Posts by tag: scuole

Cronaca 25 Maggio 2021

A Castel San Pietro il centro giovanile apre nelle ex scuole di via Tosi

L’importanza per gli adolescenti di potersi frequentare. Un passatempo che anche con la pandemia ha sempre trovato un modo, anche on line, per riunire i ragazzi. Ora, però, a Castel San Pietro il centro giovanile del capoluogo ha trovato finalmente la sua collocazione nelle ex scuole Alberghetti (da ultimo utilizzate dall’alberghiero Scappi) di via Remo Tosi e le prime attività sono in programma già dall’estate.

Finora, infatti, se nella frazione di Osteria Grande è attivo il centro giovanile Pegaso, per il capoluogo l’Amministrazione comunale era in cerca di uno spazio idoneo tenuto conto delle prescrizioni imposte dall’emergenza. Adesso le attività per i giovani troveranno sede nei vecchi laboratori di informatica in via Tosi, vuoti come l’intero complesso scolastico dal 2019 (solo la palestra è utilizzata), da quando il numero degli iscritti allo Scappi si è notevolmente ridotto. «L’emergenza Covid ha reso necessario individuare nuovi spazi da destinare ad attività di aggregazione giovanile, idonei a garantire il distanziamento e il rispetto delle normative di sicurezza per limitare la diffusione del contagio, sia per una programmazione di recupero delle iniziative sospese a causa dell’emergenza sanitaria sia per un utilizzo permanente quando questa fase sarà conclusa» dice Fabrizio Dondi, assessore per le Politiche giovanili di Castello. (r.f.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 20 maggio.

Nella foto: l’assessore Fabrizio Dondi

A Castel San Pietro il centro giovanile apre nelle ex scuole di via Tosi
Cronaca 22 Maggio 2021

«Concorso Ezio Pirazzini», all’autodromo la premiazione dell’ottava edizione. I nomi degli studenti vincitori

Si è svolta ieri, venerdì 21 maggio, nella sala stampa dell’Autodromo di Imola la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione del concorso «Ezio Pirazzini, protagonista di una passione», aperto a tutti gli studenti delle scuole superiori del circondario. Dedicato alla memoria del famoso giornalista sportivo imolese, l’edizione 2021 aveva come sottotitolo «Dal nostro inviato alle Olimpiadi: anche nell”era digitale lo sport come occasione di pace». Il concorso è stato come sempre organizzato dall’associazione nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia con Gianfranco Bernardi e il presidente della sezione di Imola, Moreno Grandi insieme alla figlia Gabriella Pirazzini e ad amici e colleghi del giornalista, ovvero Marco Isola e Vinicio Dall’Ara, e la giuria specializzata: giornalisti e colleghi più cari di «Pirezio» quali Pino Allievi, Raffaele Dalla Vite, Renato D’Ulisse e Beppe Tassi.

 Il concorso, diviso nelle due categorie «articolo» e «prodotto multimediale», prevedeva premi in denaro per gli studenti vincitori: al primo classificato 300 euro; 200 euro al secondo e 100 euro al terzo; inoltre, sono previsti premi speciali per i lavori menzionati mentre a tutte le scuole degli studenti partecipanti è andato un contributo di 200 euro. Gli elaborati, sia per la sezione «articolo» che per la sezione «multimedia» sono stati tantissimi, e tutti prodotti dai ragazzi e dalle ragazze in piena pandemia, quindi con tutte le difficoltà di realizzazione e confronto. E le centinaia di partecipazioni sono state non solo numerose ma di altissima qualità e originali. 

Ecco tutti i premiati:

Vincitori sezione «articolo»: 1° classificato Antonio Lefons (3a liceo scienze umane); 2° classificato Francesco Rossignuolo (1G linguistico); 3° Classificato pari merito Giorgia Salvatori (4G linguistico Alessandro da Imola), Chiara Linguerri e Sofia Zevola (2D Linguistico), Maria Morra (3a liceo scienze umane). Premio speciale del comitato a Francesco Asprella Libonati (1a liceo economico sociale). Menzioni a Simone Tosi (4G Paolini), Luca Raggi (1G linguistico) Rango Rossi Galeotti (1D linguistico) e Riccardo Dall’Osso (5a liceo scientifico).

Vincitori sezione «multimedia»: 1° classificato Irene Mascioli e Noemi Ameli (2C Istituto Alberghiero Bartolomeo Scappi di Castel San Pietro): 2° classificato Giulia Ropa (4G Paolini); 3° pari merito Irina Castano, Alessandro Bugamelli, Silvia Di Vita (4E liceo linguistico), Chiara Filippone e Assia Hamraoui (2BC Ghini). Menzioni a Marcello Filippone, Davide Palmisano, Davide Foschini, Luca Buscaroli, Gabriele Di Modica (2AC Istituto Ghini); Giacomo Vannini, Filippo Veroli, Alex Pirazzoli, Alessio Francia (2C Ghini); Aurora Blumetti e  Francesca Dosi (2D linguistico); Ambra Cani (5G  Paolini); Carolina Di Gennaro, Alexia Man, Letizia Serasini, Giorgia D’Angeli e Marta Pirazzini (1D Alessandro da Imola). (r.cr.)

Nella foto (Isolapress): la cerimonia di premiazione

«Concorso Ezio Pirazzini», all’autodromo la premiazione dell’ottava edizione. I nomi degli studenti vincitori
Cultura e Spettacoli 29 Aprile 2021

«Mente Locale Young», al via il concorso di produzione audiovisiva per le scuole. In gara anche il film del liceo Rambaldi Valeriani

Tutto pronto, dal 3 al 9 maggio, per la prima la prima edizione di «Mente Locale Young – Le scuole italiane raccontano il territorio», il concorso nazionale organizzato da Carta|Bianca Aps e finanziato da Mic e Miur che seleziona il meglio della produzione audiovisiva realizzata dalle scuole italiane in tema di racconto del territorio. L’evento sarà visibile in streaming gratuito sul sito di Docacasa. Tra i 14 film finalisti (sui 141 presentati) anche quello realizzato dal Liceo Rambaldi-Valeriani di Imola, dal titolo «In medio stat Imola». «Esiste davvero un confine tra Emilia e Romagna? Muovendo da una domanda che può apparire banale, il documentario esplora concetti più ampi, indagando l’origine dei confini, la loro labilità e la ricchezza culturale delle zone di frontiera e di passaggio» si legge nella presentazione del film.

Circa 700 studenti di istituti secondari di primo e secondo grado provenienti da tutta Italia, invece, comporranno la giuria «Young» che nei mesi di marzo e aprile hanno seguito il percorso didattico online, previsto dal festival, sul tema del linguaggio audiovisivo e della critica cinematografica e che assegneranno un premio di 500 euro al miglior film. Al loro fianco la giuria professionale «Senior» formata dal  critico cinematografico e professore universitario Roy Menarini, dalla regista, sceneggiatrice e produttrice Enza Negroni e dal filmaker, saggista e docente Riccardo Palladino. Questa giuria assegnerà tre premi, tutti e tre del valore di 500 euro: uno alla miglior opera in concorso, uno alla miglior recensione scritta dagli studenti delle medie ed uno alla miglior recensione scritta dagli studenti delle superiori.

Grazie alla collaborazione con Cefa Onlus ci sarà anche una terza giuria composta da giovani tunisini di età compresa tra gli undici e diciassette anni, coinvolti nei progetti di formazione cinematografica delle associazioni partner Cefa ArtRue e Sentiers-Massarib, che ha seguito lo stesso percorso didattico delle altre giurie «Young», in lingua francese. La valutazione delle opere da parte degli studenti tunisini si sommerà a quello delle giurie Young degli studenti italiani. Anche la giuria Cefa concorrerà al premio per la miglior recensione, insieme alle giurie formate dagli studenti delle scuole medie.

La premiazione si svolgerà sabato 8 maggio alle ore 11, sempre in streaming, su Docacasa.it nella sezione «eventi live» della piattaforma. (r.cr.)

Nella foto: studenti del liceo Rambaldi-Valeriani durante le riprese del film 

«Mente Locale Young», al via il concorso di produzione audiovisiva per le scuole. In gara anche il film del liceo Rambaldi Valeriani
Cronaca 15 Marzo 2021

Scuole di Sesto Imolese, mercoledì i lavori per migliorare la sicurezza dell’accesso

Saranno realizzati mercoledì 17 marzo i lavori per migliorare la sicurezza dell’accesso di studenti e famiglie alle scuole primaria e secondaria di primo grado di Sesto Imolese, a seguito di una richiesta del Comitato Genitori Scuole della frazione e della dirigente scolastica dell’IC1 Angela Rita Iovino, pervenuta al Comune di Imola a metà dicembre, che manifestava problemi di sicurezza all’ingresso e all’uscita degli studenti, causa il traffico veicolare e la sosta delle auto.

L’amministrazione comunale si è così attivata con Area Blu e polizia Locale al fine di individuare gli interventi utili a ridurre tale problematica e mettere  a punto la soluzione che sarà appunto realizzata a breve. In particolare, l’intervento prevede la riduzione a 30km/h del limite di velocità del tratto di via San Vitale in corrispondenza della scuola; la rimozione dei parcheggi ora previsti a lato del percorso pedonale che costeggia la stessa, che diventeranno un ampliamento dell’area pedonale utile a mantenere il distanziamento di studenti, studentesse e famiglie in ingresso e in uscita dalla scuola. A questo si aggiunge il ripristino della segnaletica a terra, utile a rimarcare le due corsie ciclabili esistenti ai due lati della carreggiata e l’attraversamento pedonale, così da garantire un percorso in sicurezza per chi arriva a scuola a piedi o in bicicletta. (da.be.)

Nella foto: la scuola di Sesto Imolese 

Scuole di Sesto Imolese, mercoledì i lavori per migliorare la sicurezza dell’accesso
Economia 10 Marzo 2021

Vitamina C, torna nelle scuole in versione digitale il progetto per giovani cooperatori

Prenderà il via domani, in versione on line, «Vitamina C – Cooperazione, condivisione e cultura di impresa», il concorso promosso da Alleanza delle cooperative italiane Imola per premiare progetti di autoimprenditorialità cooperativa sviluppati dagli studenti delle classi quarte degli istituti superiori imolesi. La nuova edizione coinvolgerà, in via eccezionale, anche le attuali classi quinte che avevano chiesto di partecipare nel corso dell’anno scolastico 2019/20 e che causa lockdown non hanno potuto completare il percorso. In totale le classi coinvolte saranno 32.

La versione digitale di Vitamina C prevede, a partire dall’11 marzo, nove incontri formativi fino a metà maggio. Seguirà la parte progettuale, che si svolgerà attraverso una piattaforma on line. «Il contributo degli studenti è fondamentale per cambiare la nostra società – spiegano  gli organizzatori -. È importante la loro visione del futuro ed è importante la loro capacità di individuare i nuovi bisogni della nostra società e di creare nuove possibilità di crescita e di sviluppo per il nostro territorio, che consentano anche di generare nuovi posti di lavoro. Per costruire una società più equa, più sostenibile dal punto di vista sia ambientale che sociale, e più responsabile». (lo.mi.) 

Approfondimenti su «sabato sera» dell’11 marzo 

Nella foto: i vincitori dell’edizione 2019 di Vitamina C

Vitamina C, torna nelle scuole in versione digitale il progetto per giovani cooperatori
Cronaca 5 Marzo 2021

Coronavirus, a Castello la giunta riduce le rette dei servizi educativi e scolastici

In seguito alla sospensione delle attività educative e didattiche in presenza a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, come avvenuto anche l’anno scorso nella prima fase dell’epidemia, la Giunta comunale di Castel San Pietro ha deliberato la riduzione delle rette dei servizi in proporzione ai periodi non fruiti dagli utenti, rapportati ai giorni effettivi di apertura previsti dal calendario scolastico. Il provvedimento riguarda i servizi comunali a domanda individuale dei nidi d’infanzia e del trasporto scolastico, ed è valido anche per eventuali future sospensioni e chiusure disposte dalle autorità competenti fino al termine dell’emergenza sanitaria. Per la riduzione delle rette del servizio di refezione scolastica, è prevista una successiva specifica delibera.

«La chiusura delle scuole e degli asili nido, resasi purtroppo necessaria a causa dell’alta circolazione del virus fra la popolazione in età scolare, rappresenta già un grosso sacrificio richiesto a bambini, ragazzi e genitori – sottolinea l’assessora alla Scuola e al Welfare, Giulia Naldi –. Ridurre le rette dei servizi comunali a domanda individuale in proporzione con la loro sospensione non solo era doveroso, ma rappresenta anche un ulteriore passo all’interno del percorso con cui  l’Amministrazione ha scelto di non gravare ulteriormente sulle famiglie, già messe a dura prova dal perdurare dell’epidemia e che culminerà entro la primavera con il fondo comunale a sostegno di quei nuclei che stanno subendo gli effetti negativi di una crisi economica senza precedenti».
 
Per informazioni: Ufficio Scuola tel. 051 6954122.

Coronavirus, a Castello la giunta riduce le rette dei servizi educativi e scolastici
Cronaca 3 Marzo 2021

Coronavirus, in zona «rossa» barbieri e parrucchieri chiusi da sabato 6 marzo

Domani tutta l’area metropolitana di Bologna (Imola e circondario compresi) entrerà in zona «rossa». Chiuse, quindi, le attività economiche non essenziali. In attesa che la Regione emetta l’ordinanza con un elenco delle attività che potranno tenere aperto e quelle no, la notizia è che barbieri e parrucchieri abbasseranno la serranda da sabato 6 marzo e non quindi da domani. (da.be.)

Foto d’archivio

Coronavirus, in zona «rossa» barbieri e parrucchieri chiusi da sabato 6 marzo
Cronaca 3 Marzo 2021

Coronavirus, nidi e materne chiusi da lunedì 8 marzo in tutta l’area metropolitana di Bologna

Domani, come noto da ieri sera, tutta l’area metropolitana di Bologna (Imola e circondario compresi) entrerà in zona «rossa». Pochi minuti fa in conferenza stampa, però, il sindaco metropolitano Virginio Merola, a differenza di quanto comunicato in precedenza, ha annunciato che nidi e materne (esclusivamente questi ordini) saranno chiusi da lunedì 8 marzo e non appunto da domani. «Per lasciare alle famiglie la possibilità di organizzarsi» ha spiegato Merola. (da.be.)

Foto d’archivio

Coronavirus, nidi e materne chiusi da lunedì 8 marzo in tutta l’area metropolitana di Bologna
Cultura e Spettacoli 28 Febbraio 2021

Dal Carnevale agli spettacoli, dal teatro per i bimbi alla musica: le iniziative a Castel San Pietro viaggiano sul web

Dodici contributi audiovisivi raccolti in una playlist tematica. Sono i lavori, visibili sul canale YouTube del Comune di Castel San Pietro, inviati dalle scuole materne, elementari e medie sul tema «A Carnevale ogni rima vale» proposto dall’assessorato alla Cultura per il periodo festoso appena trascorso. I video sono disponibili, anche ora che il Carnevale è terminato, nel canale YouTube del Comune, che riunisce tante proposte rivolte a diverse fasce d’età, per grandi e per piccoli. Per questi ultimi, c’è un video della rassegna «BimbIATeatro» che contiene spezzoni di esibizioni di Alvalenti, Microband, Mago Megi, Gulliver e Gaby Corbo, collegati da interventi dalla platea del teatro a cura di Davide Dalfiume e di una coppia di artisti.

Alcune tra le proposte riguardano ancora il Carnevale con video dell’associazione culturale Terra Storia Memoria, a cura di Fabio Avoni e Giorgia Bottazzi, che ripercorre la storia del Carnevale castellano, e quello del Corpo Bandistico di Castel San Pietro Terme. (r.c.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 25 febbraio.

Nella foto: Davide Dalfiume in «C’era una volta il teatro»

Dal Carnevale agli spettacoli, dal teatro per i bimbi alla musica: le iniziative a Castel San Pietro viaggiano sul web
Cronaca 24 Febbraio 2021

Coronavirus, da domani scuole chiuse. I sindacati: «Chi starà a casa con i bambini in dad? Reintrodurre subito i congedi straordinari»

Da domani, giovedì 25 febbraio, con l’introduzione della zona «arancione scura» a Imola e in tutto il circondario le scuole rimarranno chiuse, ad eccezione degli asili nido e delle materne. Ma chi starà a casa con i bambini che saranno in didattica a distanza? A sollevare il tema i sindacati Cgil, Cisl e Uil.

«La tutela della salute deve essere la priorità di tutti. Detto questo, nel momento in cui si decide di intervenire per scongiurare l’incremento dei contagi da Covid-19 in determinate aree a rischio, bisogna accompagnare le misure di lockdown con adeguati interventi, sia per quanto riguarda i ristori delle attività economiche sospese o limitate, sia per la conciliazione dei tempi di vita e lavoro delle famiglie. Per due settimane le attività economiche proseguiranno come da zona arancione “semplice”, ma chi starà a casa con i bambini che saranno in dad? Non tutti i genitori possono lavorare in smartworking e attualmente non sono previsti congedi straordinari per le zone arancioni. Non possiamo dimenticarci dei bambini e non possiamo mettere in difficoltà le famiglie. Il vuoto normativo deve essere immediatamente colmato, i congedi straordinari devono essere reintrodotti. L’ordinanza regionale entra in vigore domani e tuttavia nessuno si fa carico di istanze e difficoltà delle famiglie, genitori e lavoratori. Abbiamo già denunciato la mancata proroga per il 2021 dei congedi straordinari Covid nei casi di quarantena e sospensione della scuola in presenza per singole classi con casi positivi, frequenti anche in zona gialla. Ora ci troviamo di fronte ad un provvedimento, legittimato dall’andamento epidemiologico, che va a restringere ulteriormente le misure anche della zona rossa “classica”, che dispone la chiusura solo a partire dalla seconda e terza media». 

Foto Isolapress

Coronavirus, da domani scuole chiuse. I sindacati: «Chi starà a casa con i bambini in dad? Reintrodurre subito i congedi straordinari»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast