Posts by tag: raccolta

Cronaca 24 Aprile 2020

Da lunedì 27 aprile torna a regime il servizio di ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti, stazioni ecologiche aperte dal 4 maggio

Anche Hera si avvia ad aprire la «fase 2» dell”emergenza Covid-19. Da lunedì 27 aprile ripartirà, infatti, il servizio di raccolta rifiuti su appuntamento, che riguarda sfalci e potature, apparecchi elettrici ed elettronici e rifiuti ingombranti, mentre da lunedì 4 maggio riapriranno tutte le stazioni ecologiche gestite da Hera che erano state chiuse come misura di tutela dal Coronavirus.

Per quanto riguarda il servizio di ritiro a domicilio, sarà possibile di nuovo prenotarlo normalmente chiamando il Servizio clienti al numero 800 999 500 (la chiamata è gratis sia da fisso che da cellulare) dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18. Le 11 stazioni ecologiche del circondario imolese, insieme a quelle del resto del territorio di competenza di Hera, riapriranno invece regolarmente lunedì 4 maggio. Fino a quel giorno l”unica aperta nel nostro territorio resta quella di Imola, la più grande e dunque la più adatta a garantire le condizioni di sicurezza necessarie alla prevenzione del contagio. 

La ripresa dei servizi interrotti si svolgerà, comunque, nel rispetto delle limitazioni previste dalle varie ordinanze, a cominciare dal rispetto delle distanze fisiche. (r.cr.)

Nella foto la stazione ecologica di Imola

Da lunedì 27 aprile torna a regime il servizio di ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti, stazioni ecologiche aperte dal 4 maggio
Cronaca 1 Febbraio 2020

Raccolta rifiuti, a Medicina dal 3 febbraio verranno rimossi 42 cassonetti grigi per l'indifferenziata

Novità per la raccolta differenziata di Medicina. A partire dal 3 febbraio, infatti, verranno rimossi 42 cassonetti grigi per l’indifferenziato accessibili senza alcuna limitazione (aperti e privi di calotta), non inseriti all’interno di isole ecologiche di base. «Attualmente – spiegano in una nota congiunta Hera e Comune di Medicina – costituiscono un ricettacolo per gli abbandoni e i conferimenti impropri, in particolare da parte di imprese e cittadini di comuni adiacenti, essendo tutti posizionati in zone periferiche e isolate. Sono anche collocati in strade ad elevata percorrenza, con carreggiata limitata».

Da qui la scelta di eliminarli anche perché «già ora chi li utilizza per gettare correttamente il rifiuto lo fa recandosi sul posto in automobile. Una volta rimossi, saranno comunque a disposizione gli altri cassonetti a calotta già presenti sul territorio e collocati in postazioni più sicure». Inoltre, a sei cassonetti aperti, ma con già a fianco i contenitori per la raccolta differenziata (in via Fiorentina, via Nuova e via del Canale) sarà installata la calotta, a completamento del sistema adottato nel resto dell’area comunale. Il Comune di Medicina, infatti, nel 2015 fu il primo nel circondario a introdurre alcuni correttivi per stimolare la differenziata. Da allora, tuttavia, non sono stati fatti molti cambiamenti (mancano ancora le tessere e la raccolta dell’umido). (r.cr.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 30 gennaio

Raccolta rifiuti, a Medicina dal 3 febbraio verranno rimossi 42 cassonetti grigi per l'indifferenziata
Cronaca 29 Novembre 2019

Torna l'ultimo sabato di novembre la Colletta Alimentare in 44 punti vendita nel circondario imolese più Ozzano

E’ tutto pronto per la Giornata nazionale della Colletta alimentare. Chi andrà a fare la spesa domani, sabato 30 novembre, troverà infatti, nella stragrande maggioranza dei supermercati (sono 44 i punti vendita aderenti quest’anno all’iniziativa nel circondario imolese più Ozzano), i gilet gialli del Banco alimentare, impegnati nella 23ª edizione della ben nota raccolta solidale di alimenti a lunga conservazione destinati alle persone bisognose. Un rito che nella nostra regione, nel 2018, ha coinvolto poco meno di 20 mila volontari in 1.164 punti vendita. Un anno fa, la giornata ha permesso di raccogliere quasi 844 tonnellate di prodotti, che sono poi stati successivamente redistribuiti a mense e associazioni convenzionate a beneficio delle famiglie assistite.

«Per noi il gesto della Colletta alimentare – ha dichiarato il presidente della Fondazione Banco alimentare, Giovanni Bruno, nel presentare l’edizione 2019 dell’iniziativa – ha innanzitutto una valenza educativa che dà senso all’azione sociale. La Colletta alimentare ci educa e testimonia a tutti che è possibile cambiare pezzi di vita, restituirli alla dignità e alla speranza, spezzando l’indifferenza. Vogliamo ricordare a noi stessi, ai volontari che si adoperano per renderla possibile, e quindi a tutti i nostri concittadini, che solo la gratuità, la solidarietà e il dono rendono realmente umana la convivenza civile e vincono l’indifferenza, causa vera di tante ingiustizie. Per questo proponiamo a tutti di partecipare alla Colletta, gesto semplice di straordinaria solidarietà e carità».

Le modalità di svolgimento della Colletta sono le stesse degli altri anni: all’ingresso dei punti vendita, i volontari consegneranno ai clienti i sacchetti per gli alimenti, che dovranno essere a lunga conservazione per poter essere stoccati nei magazzini del Banco (a Zello, lo ricordiamo, si trova il magazzino principale del Banco Emilia Romagna) ed essere poi consegnati in un secondo tempo, in qualche caso anche a distanza di alcuni mesi. I generi oggetto della raccolta sono, in particolare, alimenti per l’infanzia, tonno in scatola, riso, olio, legumi, sughi e pelati, biscotti. (r.cr.)

Torna l'ultimo sabato di novembre la Colletta Alimentare in 44 punti vendita nel circondario imolese più Ozzano
Economia 2 Ottobre 2019

Il consorzio Astra lancia un nuovo servizio e porta la raccolta differenziata dei rifiuti nei cantieri

«Cantiere pulito» è la nuova opportunità che il consorzio di servizi ambientali Astra, da vent’anni specializzato anche ne ltrasporto e smaltimento rifiuti così come nella gestione di impianti di recupero, offre da ottobre ai cantieri edili. «Con questo servizio – spiega il direttore di Astra, Boris Pesci  -ci focalizziamo sulle tipologie di materiali che nessuno vuole, né nei semplici impianti di recupero macerie né all’isola ecologica, cioè rifiuti misti da cantiere edile (plastica, legno, cartone, polistirolo e vetroresina), cartongesso, lana di vetro e di roccia, guaina bituminosa. Noi riusciamo a recuperare questi rifiuti presso i nostri impianti, a parte la lana di vetro o di roccia e la guaina bituminosa, che rientrano nella tipologia dei rifiuti pericolosi e che inviamo a smaltimento prevalentemente in Germania».

I restanti materiali, una volta trattati, possono essere avviati a una seconda vita. «Il misto di cantiere lo recuperiamo all’80-90 per cento- dettaglia Pesci -, il cartongesso al 95 per cento. Rispetto all’analogo servizio che proponevamo qualche anno fa, la novità è che abbiamo sviluppato la logistica e possiamo quindi fare dei prezzi più competitivi». Cantiere pulito prevede la consegna al cliente di sacconi omologati (big bags) che vengono poi ritirati direttamente dal cantiere con camion gru e portati negli impianti autorizzati allo stoccaggio e al recupero dei consorziati Astra. Sul nostro territorio, ad esempio,si tratta di Recter, che a Imola ha impianti in via Lughese e Laguna, Remaind di Mordano ed Ecoser di Castenaso, ma con un impianto di stoccaggio anche a Riolo.  (lo.mi.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 26 settembre

Nella foto Boris Pesci e Remo Camurani, direttore e presidente di Astra

Il consorzio Astra lancia un nuovo servizio e porta la raccolta differenziata dei rifiuti nei cantieri
Cronaca 13 Aprile 2018

Raccolta rifiuti, parte domani a Castello la posa dei nuovi cassonetti

Partirà domani e terminerà il 24 aprile la posa dei nuovi cassonetti per la riorganizzazione della raccolta dei rifiuti urbani nel Comune di Castel San Pietro. Complessivamente saranno 148 le nuove isole ecologiche di base sul territorio, per un totale di 884 contenitori.

Le operazioni partiranno da Osteria Grande e ogni isola ecologica è costituita da cassonetti e campane per la raccolta dei materiali provenienti dalle principali raccolte differenziate (carta/cartone, potature, plastica/lattine, vetro, organico) e dal cassonetto per l’indifferenziato che sarà dotato di calotta. Durante la fase di posizionamento tutti i contenitori saranno utilizzabili senza l”utilizzo delle tessere Smeraldo.

Dall”8 maggio in poi, invece, tutti i contenitori, a eccezione del vetro, saranno apribili solo con l’apposita tessera fornita in dotazione. Chi, per caso, ne fosse ancora sprovvisto la può ritirare, insieme al kit per utilizzare i nuovi servizi (opuscolo informativo, il bidoncino e i sacchetti per la raccolta dell’organico, una dotazione di sacchetti per la raccolta dell’indifferenziato), agli sportelli tessere permanenti, aperti in Municipio (Piazza XX Settembre 3) tutti i mercoledì dalle 9 alle 12 e al Centro civico di Osteria Grande, in via Broccoli 40, aperto tutti i martedì dalle 15 alle 18.

r.c.

Nella foto: raccolta differenziata a Osteria Grande

Raccolta rifiuti, parte domani a Castello la posa dei nuovi cassonetti

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast