genere e degli studenti – sottolinea il direttore artistico di RestArt, Cesare Bettini -. Agli artisti abbiamo chiesto di interpretare, secondo il proprio stile e creatività, l’identità del luogo scelto e di esprimere con l’arte ciò che per loro rappresentano scuola e il patrimonio culturale che essa genera».

Si tratta di tre europei. Zedz è già all”opera sulla superficie frontale del Paolini. Viene dai Paesi Bassi e la sua opera dal titolo Abstract Technical Environment è strettamente legata al mondo dei graffiti e al contesto in cui è calata. Il tedesco Mr. Woodland è stato scelto per dipingere una parete laterale del liceo scientifico Valeriani. La sua opera intitolata In a future we hope vuole trasmettere un messaggio dall’importante significato morale e culturale: indirizzare la percezione della scuola in quella di un’istituzione moderna, contemporanea, che sia reale espressione del sentimento degli studenti e dei forti valori morali di cui questa istituzione si fa portatrice, collegandolo al mondo naturale. Artez, street artist originario della Serbia, raffigurerà invece la lettura come il sogno di un viaggio attorno al mondo su uno dei muri della scuola media Valsalva, con la sua opera Floating on a dream.

Il parco tra lo scientifico e le Valsalva ospiterà anche la festa di musica e spettacoli per i tre giorni. Venerdì si comincia alle 19.45 con Vaglia & Tamp e si continua con The Floating ensemble, Savana Funk, Rumba de rodas e con dj Rosso da mezzanotte in poi. Sabato 15 settembre alle 18.30 ci sarà un dj set reggae e rap, alle 20.45 musica con Bardaka, poi Black Beat Movement, Gattamolesta e dj set commercial da mezzanotte e un quarto con Manuel. Domenica si comincia alle 15 con un Song writer afternoon a cura di Aster & The X band per proseguire alle 18 con la musica n pantofole e chiudere dalle 19.30 con un dj set a rotazione. Nel parco ci saranno anche spettacoli di danza, sport, mostre, laboratori per bambini (sabato e domenica pomeriggio), nonché cibo e bevande. (s.f.)

L”articolo completo è su «sabato sera» in uscita giovedì 13 settembre

Nella foto Zedz già all”opera sulla facciata del Paolini (Isolapress)

Torna RestArt e per tre giorni l'arte urbana colora le scuole Paolini, Valeriani e Valsalva
Cronaca 24 maggio 2018

Concorso «Ezio Pirazzini», la classe «quinta G» del Paolini ha sbaragliato la concorrenza

Lunedì 21 maggio c’è stato l’appuntamento finale per la 6ª edizione del concorso «Ezio Pirazzini, protagonista di una passione», riservato agli studenti delle scuole superiori del Circondario imolese. Gli organizzatori sono sempre loro da sempre: la sezione locale degli Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia, la figlia Gabriella Pirazzini, Marco Isola e Vinicio Dall’Ara, insieme ad altri amici e colleghi del giornalista. Il sottotitolo di questa edizione era «Highlanders o meteore? Stili di vita, stili di sport». E gli studenti dovevano formulare tali concetti attraverso articoli o filmati. Novità di quest’anno la partecipazione dell’istituto alberghiero Bartolomeo Scappi di Castel San Pietro. Notevole anche la giuria tecnica, composta da Giuseppe Tassi (editorialista Qn), Pino Allievi (inviato Gazzetta dello Sport), Raffaele Dalla Vite (giornalista ex Gazzetta dello Sport), Renato D’Ulisse (ex Gazzetta dello Sport e Stadio), Stefano Mei ( presidente nazionale Azzurri d’Italia) e Gianfranco Bernardi (presidente del comitato organizzatore).

La sezione articolo è stata vinta da Lorenzo Di Palma (5ªG del Paolini) con «No; provare no! Fare o non fare: non c’è provare! Quando l’allenatore fa la differenza». Ha partecipato anche nel multimediale con il video «Dietro a grandi atleti… grandi allenatori». Per lui 300 euro, un ingresso per il Crame e un «pass» valido per 2 persone per il fine settimana del Mondiale di Motocross. Secondo premio per Lorenzo Franzoni (5ªG Paolini) con «E’ tutta colpa delle stelle?», dedicato alla figura di Giancarlo Falappa, pilota di Superbike. Salgono sul podio (a pari merito) anche Martina Panieri (5ªG Paolini) con «Lo star system dello sport. Gossip e pubblicità creano i veri campioni di oggi» e Riccardo Barone (3ªC Scappi) che ha prodotto un articolo su Giacomo Perini, atleta paralimpico di canottaggio. Le menzioni sono state per Alessandro Negroni (5ªD Scarabelli), Marco Gerardi (4ªG Sia Paolini), per il gruppo «Sick for Sport» (3ªBS Luca Ghini) composto da Omorinsola Doyinsola Oladejo, Giovanni Merli, Lucio Oriani, Giorgia Paruolo, infine per Gaia Russo (5ªG Paolini), quarta per un soffio, con il tema: «Se non hai paura di perdere, non meriti di vincere».

La sezione multimediale ha visto come vincitore Alessandro Cappello (5ªG Paolini) con il video «L’arte nello sport», un suggestivo parallelismo tra arte, musica e sport. Secondo premio pari merito per Giulia De Martinis (4ªG Paolini) con il video «Tanto tempo fa» e per Sara Cristallo (3ªC Scappi) con il sito web «Our healthy life». Chiude il podio il gruppo composto da Andrea Fabiloni (capofila), Martino Filippone, Amanda Costa e Susanna Amadei (3ªBS Ghini), che si sono messi in gioco con un video del quale sono stati registi e attori riflettendo sull’importanza dell’allenamento costante nel determinare i risultati. Menzioni per il gruppo composto da Giulia Tedesco, Alesia Dragoti e Elisa Draghetti (1ªBC Ghini), per il gruppo composto da Giorgia Titone, Claudia Scavella, Miriam Pinto e Aicha Bouhamadi (1ªBC Ghini), infine per Mara Leonardi, Pamela Rossetti e Dana Toma (5ªH Scappi).

r.c.

Nella foto: il gruppo dei premiati del concorso

Concorso «Ezio Pirazzini», la classe «quinta G» del Paolini ha sbaragliato la concorrenza
Cronaca 11 aprile 2018

«QR Tomb», il progetto ideato e presentato dagli studenti del Paolini. IL VIDEO

Finalisti progetti di impresa cooperativa: cӏ anche la tomba interattiva
I ragazzi della 5^G dell”Istituto Paolini di Imola hanno ideato, confezionato e presentato un progetto chiamato «QR Tomb» che ha già ricevuto numerosi riconoscimenti. Curiosi di sapere di cosa si tratta?

In pratica si potrebbe definire una app che permette di mantenere vivo il ricordo di un amico, un familiare o un animale che non c”è più attraverso un codice QR, ovvero un codice a barre bidimensionale che viene letto da uno smartphone. Il codice, posto sulla lapide, permette appunto il collegamento a pagine univoche con informazioni e materiali multimediali che riassumono i momenti salienti della vita del defunto attraverso una narrazione fatta di video, parole e immagini.

r.c.

Nella foto: tre degli studenti ideatori del progetto, ovvero Gaia Russo, Giorgia Serafini e Tania Nestea

«QR Tomb», il progetto ideato e presentato dagli studenti del Paolini. IL VIDEO
Cronaca 29 marzo 2018

Olimpiadi della multimedialità, terzo posto per Francesca Rignanese del Paolini

Francesca Rignanese, della classe 5ªG Sistemi informativi aziendali dell’Istituto Paolini di Imola, si è classificata al terzo posto alle Olimpiadi internazionali della multimedialità che si sono tenute a Melfi dal 22 al 24 marzo e a cui hanno partecipato oltre 200 studenti appartenenti a scuole italiane e straniere.

L’iniziativa, giunta quest’anno alla ventesima edizione, è organizzata dall’Istituto d’istruzione superiore Federico II di Svevia, in collaborazione col ministero della Pubblica istruzione. Attraverso la competizione vengono verificate competenze e abilità sia nella costruzione di un messaggio multimediale che nella gestione di strumenti informatici e telematici. Oltre a Francesca Rignanese, la rappresentanza imolese comprendeva anche Alessandro Cappello e Lorenzo di Palma, accompagnati dalla docente Maria Gargallo.

r.c.

Nella foto: da sinistra l”insegnante Maria Gargallo insieme agli studenti Lorenzo di Palma, Francesca Rignanese e Alessandro Cappello

Olimpiadi della multimedialità, terzo posto per Francesca Rignanese del Paolini
Cronaca 1 marzo 2018

Elezioni, questa sera al Paolini lezione aperta sul voto per politiche e amministrative – RINVIATA

Un gruppo di studenti dell’Istituto Paolini terrà, questa sera, una lezione aperta sulle imminenti elezioni politiche e amministrative per rispondere alle numerose domande generate da questo avvenimento.

Per affrontare l’argomento la 5ª G Sistemi informativi aziendali, sotto la guida dell’insegnante di Diritto, Monica Zanotti, e di Storia, Monica Tassoni, si è impegnata a farne materia di studio, approfondendo le peculiarità di ciascuna tornata elettorale, le modalità di voto nei due diversi sistemi elettorali (per le politiche e per le amministrative).

Come saranno le schede elettorali? Come potremo esprimere la nostra preferenza? Come funzionano le coalizioni e le liste? E i resti? Sono alcune delle domande a cui sarà possibile trovare risposta, quando gli studenti presenteranno i risultati delle proprie ricerche, rivolgendosi soprattutto ai loro coetanei, ma anche a tutti i cittadini interessati a capire meglio come funzioneranno gli imminenti appuntamenti elettorali. Alle ore 20.30, aula magna dell”istituto Cassiano da Imola, via Ariosto 1/a.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10: dall”Istituto Paolini comunicano che “viste le condizioni meteorologiche avverse, per evitare qualsiasi disagio o inconveniente, si è deciso di rinviare la lezione aperta su Elezioni facili a sabato mattina dalle 10 alle 12, sempre, nell”aula magna del Cassiano”

Nella foto: l”esterno della scuola

Elezioni, questa sera al Paolini lezione aperta sul voto per politiche e amministrative – RINVIATA

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast