Posts by tag: teatro

Cultura e Spettacoli 15 Novembre 2021

Mauri, Vetrano, Brilli, Boni nella stagione dello Stignani… e chiude Concita De Gregorio

Otto spettacoli, otto proposte per tornare a vivere una stagione teatrale fatta di emozioni condivise, di grandi nomi, di conferme che non deludono e di novità da scoprire. La stagione 2021/22 del teatro Stignani di Imola (in realtà solo 2022, poiché parte all’inizio del nuovo anno) prende il via a gennaio con due lavori shakespeariani: «Re Lear» con Glauco Mauri e Roberto Sturno e «Riccardo 3 – L’avversario» con Enzo Vetrano e Stefano Randisi, che tornano così sul palco della loro città.

In cartellone ci sono poi Francesco Pannofino, Iaia Forte e Simona Marchini con «Mine vaganti» di Ferzan Özpetek, Alessio Boni nei panni di «Don Chisciotte», Massimiliano Gallo e Stefania Rocca ne «Il silenzio grande», una commedia del celebre giallista Maurizio De Giovanni diretta da Alessandro Gassmann. Seguiranno «Manola» di Margaret Mazzantini, con Nancy Brilli e Chiara Noschese, e «L’attimo fuggente» con Ettore Bassi. A chiudere la stagione, con un salto che porta dalla primavera alla fine dell’estate, sarà Concita De Gregorio: la giornalista porterà in scena in settembre «Un’ultima cosa», spettacolo con cinque donne al centro della storia. 

Un cartellone che vuole guardare ai giovani, con alcuni spettacoli che saranno proposti anche alle scuole per le matinée: «Nutrire e incuriosire un pubblico giovane è fondamentale» sottolinea l’assessore alla Cultura, Giacomo Gambi. E un cartellone che ha un fuori abbonamento nello spettacolo del 31 dicembre: «Se devi dire una bugia dilla grossa» con Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Paola Quattrini, Paola Barale. Per informazioni sulla rassegna e sugli abbonamenti: www.teatrostignani.it. (s.fr.)

Ulteriori approfondimenti sul «sabato sera» del 18 novembre 

Nella foto: Alessio Boni e Serra Yilmaz in «Don Chisciotte» (foto di Lucia De Luise)

Mauri, Vetrano, Brilli, Boni nella stagione dello Stignani… e chiude Concita De Gregorio
Cultura e Spettacoli 5 Novembre 2021

Teatro comico, prosa e spettacoli per ragazzi: al Cassero si apre la campagna abbonamenti

Sei proposte di teatro comico, due di prosa e due di teatro ragazzi. Al teatro comunale Cassero di Castel San Pietro riparte la stagione curata dalla Bottega del Buonumore, con la direzione artistica di Davide Dalfiume, dopo la programmazione solo on line dello scorso anno. L’inaugurazione, venerdì 19 novembre alle ore 21, vedrà in scena l’attore romano Marco Falaguasta in «Neanche il tempo di piacersi», una spettacolo ironico sulla generazione dei cinquantenni.

La campagna abbonamenti inizia domani, sabato 6 novembre: biglietteria aperta dalle ore 9.30 alle 13 al teatro comunale Cassero. Il programma completo e tutte le informazioni su www.labottegadelbuonumore.it. (s.f.) 

Nella foto: Davide Dalfiume e Marco Dondarini

Teatro comico, prosa e spettacoli per ragazzi: al Cassero si apre la campagna abbonamenti
Cultura e Spettacoli 22 Ottobre 2021

Dodici spettacoli per l’Erf invernale a Imola, che si muove tra Bach e Mina e omaggia Penderecki

Dodici spettacoli e quattro appuntamenti con «L’opera nel ridotto», per un totale di sedici serate: è la sesta edizione di Erf#StignaniMusica, curata da Emilia Romagna Festival nel teatro comunale di Imola. Una rassegna che porta grandi nomi del panorama internazionale e giovani talenti, con un obiettivo chiaro: «Noi facciamo entertainment – dice il direttore artistico Massimo Mercelli – e al contempo formiamo emozioni». Con un ventaglio di proposte che uniscono generi diversi, per quella che il presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Imola, Rodolfo Ortolani, definisce una rassegna «dal grande impatto dal punto di vista della qualità e di primissimo livello. Per questo la Fondazione è da anni a fianco di quest’iniziativa».

Si comincia lunedì 29 novembre recuperando un concerto della stagione 2020/21 saltato per via dell’emergenza Covid: i Cameristi della Scala saranno sul palco con il violoncellista Daniel Müller-Schott. Il «Concerto Inaugurale» vero e proprio si avrà lunedì 6 dicembre quando I Solisti Veneti daranno vita a quattro de «I Concerti Brandeburghesi» di Bach. La settimana dopo ci sarà Alessandro Carbonare al clarinetto insieme al pianista Sandro De Palma, in un programma da Brahms a Poulenc.

Il programma completo, le informazioni su biglietti e abbonamenti sul sito www.emiliaromagnafestival.it. Ci saranno, poi, quattro serate con «L’Opera nel Ridotto», proiezioni a ingresso gratuito nel ridotto del teatro Stignani: venerdì 17 dicembre «La fanciulla del West» di Puccini, venerdì 28 gennaio «Rigoletto» di Verdi, venerdì 18 febbraio «La Bohème» di Puccini, venerdì 25 marzo «Il Trovatore» di Verdi. (s.fr.)

Nella foto: Massimo Mercelli, direttore artistico dell’Emilia Romagna festival e flautista di fama internazionale

Dodici spettacoli per l’Erf invernale a Imola, che si muove tra Bach e Mina e omaggia Penderecki
Cultura e Spettacoli 1 Ottobre 2021

Tilt compie 25 anni, sul palco dell’Osservanza una rassegna con sette titoli

Significa Trasgressivo Imola Laboratorio Teatro, ed è conosciutissimo con il suo acronimo, Tilt. L’associazione che lega il suo nome al mondo del teatro, sia per quanto riguarda l’organizzazione di laboratori che nell’ambito della programmazione di spettacoli, compie venticinque anni e li festeggia, ovviamente, sul palco, proponendo una rassegna con sette titoli, cinque lavori di importanti artisti del teatro contemporaneo e due produzioni dell’associazione stessa. Gli appuntamenti si terranno al teatro dell’Osservanza di Imola, con inizio alle 21. Il via si avrà il 2 ottobre con Marco Manchisi e le letture dall’opera del grande Eduardo De Filippo. 

Biglietti: intero 10 euro, ridotto 5 per under 25 e over 65. Ingresso per i due spettacoli del Tilt a offerta libera. La prenotazione è obbligatoria e per accedere al teatro sarà necessario il Green Pass. Info e prenotazioni.

Nella foto: Marco Manchisi, protagonista dello spettacolo in scena il 2 ottobre

Tilt compie 25 anni, sul palco dell’Osservanza una rassegna con sette titoli
Cultura e Spettacoli 24 Settembre 2021

Al Magazzino Verde di Medicina riparte la stagione, dieci spettacoli per bambini e adolescenti

Bambini a teatro. Ricomincia la stagione teatrale per l’infanzia e l’adolescenza del Magazzino Verde di Medicina, nel cuore del Parco delle Mondine, in via dell’Osservanza. Il cartellone della nuova stagione, a cura de La Baracca-Testoni Ragazzi in convenzione col Comune di Medicina, propone spettacoli e laboratori teatrali dalla prima infanzia all’adolescenza. La prima parte della stagione prevede appuntamenti da ottobre a dicembre, con sedici repliche di dieci diversi spettacoli, suddivisi per diverse fasce d’età e perlopiù firmati da La Baracca. Da gennaio 2022, partirà invece la seconda parte.

Gli spettacoli d’apertura saranno a tema mitologico. Si comincia oggi, venerdì 24, alle 20.30 con Odisseo e lo sconosciuto (6-10 anni), che immagina la vita del re di Itaca dopo il ritorno a casa, con la voglia di ripartire e non fermarsi mai. Domani, sabato 25, e domenica 26 settembre alle 10.30 l’appuntamento è con Rosmarina (3-6 anni), fiaba naturale dai valori ecologisti. Domani alle 16.30 sarà in scena Psiche e gli animali (4-8 anni), rilettura creativa della favola di Apuleio, mentre domenica 26 settembre, sempre alle 16.30, prenderà vita Gli automi di Efesto (4-8 anni), divertente reinterpretazione delle storie del dio del fuoco.

Per questi spettacoli, tutti fuori abbonamento, i biglietti sono acquistabili
su sito del teatro, al prezzo di 3 euro. Dal 24 settembre, sarà possibile abbonarsi e iscriversi ai laboratori teatrali sulla piattaforma abbonamenti, e acquistare biglietti singoli sul sito. L’acquisto dei biglietti e degli abbonamenti, inoltre, sarà possibile durante le aperture straordinarie della biglietteria del teatro, sabato 25 (ore 10-12.30) e domenica 26 settembre (ore 16-18.30). (r.c.)

Nella foto (Matteo Chiura, La Baracca-Testoni Ragazzi): un momento di «Odisseo»

Al Magazzino Verde di Medicina riparte la stagione, dieci spettacoli per bambini e adolescenti
Cultura e Spettacoli 18 Settembre 2021

A teatro con il green pass, al via a Imola le prevendite per lo spettacolo Arsenico e vecchi merletti

Inizia questo pomeriggio la prevendita dei biglietti per lo spettacolo Arsenico e vecchi merletti, in scena al teatro Stignani di Imola dal 23 settembre al 3 ottobre, dopo la sospensione avvenuta la durante la scorsa stagione di prosa a causa dell’emergenza Covid. Ci sono ancora posti disponibili per le recite del 28 e 30 settembre, 1 e 3 ottobre (pomeridiana). La prevendita si terrà dalle ore 16 alle 19, alla biglietteria del teatro, in via Verdi 1/3. Ulteriori orari e informazioni sul sito https://www.teatrostignani.it/biglietti.

Per osservare le necessarie misure di sicurezza, la capienza del teatro è stata dimezzata e agli abbonati è stato riassegnato un posto temporaneo, possibilmente nel medesimo settore di provenienza. Gli abbonati sono invitati a presentarsi a teatro nella data e ora indicate sulla lettera ricevuta a mezzo posta, portando la medesima e il proprio abbonamento. All’ingresso in teatro tutti gli spettatori dovranno esibire il proprio green pass e saranno sottoposti al controllo della temperatura con termoscanner. (lo.mi.) 

A teatro con il green pass, al via a Imola le prevendite per lo spettacolo Arsenico e vecchi merletti
Cultura e Spettacoli 8 Giugno 2021

#Danteperdieci, grandi interpreti porteranno il Sommo Poeta «Nella splendida cornice» del Circondario

Grandi voci per far risuonare la Divina Commedia in alcuni piccoli e grandi luoghi del nostro territorio. È questo il succo del programma della rassegna «Nella splendida cornice 2021», ciclo di incontri culturali dedicati a Dante Alighieri, in occasione dei settecento anni dalla sua morte, realizzato grazie alla sinergia dei comuni del Circondario ed il sostegno di Città metropolitana di Bologna e Banca di credito cooperativo ravennate, forlivese ed imolese. Il titolo #Danteperdieci richiama appunto i dieci comuni del Circondario imolese che ospitano gli eventi dal 15 giugno al 10 agosto e i dieci appuntamenti di lettura della Commedia.

Gli interpreti che parteciperanno alla rassegna sono di grande valore: Ivano Marescotti (presente a Castel San Pietro, Borgo Tossignano e Castel Guelfo), Enzo Vetrano e Stefano Randisi (Medicina, Casalfiumanese, Imola) e Alfonso Cuccurullo (Mordano, Dozza, Fontanelice, Castel Del Rio). Ogni serata è dedicata ad un canto tratto dall’opera, la cui lettura viene affiancata dal commento di Marco Marangoni, autore e curatore della rassegna insieme a Cristina Castellari. «L’idea è quella di portare Dante nei luoghi del circondario, e viceversa. Dalle letture si scoprirà che Dante era affascinato dai piccoli luoghi, dalle realtà quotidiane» ha dichiarato Marangoni. Per questo anche la cornice scelta per ogni appuntamento rimanda al luogo che Dante cita per allusione diretta o per pura suggestione, nel canto che in quell’occasione viene proposto.

Alla presentazione era presente anche la sindaca di Casalfiumanese Beatrice Poli, curatrice del tavolo cultura del Circondario. «La dislocazione degli incontri permette di poter conoscere in maniera inedita i luoghi significativi del territorio e della nostra quotidianità e dall’altro di rendere omaggio in maniera congiunta e coordinata al Sommo Poeta.» ha sottolineato Poli. Il primo appuntamento della rassegna si apre con la lettura dell’ottavo canto dell’inferno, martedì 15 giugno a Mordano alle 20, nella Cappellania di San Francesco. Le altre date: 30 giugno (ore 21.15) a Castel San Pietro all’Arena; 2 luglio (ore 19) a Dozza in piazza Zotti; 11 luglio (ore 19.30) a Medicina al cimitero; 16 luglio (ore 19) a Borgo Tossignano al parco Lungofiume; 18 luglio (ore 20.30) a Fontanelice in piazza Roma; 21 luglio (ore 21) a Castel del Rio in piazza della Repubblica; 22 luglio a Casalfiumanese; 4 agosto (ore 19) al cimitero del Piratello; 10 agosto (ore 21.15) a Castel Guelfo nel cortile di Palazzo Malvezzi Hercolani.

Gli appuntamenti si prenotano singolarmente. Informazioni, modalità di accesso e prenotazione sul sito dei singoli comuni e sul sito del Nuovo Circondario Imolese. (c.gam.)

Nella foto: il manifesto della rassegna

#Danteperdieci, grandi interpreti porteranno il Sommo Poeta «Nella splendida cornice» del Circondario
Cronaca 8 Giugno 2021

Svelati i vincitori di «Dante e il contrappasso», il teatro dell’Osservanza diventa «residenza» di due gruppi di artisti

Nei mesi scorsi il servizio teatri di Imola ha continuato ad essere al fianco degli artisti per riportare in città gli spettacoli dal vivo. Nella call «Dante e il contrappasso» istituita dall’assessorato alla Cultura e rivolto agli artisti dell’Emilia Romagna, ha raccolto tra marzo ed aprile le proposte di 22 artisti. La commissione formata da Enzo Vetrano, Stefano Randisi e Aristide Rontini ha selezionato due gruppi vincitori con progetti in divenire: Duo informale di Riccardo Buscarini e Carolina Migli (Piacenza) con il progetto «Polvere» e Collettivo Museo (Reggio Emilia) con «Peregrinationes».

I vincitori avranno a disposizione per quindici giorni il teatro dell’Osservanza, dove potranno avvalersi di struttura, personale tecnico e strumentazione, insieme a diverse attività di tutor per i mesi di giugno e luglio. Entrambi i gruppi riceveranno inoltre 3.500 euro a sostegno del progetto.

«Si tratta di un’iniziativa intrapresa dal Comune di Imola per la prima volta e che ho sostenuto con entu-siasmo per dare una possibilità concreta di rilancio all’attività di attori e performer – commenta l’assessore alla Cultura, Giacomo Gambi -. Un’occasione per la comunità del mondo artistico. A breve individueremo le date esatte per la restituzione alla città dei due progetti svolti perché questa esperienza artistica sia vissuta collettivamente». (c.gam.)

Nella foto: il teatro dell’Osservanza

Svelati i vincitori di «Dante e il contrappasso», il teatro dell’Osservanza diventa «residenza» di due gruppi di artisti
Cultura e Spettacoli 5 Maggio 2021

Lo Stignani riapre e fa un regalo ai giovani, prova generale di «Mistero Buffo» gratis per gli under 20

Il teatro Stignani riaprirà il prossimo 19 maggio e lo fa con un regalo ai più giovani. «I produttori di Mistero Buffo e il protagonista Matthias Martelli, che riallestirà lo spettacolo a Imola, per la regia di Eugenio Allegri, hanno infatti accettato la nostra richiesta di aprire la prova generale prevista per il 18 maggio alle ore 18 ai giovani under 20, a ingresso gratuito» fa sapere l’assessore alla Cultura Giacomo Gambi -. Dopo tanti mesi di chiusura dei teatri a causa del Covid, abbiamo pensato che fosse giusto riservare ai più giovani il primo spettacolo alla presenza di pubblico. Aprire il sipario ad una platea di soli giovani under 20 sarà un’emozione anche per l”attore, che si è infatti detto entusiasta della nostra iniziativa».

La prova generale si svolgerà martedì 18 maggio, alle ore 18 (atto unico di 90 minuti). L’apertura delle porte avverrà alle ore 17. Per accedere ai 234 posti disponibili è obbligatoria la prenotazione telefonica al numero 0542 602610, dal lunedì al venerdì dalle ore 13 alle ore 15.30, fino ad esaurimento dei posti disponibili per emergenza Covid. Si possono prenotare al massimo due posti a testa. Il ritiro del biglietto di ingresso dovrà avvenire alla biglietteria del teatro (via Verdi n. 1/3) nei seguenti giorni ed orari: sabato 15 maggio dalle ore 16 alle ore 19; lunedì 17 maggio dalle ore 13 alle ore  17; martedì 18 maggio dalle ore 10 alle ore 17. Qualora possibile, per evitare assembramenti si consiglia di delegare una persona sola al ritiro di più biglietti.

Nella foto (di Andrea Macchia): Matthias Martelli

Lo Stignani riapre e fa un regalo ai giovani, prova generale di «Mistero Buffo» gratis per gli under 20
Cultura e Spettacoli 5 Maggio 2021

«John Malkovich's Inferno», cancellata la data alla Rocca di Imola

A causa del protrarsi della pandemia, la Swiss Global Art Management – Gart, l’agenzia di management di John Malkovich, ha deciso di cancellare e riprogrammare «John Malkovich’s Inferno» e con esso le tappe europee previste per l’estate del 2021, compresa quella di Imola in programma il prossimo 24 giugno. «Alla luce delle restrizioni legate alla diffusione del Covid-19 – dichiara Gart – quali l”avviso del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti che ha inserito l”Italia nell”elenco dei Paesi di ”Level 4” verso i quali è sconsigliato viaggiare, le regole diverse in ogni location coinvolta nel tour, il coprifuoco, il possibile cambio di colore tra le regioni italiane senza grande preavviso, siamo molto dispiaciuti di annunciare che il tour John Malkovich’s Inferno dovrà essere riprogrammato attendendo il migliorare della situazione pandemica».

Emilia Romagna Festival con il management dell”artista e la Only Stage, insieme co-produttori dell”evento, sono al lavoro per riprogrammare le date della tournée. Ulteriori dettagli sulla verranno diffusi appena possibile.

  

«John Malkovich's Inferno», cancellata la data alla Rocca di Imola

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA