Posts by tag: SerieC

Sport 19 Aprile 2019

Serie C: novità per l'Imolese che deve aprire l'uovo della Fermana

Alessio Dionisi sta preparando l”Imolese per la sfida del weekend pasquale a Fermo. «Sappiamo che sarà una partita difficile perché la Fermana è brava a giocare dietro la palla e non hanno paura di farlo. Hanno un modo di giocare che ci farà soffrire, ma cercheremo di mettere in campo le nostre qualità».
Qualità che hanno portato l”Imolese al quarto posto solitario in classifica, rivelazione del campionato che gioca un calcio molto propositivo. L”opposto della Fermana allenata da Destro che ha comunque ottenuto risultati importanti rispetto ai pronostici che vedevano i marchigiani in lotta per la salvezza mentre ora sono fra le squadre che giocheranno i play-off.
L”Imolese per affrontare questa partita presenta alcune novità fra gli 11 di partenza: squalificato Fiore tocca a Sciacca scivolare sulla sinistra mentre Boccardi, in crescita di rendimento, sarà il difensore esterno di destra. A centrocampo Saber torna disponibile ma in panchina, mentre Bensaja e Valentini sembrano destinati a fare compagnia a Carraro. In attacco ancora fuorigioco Cappelluzzo sembra De Marchi – Rossetti la coppia di partenza, ma Dionisi sa dosare bene le risorse dalla panchina. (Paolo Bernardi)
Probabile formazione
IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 19 Boccardi, 5 Checchi, 26 Carini, 2 Sciacca; 4 Bensaja, 21 Carraro, 8 Valentini; 29 Mosti; 30 De Marchi, 27 Rossetti. (1 Turrin,  6 Tissone, 7 Varutti, 11 Giannini, 14 Zucchetti, 16 Ranieri, 17 Lanini, 20 Gargiulo, 24 Saber, 28 Giovinco). All. Dionisi.

Nella foto Isolapress, Valentini

Serie C: novità per l'Imolese che deve aprire l'uovo della Fermana
Sport 14 Aprile 2019

Serie C: Imolese – Feralpisalò è una questione di ritmo

Non è un concerto, ma il posticipo del girone B di Serie C che si gioca al stadio Romeo Galli alle 20.45 sarà una questione di ritmo. Così la pensa l”alleantore dell”Imolese, Alessio Dionisi: «La Feralpisalò è una squadra esperta, con giocatori importanti oltre i 30 anni e non dobbiamo accettare che siano loro a gestire la partita. Noi dobbiamo essere più bravi ad alzare i ritmi e a tenere palla mantenendo la qualità».
Dionisi ha chiaro il piano partita per affrontare una formazione che ha in Caracciolo e Canini giocatori dal curriculum imponente e altri protagonisti di grande carriera nelle categorie superiori. E inoltre sa di avere di fronte una squadra dalla feroce determinazione. «Puntano al secondo posto e vengono da noi per vincere. Vogliono raggiungere quota 70 punti e per farlo devono vincere tutte le partite che restano alla fine della stagione regolare. E” la squadra che nel girone di ritorno ha fatto più punti di tutti e ha vinto quattro delle ultime cinque giocate fuori casa».
Tutto questo alza le motivazioni di un gruppo che deve fare a meno di quattro giocatori rilevanti come i lungodegenti Belcastro e Garattoni a cui si sono aggiunti Saber e Cappelluzzo, già out a Verona. Sono inoltre rientrati in gruppo solo nel fine settimana anche Sciacca e Varutti che andranno comunque in panchina. Le parole conclusive di Dionisi sono comunque termometro della volontà di fare bene che l”Imolese ha intatta. «Entusiasmo e voglia di fare non ci mancano come la consapevolezza che non ci toglierebbe neanche se il risultato fosse negativo». Con la Feralpisalò sarà l”ennesima tappa per preparare le sfide dei play-off. (Paolo Bernardi)
Probabile formazione
IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 19 Boccardi, 5 Checchi, 26 Carini, 25 Fiore; 8 Valentini, 21 Carraro, 20 Gargiulo; 29 Mosti; 30 De Marchi, 27 Rossetti. (1 Turrin, 2 Sciacca, 4 Bensaja, 6 Tissone, 7 Varutti, 11 Giannini, 14 Zucchetti, 16 Ranieri, 17 Lanini, 28 Giovinco). All. Dionisi.

Nella foto Isolapress il portiere dell”Imolese Rossi.

Serie C: Imolese – Feralpisalò è una questione di ritmo
Sport 30 Marzo 2019

Serie C: Imolese – Triestina vale la serie B (non è un «pesce d'aprile»)

«E’ la squadra che ha fatto più punti nel girone di ritorno e più gol, ma noi dobbiamo pensare a noi stessi, come abbiamo sempre fatto». Di chi parla Alessio Dionisi, allenatore dell”Imolese? Della Triestina, ovvero la formazione più in forma del girone B di Serie C. Domani allo stadio «Romeo Galli» alle 16.30 si gioca una sfida importante in chiave promozione in serie B. La Triestina (57 punti) deve continuare la sua rincorsa alla capolista Pordenone (63) che alla stessa ora giocherà in casa un match altrettanto delicato con l”Alto Adige (50 punti come l”Imolese sul quinto gradino del podio). Sull”asse Imola – Pordenone, nel giorno del «pesce d”aprile», chi pescherà la vittoria farà un passo importante verso il proprio obiettivo: promozione diretta o miglior posizione nella griglia play-off che sia. Una situazione impensabile ad inizio stagione per l”Imolese, ma abbondantemente meritata e sinonimo di un cammino di grande crescita.

Dopo aver fatto tremare il Monza, misurarsi con un”altra big della categoria quasi da pari a pari è ragione di orgoglio per l”allenatore rossoblù Dionisi: «Siamo molto soddisfatti di quello che stiamo facendo e vogliamo continuare. L’obiettivo è di riscattare il risultato dell’andata, quando uscimmo dal loro campo senza punti nonostante una buona prestazione. Ora dobbiamo fare prestazione e risultato, fermo restando che tutti conosciamo il valore della Triestina. Vogliamo ripetere la partita disputata col Monza e magari migliorarla, perché nel secondo tempo potevamo fare qualcosa di più e invece non siamo riusciti a fare le stesse buone cose dei primi 45 minuti».

La formazione iniziale dell”Imolese non dovrebbe cambiare rispetto all”ultima prova casalinga con il Monza. Non ci saranno ancora Lanini, Belcastro e Garattoni (tre big infortunati), ritornano disponibili il jolly di centrocampo Bensaja e il difensore Tissone, potenziali pedine da inserire a gara in corso. (Paolo Bernardi)

IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 2 Sciacca, 5 Checchi, 26 Carini, 25 Fiore; 24 Saber, 21 Carraro, 20 Gargiulo; 29 Mosti; 30 De Marchi, 27 Rossetti. (1 Turrin, 12 De Gori, 4 Bensaja, 6 Tissone, 7 Varutti, 8 Valentini, 9 Cappelluzzo, 11 Giannini, 14 Zucchetti, 16 Ranieri, 19 Boccardi, 28 Giovinco). All. Dionisi.

Serie C: Imolese – Triestina vale la serie B (non è un «pesce d'aprile»)
Sport 23 Marzo 2019

Serie C: Imolese, ecco chi sfiderà il Monza di Berlusconi e Galliani

«Speriamo di essere pronti mentalmente. Siamo motivati, sono partite che è bello giocare». così il mister dell”Imolese, Alessio Dionisi, introduce i lettori di sabatosera.it alla partita Imolese – Monza (calcio di inizio alle ore 16.30 di domenica 24 marzo) valida per la trentaduesima giornata del campionato di calcio di serie C, girone B. La squadra brianzola è in grande crescita e il sogno della proprietà, ovvero della coppia Berlusconi – Galliani, è quello di portarla presto in serie A per giocare un derby contro il Milan che proprio a Berlusconi e Galliani ha legato pagine memorabili della sua storia.
Imolese – Monza è una partita che arriva a metà di un trittico di avversari prestigiosi per i rossoblù, cominciato domenica in trasferta con la Ternana e che si chiuderà alle Acque Minerali di Imola domenica 31 marzo con la Triestina. «La Ternana è già passata e la Triestina è troppo lontana, adesso c”è Monza – si mantiene sull”attualità Alessio Dionisi -. Affrontiamo la squadra più forte a livello di individualità, dobbiamo essere bravi a capire cosa è meglio fare in ogni momento della partita». Da inizio campionato la squadra di Dionisi ha imparato anche a gestire le partite, pur senza snaturare il proprio gioco. «Oltre ad essere noi stessi, ci stiamo allenando a capire gli avversari – riconosce il mister dell”Imolese -. Riconoscere cosa gli avversari ti consentono di fare è difficile prepararlo, riuscire a farlo a partita in corso è una componente importante ed è ancora più difficile. Di sicurso arriviamo a questa partita con la testa libera, senza assilli ma con la volontà di continuare il nostro cammino».
Un cammino che l”Imolese continua ancora senza i lungodegenti Belcastro e Garattoni, a cui si aggiunge tra gli infortunati il capocannoniere del girone B di Serie C, Erik Lanini. Rientra dalla squalifica Saber ma è appiedato dal giudice sportivo Bensaja. Dionisi però non si piange addosso: «E” un peccato non avere tutti a disposizione, ma non è un limite, è una possibilità per chi giocherà. L”esempio positivo è quello di Rossetti, che ha segnato due gol a Terni: Simone per un periodo è stato meno bene, ma quando ha avuto una possibilità l”ha sfruttata. Merito dei ragazzi che non mollano la presa e merito della squadra che mette tutti in condizione di dare il meglio».
Proprio Rossetti, probabilmente, si giocherà un posto da titolare contro il Monza nel ballottaggio con Cappelluzzo a fianco di De Marchi, mentre negli altri reparti i titolari sono già scritti. (Paolo Bernardi)
PROBABILE FORMAZIONE
IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 2 Sciacca, 5 Checchi, 26 Carini, 25 Fiore; 24 Saber, 21 Carraro, 20 Gargiulo; 29 Mosti; 30 De Marchi, 27 Rossetti. (1 Turrin, 12 De Gori, 7 Varutti, 8 Valentini, 9 Cappelluzzo, 11 Giannini, 14 Zucchetti, 16 Ranieri, 17 Lanini, 19 Boccardi, 28 Giovinco). All. Dionisi.

Nella foto di Isolapress, Saber Hraiech

Serie C: Imolese, ecco chi sfiderà il Monza di Berlusconi e Galliani
Sport 16 Marzo 2019

Serie C: chi giocherà in attacco nell'Imolese che sfida la Ternana con la voglia play-off?

«Sarà una trasferta molto difficile, come lo saranno tutte da qui alla fine». E” quasi lapalissiano l”allenatore dell”Imolese Alessio Dionisi, nel presentare la partita in programma domenica 17 marzo allo stadio «Liberati» di Terni. E” una partita delicata per decidere chi potrà entrare fra le prime dieci squadre del girone B di serie C e accedere di conseguenza ai play-off.
La cosa che sorprende è che però ad essere fuori per ora dal gruppo delle migliori formazioni sia la Ternana allenata da Gallo. Si tratta in effetti di una squadra dal potenziale a dir poco da serie B. «Troveremo una squadra che per individualità non è seconda a nessuno – continua il mister imolese Dionisi -; in questo momento la classifica non è veritiera per il valore della Ternana. Sappiamo che si tratta di un avversario tra i più forti del campionato e giocheremo nel loro stadio. Non è ancora scattato quel qualcosa e speriamo di non farla scattare noi».
Per i rossoblù imolesi un altro esame per dare ancora più qualità alla stagione e confermare il ruolo di rivelazione del campionato. Dionisi lo sa: «Dovremo essere bravi a superare i momenti difficili, che ci saranno nell’arco dei 90 minuti, e a sopperire con i valori di squadra ad una differenza importante a livello individuale. Servirà grande coraggio, cercheremo di portare a casa il massimo contro una formazione a caccia di punti per invertire il trend non positivo e andare a caccia dei play-off. Noi dobbiamo avere quella voglia, magari diversa da inizio stagione dove cercavamo di emergere, mentre ora dobbiamo inseguire un traguardo importante con la consapevolezza di dover sempre fare prestazioni di qualità».
Per quanto riguarda i singoli, in casa rossoblù alla lista degli infortunati che comprende Garattoni e Belcastro si aggiunge Tissone, operato al setto nasale. Ma a pesare sarà soprattutto la squalifica di Saber, forse il più in forma dei giocatori dell”Imolese. Per uno squalificato che esce u

no che ha terminato la punizione: torna in campo Fiore che riprende l”out di sinistra nel pacchetto difensivo. A centrocampo Gargiulo prendere posto fra i titolari mentre in attacco Cappelluzzo torna a pieno servizio e lascia a Dionisi tutte le scelte su chi schierare in un reparto dove solo Nicola Mosti è sicuro di partire negli undici titolari. Per sapere chi abbiamo scelto come coppia d”attacco basta leggere la probabile formazione appena sotto (Paolo Bernardi)
Probabile formazione
IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 2 Sciacca, 5 Checchi, 26 Carini, 25 Fiore; 8 Valentini, 21 Carraro, 20 Gargiulo; 29 Mosti; 17 Lanini, 30 De Marchi. (1 Turrin, 12 De Gori, 4 Bensaja, 7 Varutti, 9 Cappelluzzo, 11 Giannini, 14 Zucchetti, 16 Ranieri, 19 Boccardi, 27 Rossetti, 28 Giovinco). All. Dionisi.

Nella foto di Isolapress, Lanini e Rossetti contro il Renate

Serie C: chi giocherà in attacco nell'Imolese che sfida la Ternana con la voglia play-off?
Sport 9 Marzo 2019

Serie C: Imolese, ecco le scelte di Dionisi per sconfiggere il Renate

«Se vogliamo entrare nelle prima dieci squadre che giocano i play-off non possiamo permetterci di fare zero punti con il Renate, con tutto il rispetto dovuto ad una squadra che sta facendo un girone di ritorno da metà classifica». L”allenatore dell”Imolese Alessio Dionisi mette sull”avviso prima di tutto sé stesso e la sua squadra sull”obiettivo da raggiungere nella partita che si gioca domenica 10 marzo allo stadio «Romeo Galli» (inizio ore 16.30, arbitro Stefano Lorenzin di Castelfranco Veneto). Imolese – Renate è uno snodo importante per la squadra del presidente Lorenzo Spagnoli che insegue un piazzamento tra le prime dieci del girone B della serie C del calcio per entrare nei play-off.
Le insidie sono tante: la squadra briantea viene sì da due sconfitte consecutive (Triestina e Ravenna) ma aveva raccolto dieci risultati utili in precedenza; l”Imolese ha tre assenti fra gli esterni di difesa e dovrà rinunciare ancora a Belcastro per infortunio. La squadra che metterà in campo l”allenatore Dionisi è quasi obbligata nel reparto arretrato con Zucchetti avanti nelle gerarchie rispetto a Boccardi che può tornare utile a partita in corso anche come centrale. A centrocampo a fianco di Carraro giocano di sicuro Saber e Valentini mentre in attacco il trequartista Mosti e Lanini sono certi del posto con Rossetti che sembra farsi preferire a Giovinco e al rientrante in rosa De Marchi. (Paolo Bernardi)
La probabile formazione
IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 2 Sciacca, 5 Checchi, 26 Carini, 14 Zucchetti; 24 Saber, 21 Carraro, 8 Valentini; 29 Mosti; 17 Lanini, 27 Rossetti. (1 Turrin, 12 De Gori, 4 Bensaja, 6 Tissone, 9 Cappelluzzo, 11 Giannini, 16 Ranieri, 19 Boccardi, 20 Gargiulo, 28 Giovinco, 30 De Marchi). All. Dionisi.

Nella foto Isolapress, la gioia dopo un gol dell”Imolese

Serie C: Imolese, ecco le scelte di Dionisi per sconfiggere il Renate
Sport 2 Marzo 2019

Calcio C: a Vicenza arriva una Imolese con Cappelluzzo alla ricerca del primo gol

«Il Vicenza vuole vincere e questo può anche trasformarsi in un vantaggio per noi se saremo più bravi che a Monza». Alessio Dionisi, allenatore dell’Imolese presenta così la partita tra il Vicenza e l’Imolese che si gioca allo stadio Romeo Menti domenica 3 marzo alle 16.30 (arbitrerà Matteo Gualtieri della sezione di Asti, con assistenti Luca Testi e Alessandro Maninetti). Il quarto di finale di Coppa Italia giocato e perso per 1 a 0 contro la squadra del presidente Silvio Berlusconi, non lascia strascichi nella truppa rossoblu che arriva alla partita di Vicenza con un pullman sul quale non sono saliti gli infortunati Belcastro, Garattoni, De Marchi e Varutti. Giovinco, per parte sua, aveva appena tolto da sotto il braccio il termometro che lo informava di essere appena sfebbrato. E’ insomma una Imolese senza qualche pedina. «Ci manca qualche alternativa ma saremo competitivi» assicura Dionisi che questa volta non sembra avere dubbi sulla formazione dove a centrocampo giocheranno Carraro con Saber e Gargiulo ai fianchi. La difesa è quella titolare delle ultime giornate e davanti cercherà di trarre vantaggio dalla tecnica mista a velocità del cannoniere Lanini, sperando anche di trovare «Sono soddisfatto di come lavora – dice di lui Alessio Dionisi – e penso che possa dare ancora di più. Non dimentichiamo che parliamo di un ragazzo ancora giovane che viene da due anni disputati in squadre importanti ma un po’ al margine e con poche presenze. Stiamo lavorando per fargli trovare un rimo partita adeguato». Un ritmo che cerca anche l’Imolese in vista delle ultime dieci partite della stagione regolare, con l’obiettivo di entrare ai play off: «Non sono scontati – ricorda Dionisi – e dobbiamo essere un po’ più bravi che a Monza per meritarli». (Paolo Bernardi)

La probabile formazione

IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 2 Sciacca, 5 Checchi, 26 Carini, 25 Fiore; 24 Saber, 21 Carraro, 20 Gargiulo; 29 Mosti; 9 Cappelluzzo, 17 Lanini. (1 Turrin, 12 De Gori, 4 Bensaja, 6 Tissone, 8 Valentini, 11 Giannini, 14 Zucchetti, 16 Ranieri, 19 Boccardi,  27 Rossetti, 28 Giovinco). All. Dionisi.

Nella foto Isolapress, Erik Lanini.

Calcio C: a Vicenza arriva una Imolese con Cappelluzzo alla ricerca del primo gol
Sport 23 Febbraio 2019

Serie C: Imolese vince con il gol “sporco' di De Marchi e quello “europeo' di Lanini

Una partita tignosa, una Vis chiusa e aggressiva che tiene il primo tempo ma che si scioglie con un gol “sporco”, come lo ha definito Alessio Dionisi, di De Marchi ad inizio ripresa. L’Imolese a quel punto scioglie le tensioni, tiene con un Checchi in gran spolvero e con una parata importante di Rossi, sbaglia troppi contropiede prima di trovare il gol, bello come sempre, di Lanini che continua a comandare la classifica cannonieri del girone e risponde a Granoche che aveva segnato nel pomeriggio.

Il prepartita. Il freddo punge e cozza con le immagini di spiagge tropicali che qualche smartphone rimanda in tribuna stampa. Angelo Dalpozzo ci ricorda che a l’Havana sono le 14.30.
Dionisi, che indossa comunque i pantaloncini corti, schiera la difesa titolare (Carini parte nonostante qualche problemino), ma a centrocampo al fianco di Carraro ci sono Ranieri e Gargiulo. Davanti De Marchi e Cappelluzzo sono le punte che Mosti deve servire.
Pesaro riporta Buonocuto in tre quarti dopo due mesi di assenza. Paoli gioco al centro della difesa. La formazione biancorossa non ha nessun pelato, Dalpozzo apprezza.
La cronaca. La Vis comincia aggressiva, ma per Rossi nessun pericolo. All’alba dei 12 minuti Mosti – Carraro – Mosti viene stoppata. Ribaltamento di fronte e Guidone impegna il portiere imolese. La partita è ritmata dai tamburi della curva pesarese. Altra combinazione Mosti – Carraro conclusa dal centrocampista e deviata in angolo da Gennari. Sono passati 20 minuti e ci sono le esibizioni di testa fuori area dei due portieri, prima Tomei su De Marchi e poi Rossi su Diop. Ancora Diop quando si gioca il 25°: ruba palla a Gargiulo e serve Guidone all’altezza del dischetto del rigore. Checchi lo ferma con l’esterno del piede. Bravo. Bravo anche Mosti 2 minuti dopo quando arriva sul fondo nella fascia destra e mette al centro. Tomei si tuffa in avanti e para. De Marchi viene pescato dopo la mezz’ora da un tranciante di Carraro al limite, il tiro viene deviato e arriva a Cappelluzzo pescato in fuorigioco. Un minuto dopo Fiore mette un bel cross che De Marchi devia di testa ma Tomei neutralizza. Carraro su punizione a 4 minuti dallo scadere del tempo sfiora il palo alla destra del portiere. Niente recupero.

Secondo tempo che comincia con una percussione di De Marchi. Lo tiene Paoli e arriva solo l’angolo. Ma il gol arriva dopo 7 minuti. Sciacca crossa, Cappelluzzo spizza e De Marchi stoppa e segna da dentro l’area piccola. Nell’azione si fa male e Lanini entra pochi minuti dopo. Pochi istanti e Carini rinvia corto e Gennari porta a casa un angolo che produce un altro angolo con Diop che di testa indirizza al sette. Rossi è super e mette in corner per la terza volta di fila. Cappelluzzo butta via dopo 14 minuti un contropiede impostato da Lanini con un passaggio da corte penale. Quattro minuti dopo e Mosti corre per 40 metri in contropiede, entra in area ma anche lui sbaglia l’ultimo passaggio per Cappelluzzo. Peccato poteva salvargli la prestazione visto un minuto dopo il centravanti ex Verona esce per Rossetti. Anche Saber entra per Ranieri. L’Imolese si fa intraprendente e Carini di testa su corner mette appena sopra la traversa a metà del secondo tempo. Alla mezz’ora Lazzari va via sulla sinistra e crossa per Diop che cerca un tacco ravvicinato. Rossi para. L’Imolese cerca di controllare con Bensaja e Boccardi che entrano a dare nerbo alla fase difensiva. Carini ci riprova di testa a dieci minuti dalla fine. Ancora alto come ancora viene sprecato dall’Imolese un contropiede, un minuto dopo, con Lanini che si allunga la palla appena entrato in area. Non è l’ultima ripartenza sbagliata: dopo 43 minuti sbaglia Bensaja l’ultimo passaggio. E allora serve il contropiede di Lanini (lanciato da Saber) che invece di passare conclude direttamente dal limite dell’area. Manca un minuto al novantesimo a cui l’arbitro ne aggiunge altri 4 di recupero. (Paolo Bernardi)

IMOLESE – VIS PESARO 2-0 Marcatori: De Marchi al 7’, Lanini al 43’ s.t. Imolese (4-3-1-2) Rossi; Sciacca, Checchi, Carini, Fiore (dal 34’ s.t. Boccardi); Ranieri (dal 19’ s.t Saber), Carraro, Gargiulo; Mosti (dal 34’ s.t. Bensaja); De Marchi (dal 9’ s.t. Lanini), Cappelluzzo (dal 19’ Rossetti). (Turrin, Tissone, Valentini, Giannini, Zucchetti, Boccardi, Giovinco). All. Dionisi.

Nella foto Isolapress, Michael De Marchi

Serie C: Imolese vince con il gol “sporco' di De Marchi e quello “europeo' di Lanini
Sport 15 Febbraio 2019

Calcio C: torna Checchi nell’Imolese che va a Rimini

L’Imolese nel breve tragitto che la porta a Rimini non fa in tempo a recuperare Belcastro e Garattoni, ma ritrova Lorenzo Checchi. Il centrale difensivo rossoblu torna a disposizione e quasi sicuramente sarà in campo per la sfida, valida per il 27° turno del campionato di serie C girone B, che si giocherà al «Romeo Neri» alle ore 20.30. Un rientro che consolida la difesa in vista di una partita comunque difficile, anche per una rivalità acuita dalle ultime stagioni tra serie D e professionisti.
«Ci stiamo preparando per un’altra bella partita – sottolinea il mister dell’Imolese Alessio Dionisi -, un derby contro una squadra che vorrà rifarsi della sconfitta dell’andata e del ko subito martedì dalla Feralpi Salò, il primo in casa dopo 16 mesi, una cosa straordinaria».
In effetti la lunga imbattibilità del Neri è un biglietto da visita che impone all’Imolese di muoversi con cautela in una trasferta dove, leggendo la classifica, parte favorita. «Sappiamo la difficoltà della partita su un campo sintetico, ma siamo consapevoli che ogni gara presenta delle insidie. Come sempre proveremo a fare il massimo, non dovremo arrivare secondi sulla palla. Dobbiamo migliorarci ancora per tornare ad Imola soddisfatti di quello che abbiamo fatto».
Un miglioramento che passa dalla crescita dei singoli. In difesa Sciacca, nonostante qualche acciacco, ha dato ampie garanzie sia a sinistra che a destra, dove giocherà. A centrocampo difficile pensare all’esclusione di Saber che ha giocato tanto ma che è in uno stato di grazia. Stesso discorso vale in attacco per Lanini che però dovrebbe avere al fianco De Marchi. (Paolo Bernardi)

IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 2 Sciacca, 5 Checchi, 26 Carini, 25 Fiore; 24 Saber, 21 Carraro, 8 Valentini; 29 Mosti; 17 Lanini, 30 De Marchi. (1 Turrin, 4 Bensaja, 6 Tissone, 7 Varutti, 9 Cappelluzzo, 11 Giannini, 14 Zucchetti, 16 Ranieri, 19 Boccardi, 20 Gargiulo, 27 Rossetti, 28 Giovinco). All. Dionisi.

Nella foto di Isolapress, Saber

Calcio C: torna Checchi nell’Imolese che va a Rimini
Sport 11 Febbraio 2019

Calcio C: fuori Belcastro e Checchi nell’Imolese del martedì

L’Imolese in campo nel giorno in cui riprende la Champions League. Per i rossoblù è serie C, ma di qualità. Dopo il sabato vincente a Gubbio, arriva il martedì alle Acque Minerali contro la Sambenedettese: «Si rigioca subito – sono le parole di Alessio Dionisi -, contro una squadra forte che ci ha fatto lo sgambetto all’andata. La Sambenedettese può contare su giocatori molto bravi, in primis Stanco, un attaccante che in questa categoria fa la differenza. Purtroppo troveremo una squadra molto arrabbiata e motivata, che vorrà riscattare la sconfitta in casa di sabato con il Ravenna. Cercheremo di essere noi stessi e di fare una partita propositiva, contro una squadra che all’andata ci ha messo in difficoltà: a San Benedetto, nel secondo tempo, i loro valori sono emersi, parlo soprattutto dell’aspetto caratteriale. Dobbiamo vincere anche questo, perché sicuramente la loro personalità e il loro agonismo verranno fuori».
L’Imolese dovrà fare a meno di Belcastro e Checchi, oltre che di Garattoni. Altra incertezza riguarda il terzino sinistro Fiore. Per questo si può ipotizzare la stessa difesa che ha giocato a Gubbio, con Varutti a sinistra pronto a subentrare. L’alternativa è Zucchetti con il conseguente spostamento da destra a sinistra del duttile Sciacca è un”altra alte. Rossi, tra i pali, e la coppia centrale Boccardi – Carini sono garantite. In mezzo Carraro e Saber potrebbero avere Bensaja al fianco. Davanti l’assenza di Belcastro ci fa propendere per Mosti dietro a Lanini e…. difficile dirlo: Giovinco, De Marchi, Cappelluzzo e Rossetti sono tutti papabili. (Paolo Bernardi)

PROBABILE FORMAZIONE

IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 2 Sciacca, 19 Boccardi, 26 Carini, 25 Fiore; 24 Saber, 21 Carraro, 4 Bensaja; 29 Mosti; 17 Lanini, 30 De Marchi. (1 Turrin, 6 Tissone, 7 Varutti, 8 Valentini, 9 Cappelluzzo, 11 Giannini, 14 Zucchetti, 16 Ranieri, 20 Gargiulo, 27 Rossetti, 28 Giovinco). All. Dionisi.

Nella foto Isolapress, Giuseppe Giovinco

Calcio C: fuori Belcastro e Checchi nell’Imolese del martedì

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast