Posts by tag: tac

Cronaca 28 Luglio 2020

Entro l’autunno, risonanza magnetica 3 tesla e tac operative a Montecatone

Sarà ultimato entro l’autunno il nuovo reparto di radiologia del Montecatone Rehabilitation Institute, «un impegno tecnico-finanziario importante per una struttura delle nostre dimensioni – come ha ricordato il Direttore Generale, Mario Tubertini – finalizzato ad incrementare l’offerta diagnostica e ad affiancare le attività di ricerca».

Nell’area, ubicata nel secondo piano interrato dell’Istituto, sono in corso i lavori per esecuzione di opere edili, impiantistiche e di finitura atte alla predisposizione degli spazi in cui alloggeranno una TAC a 64 strati e una Risonanza magnetica 3T (Tesla è l’unità di misura utilizzato per la diagnostica, la RM sfrutta campi magnetici e onde di radiofrequenza per ottenere immagini anatomiche del corpo umano ad elevata risoluzione).
Secondo Tubertini la nuova TAC «consentirà di alleggerire le attuali liste d’attesa dell’Azienda USL di Imola mentre la 3T, che metterà l’Istituto nelle condizioni di ampliare qualitativamente l’approccio diagnostico e l’applicazione alla clinica, migliorerà ulteriormente le possibilità di ricerca scientifica non solo in sito ma anche con altri partners, penso per esempio all’IRCCS delle Scienze Neurologiche Bellaria di Bologna». (r.cr.)

Entro l’autunno, risonanza magnetica 3 tesla e tac operative a Montecatone
Sport 18 Giugno 2020

Atletica, la Sacmi Avis vuole fare la… Tac: «Noi, primi in Italia a gareggiare»

L’atletica italiana riparte da Imola. Dopo la pausa forzata a causa della pandemia, l’attività della Sacmi Avis ricomincia in grande stile. Questa sera, dalle 18, lo stadio Romeo Galli ospiterà la prima manifestazione ufficiale in tutto il territorio nazionale: un nuovo tipo di evento, che prenderà il nome di «Tac» (acronimo per «Test di Allenamento Certificati»), per consentire agli atleti emiliano romagnoli (la gara avrà infatti valenza regionale) e ai loro tecnici di valutare il percorso fatto dalla fine del lockdown. «L’idea è nata per dare la possibilità agli atleti di gareggiare – spiega Massimo Cavini, presidente della società imolese -. Sicuramente la competizione è qualcosa di più motivante rispetto ai semplici allenamenti. In questo periodo la Fidal ha spostato più volte la data dei Campionati Italiani, decidendo poi di fissarli a fine agosto (si svolgeranno a Padova dal 28 al 30 agosto, ndr), ma non è detto che non li posticipi ancora; noi abbiamo cercato di dare certezze. Nonostante tutti i limiti imposti dalle restrizioni, ho pensato di organizzare questi micro-eventi a porte chiuse, con poche gare per volta, in modo da poter controllare ogni persona all’interno dell’impianto, dove contemporaneamente non potranno entrare più di 120 persone, tra giudici, volontari, tecnici e atleti. Stiamo valutando le formule migliori per risolvere questa situazione».

Un evento organizzato in fretta e furia, ma Cavini ha già pensato ad una replica giovedì 25 giugno. «Saremo gli apripista in Italia; altri in Emilia Romagna ci hanno seguito e pure da fuori regione vorrebbero emularci – ammette il presidente della Sacmi Avis -. Diciamo che bisognava ripartire ed era necessario che qualcuno si sacrificasse: se non avremo grande riscontro questo gio- vedì, spero di averne di più la prossima settimana. I big al momento stanno un po’ nascosti in vista dei Meeting più importanti, ma siamo contenti di dare spazio a tutti». (an.cas.)

Nella foto: salto in lungo al Romeo Galli

Atletica, la Sacmi Avis vuole fare la… Tac: «Noi, primi in Italia a gareggiare»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast