Posts by tag: santerno

Sport 10 Agosto 2021

Successo per «La Pedalata delle Stelle» sulla ciclopista del Santerno – Le immagini più belle

Successo per la prima edizione de «La Pedalata delle Stelle» organizzata da Marco Selleri della Nuova Ciclistica Placci. Sono stati, infatti, più di cento gli appassionati delle due ruote che si sono ritrovati sulla ciclopista del Santerno ed hanno pedalato, da Mordano e Castel del Rio, sui due percorsi in programma (corto 68,8 km, lungo 87,2 km). La partenza era fissata alle 20. (r.s.)

Foto Isolapress

Successo per «La Pedalata delle Stelle» sulla ciclopista del Santerno – Le immagini più belle
Sport 31 Luglio 2021

Ciclismo, nel fine settimana il Gp Fabbi all’autodromo con mille giovani promesse

Torna il Gp Fabbi Imola, una delle principali manifestazioni ciclistiche giovanili in Italia, che quest’anno taglia il traguardo della 25a edizione. La sinergia tra Ciclistica Santerno Fabbi, società organizzatrice, e autodromo Enzo e Dino Ferrari è ormai consolidata e, negli anni Novanta, ha aperto la strada a un ciclismo giovanile praticato in totale sicurezza, lontano dal traffico e in strutture polivalenti.

Quest’anno sono già iscritti oltre 900 ragazzi e ragazze tra i 6 e i 16 anni, che si sfideranno oggi, sabato 31 luglio (Giovanissimi, a partire dalle ore 9.30) e domani, domenica 1 agosto (Esordienti dalle ore 9; Allievi dalle ore 15.30). Gli iscritti provengono da 12 regioni, in rappresentanza di circa 90 società sportive. (ma.ma.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 29 luglio.

Nella foto: l’edizione 2019 del Gp Fabbi, l’ultima disputata a causa del Covid. In pista ci sono gli Esordienti

Ciclismo, nel fine settimana il Gp Fabbi all’autodromo con mille giovani promesse
Cronaca 8 Giugno 2021

Giovane poiana ferita salvata sul lungofiume a Imola

A seguito di diverse segnalazioni da parte di cittadini, una pattuglia della polizia locale della Città metropolitana di Bologna è intervenuta ieri pomeriggio in soccorso di una giovane poiana che da ore si trovava su alcuni arbusti molto vicini all’acqua nel lungofiume Santerno a Imola, e non riusciva a prendere il volo.

Gli agenti della Zona 6 di Imola giunti sul posto, grazie a imbragatura e fune di sicurezza, sono riusciti ad avvicinare il volatile ed a catturarlo senza procurare ulteriori danni. L’intervento si è svolto con il supporto e la collaborazione dei vigili del fuoco e delle guardie ecologiche volontarie.

L”animale, impaurito ma vivace, è stato affidato alle cure del centro di recupero specializzato in rapaci del dottor Avoni che ha riscontrato il danneggiamento importante delle penne dell”ala sinistra. Secondo il veterinario cure appropriate e una convalescenza forse piuttosto lunga, dovrebbero comunque garantirne la guarigione e il ritorno in natura. (r.cr.)

Nella foto: la poiana ferita

Giovane poiana ferita salvata sul lungofiume a Imola
Cronaca 10 Aprile 2021

Ciclopista del Santerno, le impressioni dell’ex pro Michele Coppolillo

Michele Coppolillo è stato un ciclista professionista dal 1991 al 2001, tra i più apprezzati dai tifosi per la generosità dimostrata nelle fughe e nel lavoro per i propri capitani. Michele pedala ancora spesso, condividendo con i propri follower sui social foto e video delle sue pedalate.

Così è stato anche pochi giorni fa con un video realizzato con il proprio telefono sulla nuova ciclopista del Santerno, quasi ultimata nei suoi 44 chilometri tra Mordano e Castel del Rio. Gli abbiamo chiesto un parere da esperto, considerando anche la sua vocazione da cicloturista, i trascorsi da assessore allo Sport del Comune di Dozza e il suo attuale incarico da direttore tecnico di #inEmiliaRomagna Cycling Team, progetto di sport e marketing territoriale promosso nel 2019 da Apt Servizi e Consorzio Terrabici per promuovere il territorio attraverso l’attività di un team agonistico U23.

Prime impressioni?

«Secondo me è un’opera meravigliosa. Per prima cosa, consente di muoversi in sicurezza, lontano dal traffico, alla scoperta della valle del Santerno. Per chi è di Imola o di un Comune del circondario è una occasione per conoscere tratti di lungofiume inesplorati a pochi passi da casa. E poi ha un grande potenziale per lo sviluppo turistico del nostro territorio». (ma.ma.)

Nella foto: Michele Coppolillo 

Ciclopista del Santerno, le impressioni dell’ex pro Michele Coppolillo
Cronaca 7 Aprile 2021

Bilanci e difficoltà dei quattro Comuni della Vallata del Santerno

Sono Bilanci condizionati dalla situazione di pandemia ormai in atto da oltre un anno quelli dei quattro Comuni della Vallata del Santerno. Al momento, solo Casalfiumanese ha completato l’iter di approvazione del budget comunale per il 2021 e annesso piano degli investimenti, mentre gli altri tre provvederanno entro il mese di aprile. Bilanci da pandemia, diceva- mo, certamente per quanto riguarda le scelte fiscali e tariffarie.

Nessuno dei quattro Comuni ha ritoccato le aliquote Imu e addizionale comunale Irpef, che restano pertanto invariate a quelle in vigore nel 2020: sul versante Imu l’aliquota ordinaria resta al 10,6 per mille di Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice e al 9,6 di Castel del Rio, mentre l’addizionale Irpef va dallo 0,70% di Castel del Rio e Fontanelice allo 0,80% di Casalfiumanese, passando dallo 0,75% di Borgo Tossignano .Invariate, inoltre, le tariffe dei servizi scolastici. (mi.ta.)

Approfondimenti su «sabato sera» dell’1 aprile.

Bilanci e difficoltà dei quattro Comuni della Vallata del Santerno
Cronaca 24 Marzo 2021

Rinviata al 2022 la decima edizione della Fiera agricola del Santerno

La decima edizione della Fiera agricola del Santerno, che si sarebbe dovuta svolgere il prossimo giugno, è stata annullata e rinviata al 2022, come accaduto già lo scorso anno. A deciderlo la Giunta comunale, visto il perdurare dell’emergenza Covid-19, dopo avere sentito il servizio igiene pubblica dell’Ausl di Imola, che ritiene che ad oggi non vi siano le condizioni per programmare l’evento. Allo stesso modo, è stata scartata anche l’ipotesi di programmarla nell’ultimo fine settimana di agosto, sempre su parere del servizio igiene pubblica, considerando che vi possano essere le condizioni, ma non la certezza di poter svolgere un evento con grande affluenza di pubblico. Scartata anche l”alternativa di realizzare un’edizione in forma “ridotta” della manifestazione, in quanto non accoglierebbe la totale approvazione delle realtà partecipanti.

La decisione di annullare l’edizione 2021 e rinviarla al prossimo anno è stata presa dall’Amministrazione comunale dopo avere sentito sia il Consorzio Canale dei Molini, partner del Comune di Imola sin dalla prima edizione, sia le associazioni agricole Coldiretti, Cia, Confagricoltura e Unione Generale Coltivatori, che l’hanno condivisa. In alternativa all’edizione a giugno 2021, comunque, Comune, Consorzio Canale dei Molini ed associazioni agricole hanno concordato di programmare piccoli eventi e azioni che portino a “traghettare” verso l”edizione 2022 della Fiera Agricola del Santerno, attraverso eventi trasmessi online ed appuntamenti da affiancare ad altri eventi che verranno eventualmente realizzati nel 2021.

«Abbiamo fatto tutte le valutazioni sull”opportunità e sulla sicurezza e ci siamo confrontati – ha commentato l’assessore Raffini – La Fiera Agricola del Santerno, che normalmente si svolge nel secondo fine settimana di giugno, ha un impianto organizzativo che deve partire molti mesi prima e come si sa ha raccolto fino a 40 mila persone in due giorni e mezzo. E” una festa di popolo, per famiglie che intervengono numerose per comprare prodotti agricoli del territorio, far partecipare i bambini ai laboratori, in un luogo sicuro, infine gustare le diverse specialità di tutto il Circondario. Sia per le condizioni odierne che per le previsioni ci sono ancora troppe incertezze e non possiamo permetterci rischi legati all”affluenza certa che questo tipo di manifestazione richiama. Siamo fiduciosi che per il 2022 si potrà realizzare nuovamente la Fiera rendendola ancora più attraente». (da.be.)

Nella foto: un’edizione passata della Fiera agricola del Santerno

Rinviata al 2022 la decima edizione della Fiera agricola del Santerno
Cronaca 14 Dicembre 2020

Perché i pesci sono solo in certe zone del fiume Santerno?

Covid permettendo, prenderà il via in primavera il progetto per la sostenibilità ittica del fiume Santerno sviluppato dal biologo Gianluca Zuffi su richiesta dell’Asp Valsanterno. La campagna di crowdfunding lanciata attraverso la piattaforma IdeaGinger per raccogliere i 3.000 euro necessari per far partire il monitoraggio, infatti, si è conclusa con successo, grazie al contributo di novanta sostenitori e della Bcc ravennate, forlivese e imolese, che si è mostrata disponibile a finanziare il progetto per il 20% (pari a 600 euro) al raggiungimento della soglia dei 2.400 euro.

Ora, «il biologo, con cadenza mensile, deciderà i campionamenti in base alla stagionalità, più che seguendo un vero e proprio calendario – spiega Andrea Bordini dell’associazione –, ed eseguirà uno studio sulla popolazione ittica in determinati punti del fiume, compresi tra i comuni di Borgo Tossignano e Fontanelice». L’obiettivo è quello di «capire, in base a queste analisi, cosa spinge i pesci a concentrarsi in alcuni punti e ad evitarne altri – aggiunge –. Dopo anni di ripopolamenti, attraverso le immissioni nel fiume dei pesci recuperati durante le varie secche per manutenzione dei canali attorno al Santerno, ci siamo resi conto che il pesce non si distribuisce in modo omogeneo. Cosa che, invece, qualche anno fa, diciamo prima dei lavori della Tav, avveniva sempre». (lu.ba.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 10 dicembre

Nella foto: pescatori dell’Asp Valsanterno

Perché i pesci sono solo in certe zone del fiume Santerno?
Cronaca 11 Dicembre 2020

Alberi lungo il tracciato e una mappa per valorizzare Santerno e ciclopista

Continua il percorso partecipativo dell’associazione Ge@Lab per la valorizzazione della ciclopista del Santerno che collegherà Mordano con Castel del Rio. «Il 16 novembre è stato pubblicato il bando Partecipazione 2020 della Regione Emilia Romagna – spiega Giacomo Buganè, presidente dell’associazione –. Con uno sforzo unitario, abbiamo la possibilità concreta di pervenire a risultati apprezzabili. La scadenza è il 16 dicembre. Rimane poco tempo, ma ce la possiamo fare».

E mentre la proposta originaria di mettere a dimora alcune varietà di alberi autoctone lungo il tracciato va avanti, attraverso un primo contatto con i vivai del territorio e un confronto su alcuni tratti in cui intervenire, si aggiunge la proposta di una cartografia digitale del percorso della ciclopista e della vallata. «La prima idea è quella di una mappa topografica tematica escursionistica – spiega Massimo Gherardi, responsabile del settore Gis/ Cartografia di Boreal Mapping, società che collabora con Ge@Lab da tempo –, da declinare in versione digitale georeferenziata che l’utente potrebbe scaricare scansionando un codice QR pubblicato sulla cartellonistica presente lungo la ciclopista». Dalle esperienze alla riserva nazionale di Horsh Eden in Libano e con il Villaggio della Salute Più di Monterenzio arriva la seconda proposta di «un pacchetto informativo-geografico per Google Earth – aggiunge Gherardi –, scaricabile attraverso i portali istituzionali dei Comuni o del Circondario/delle Unioni dei Comuni, con una toponomastica di dettaglio e i dati di viaggio (lunghezza, dislivello, tempo di percorrenza medio) del tracciato o delle singole tappe». (lu.ba.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 10 dicembre. 

Nella foto (Isolapress): un tratto della ciclopista appena realizzata nella vallata del Santerno

Alberi lungo il tracciato e una mappa per valorizzare Santerno e ciclopista
Cronaca 13 Novembre 2020

A piedi o in bici lungo la ciclopista del Santerno, il punto sui lavori

Diversi tratti sono già completati, alcuni aperti e già molto usati da chi vuole camminare o pedalare tra la natura, altri soprattutto a valle saranno aperti dove possibile, ma si dovrà aspettare comunque la primavera-estate del 2021 per vedere la conclusione della ciclopista del Santerno, che collegherà Mordano con Castel del Rio passando da Imola (a partire da via degli Orti), Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice.

Un’opera da oltre 3 milioni di euro, dei quali 2,6 milioni finanziati da Bando periferie e i restanti 914 mila direttamente dai Comuni interessati (563 mila euro toccano a Imola), che sta realizzando la Tmg Srl di Berbenno di Valtellina, in provincia di Sondrio. (mi.ta.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 12 novembre.

Nella foto (Isolapress): uno dei guadi su blocchi di arenaria

A piedi o in bici lungo la ciclopista del Santerno, il punto sui lavori

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast