Posts by tag: trama di terre

Cronaca 18 Ottobre 2020

Al via il corso per assistente familiare di Trama di Terre, lezioni ed esercitazioni per 30 donne disoccupate

Prenderà il via domani, lunedì 19 ottobre, il corso per assistente familiare, organizzato da Trama di Terre nell’ambito del progetto Aida, nato per promuovere le capacità imprenditoriali delle donne e qualificare il lavoro di cura.

Temi: la rete dei servizi, diritti e doveri dell’assistente familiare, la relazione, la cura della persona e dell’ambiente in cui vive, l’aiuto nel movimento e nell’alimentazione, salute e sicurezza con approfondimenti su minori e su disabili e con una attenzione particolare al tema della violenza sulle donne anziane. Il percorso formativo si svolgerà in collaborazione con l’ente di formazione Angelo Pescarini Scuola arti e mestieri, Asp Circondario imolese e Seacoop. Il corso, rivolto a 30 donne, in particolare disoccupate, durerà 120 ore e prevede lezioni frontali, con esercitazioni pratiche.

Per informazioni: tel. 0542 28912, sportellolavoro@tramaditerre.org. (r.cr.)

Nella foto: l’immagine del profilo Facebook di Trama di Terre

Al via il corso per assistente familiare di Trama di Terre, lezioni ed esercitazioni per 30 donne disoccupate
Cronaca 23 Marzo 2020

Coronavirus: Trama di terre ricorda che i centri antiviolenza rimangono aperti

Far sapere a tutte le donne che i centri antiviolenza e le case rifugio sono attivi e aperti anche in questo momento di emergenza coronavirus. E’ l’appello che l’associazione imolese “Trama di terre” lancia alle istituzioni a qualsiasi livello.

«In un regime di isolamento dettato dall”emergenza sanitaria, le madri faticano doppiamente a chiedere aiuto – osserva Alessandra Davide, responsabile del centro antiviolenza di via Aldrovandi –. E’ probabile che ritengano giustamente pericoloso esporre i/le figli/e se stesse al rischio di contagio scappando dalla propria abitazione, non avendo la certezza di sapere con chi andranno a vivere e dove».
Diventa più che mai fondamentale, dunque, «promuovere almeno l”accoglienza telefonica delle donne che chiedono aiuto – aggiunge la Davide –, ma non solo. Ricordiamo che le case rifugio, se libere, sono attive e aperte».

Da qui l’appello: «Sollecitiamo le istituzioni governative locali e nazionali a pubblicizzare l”apertura dei centri antiviolenza presso gli esercizi commerciali, i luoghi di pubblica utilità e sui media – continua Trama di Terre –, poiché questi sono gli unici luoghi, veri o virtuali, aperti e accessibili da tutte». (r.cr.)

Coronavirus: Trama di terre ricorda che i centri antiviolenza rimangono aperti

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast