Posts by tag: pedagna

Cronaca 7 Ottobre 2021

Coronavirus, da oggi alla primaria Bizzi la campagna di screening con tamponi salivari

È partita oggi a Imola la campagna nazionale di screening nelle «scuole sentinella», per monitorare su base volontaria, attraverso la raccolta e l’esame di campioni molecolari salivari, la diffusione del virus in ambito scolastico, che coinvolgerà in totale un campione di 150 studenti, con adesione appunto volontaria. La scuola prescelta è la primaria Bizzi (Istituto Comprensivo 7) di via Vivaldi. 

L’obiettivo è quello di monitorare ogni 15 giorni i casi di positività con tamponi salivari molecolari (non antigenici rapidi). Il campione di saliva sarà raccolto in maniera non invasiva e inviato per l”analisi al laboratorio metropolitano unico. 
In pratica, si tratta di una spugnetta che va tenuta in bocca al mattino, per circa due minuti, senza masticarla (altrimenti potrebbe rovinarsi il campione), e che poi va inserita nel suo contenitore. Il test ha una alta precisione del risultato oltre alla possibilità di sequenziamento dei campioni, e quindi in caso di positività, scoprire la variante da cui i giovani sono stati infettati. In questa prima fase i tamponi verranno effettuati con l’ausilio del personale sanitario, mentre in un secondo momento il facile prelievo sarà eseguito direttamente dalle famiglie. «Il test di screening è di facile esecuzione e del tutto indolore – spiega il dottor Gabriele Peroni, direttore dell’area igiene e sanità pubblica dell’Ausl di Imola –. In caso fossero rilevate delle positività, dal momento che i tamponi hanno un valore diagnostico verranno attivate le necessarie misure di intervento da parte del nostro servizio. Se un positivo viene individuato all’interno di una classe ad essere messi in quarantena sono di norma solo i contatti stretti (ovvero i vicini di banco del caso indice) mentre il resto dei compagni viene sottoposto a tampone di controllo. Se tra i contatti non stretti viene rilevato almeno un altro contagio allora scatta la quarantena per tutta la classe. La durata del periodo di quarantena è di 10 giorni (non essendo vaccinati vista la fascia di età)».

«La disponibilità dell’Istituto Comprensivo 7, ed in specifico della scuola primaria “Bianca Bizzi”, a mettersi a disposizione per i test salivari è un fatto molto positivo, che valorizza la comunità scolastica del territorio – commenta il sindaco Marco Panieri, che ha la delega alla Sanità -. Il fatto che una scuola della città abbia aderito spontaneamente a questo test dà il senso di una comunità come quella imolese che, a partire dalla campagna vaccinale fin qui portata avanti con ottimi risultati, vuole contribuire alla prevenzione ed al contrasto del Covid-19, aggiungendo il proprio tassello a un mosaico che si costruisce tutti insieme, su scala locale, regionale e nazionale». (r.cr.)

Coronavirus, da oggi alla primaria Bizzi la campagna di screening con tamponi salivari
Cronaca 1 Ottobre 2021

A Imola intitolazione del circolo Pd Pedagna a Bruno Solaroli

Il circolo Pd Pedagna a Imola porterà anche il nome di Bruno Solaroli, sindaco e politico imolese già presidente dei partigiani imolesi dell’Anpi, oltre a quello attuale di Nella Baroncini, partigiana deportata e morta in Germania. Alla cerimonia di intitolazione, in programma sabato 2 ottobre, in via Puccini 36 (ore 11), interverranno con la segretaria territoriale Francesca Marchetti il senatore Daniele Manca, l’onorevole Serse Soverini, il sindaco di Imola Marco Panieri e il presidente dell’Anpi di Imola, Gabrio Salieri.

«L’intitolazione a Bruno Solaroli e Nella Baroncini rappresenta un simbolo degli obiettivi di libertà, giustizia, equità sociale che loro stessi perseguivano nel corso delle loro vite» rimarca la segretaria del circolo Pd Pedagna, Maria Lorena Trotta, a nome del direttivo. La segretaria Pd territoriale, Francesca Marchetti ricorda come «l’ex sindaco, parlamentare e presidente dell’Anpi, scomparso nel marzo 2020 ha sempre rappresentato un punto di riferimento per il territorio così come per la nostra comunità politica. Il direttivo del circolo Pedagna ha voluto ricordarlo in quella che è stata per anni la sua casa». (r.cr.)

Nella foto: Bruno Solaroli

A Imola intitolazione del circolo Pd Pedagna a Bruno Solaroli
Cronaca 6 Settembre 2021

Via Lennon, il Comune di Imola «congela» il progetto contestato dai residenti

Rispetto a quella contenuta nella Variante 5 al Rue (Regolamento urbanistico edilizio), e contestata dai residenti, il Comune ha deciso di approfondire le diverse ipotesi per l’accesso alla nuova lottizzazione via Lennon-via Curie.

Pertanto, la giunta Panieri ha predisposto una delibera con la quale propone al Consiglio Comunale, competente in materia, di stralciare l’oggetto n. 11 “Via Lennon” dall’approvazione della suddetta variante, al momento solo adottata in prima istanza dal Consiglio comunale e non ancora approvata definitivamente. «Abbiamo deciso di stralciare questo oggetto dalla variante perché vogliamo effettuare ulteriori approfondimenti riguardo alle problematiche emerse a seguito dell’adozione del punto della variante relativo a “via Lennon” che, voglio ricordarlo, era stato definito dalle precedenti Amministrazioni comunali. Il nostro obiettivo è di arrivare ad una soluzione che possa il più possibile contemperare le diverse esigenze per il più funzionale assetto urbanistico dell’intero comparto sportivo e residenziale compreso tra le vie Curie, Lennon e Punta. E’ arrivato il momento di fare sintesi e superare i conflitti fra le diverse posizioni, oramai radicate da anni, visto che le tante alternative fin qui presentate non hanno mai portato ad una soluzione – spiega il sindaco Marco Panieri -. Una soluzione che sarà definita nei prossimi mesi, tenendo conto delle problematiche emerse nei vari incontri fra residenti e Amministrazione comunale e della necessità, evidenziata dall’apposito studio di Area Blu, di interventi di messa in sicurezza della viabilità esistente per garantire la funzionalità del collegamento viario proposto».

La decisione dell’Amministrazione comunale arriva alla luce delle sollecitazioni emerse nei tanti confronti che in primis il sindaco Marco Panieri, insieme agli assessori alla Mobilità, Elisa Spada ed all’Urbanistica, Michele Zanelli ha avuto con i cittadini ed i fruitori degli impianti sportivi presenti nell’area interessata e sulla base di quanto scaturito dallo studio effettuato da Area Blu, su incarico del Comune, riguardo alle criticità inerenti l’accesso all’ambito N129 Rio Palazzi e le possibili soluzioni a fronte dei maggiori carichi di traffico. Dai vari incontri, infatti, è emersa la necessità di individuare soluzioni alternative anche per arrivare alla migliore definizione della viabilità del comparto compreso tra le vie Curie, Lennon e Punta. (r.cr.)

Via Lennon, il Comune di Imola «congela» il progetto contestato dai residenti
Cronaca 4 Febbraio 2021

Bocconi e cani avvelenati in Pedagna, c’è un esposto alla polizia

Sugli episodi dei cani avvelenati in Pedagna ne avevamo scritto, l’ultima volta, nel numero del 25 giugno con la storia del meticcio Pepito e del suo padrone che trovò nel giardino di casa una fetta di cotechino contenente stricnina. Fortunatamente il cane non la addentò e tutto si concluse con una querela contro ignoti per tentato avvelenamento.

Oggi, a distanza di mesi, il fenomeno, purtroppo, pare non si sia placato nemmeno con la pandemia. «Altri bocconi sospetti, o intrisi probabilmente di veleni e topicidi e mangiati dai cani poi deceduti, sono stati rinvenuti nei cortili privati delle abitazioni e inviati all’Ausl per le analisi – fa sapere un residente del quartiere, preferendo rimanere anonimo -. Per questo motivo il 15 gennaio scorso ho deciso di presentare, su consiglio di un legale, un esposto al commissariato di polizia di Imola ed informare su ciò che sta accadendo».

Esposto a cui fanno seguito una serie di dati e informazioni utili a tracciare una lunga scia di casi che ormai durano da anni. «Dall’estate scorsa ad oggi sono circa
una decina gli episodi tra bocconi sospetti e animali morti – prosegue –. Purtroppo, però, per uno segnalato ce ne sono quindici di cui non si ha traccia, visto che la gente non li denuncia. Abbiamo anche creato il gruppo Facebook Segnalazioni bocconi avvelenati Imola, perché il problema non è solo in Pedagna». (da.be.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 28 gennaio.

Fette di cotechino sospette rinvenute nella Pedagna Est lo scorso dicembre

Bocconi e cani avvelenati in Pedagna, c’è un esposto alla polizia
Cronaca 21 Novembre 2020

Coronavirus, da oggi a Imola torna anche il mercato ambulante in Pedagna

Dopo l’avvio, martedì scorso, del mercato ambulante trisettimanale in centro storico, da oggi, sabato 21 novembre e fino al 3 dicembre, il Comune di Imola ha dato il via libera anche allo svolgimento del mercato del sabato pomeriggio nel quartiere Pedagna che, come sempre, si svolgerà  all’interno del parcheggio adiacente a via Donizetti daalle 15 alle 19. Presenti 4 posteggi alimentari e 12 non alimentari. (da.be.)

TUTTE LE DISPOSIZIONI PER OPERATORI E CLIENTELA

Foto tratta dal sito del Comune di Imola

Coronavirus, da oggi a Imola torna anche il mercato ambulante in Pedagna
Cronaca 8 Maggio 2020

Torna il mercato del sabato pomeriggio in Pedagna per la sola vendita di generi alimentari

Con un’apposita ordinanza il Commissario Izzo ha previsto la riapertura da domani, 9 maggio, del mercato del sabato pomeriggio in Pedagna.

L’ordinanza prevede, infatti, «la riapertura nella sola parte riservata ai posteggi per la vendita di generi alimentari (posteggi n. 1-2-3- e 4 di cui assegnati solo i numeri 1, 3 e 4), evitando assembramenti, e nel rispetto delle disposizioni previste dal Dpcm 26.04.2020. In particolare, l’ordinanza stabilisce che debbano essere rispettate le seguenti norme: gli operatori devono indossare mascherina e guanti; obbligo di predisporre cartelli con l’indicazione del divieto di toccare la merce da parte dei clienti; obbligo di distanziamento di 1 metro tra i clienti in attesa di essere serviti; distanziamento di 1 metro dei clienti serviti dal banco della merce; ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani, che devono comunque essere disponibili accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento e l”area deve essere perimetrata con regolamentazione di entrate ed uscita della clientela».

A perimetrare l’area con apposito nastro sarà la Polizia Locale, che sarà presente sul posto con un agente, per tutta la durata delle vendite, per verificare il rispetto delle norme. (da.be.)

Torna il mercato del sabato pomeriggio in Pedagna per la sola vendita di generi alimentari
Sport 9 Dicembre 2019

A Imola il tradizionale appuntamento del lunedì con il «Camminacittà»

Con l’iniziativa «Camminacittà» si vuole promuovere l’esercizio fisico in modo semplice e accessibile a tutti. Si cammina su percorsi urbani, nei parchi, nelle aree verdi e sulle piste ciclopedonali. Si entra e si esce dal percorso a piacere e non è richiesta nessuna iscrizione.

Ogni lunedì vengono proposti due percorsi distinti, il primo di 8 km. circa ad andatura veloce e il secondo ad andatura più blanda di circa 5 km. aperto a tutte le persone che per età o altri motivi hanno piacere di fare del moto, in compagnia, senza dover sottoporre il fisico a stress eccessivi. La partecipazione è libera e gratuita. Anche stasera, lunedì 9 dicembre, il ritrovo è alle ore 20.30 presso il parcheggio della Bocciofila (lato Silvio Alvisi), per poi avviarsi in direzione «Pedagna». (r.s.)

Per informazioni: Pierluigi (tel. 348-7932893).

Foto tratta dalla pagina facebook del Camminacittà di Imola

A Imola il tradizionale appuntamento del lunedì con il «Camminacittà»
Cronaca 16 Novembre 2019

Al centro sociale La Tozzona il maxigioco «Scale e serpenti» ha preso il posto delle bocce

Dalle bocce a «Scale e serpenti». Il centro sociale La Tozzona, in Pedagna, ha deciso di riconvertire lo spazio un tempo destinato al gioco delle bocce secondo il progetto di Ali Hosseini, artista locale originario dell’Iran. «Il centro sociale ha sostenuto la mia idea di realizzare un maxigioco con cui grandi e piccoli potranno giocare all’aperto – racconta l’artista -. Si tratta di un progetto di educazione culturale che rimanda alla vecchia tradizione di ritrovarsi e giocare per strada. Oggi questa è un’alternativa al gioco digitale».

Così, dall’incontro fra l’artista e il centro sociale, è nato il tabellone di cinque metri per cinque dipinto a mano sull’ex campo da bocce, sul quale da martedì 22 ottobre è possibile giocare a Scale e serpenti, gioco nato in India e da lì poi diffusosi prima in Inghilterra e poi in tutti i Paesi anglofoni, simile nel regolamento al nostro Gioco dell’oca: i giocatori procedono sul tabellone secondo i numeri segnati dal dado di volta in volta tirato, le caselle con le scale permettono di salire più velocemente mentre quelle con i serpenti obbligano a retrocedere.

Ad ideare il progetto, come detto, è stato Hosseini, in arte Libra, che ha proposto l’idea al centro sociale di quartiere ma che sogna, un giorno, di riempire la città di maxigiochi tutti diversi come promozione dei giochi della tradizione e del passato. Nonostante la formazione scientifica nel campo delle energie rinnovabili, Hosseini ha scelto di seguire una carriera artistica sperimentale che condivide con gli altri attraverso corsi di formazione, laboratori creativi e installazioni pubbliche come il nuovo maxigioco al centro sociale La Tozzona. (mi.mo.)

Al centro sociale La Tozzona il maxigioco «Scale e serpenti» ha preso il posto delle bocce
Sport 12 Agosto 2019

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Pedagna»

Con l’iniziativa «Camminacittà» si vuole promuovere l’esercizio fisico in modo semplice e accessibile a tutti. Si cammina su percorsi urbani, nei parchi, nelle aree verdi e sulle piste ciclopedonali. Si entra e si esce dal percorso a piacere e non è richiesta nessuna iscrizione.

Ogni lunedì vengono proposti due percorsi distinti, il primo di 8 km. circa ad andatura veloce e il secondo ad andatura più blanda di circa 5 km. aperto a tutte le persone che per età o altri motivi hanno piacere di fare del moto, in compagnia, senza dover sottoporre il fisico a stress eccessivi. La partecipazione è libera e gratuita. Anche stasera, lunedì 12 agosto, il ritrovo è alle ore 20.30 presso il parcheggio della Bocciofila (lato Silvio Alvisi), per poi avviarsi in direzione «Pedagna». (r.cr.)

Per informazioni: Pierluigi (tel. 348-7932893).

Foto tratta dalla pagina facebook del Camminacittà di Imola

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Pedagna»
Sport 18 Marzo 2019

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Pedagna»

Con l’iniziativa «Camminacittà» si vuole promuovere l’esercizio fisico in modo semplice e accessibile a tutti. Si cammina su percorsi urbani, nei parchi, nelle aree verdi e sulle piste ciclopedonali. Si entra e si esce dal percorso a piacere e non è richiesta nessuna iscrizione.

Ogni lunedì vengono proposti due percorsi distinti, il primo di 8 km. circa ad andatura veloce e il secondo ad andatura più blanda di circa 5 km. aperto a tutte le persone che per età o altri motivi hanno piacere di fare del moto, in compagnia, senza dover sottoporre il fisico a stress eccessivi. La partecipazione è libera e gratuita. Anche stasera, lunedì 18 marzo, il ritrovo è alle ore 20.30 presso il parcheggio della Bocciofila (lato Silvio Alvisi), per poi avviarsi in direzione «Pedagna».

Per informazioni: Pierluigi (tel. 348-7932893).

Foto tratta dalla pagina facebook del Camminacittà di Imola

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Pedagna»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast