Posts by tag: stefano salieri

Sport 23 Giugno 2019

Basket, Il coach castellano Stefano Salieri è volato in A2 con Orzinuovi. L'INTERVISTA

Se non verrà eletto «Sportivo dell’anno» la colpa sarà unicamente di Alessio Dionisi, mister di un’Imolese che ha stupito tutta l’Italia del calcio. Ma Stefano Salieri, con la conquista dell’A2 di Orzinuovi, ha fatto un piccolo miracolo. Prima vincendo il girone B, il più competitivo dei quattro (basta vedere anche l’altra promossa, cioè Milano), poi conquistando i play-off, battendo Oleggio (2-0), Vigevano (3-0) e la corazzata Cesena (3-2), quindi andandosi a prendere il salto di categoria alle final-four di Montecatini, dominando contro San Severo (75-60), una squadra che aveva vinto 27 partite su 28 in regular-season e 8 su 10 ai play-off, rischiando solo contro Palestrina.

Una cavalcata clamorosa quella del coach castellano, giunto ad Orzinuovi dopo l’esperienza positiva di Crema, in una società appena retrocessa e subito ritornata in A2, nonostante ci fosse un progetto almeno biennale per riprovare il salto nella seconda categoria nazionale. Una squadra cucita addosso a «Sally», che ha esaltato (come nessuno prima) giocatori ben conosciuti da noi, come Andrea Tassinari e Mirco Turel, che ha trovato in Lorenzo Galmarini il suo giocatore simbolo, senza dimenticarsi di altri perni fondamentali come Tommaso Bianchi, Giacomo Siberna, Lorenzo Varaschin, Marco Timperi e Mattia Mastroianni. Il tutto miscelato in maniera magistrale, tanto da mettere a punto una difesa che è diventata il solito marchio di fabbrica: Orzinuovi nel girone B (quello dove era inserito anche Ozzano) è stata la squadra che ha subìto meno punti di tutte (65,2 di media), senza dimenticarsi che San Severo nella finale promozione ne ha segnati 60, mai così pochi in 38 partite, visto che aveva una media di 80 stagionale… «San Severo si è dimostrata una grande squadra, anche contro di noi. Nonostante siamo partiti a razzo, andando sul +21, non hanno mai mollato e hanno fatto uno sforzo incredibile per rientrare, davanti ai loro 1.300 tifosi. Ma noi, nonostante siamo tornati sul +6, siamo sempre rimasti in vantaggio e ci siamo meritati la vittoria promozione grazie ad una prova limpida, ad una difesa aggressiva e ad una transizione velocissima».

Il tutto a completare una stagione straordinaria.

«All’insegna del lavoro. Però mai come in passato la squadra è cresciuta, cementandosi e prendendo coscienza del suo valore, mettendo sempre in campo tanto ritmo, tutte cose che hanno fatto la differenza». (p.z.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 20 giugno.

Nella foto: coach Salieri portato in trionfo dai suoi giocatori dopo la promozione in A2

Basket, Il coach castellano Stefano Salieri è volato in A2 con Orzinuovi. L'INTERVISTA
Sport 2 Novembre 2018

Basket serie B, il coach castellano Stefano Salieri promuove la Sinermatic Ozzano

L’anno scorso li osservava da lontano, abbastanza interessato, e li apprezzava, ce lo ha ribadito più volte. Quest’anno, da neopromossi in serie B, se li è invece trovati da avversari, in un giovedì di fine ottobre e li temeva. Ma Stefano Salieri non ha avuto pietà e contro la Sinermatic Ozzano ha pianificato la partita perfetta, vincendo per la prima volta davanti al proprio pubblico, dopo essere capitolato contro Faenza e San Vendemiano. «Abbiamo fatto una bella partita, mettendo in campo molta energia: difesa, ritmo e contropiede. Una caratteristica che serviva, perché Ozzano è una squadra fisica che ci ha creato problemi sotto canestro. Se andate a riguardare i tabellini, quasi tutti i punti della Sinermatic sono stati fatti dai loro quattro lunghi, cioè Dordei, Agusto, Klyuchnyk e Morara».

Come ti è sembrata la squadra del tuo amico, nonché ex vice, Federico Grandi?

«Un gruppo fisicamente tosto, come ho detto, ma anche bene organizzato e profondo. Inoltre, avere tenuto gran parte dell’organico dello scorso anno gli dà dei vantaggi di amalgama e di entusiasmo. I giocatori ci credono sempre, sono ben allenati e possono fare della strada, anche se il campionato non ha ancora chiarito tutti i suoi aspetti più reconditi».

Non dovrebbe avere problemi a salvarsi.

«Credo proprio di no. Anche se non vedo squadre materasso. Forse Lugo è quella che sta trovando le difficoltà maggiori, ma può crescere con l’andare del tempo, come l’anno scorso, quando si salvò ai play-out».

Com’è il livello del girone B?

«Alto, direi ancor più dello scorso anno. Cesena ha una struttura superiore a tutte le altre, poi c’è Milano (che la Sinermatic affronterà domani alle 20.45 in trasferta, nda), costruita per vincere, ma secondo me inferiore ai romagnoli. Il podio potrebbe essere chiuso da Faenza, che è al terzo anno di programmazione. A parte il vertice, il resto del gruppo è molto equilibrato e la classifica finale verrà decisa da poche vittorie di differenza». (Paolo Zanelli)

L”articolo completo su sabato sera dell”1 novembre.

Nella foto: Stefano Salieri durante un time-out a Orzinuovi

Basket serie B, il coach castellano Stefano Salieri promuove la Sinermatic Ozzano

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast