Posts by tag: piscina

Cronaca 1 Febbraio 2023

Piscina di Castello già richiusa, Sogese: «Perdita di 250 metri cubi d’acqua da una tubatura»

Non c’è pace per la piscina di Castello. A due giorni dall’apertura, avvenuta lunedì 30 gennaio, è notizia di questa mattina la richiusura dell’impianto dovuta a problemi idraulici. «Abbiamo riscontrato una perdita da 250 metri cubi in una tubatura di mandata da una delle vasche sotto al “pallone” – spiega Nicolas Gozzi, direttore dell’impianto per conto del gestore Sogese -. Purtroppo non ne va davvero dritta una. L’ufficio tecnico del Comune è stato avvisato e si stanno attrezzando per fare una videoispezione. Al momento parlare di una data per la riapertura è impossibile». (r.cr.)

Nella foto: nuotatori lunedì scorso sotto al «pallone» nella piscina di Castello

Piscina di Castello già richiusa, Sogese: «Perdita di 250 metri cubi d’acqua da una tubatura»
Cronaca 29 Gennaio 2023

Piscina di Castel San Pietro, domani la riapertura sotto al «pallone»

Attesa finita a Castel San Pietro. Da domani, 30 gennaio, riaprirà la piscina di viale Terme, chiusa da mesi per motivi di sicurezza legati alla vasca principale. Via libera quindi ai corsi in acqua, organizzati da Swim Castello, e all’attività sportiva libera, in campo al gestore Sogese, sotto al «pallone» montato sulla vasca esterna (650 mila euro di investimento). Apertura, inizialmente prevista a inizio gennaio, ritardata prima causa difficoltà sul reperimento dei materiali e poi per alcune certificazioni necessarie mancanti. (r.cr.)

Nella foto: le vasche sotto al «pallone» della piscina di Castel San Pietro

Piscina di Castel San Pietro, domani la riapertura sotto al «pallone»
Cronaca 25 Gennaio 2023

La piscina di Medicina non chiude: «Dal Comune un contributo importante per passare l’inverno»

Non è un momento storico felice per le piscine di tutta Italia, causa Covid prima e aumento delle bollette poi, e gli impianti del nostro territorio non ne sono esenti come dimostrano i casi di Castel San Pietro e Ozzano. Medicina, invece, pare essere l’eccezione che conferma la regola visto che la piscina di via Flosa (nella foto), coperta da una struttura pressostatica e composta da una vasca per bambini ed una per adulti, in questi ultimi mesi soggetti al caro bollette non ha mai chiuso nemmeno un giorno, anzi ha accolto diversi utenti che solitamente usufruivano dell’impianto castellano di viale Terme. Merito anche del contributo da circa 48 mila euro arrivato in questi giorni dal Comune ancora legato all’emergenza Coronavirus. Come si legge nella delibera la concessione è stata anche estesa di altri tre anni (fino al 13 maggio 2032).

«Le piscine sono tra gli impianti che maggiormente hanno sofferto negli ultimi tre anni, prima a causa del Covid e poi per l’aumento spropositato dei costi energetici – commenta il sindaco Montanari -. Per questo abbiamo deliberato un contributo straordinario e continueremo anche nel 2023 a sostenere le realtà sportive che rivestono un grande ruolo sociale».

Ovviamente soddisfatte anche le associazioni Nuovo Nuoto e Nuoto 051 che gestiscono l’impianto. «Grazie a questo aiuto riusciremo a restare aperti durante i costosi mesi invernali, garantendo la continuità del servizio – fanno sapere -. Tutti i gestori, pur avendo beneficiato di aiuti pubblici, hanno avanzato richieste alle Amministrazioni per fronteggiare l’emergenza.  Per questo è stato particolarmente  apprezzato lo sforzo e la sensibilità dimostrata dal Comune di Medicina. (r.cr.)

Nella foto: la piscina di Medicina

La piscina di Medicina non chiude: «Dal Comune un contributo importante per passare l’inverno»
Cronaca 22 Gennaio 2023

Piscina di Castel San Pietro, la riapertura slitta ancora

A Castel San Pietro continua la telenovela sulla riapertura della piscina di viale Terme. Dopo il rinvio del 9 gennaio, causa ritardi nel reperimento dei materiali, la data giusta salvo sorprese pareva essere quella di domani, lunedì 23 gennaio, come confermato anche da Sogese sul numero di «sabato sera» del 12 gennaio. E invece no, con i castellani che dovranno pazientare ancora un pò per rivedere partire le attività in acqua sotto al «pallone» esterno. «Le vasche sono calde e funzionanti – fa sapere il sindaco Tinti -, ma per riaprire dobbiamo prima risolvere un problema legato agli spazi e agli infissi nella parte preesistente dell’impianto. Abbiamo già la soluzione e se non alla fine di questa settimana, all’inizio della prossima la piscina tornerà ad essere fruibile per gli utenti». (r.cr.)

Foto dal Comune di Castel San Pietro

Piscina di Castel San Pietro, la riapertura slitta ancora
Cronaca 20 Gennaio 2023

A Ozzano domani riapre la piscina, il sindaco Lelli: «Continueremo a monitorare i costi»

Tutto pronto a Ozzano per la riapertura domani della piscina di via Naldi, chiusa un mese fa dal gestore Sogese, in sintonia con il Comune, a causa del caro bollette.  «Con il gestore Sogese abbiamo trovato una soluzione e così riusciremo a riaprire l’impianto, pur nell’ottica di dover continuamente monitorare i costi di gestione». (r.cr.)

Foto dalla pagina Facebook della piscina di Ozzano

A Ozzano domani riapre la piscina, il sindaco Lelli: «Continueremo a monitorare i costi»
Cronaca 15 Gennaio 2023

A Ozzano riapre la piscina, il sindaco Lelli: «Trovate con Sogese soluzioni per proseguire la stagione»

Un mese dopo la chiusura decisa dal gestore Sogese, in sintonia con il Comune, a causa del caro bollette, a Ozzano sabato 21 gennaio riaprirà la piscina. Di fatto con due settimane di anticipo rispetto alla data prevista inizialmente del 5 febbraio.

«Il periodo di chiusura non è stata una decisione semplice da prendere – afferma il sindaco Lelli -, ma fermarsi un attimo per valutare insieme il da farsi, analizzare i costi e confrontarsi con esperti del settore sulle possibili soluzioni era l’unica strada percorribile. Anticipando noi, come Amministrazione, il contributo annuale previsto da contratto in tre tranches, rivedendo in minima parte le tariffe da parte di Sogese e rifacendo i conti sulla base anche dell’evoluzione stagionale e delle previsioni dei costi delle utenze, riusciremo a riaprire l’impianto, pur nell’ottica di dover continuamente monitorare i costi di gestione. Sogese inoltre ha in programma ulteriori progetti per aumentare la possibilità di produrre energia a beneficio della struttura. Con le soluzioni messe in atto dovremmo riuscire a proseguire la stagione senza altre interruzioni». (r.cr.)

Nella foto: la piscina di Ozzano

A Ozzano riapre la piscina, il sindaco Lelli: «Trovate con Sogese soluzioni per proseguire la stagione»
Cronaca 5 Gennaio 2023

Piscina di Castello, rinviata l’apertura. Il commento di Comune e Sogese

Come paventato già da «sabato sera» nella giornata di ieri, il 9 gennaio riaprirà la palestra ma non la piscina di Castel San Pietro. A causa delle difficoltà di reperimento dei materiali per i lavori e delle chiusure dei fornitori durante le festività natalizie, a differenza di quanto comunicato un mese fa dall’Amministrazione comunale, slittano infatti la riapertura dell’impianto natatorio e la ripresa dei corsi sotto il «pallone» pressostatico montato sulla vasca esterna dopo i controlli eseguiti a settembre che avevano portato alla chiusura della vasca centrale interna. Un intervento dal costo di 650 mila euro.

«Abbiamo provato fino all’ultimo momento a rispettare i tempi annunciati – informa il sindaco Tinti – ma purtroppo c’è un lieve ritardo sulla tabella di marcia. Siamo molto dispiaciuti e ce ne scusiamo con gli utenti, ma è dovuto a cause indipendenti dalla nostra volontà come lo slittamento di una settimana nella consegna e montaggio del pallone pressostatico. Nei primi giorni della prossima settimana si completeranno le opere con la resinatura del piancito attorno alla piscina. La nuova data la daremo solo quando le opere saranno completate e le vasche funzionanti».

Sulla data qualche certezza in più arriva da Sogese, gestore dell’impianto. «L’obiettivo è il 23 gennaio – commenta il responsabile Nicholas Gozzi -. I ritardi non sono colpa di nessuno e penso si stia facendo un miracolo per la complessità del cantiere e per le varie situazioni che si sono venute a creare».

Intanto, sotto la supervisione dell’Ufficio tecnico comunale, la ditta incaricata sta completando in questi giorni gli ultimi dettagli: riempimento piscine interne, illuminazione interna, installazione del tunnel (sul lato dell’impianto del tennis), isolamento dell’impianto di riscaldamento, montaggio dei blocchi di partenza e corsie, la resinatura protettiva della pavimentazione (prevista dal 9 e all’11 gennaio), e pulizie varie. (r.cr.)

Nella foto: veduta aerea della piscina di Castel San Pietro e del «pallone» sulla vasca esterna

Piscina di Castello, rinviata l’apertura. Il commento di Comune e Sogese
Cronaca 4 Gennaio 2023

Piscina di Castello, il 9 gennaio riapre la palestra. Slitta l’apertura del «pallone»?

A Castel San Pietro è iniziato il conto alla rovescia per la riapertura della piscina di viale Terme, fissata per il 9 gennaio, grazie al pallone installato sulla vasca esterna. Intanto Sogese, gestore dell’impianto, ha annunciato che in quella data riaprirà la palestra, dopo i lavori di puntellamento della vasca interna. «In attesa di riaprire anche le vasche ripartiamo con un po’ di allenamento in palestra» fanno sapere.

Una frase, senza alcuna ulteriore precisazione, che fa intendere come la ripresa dell’attività in acqua, nonostante le rassicurazioni del Comune comunicate a dicembre in conferenza stampa, potrebbero slittare di qualche giorno. L’Amministrazione in tal senso oggi non ha rilasciato dichiarazioni, ma in un senso o nell’altro a breve l’enigma dovrà essere risolto. (r.cr.)

Nella foto: la palestra della piscina di Castel San Pietro

Piscina di Castello, il 9 gennaio riapre la palestra. Slitta l’apertura del «pallone»?
Cronaca 24 Dicembre 2022

Caro bollette, chiusa la piscina di Ozzano. Comune e Sogese: «Stop temporaneo una scelta inevitabile»

Dopo Castel San Pietro, tempi duri anche per la piscina di Ozzano, costretta alla chiusura da oggi, 24 dicembre, al 5 febbraio 2023. A spiegare le motivazioni, con un post sui social, è Sogese, la società che, oltre a quello castellano, gestisce anche l’impianto di via Nardi.

«Nonostante in questi mesi sia stato fatto il possibile per ridurre i consumi e razionalizzare al meglio l’organizzazione della gestione – si legge -, a causa del rincaro sul costo dell’energia aggravato dal mancato arrivo di contributi statali sui quali facevamo affidamento, ci vediamo costretti a sospendere il solo servizio piscina da oggi, 24 dicembre, al 5 febbraio 2023. Proseguiranno regolarmente tutte le attività della nostra palestra e sala pesi attrezzata, così come si svolgeranno i camp di Natale. La decisione è stata condivisa anche con l’Amministrazione comunale che è impegnata insieme a noi su più fronti per garantire un sostegno alla nostra attività. La sospensione per tutto il mese di gennaio è giustificata dal fatto che quel mese è storicamente quello che presenta una riduzione di frequenze e un maggior consumo di energia».

Ovviamente i corsi in acqua saranno sospesi per tutto il periodo della chiusura. «Le settimane di attività perse di questo primo quadrimestre – fanno sapere da Sogese – verranno fatte recuperare alla riapertura prorogando il periodo di iscrizione così da pareggiare le lezioni già saldate con la prima quota di iscrizione. I recuperi relativi al primo quadrimestre non ancora usati al 23 dicembre potranno essere prenotati e utilizzati regolarmente nelle settimane di proroga del corso entro il 26 febbraio e non verranno in alcun modo portati oltre tale data. Gli iscritti ai corsi di nuoto che desiderano continuare a praticare attività sportiva potranno frequentare la nostra palestra che rimarrà regolarmente aperta, usufruendo della tariffa giornaliera ridotta».

Sulla scelta è intervenuto anche il sindaco Luca Lelli. «Siamo dispiaciuti, ma comprendiamo la scelta dopo essere stati in costante contatto con Sogese in questi mesi. Per questo abbiamo dato l’ok alla chiusura temporanea, anche perché come Comune non siamo in condizione di aiutarli completamente. Qualche risorsa riusciremo a stanziarla, ma non abbastanza per permettergli di tenere sempre aperta la piscina». (r.cr.)

Nella foto: la piscina di Ozzano

Caro bollette, chiusa la piscina di Ozzano. Comune e Sogese: «Stop temporaneo una scelta inevitabile»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA