Posts by tag: tennis

Cronaca 16 Novembre 2022

Sovrapposizione con la Formula Uno, gli organizzatori di Tennis on the Racetrack si rivolgono al Tribunale

Gli organizzatori di “Tennis on the Racetrack”, Cc Lab Consultant Ltd e Cc la controllata Lab Italia Srl, portano Formula Imola in tribunale. Oggetto del contendere, la sovrapposizione – non ancora risolta – fra la manifestazione in programma il 23 maggio dell’anno prossimo e il Gran Premio di Formula 1 di due giorni prima, che compromette l’utilizzo dell’autodromo in esclusiva come da contratto sottoscritto il 9 ottobre del 2021.

“Non avendo ricevuto – hanno reso noto gli organizzatori con un comunicato sulla pagina ufficiale – adeguate garanzie e rassicurazioni da parte di Formula Imola in merito alla effettiva volontà di quest’ultima di consentire il regolare svolgimento dell’evento Tennis on the Racetrack Imola 2023, Cc Lab Italia Srl si è vista costretta a rivolgersi al Tribunale di Bologna (l’11 novembre scorso) per risolvere la situazione di incertezza – annunciano gli organizzatori – e ottenere, in via d’urgenza, un provvedimento dal Tribunale che assicuri il rispetto degli impegni contrattuali e in particolare la possibilità di realizzare l’evento – precisano – presso l’autodromo di Imola il 23 maggio 2023, così come previsto dal contratto sottoscritto il giorno 9 ottobre 2021con Formula Imola Spa”. (r.s.)

Sovrapposizione con la Formula Uno, gli organizzatori di Tennis on the Racetrack si rivolgono al Tribunale
Sport 14 Settembre 2022

Leclerc o Berrettini in autodromo a maggio 2023? Rebus Formula Imola

Se la bozza del calendario 2023 di Formula 1 uscita alla vigilia della gara di Monza sarà confermata, l’anno prossimo il Gran Premio dell’Emilia Romagna e del Made in Italy si correrà a Imola domenica 21 maggio. Una data se vogliamo un po’ particolare, perché andrebbe quasi a sovrapporsi con la prima edizione italiana di «Tennis on the Racetrack», in programma all’autodromo Enzo e Dino Ferrari martedì 23 maggio 2023. E ora, che si fa, visto che il circus pretende la struttura anche nella settimana successiva alla gara?

Approfondimenti su «sabato sera» in edicola dal 15 settembre.

Nella foto: Charles Leclerc, Matteo Berrettini e il «fotomontaggio» del campo da tennis sul rettilineo dell’autodromo

Leclerc o Berrettini in autodromo a maggio 2023? Rebus Formula Imola
Cronaca 2 Agosto 2022

I campi da tennis di via Monte del Re pronti anche per la stagione invernale

A Dozza sono stati completati i lavori di rifacimento dell’impianto di riscaldamento dei campi da tennis nel centro sportivo in via Monte del Re. Una spesa complessiva di 70 mila euro, finanziata interamente con contributi del ministero dell’Interno, inseriti nel Bilancio di previsione 2021-2023.

Le opere, realizzate dall’impresa Idro- project di Ozzano Emilia, si sono concentrate sulla sostituzione del generatore esistente con altri due, dedicati ciascuno a una porzione dell’ampia tensostruttura per garantire idonea temperatura e permettere l’utilizzo di entrambi i campi anche nella stagione invernale. «Un intervento – spiega il sindaco, Luca Albertazzi – che ci permetterà di sfruttare a pieno il potenziale dei nostri campi da tennis del centro sportivo di Monte del Re». (r.cr.) 

Nella foto: i campi da tennis coperti di Dozza

I campi da tennis di via Monte del Re pronti anche per la stagione invernale
Sport 29 Giugno 2022

«Tennis on the racetrack», ci sarà pure Zverev in autodromo: Imola diventerà un… piccolo Slam

Un altro nome, e di assoluto prestigio, per «Tennis on the Racetrack», la manifestazione tennistica in programma dal 20 al 23 marzo 2023 all’interno del circuito Enzo e Dino Ferrari. Saranno 8 i giocatori che si sfideranno su un campo da tennis in terra rossa, realizzato sulla pista all’altezza del rettilineo di partenza, e tra questi ci sarà anche Alexander Zverez.

Il 25enne tedesco, che è appena salito al numero due del ranking mondiale nonostante sia fermo ai box per il grave infortunio ai legamenti della caviglia arrivato in semifinale al Roland Garros contro Nadal, ha infatti appena annunciato la sua adesione al progetto organizzato da Cc Lab Italia in sinergia con l’autodromo Ferrari. Zverev, che è il campione in carica delle Atp Finals (il Master di fine anno che vede in campo i migliori 8 giocatori del mondo e che si disputerà a Torino per 5 anni), è un nome importante, anzi importantissimo, che va ad aggiungersi a quelli di Matteo Berrettini e Lorenzo Sonego. La presenza di Zverev, uno dei top del circuito, aggiunge una dimensione internazionale ad una manifestazione che, alla prima edizione, ha voglia e necessità di guadagnarsi in fretta una reputazione. (m.b.)

Nella foto: Alexander Zverev

«Tennis on the racetrack», ci sarà pure Zverev in autodromo: Imola diventerà un… piccolo Slam
Politica 22 Febbraio 2022

Tennis all’autodromo, dopo Berrettini è Lorenzo Sonego il secondo nome in tabellone

È Lorenzo Sonego, torinese classe ’95 numero 21 al mondo, il secondo nome dopo Matteo Berrettini a ufficializzare la sua presenza a «Tennis on the racetrack», l’evento organizzato dalla società Cc Lab ed in calendario all’autodromo di Imola nel 2023.

Soprannominato Sonny, in singolare ha vinto due titoli (Antalya nel 2019 e Cagliari nel 2021) su quattro finali disputate. Nelle prove del Grande Slam ha raggiunto gli ottavi di finale sia al Roland Garros 2020 che a Wimbledon 2021. (r.s.)

Foto dalla pagina Instagram dell’evento

Tennis all’autodromo, dopo Berrettini è Lorenzo Sonego il secondo nome in tabellone
Sport 21 Ottobre 2021

Autodromo come il Roland Garros, nel 2023 otto big del tennis mondiale si sfideranno sulla pista

Tennis e motori a braccetto per un evento speciale, destinato a entrare nella storia. Nella primavera del 2023, per la prima volta in assoluto, otto professionisti di primo piano del mondo della racchetta, i cui nomi sono ancora top secret, si sfideranno su un circuito di Formula 1.

Il progetto prende il nome di «Tennis on the racetrack», nasce da un’idea di
Cc Lab in sinergia con l”autodromo stesso. Nel caso specificolo andrà a collocarsi nel cuore della stagione del tennis mondiale, subito dopo gli Internazionali d”Italia di Roma e prima del Roland Garros di Parigi.  Sarà dunque una festa dello sport ed un momento ulteriore di preparazione per i campioni che punteranno a rendersi protagonisti nel Grande Slam che si disputa nella capitale francese. Per questo, sulla griglia di partenza, sarà allestito un campo in terra battuta con le stesse caratteristiche di quello transalpino.

Il format dell”esibizione, da disputarsi in una giornata, prevede uno shoot out, ossia un tabellone a eliminazione diretta. Saranno sette, dunque, le partite in programma complessivamente. Il campo centrale, come detto, sarà allestito sul rettilineo principale del tracciato imolese, sfruttando dunque le strutture già esistenti e aggiungendo altri posti a sedere per arrivare a un totale di cinquemila. Dei maxischermi saranno invece piazzati nelle aree adiacenti, per permettere ad un maggior numero di persone la fruizione dell”evento. (r.s.)

Autodromo come il Roland Garros, nel 2023 otto big del tennis mondiale si sfideranno sulla pista
Sport 9 Febbraio 2021

Tennis, Edoardo Ghiselli da Osteria Grande è il più forte Under 10 d’Italia

È stato un inizio di 2021 magico per Edoardo Ghiselli, giovanissimo tennista castellano, che ha conquistato il successo nel tabellone Under 10 del 37^ «Lemon Bowl» di Roma, una delle più importanti competizioni del circuito giovanile internazionale.

Edoardo, figlio d’arte (il padre è il tecnico Fit Arrigo Ghiselli, la madre la tennista Rita Degliesposti, giocatrice arrivata tra le prime 350 del mondo), ha letteralmente dominato il tabellone a 32 giocatori della sua categoria (presenti anche alcuni giocatori russi, francesi e maltesi, nonostante le restrizioni Covid), non perdendo nemmeno un set nelle cinque vittorie necessarie per arrivare al trionfo (solo 13 game smarriti in totale). Il tutto nonostante le condizioni fossero molto complicate, soprattutto per la tanta pioggia caduta sui campi in terra rossa del circolo romano che ha ospitato l’evento. «Sono molto contento – ha dichiarato Edoardo dopo la vittoria in finale -, ho giocato bene e penso di aver mostrato di essere molto migliorato. Dedico questa vittoria ai miei genitori». (m.b.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 4 febbraio.

Nella foto: Edoardo Ghiselli

Tennis, Edoardo Ghiselli da Osteria Grande è il più forte Under 10 d’Italia
Cronaca 27 Settembre 2020

A Castello terminati i lavori di riqualificazione dei campi di calcio a 5 «Renzo Cerè» e del campo da tennis di Osteria Grande

Dopo l”intervento effettuato al campo da basket all’aperto Luca Grilli a cura dell’omonima associazione sportiva, nei giorni scorsi il Comune di Castel San Pietro e volontari delle associazioni sportive locali hanno rimesso a nuovo i campi di calcio a 5 intitolati a Renzo Cerè nel centro sportivo Casatorre e il campo da tennis nel centro sportivo di Osteria Grande.

Gli interventi di riqualificazione e manutenzione dei campi di calcio a 5, conclusi la settimana scorsa, comprendevano il ripristino degli spogliatoi, il rifacimento del coperto, la sistemazione dell’impianto elettrico e di areazione, il rifacimento delle docce e dei rivestimenti e la posa del nuovo manto in erba sintetica sul campo 1 (costo complessivo, 50 mila euro).

Inoltre, grazie all’impegno dei volontari dell’associazione Edu InForma(Zione) Renzo Cerè – Bfc Senza Barriere è fatta una pulizia complessiva dell’area e la tinteggiatura esterna di tutta la palazzina uffici/spogliatoi, utilizzando la tempera donata da un’azienda castellana.

Infine a Osteria Grande, è stata completamente rifatta la pavimentazione del campo da tennis, finanziata dal Comune con un importo di 20mila euro. (r.cr.)

Nella foto: il campo di calcio a 5 e quello da tennis riqualificati

A Castello terminati i lavori di riqualificazione dei campi di calcio a 5 «Renzo Cerè» e del campo da tennis di Osteria Grande
Sport 26 Settembre 2020

Tennis, l’imolese Enrico Baldisserri è tricolore U16 in doppio: «Mi ispiro a Sinner»

Da Bolzano a Palermo il passo è breve. Le ultime settimane di Enrico Baldisserri sono state ricche di soddisfazioni, con il titolo italiano Under 16 di doppio ottenuto in Trentino (bis dopo il successo nel 2019) e la vittoria, sempre in doppio, del torneo Itf in terra sicula, riservato alla categoria U18. «Non mi aspettavo di confermare il successo ottenuto lo scorso anno, soprattutto alla vigilia del torneo – ammette Enrico -. Devo dire che mi sentivo bene e anche nel torneo di singolare non sono andato per niente male, con tre vittorie agevoli prima del ko contro la testa di serie numero 3. Nel doppio, invece, l’andamento è stato opposto: nei primi turni io e il mio compagno Jacopo Bilardo abbiamo faticato un po’, mentre in semifinale e finale siamo stati molto bravi contro le prime due teste di serie. C’è voluto un po’ di tempo per ritrovare la giusta chimica con Jacopo: giocavo in coppia con lui spesso quando eravamo più piccoli, poi ci siamo un po’ separati a causa dei diversi tornei a cui partecipavamo».

Tra i tennisti italiani, includendo anche Berrettini e Fognini, chi ti piace di più come stile?

«Premetto che seguo e tifo per tutti gli italiani, ma non c’è uno che si avvicina molto al mio modo di giocare. A me piace stare vicino alla riga di fondo e spingere sempre, forse quello a cui assomiglio di più è Sinner». (an.cas.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 24 settembre.

Nella foto: Enrico Baldisserri dopo la vittoria nel torneo di Palermo nel doppio Under 18

Tennis, l’imolese Enrico Baldisserri è tricolore U16 in doppio: «Mi ispiro a Sinner»
Sport 17 Maggio 2020

Tennis, Narducci e la maledizione della 17^ edizione: «Internazionali di Imola, potrebbe essere un addio»

Scaramanzia o no, nel caso degli Internazionali di Imola il numero 17 ha deci- samente portato poca fortuna a Massimiliano Narducci. L’ex tennista marchigiano, oggi direttore tecnico presso il Tozzona Tennis Park ed organizzatore del prestigioso torneo femminile, ha deciso di alzare bandiera bianca per l’edizione 2020 degli Internazionali, la numero 17 appunto. «Per noi il torneo è sempre stato il fiore all’occhiello dell’attività – conferma Narducci -. Grazie alla passione e alla professionalità delle persone coinvolte, gli Internazionali di Imola erano diventati uno dei tornei più belli d’Europa per questo livello. A me non piace mollare: ho tentato fino all’ultimo di organizzare la manifestazione nonostante le numerose difficoltà, ma poi mi sono reso conto che era davvero impossibile e ho deciso di rinunciare. È stata una scelta dolorosa, ma inevitabile».

E’ vero che l’edizione 2021 non è assicurata?

«Un po’ mi conosco. Quando interrompo una cosa, difficilmente la riprendo. Al momento della rinuncia, il mio primo pensiero è andato a tutti i volontari: sono stati i primi a cui ho comunicato la decisione e colgo l’occasione per ringraziarli per 16 anni di torneo, un record incredibile di questi tempi. Tutti gli eventi vengono organizzati da agenzie e professionisti del settore, io mi occupo di altro nella vita. Sono sincero, ad oggi non credo che possa esserci una nuova edizione degli Internazionali. Questo non significa che non torneremo: magari riusciremo ad organizzare un evento con una formula diversa, potrebbe essere un torneo maschile». (an.cas.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 14 maggio.

Nella foto (Isolapress): la finaliste dell’edizione 2019 insieme a Narducci e l’ex ciclista Moser

Tennis, Narducci e la maledizione della 17^ edizione: «Internazionali di Imola, potrebbe essere un addio»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA