Posts by tag: Trasporti

Cronaca 25 Marzo 2021

Trasporto pubblico, domani un nuovo sciopero di autobus e corriere

Un nuovo sciopero di 24 ore dei lavoratori del trasporto pubblico locale è stato indetto per domani, venerdì 26 marzo, dalle ore 8.30 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio. Per le linee urbane di Imola verranno garantite tutte le corse complete in partenza dalla stazione ferroviaria, o dall’autostazione, fino alle ore 8.20 al mattino e dalle 16.30 fino alle 19.20. Per i mezzi urbani, suburbani ed extraurbani del bacino di Bologna saranno garantite solamente le corse dal capolinea centrale verso periferia, e viceversa, con orario di partenza fino alle ore 8.15 al mattino e fino alle ore 19.15 alla sera.

Per il bacino di Bologna, le motivazioni dello sciopero, indetto dalle segreterie territoriali dei sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil-Trasporti, Faisa-Cisal, Ugl-Fna e Usb, riguardano la gara per il «Servizio gestione piano soste e affidamento dei servizi/attività complementari alla mobilità del Comune di Bologna», da cui Tper è stata esclusa, spiegano i sindacati, per «una anomalia imputabile alla piattaforma utilizzata dalla stazione appaltante». «Lo scenario così costituito – aggiungono i sindacati – rappresenterebbe, in primo luogo, un forte danno per gli oltre 130 lavoratori coinvolti nella procedura di gara che potrebbero mutare il proprio datore di lavoro; in secondo luogo si rischierebbe di dare corso ad una privatizzazione dell’azienda pubblica, con una forte ricaduta sul processo aggregativo del sistema del trasporto pubblico locale, in essere e in prospettiva». (lo.mi.)

Trasporto pubblico, domani un nuovo sciopero di autobus e corriere
Economia 19 Marzo 2021

A Castello presentato il progetto per migliorare la mobilità sostenibile dell’area industriale San Carlo

E’ stato presentato oggi, in modalità online, li progetto del Comune di Castel San Pietro dal titolo «Mobility Performance contract (MPC): migliorare la mobilità sostenibile dell”area industriale San Carlo» che rientra tra i 12 selezionati per un finanziamento, tra gli oltre 250 presentati da 27 paesi europei, dal consorzio European City Facility (Eufc) istituito nell”ambito del programma quadro di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea. All’evento hanno partecipato il sindaco di Castel San Pietro Fausto Tinti, la responsabile servizio sviluppo economico e del territorio del Comune di Castel San Pietro Barbara Emiliani, il sindaco di Castel Guelfo Claudio Franceschi, Claudia Carani dell’Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile (Aess) e Mabel Valli, responsabile Area Mobilità e Area Affari legali, societari e comunicazione-Area Blu.

L”obiettivo del progetto è quello di progettare e realizzare la sostenibilità ambientale dei trasporti e dei servizi di mobilità per il polo San Carlo, gestito dai comuni di Castel San Pietro e Castel Guelfo per i servizi pubblici. Inoltre punta a ridurre gli inquinanti in atmosfera e le emissioni di CO2 causate dalla mobilità e trasporti, oltre a promuovere stili di vita più sostenibili. Come? Attraverso ad esempio car-sharing e car-pooling, colonnine di ricarica, bike sharing e incremento della mobilità ciclabile, trasporto pubblico e collettivo ed espansione e integrazione delle piste ciclabili. (r.cr.)

Tutti gli approfondimenti su «sabato sera» del 18 marzo.

Nella foto: l’area industriale Cà Bianca 

A Castello presentato il progetto per migliorare la mobilità sostenibile dell’area industriale San Carlo
Cronaca 19 Marzo 2021

Mille alberi e arbusti sulla ciclabile della ferrovia di Medicina

C’è anche la forestazione del tratto fra Ganzanigo e Villa Fontana di Medicina della pista ciclabile in corso di realizzazione sul sedime dell’ex ferrovia «La Veneta» che collegava Budrio a Massa Lombarda fra i cinque progetti che la Città metropolitana di Bologna ha inviato al neonato ministero della Transizione ecologica per una richiesta di finanziamento nell’ambito del programma sperimentale di messa a dimora di alberi, di reimpianto e di silvicoltura e per la creazione di foreste urbane e periurbane. «Il progetto prevede la realizzazione di una “infrastruttura verde” andando a completare alcuni progetti in corso di realizzazione – si legge nella delibera dell’Amministrazione, che aveva risposto alla manifestazione di interesse di via Zamboni già il 5 novembre dello scorso anno –: la pista ciclabile Ganzanigo-Medicina-Villa Fontana e la riqualificazione dell’area della ex stazione in bus station». (lu.ba.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 18 marzo.

Nella foto: mappa della ciclabile tra Ganzanigo e Villa Fontana (resta da realizzare il tratto in rosa)

Mille alberi e arbusti sulla ciclabile della ferrovia di Medicina
Cronaca 9 Marzo 2021

Bollo auto, la Regione Emilia Romagna rinvia la scadenza di pagamento al 2 agosto

La Regione ha sospeso fino al prossimo 31 luglio il pagamento del bollo auto in scadenza dal 1 aprile al 31 maggio 2021. Come già accaduto in marzo e in dicembre e visto il perdurare della fase emergenziale, l’Emilia Romagna ha scelto di prorogare la scadenza del pagamento del bollo auto, tassa di competenza regionale, senza aggravio di costi per ritardato pagamento. La sospensione riguarda sia proprietari di automobili che di autocarri.

I pagamenti dovuti nel periodo di sospensione sono effettuati senza l’applicazione di sanzioni e interessi se corrisposti entro il 2 agosto 2021, primo giorno lavorativo dopo il 31 luglio. In caso di mancato pagamento entro il 2 agosto, le sanzioni verranno però conteggiate dalla scadenza ordinaria. La sospensione del termine di pagamento non impedisce il versamento volontario.

Foto d’archivio

Bollo auto, la Regione Emilia Romagna rinvia la scadenza di pagamento al 2 agosto
Economia 4 Febbraio 2021

Trasporti pubblici in sciopero lunedì 8 febbraio, i servizi garantiti a Imola e Bologna

Sciopero nazionale e unitario dei lavoratori del trasporto pubblico, lunedì 8 febbraio, per il rinnovo del contratto nazionale scaduto da più di tre anni e per chiedere una riforma complessiva del settore.

Dalle ore 11 alle 15 i servizi di trasporto pubblico urbano, suburbano ed extraurbano (bus e corriere) dei bacini di Bologna e Ferrara non saranno garantiti. Per le linee urbane di Imola verranno garantite tutte le corse complete in partenza dalla stazione ferroviaria, o dall”autostazione, fino alle ore 10.50. Fino alle ore 10.45 per i bus urbani, suburbani ed extraurbani del bacino di Bologna saranno garantite solamente le corse dal capolinea centrale verso periferia, e viceversa, con orario di partenza.

Lo sciopero riguarda anche il personale addetto all’area Sosta e mobilità di Tper, per il quale saranno garantite le prestazioni, riferite alle attività di prevenzione e accertamento delle violazioni, relative a tre turni mattinali e tre turni pomeridiani di Operatori qualificati della mobilità; il personale dedicato al servizio Marconi Express, la cui astensione è prevista dalle ore 11 alle ore 15.

Negli orari di sciopero, al call center telefonico 051 290290 sarà garantita la presenza di un operatore. «L”azienda – fa sapere Tper – adotterà ogni misura tecnico-organizzativa utile ad agevolare, al termine degli scioperi, un più celere ed integrale ripristino del servizio». (lo.mi.)

Trasporti pubblici in sciopero lunedì 8 febbraio, i servizi garantiti a Imola e Bologna
Cronaca 28 Gennaio 2021

A Imola nelle domeniche ecologiche il biglietto del bus vale per tutto il giorno

In occasione delle «domeniche ecologiche», anche a Imola, il biglietto urbano del bus sarà valido per l’intera giornata. L’iniziativa di Tper, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e le Agenzie per la Mobilità e le Amministrazioni dei territori, è finalizzata ad incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici e a promuovere forme di mobilità collettiva a beneficio dell’ambiente.

Il provvedimento sarà in vigore domenica 31 gennaio, tutte le domeniche di febbraio e di marzo, e le domeniche 11, 18 e 25 aprile. In queste giornate, con una sola convalida del biglietto urbano a tempo o del citypass, effettuata a qualsiasi ora, o con un biglietto acquistato all’emettitrice automatica a bordo o tramite l’app Roger, si potrà viaggiare sui mezzi Tper nelle rispettive aree urbane per tutta la giornata, fino al termine del servizio. I titoli di viaggio extraurbani a zone manterranno, invece, la consueta validità, senza estensione giornaliera. (da.be.)

Foto d’archivio

   

A Imola nelle domeniche ecologiche il biglietto del bus vale per tutto il giorno
Cronaca 17 Gennaio 2021

Trasporti scolastici, Tper fa il punto sulla situazione nel circondario imolese

Da domani gli studenti delle scuole superiori dell’Emilia Romagna torneranno in classe al 50%, come annunciato venerdì scorso dal presidente Stefano Bonaccini. Per consentire un rientro in sicurezza, sono stati anche potenziati i trasporti scolastici.

«Delle oltre 100 linee interessate da potenziamenti, con aggiunta di corse rispetto a quanto definito in origine nel contratto di servizio, 73 sono del bacino metropolitano di Bologna» riassume Tper, la società che gestisce i trasporti anche a Imola e circondario.

Nello specifico, tra queste, le linee che operano nel circondario imolese o comunque afferenti ai plessi scolastici di Imola, Castel San Pietro, della pianura e della vallata, sono le seguenti: 94, 99, 101, 104, 114, 141, 143, 151, 153, 154, 161, 163, 206, 213, 247, 296. «Alcuni potenziamenti erano stati inseriti nei mesi scorsi – prosegue Tper -, altri aggiunti con la nuova, attuale, riprogrammazione in occasione della riapertura della didattica in presenza. L’interlocuzione tra uffici di programmazione dei servizi di Tper e mondo della scuola è quotidiana e sempre ispirata alla massima collaborazione e il monitoraggio su strada, da parte del personale Tper, sarà quotidiano per accompagnare la nuova fase di riapertura scolastica. L’attenzione al territorio è massima, d’intesa con tutte le istituzioni ed enti coinvolti nella programmazione dei servizi per consentire migliori condizioni di comfort di viaggio».

E sulla questione dei controlli per evitare assembramenti soprattutto alle fermate, Tper aggiunge:  «Il tavolo prefettizio di coordinamento di Bologna, anche in ragione dell’esperienza maturata da settembre in poi, ha confermato i controlli del servizio – specie nei punti e negli orari più sensibili, a bordo dei mezzi e alle fermate – sia in modalità congiunta insieme con il personale operativo di Tper, sia in autonomia, delle forze dell’ordine. Si tratta di attività che hanno dato positivi riscontri per la sensibilizzazione dell’utenza, specie quella scolastica, alle buone regole durante l’attesa dei mezzi, al rispetto dell’uso delle mascherine, alla corretta e adeguata distribuzione dei carichi su più mezzi, nei casi in cui allo stesso orario sono previsti più bus per il collegamento su una tratta, in particolare negli orari di accesso e uscita dagli istituti scolastici». (lo.mi.)

Nella foto: studenti raggruppati a una fermata dell”autobus a Imola lo scorso ottobre

Trasporti scolastici, Tper fa il punto sulla situazione nel circondario imolese
Cronaca 15 Gennaio 2021

Studenti delle superiori in classe dal 18 gennaio, Tper ha pronti i potenziamenti degli autobus

I tavoli di coordinamento presieduti dai Prefetti di Bologna e Ferrara, hanno visto il lavoro congiunto di Enti e Istituzioni, tra cui Tper, in vista della ripresa della didattica in presenza degli studenti delle scuole superiori, prevista per lunedì 18 gennaio. L’azienda di trasporti, anche sulla base delle risorse aggiuntive messe a disposizione dalla Regione, ha pianificato i servizi mettendo in campo ulteriori mezzi aggiuntivi, sia propri che dei partner privati, servizi già attivati dal 7 gennaio e riprogrammati in parte durante la settimana di permanenza della didattica a distanza. Tper è quindi pronta a ripartire lunedì 18 con tutti i servizi programmati.

Le principali linee e direttrici di servizio e le linee a prevalente impiego scolastico sono state ulteriormente potenziate, con 53 autobus aggiuntivi rispetto a quanto già fatto da settembre scorso. In particolare, nel servizio metropolitano di Bologna vengono messi su strada altri 36 autobus, che si aggiungono ai 52 rinforzi già impiegati in autunno. La nuova dotazione di mezzi si traduce in 240 nuove corse supplementari che portano il totale delle corse aggiuntive giornaliere a 570 rispetto allo scorso anno.

Tper ha predisposto anche una infografica destinata a diventare parallelamente comunicazione fissa da esporre all’uscita di ciascun edificio scolastico e anche volantino oggetto di capillare distribuzione. Un supporto informativo che raccoglie un compendio delle norme e delle indicazioni stabilite dalle direttive nazionali e regionali, oltre a specifici consigli sui comportamenti individuali nella fase di attesa del bus e a bordo dello stesso dando anche indicazioni chiare di cosa concretamente significa la capienza al 50% dei bus, oggi consentita per decreto. Le attuali linee guida fissate nel settore dei trasporti non prevedono l”apposizione di segnaposto a bordo degli autobus, come invece avveniva in precedenti fasi dell’emergenza. L”indicazione del numero massimo consentito di passeggeri è comunque riportata nell”adesivo presente all”esterno, sul frontale destro di ogni autobus.
All’utenza scolastica è stato dedicato anche uno specifico form – che attraverso gli istituti viene messo a disposizione di tutti gli studenti – per osservazioni e suggerimenti relativi al percorso casa-scuola.

Infine si ricorda che il sito di Tper ha una specifica sezione dove vengono raccolte ed aggiornate in tempo reale tutte le informazioni utili sulla mobilità pubblica in tempi di Covid-19. Anche tutti gli orari, consultabili sempre dal sito così come dalle app (Roger e Muver), sono aggiornati in tempo reale e comprendono le corse supplementari frutto dei potenziamenti. (da.be.)

  

Studenti delle superiori in classe dal 18 gennaio, Tper ha pronti i potenziamenti degli autobus
Cronaca 5 Gennaio 2021

Trasporti, sciopero del personale Tper l'8 gennaio, i servizi garantiti

Dopo gli scioperi del 13 novembre e del 7 dicembre, la protesta del personale Tper proseguirà venerdì 8 gennaio con uno sciopero di 24 ore, indetto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil-Trasporti, Faisa-Cisal, Ugl-Fna, per la tutela della sicurezza degli operatori. «Tper – spiegano i sindacati – in concerto con la Regione Emilia Romagna, ha dato seguito dallo scorso 11 settembre al superamento dell’inibizione della zona autista e l’apertura della porta anteriore dei bus, in un periodo in cui la curva dei contagi ha nettamente superato i livelli drammatici dello scorso marzo e la regione Emilia Romagna è stata dichiarata “zona arancione” a partire dal 15 novembre».

Lo sciopero si svolgerà dalle ore 8.30 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio per il personale viaggiante dei servizi automobilistici e filoviari Tper dei bacini di servizio di Bologna e Ferrara (bus e corriere). Negli orari di sciopero, i servizi di trasporto pubblico urbano, suburbano ed extraurbano non saranno garantiti. Più precisamente, per i mezzi urbani, suburbani ed extraurbani del bacino di Bologna saranno garantite solamente le corse dal capolinea centrale verso periferia, e viceversa, con orario di partenza fino alle ore 8.15 al mattino e fino alle ore 19.15 alla sera.

Nel rispetto delle fasce di garanzia previste, per le linee urbane di Imola verranno garantite tutte le corse complete in partenza dalla stazione ferroviaria, o dall”autostazione, fino alle ore 8.20 al mattino e fino alle ore 19.20 alla sera. Durante lo sciopero, al call center telefonico 051 290290 sarà garantita la presenza di un operatore. Lo sciopero riguarda anche il personale addetto all’area Sosta e Mobilità di Tper, per il quale saranno garantite le prestazioni, riferite alle attività di prevenzione e accertamento delle violazioni, relative a tre turni mattinali e tre turni pomeridiani di Operatori qualificati della Mobilità, nonché quello dedicato al servizio  Marconi Express. «L”azienda – fa sapere Tper – adotterà ogni misura tecnico-organizzativa utile ad agevolare, al termine dello sciopero, un più celere ed integrale ripristino del servizio». 

Le percentuali di adesione degli ultimi analoghi scioperi del personale Tper proclamati dalle stesse organizzazioni sindacali, svoltisi il 13 novembre e il 7 dicembre, sono state rispettivamente del 34,18% e del 47,55%. (lo.mi.)

Trasporti, sciopero del personale Tper l'8 gennaio, i servizi garantiti
Cronaca 29 Dicembre 2020

Trasporti, dal 1° gennaio servizi integrati e scontati su treni regionali e Alta Velocità

Un contributo ai pendolari che utilizzeranno Mi Muovo Tutto Treno, la card che consente di integrare i servizi dei treni regionali con quelli Alta Velocità. La Regione rimborserà agli abbonati residenti in Emilia-Romagna una quota del prezzo pagato, variabile a seconda del percorso. «In questo modo – spiega l’assessore regionale alla Mobilità Andrea Corsini – aumentano le possibilità di trasporto per i pendolari, in particolare sulla tratta Rimini-Bologna dove, a causa della compresenza di varie categorie di treni e su più direttrici, risulta difficoltoso incrementare il servizio esclusivamente regionale. Grazie al contributo della Regione, sarà quindi possibile l’utilizzo all”occorrenza, di treni di categoria superiore a prezzi favorevoli (Frecciabianca e Intercity), per i cittadini che si muovono ogni giorno su distanze medio-lunghe». 

È questa in sintesi la novità proposta ai pendolari di “Mi Muovo Tutto Treno”, l’agevolazione riservata ai possessori di un abbonamento mensile e annuale a tariffa regionale ordinaria. Misura che non si applica agli abbonamenti annuali a tariffa scontata per studenti. In sostanza, gli abbonati ferroviari mensili ed annuali a tariffa regionale, con origine e/o destinazione in Emilia-Romagna, potranno così abbinare al loro abbonamento la card Mi Muovo Tutto Treno annuale o mensile.

PER SAPERNE DI PIU”

Trasporti, dal 1° gennaio servizi integrati e scontati su treni regionali e Alta Velocità

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast