Sport

Sport 5 dicembre 2018

Basket A2, Treviso diventa… verde e stapazza Le Naturelle

Nel match infrasettimanale (recupero della partita rinviata domenica) Le Naturelle crolla al palaVerde di Treviso per 89-70 davanti a più di 3500 spettatori.

I padroni di casa spingono fin da subito il piede sull”acceleratore con l”ex Alviti, Imola manda a vuoto due azioni perdendo palla e chiude il primo quarto sotto (22-12). Nel secondo parziale i biancorossi provano a rimontare, ma l’asse Usa trevigiano non sbaglia un colpo. La squadra di Di Paolantonio rimane in partita con Fultz e Crow, ma le bombe dei veneti piovono a ripetizione (47-39). Dopo l”intervallo lungo Treviso non cala il ritmo, aiutata dagli errori imolesi. Le Naturelle non sfruttano gli ingressi dalla panchina e nonostante qualche sprazzo l’attacco trevigiano allunga ancora (70-51). Nell”ultimo parziale l”inerzia è tutta per i padroni di casa che possono amministrare senza troppi patemi fino alla sirena finale.

Nel prossimo turno, in programma domenica 9 (ore 18) i biancorossi affronteranno al «Ruggi» la Bakery Piacenza

Tabellino

Treviso-Le Naturelle 89-70 (22-12, 47-39, 70-51) 

Treviso:  Tessitori 3, Burnett 18, Sarto, Alviti 13, Wayns 19, Tomassini ne, Antonutti 9, Barbante ne, Imbrò 3, Chillo 4, Uglietti 4, Lombardi 16, Listuzzi ne. All. Menetti.

Imola: Ndaw, Montanari 6, Crow 14, Wiltshire, Fultz 13, Bowers 2, Rossi 13, Simioni 6, Raymond 10, Magrini 6. All. Di Paolantonio.

Foto tratta dal sito dell”Andrea Costa Imola.

Basket A2, Treviso diventa… verde e stapazza Le Naturelle
Sport 5 dicembre 2018

Basket A2, Le Naturelle chiudono il bilancio in rosso. L'appello di Domenicali: «Chi ha a cuore questa società deve contribuire»

Chiuso il bilancio è tempo di leggere i numeri per Le Naturelle e le cifre non sono incoraggianti. La società imolese, infatti, ha registrato una perdita di 270 mila euro. «Una simile situazione nel prossimo esercizio non sarebbe tollerabile – commenta l”amministratore unico Gian Piero Domenicali. Occorre un piano di sostegno aziendale da sviluppare e realizzare entro il 31 marzo 2019, data ultima entro cui si dovranno sottoscrivere 200 mila euro di aumento di capitale sociale».

Lo stesso Domenicali lancia così un appello alla città. «Imola non può pretendere di andare avanti sempre e solo con i soldi dei soliti soci. Mi rivolgo dunque all’amministrazione comunale, alle aziende e ai tifosi, dicendo loro che non è ammissibile per una società di A2 registrare un incasso di appena 1.600 euro in una partita (contro Roseto). Abbiamo fatto addirittura 2 abbonamenti in meno rispetto all’anno scorso, per giunta rinunciando anche a due incassi importanti al palaCattani, pur di accontentare i nostri tifosi e giocare nel cosiddetto fortino del Ruggi. Ma adesso c’è bisogno di una svolta, perciò chi ha a cuore l’Andrea Costa può e deve contribuire. La via da seguire è quella di allargare la base sociale, controllare i costi e aumentare i ricavi attraverso sponsorizzazioni. A tal proposito ci tengo a ribadire che l’arrivo di Eurovo come Main Sponsor ci sta dando una grossa mano». (d.b.)

Nella foto: Gian Piero Domenicali

Basket A2, Le Naturelle chiudono il bilancio in rosso. L'appello di Domenicali: «Chi ha a cuore questa società deve contribuire»
Sport 5 dicembre 2018

Sarà un 2019 pieno di grandi novità per il Golf Club Le Fonti di Castello. Intervista al presidente Ivano Serrantoni

Si va a scuola, al Golf Club Le Fonti, per imparare lo swing, il gioco lungo, il gioco corto ed il put, ma anche il gioco sul percorso. Da gennaio 2019 sarà Enrico Trentin, 44 anni di Bassano del Grappa (Vicenza), professionista e allenatore di atleti dilettanti e professionisti (52 titoli italiani e 24 internazionali vinti) ad aiutare gli «allievi» di tutte le età, in collaborazione con altri due giocatori professionisti: Giovanni Dassù ed Emanuele Lattanzi (da oltre 15 anni «maestro» a Le Fonti).

Il presidente del Circolo Le Fonti, Ivano Serrantoni, ha presentato il «team» della Golf Academy (di cui fanno parte anche Marco Crespi e Gregory Molteni) ad un’interessata platea di giocatori (soci e non soci) che ha gremito la sala riunioni della Club House di viale Terme. Partendo dalla premessa che… «Nel 2022 in Italia ci sarà la Ryder Cup e purtroppo stiamo notando un’energia troppo sopita per un avvenimento di portata mondiale, che potrà dare un’immagine importante al golf italiano» e che… «In dieci anni al Golf Le Fonti abbiamo organizzato una decina di eventi nazionali ed internazionali», il presidente Serrantoni ha poi spiegato «il perché di questa Golf Academy», in un’ottica di «situazioni sempre nuove e sempre diverse per i nostri soci, ai quali quest’anno abbiamo anche abbassato le quote sociali». «Con la Enrico Trentin School – ha continuato Serrantoni – vogliamo cambiare il concetto di questi anni, nei quali il maestro-professionista rimane in campo pratica ed attende l’allievo-cliente… E’ sbagliato! Occorre andare incontro al cliente, utilizzando tutte le attrezzature tecnologiche possibili, pensando di approcciarsi all’allievo in funzione dei suoi desideri e delle sue ambizioni anche in base a corporatura, età, impegno. Ragionare per obiettivi è fondamentale in questa didattica: facendo il mio caso, ho chiesto a Trentin di poter avanzare il colpo di 20 metri, per ora me ne ha concessi 15, verificando se l’obiettivo è raggiungibile».

Quello castellano è uno dei pochissimi campi di golf in Italia di proprietà comunale, grazie ad un accordo pubblico-privato che sul finire degli anni ’90 vide protagonisti l’Amministrazione comunale e l’imprenditore Giuseppe Bombi (titolare della Cicli Cinzia, nonché sponsor delle principali società sportive castellane, calcio e ciclismo in particolare). Grazie a questa sinergia fu realizzato l’impianto golfistico castellano e dall’anno 2000 (inaugurazione) ad oggi, al Club Le Fonti sono «nati» oltre 5.000 nuovi giocatori, con una buona percentuale di giovani e donne. Serrantoni ha quindi ricordato che: «Dal 2007 il Golf Le Fonti è stato nominato dalla Federazione italiana golf come Centro Tecnico Federale Femminile, un progetto importante che continua con la nomina per il Circolo di Punto Rosa e che prevede programmi ed eventi per il golf femminile. Anche la Golf Academy di Trentin sarà punto cardine del progetto federale Il Golf è donna».

Si possono chiedere informazioni sulla Golf Academy e prenotare le lezioni alla segreteria del Golf Club Le Fonti (tel. 051-6951958, mail: info@golfclublefonti.it). (s.d.f.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 29 novembre.

Nella foto (Isolapress): una veduta del Golf Club Le Fonti di Castel San Pietro

Sarà un 2019 pieno di grandi novità per il Golf Club Le Fonti di Castello. Intervista al presidente Ivano Serrantoni
Sport 5 dicembre 2018

Una stagione di successi per la società imolese Bike Innovation tra le «ruote grasse»

Anche il 2018, così come accaduto nella stagione precedente, ha sorriso al team Bike InnovationFocus Rosti, società che da un paio di stagioni svolge attività professionistica nella mountain bike (disciplina Marathon). Un team imolese a tutti gli effetti, a partire dallo staff: il presidente è Nicola Treggia, imprenditore nel campo dell’import-export di macchine movimento terra con la sua Nikex; responsabile della cura di bici e materiali è Gianluca Salieri, titolare del negozio Bike Innovation di via del Lavoro; logistica e segreteria sono affidate a Ilaria Sabbatani. E’ di Imola anche il team manager Matteo Baldissarri, titolare di Hand Made, che dopo qualche anno da direttore sportivo degli Allievi della Santerno Fabbi, è passato alle «ruote grasse» nel 2017 per la nuova avventura tra i professionisti della mountain bike.

Matteo Baldissarri, un bilancio di questo 2018?

«Ci siamo fatti valere, alla pari con i grandi team Marathon. Abbiamo partecipato a 28 gare, in Italia e all’estero, da metà febbraio a ottobre, ottenendo complessivamente 14 successi, altri 6 podi e 3 convocazioni in Nazionale con i nostri 3 atleti professionisti».

E’ stata ancora protagonista Maria Cristina Nisi, che nel 2017 aveva ottenuto 21 successi e il 13° posto ai Mondiali.

«Vero, anche nel 2018, nonostante una frattura al polso a inizio stagione, ha vinto ben 13 volte. In più, ha chiuso al 5° posto agli Italiani, oltre ad arrivare 17ª assoluta al mondiale e 10ª all’Europeo».

E a livello maschile?

«Anche qui ci siamo confermati ai vertici. Il toscano Elia Favilli, che abbiamo fatto esordire in mountain bike nel 2017, dopo sei stagioni da professionista su strada, ha vinto quest’anno la Granfondo Montefaeta, poi un 2° e un 3° posto, il 18° agli Italiani e il 23° agli Europei. Tante belle prestazioni anche per Martino Tronconi di Marradi, impreziosite dall’exploit del 2° posto alla Sellaronda Hero a Selva di Val Gardena, una delle gare più difficili in assoluto, e dalla partecipazione ai Mondiali Marathon».

Prospettive per il 2019?

«Al momento è stato confermato l’ingaggio del ligure Cristiano Salerno, classe 1985, passato alla mountain bike nel 2016 dopo nove anni da pro su strada e già stabilmente in Nazionale Marathon. Oltre a lui, siamo in trattativa con un’atleta che sostituirà Maria Cristina e un Under 23 che cercherà di non far rimpiangere Martino».

Una macchina organizzativa impegnativa, ma le soddisfazioni non mancano.

«Nei fine settimana di gare ci muoviamo con un furgone, un camper e un’auto, il gazebo da 36 metri quadrati per ospitare i tre professionisti, i due meccanici, lo spazio hospitality sponsor e l’area dedicata agli amatori, che partecipano alle gare partendo poco dopo i pro, suddivisi in griglie. Quest’anno ho fatto 30mila km in macchina… se considero solo quelli percorsi nei week-end». (ma.ma)

L”articolo completo su «sabato sera» del 29 novembre.

Nella foto: il team manager Matteo Baldissarri

Una stagione di successi per la società imolese Bike Innovation tra le «ruote grasse»
Sport 5 dicembre 2018

Stasera la stagione allo Stignani si apre con «Questi fantasmi!» di De Filippo

Questi fantasmi! è una delle commedie più importanti di Eduardo De Filippo, tra le prime ad essere rappresentata all’estero nel 1955: unisce comicità e tragedia giocando, nel più classico dei temi eduardiani, sulle «maschere» degli uomini. Con questo lavoro scritto nel 1945 inaugura la stagione 2018/2019 del teatro Stignani di Imola: dal 5 al 9 dicembre sarà infatti in scena una produzione di Elledieffe, la Compagnia di Teatro di Luca De Filippo oggi diretta da Carolina Rosi, con la regia di Marco Tullio Giordana. «Ho deciso di affidare il testo – ha dichiarato Carolina Rosi – alla preziosa ed attenta regia di Marco Tullio Giordana perché sicura che ne avrebbe esaltato i valori ed i contenuti, che avrebbe abbracciato la compagnia e diretto la messinscena con lo stesso amore con il quale cura ogni fotogramma». In scena ci saranno Gianfelice Imparato, nel ruolo di Pasquale Lojacono, affiancato da Carolina Rosi (Maria, sua moglie) e da Nicola Di Pinto (Raffaele, portiere), Massimo De Matteo (Alfredo Marigliano), Giovanni Allocca (Gastone Califano), Paola Fulciniti (Armida), Gianni Cannavacciuolo, fino ai giovanissimi Federica Altamura, Andrea Cioffi e Viola Forestiero.

Biglietto da 15 a 30 euro, ridotto da 12 a 25, fino a 20 anni 11 euro. Info: 0542/602600 o www.teatrostignani.it

Nella foto: un momento dello spettacolo

Stasera la stagione allo Stignani si apre con «Questi fantasmi!» di De Filippo
Sport 4 dicembre 2018

Elia Viviani pedala… sulla cyclette del Centro Medico B&B di Imola

Paziente d’eccezione al Centro Medico B&B di Imola dove opera il dottor Roberto Corsetti, che è stato medico sportivo di team World Tour del ciclismo. A pedalare sulla cyclette dello studio, con i fili attaccati agli elettrodi applicati sul corpo per un controllo, c’era Elia Viviani, campione italiano su strada nel 2018, campione olimpico nell’Omnium su pista a Rio de Janeiro nel 2016, pluricampione mondiale ed europeo in diverse specialità della pista e plurivittorioso quest’anno con 18 successi (più una cronosquadre) con tappe al Tour Down Under in Australia, tappa e Tour di Dubai, tappa ad Abu Dhabi, la Tre Giorni di La Panne in Belgio, quattro tappe del Giro d’Italia, quattro della Adriatica – Ionica Race, tre della Vuelta e la Classica di Amburgo, che ha cominciato a vincere a gennaio per smettere a settembre. Almeno su strada, perché, in coppia con l’altro alfiere della Quick Step, Iljo Keisse, ha vinto nell’ultima serata la famosa e combattuta Sei Giorni di Gand. Il dottor Corsetti segue Viviani dai tempi dello squadrone Liquigas di cui facevano parte anche Ivan Basso, Vincenzo Nibali e un giovanissimo Peter Sagan. (h.b.) 

Nella foto: Elia Viviani sulla cyclette con il dottor Roberto Corsetti

Elia Viviani pedala… sulla cyclette del Centro Medico B&B di Imola
Cronaca 3 dicembre 2018

Dalla Regione Emilia-Romagna in arrivo più di 90 mila euro per lo sport imolese

Ancora una volta la Regione Emilia-Romagna ha dimostrato d”avere a cuore lo sport e la sua pratica sul territorio. La Giunta regionale, infatti, nei giorni scorsi ha approvato la graduatoria di due bandi datati 2018, finanziando ben 206 domande per un totale di 2 milioni e 800 mila euro.

Nel territorio imolese, quindi, sono in arrivo 69.503 euro per gli eventi sportivi e 24.742 euro per i progetti di attività motoria. «La Regione continua a credere nella pratica motoria e nell’organizzazione di eventi sportivi sul territorio, come volano di sviluppo dell’intero sistema – spiegano i consiglieri Francesca Marchetti e Roberto Poli -. E lo dimostra aumentando le risorse di quasi il 60% rispetto al 2017».

Nello specifico saranno finanziati gli eventi del centro sportivo italiano – comitato di Imola «Dal parcheggio al mondo» (10.050 euro), del Comune di Imola «Imola Città di tappa 2018» (40.000), dell”Asd Ciclistica Santerno Imola «23° Gp Fabbi Imola – due giorni di ciclismo giovanile in autodromo Enzo e Dino Ferrari» (7.142), della diffusione sport Imola Apd «Babyvolley 2018» (12.311). Per quanto riguarda, invece, i progetti sportivi arriveranno risorse per la polisportiva Csi Clai Imola per «Storie sotto rete» (20.000) e per l’associazione Auser volontariato Imola «attività dinamiche: socializzare muovendosi» (4.742). (d.b.)

Nella foto: da sinistra i consiglieri Roberto Poli e Francesca Marchetti e il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini

Dalla Regione Emilia-Romagna in arrivo più di 90 mila euro per lo sport imolese
Sport 3 dicembre 2018

Pallamano A2, tra Romagna e Ferrara esce il segno «X»

Il Romagna torna dalla trasferta di Ferrara con un punto dopo il pareggio 28-28 contro di padroni di casa. La squadra di Tassinari raggiunge così il quinto posto in classifica a quota 11.

Il pareggio alla fine dei giochi è il risultato giusto. Il Romagna sbaglia poco in attacco nel primo tempo ma chiude il match. Nella ripresa i padroni di casa centrano la clamorosa rimonta e passano addirittura in vantaggio, prima del rigore trasformato sui titoli di coda da capitan Fabrizio Tassinari.

I bianconeri torneranno in campo sabato 8 (ore 19) alla Cavina contro la Fiorentina.

Tabellino

Ferrara United-Romagna 28-28 (14-18)

Romagna: Martelli, Sami, Amaroli 1, Folli 5, Andalò 1, Panetti, Bosi, F. Tassinari 5, Gollini, Rotaru 8, A.Boukhris 1, O.Boukhris 3, Luppi 3, La Posta 1. All. D.Tassinari.

Foto tratta dalla pagina facebook del Romagna

Pallamano A2, tra Romagna e Ferrara esce il segno «X»
Sport 3 dicembre 2018

Pallavolo B2 femminile, facile successo interno per la Vtb Pianamiele Ozzano

La Vtb Pianamiele Ozzano non delude davanti al proprio pubblico e archivia agevolmente la pratica Rovigo. Un 3-0 netto che non ammette repliche e lancia le ragazze di Casadio all”undicesimo posto in classifica a quota 10 punti.

Nel prossimo turno la Vtb Ozzano affronterà, sabato 8 (ore 21), in casa la Gramsci Reggio Emilia.

Tabellino

Vtb Pianamiele Ozzano-Rovigo 3-0 (25-16, 25-17, 25-16)

Ozzano: Taiani, Pavani, Mazza, Bughignoli, Volontè, Guerra, Tripoli, Costantini, Garagnani (lib), Muraca (lib), Palmese, Tesanovic. Allenatore: Casadio

Foto tratta dalla pagina Instagram della Vtb Ozzano

Pallavolo B2 femminile, facile successo interno per la Vtb Pianamiele Ozzano
Sport 2 dicembre 2018

Basket C Gold, il derby sorride a Castel Guelfo. La Vsv Imola si arrende all'overtime

Ci vuole un overtime per decretare la vincitrice del derby al Ruggi tra Vsv Imola e Castel Guelfo. A spuntarla sono proprio gli ospiti 78-69.

Partita dai punteggi molto bassi e dal sostanziale equilibrio fin dalla palla a due. Nei primi tre parziali nessuna delle due squadra prende il largo e se i gialloneri di Tassinari si affidano al trio Percan-Aglio-Zhytaryuk, i guelfesi rispondono con Musolesi, Saccà e fratelli Govi. La Vsv nell”ultimo quarto, però, prova a scappare definitivamente, ma qualche disattenzione di troppo in difesa permette agli ospiti di rimanere agganciati. Giacomo Govi porta avanti i gialloblù con una tripla sulla sirena dei 24 (un pò contestata da Imola). Dall”altra parte i liberi di Zhytaryuk e Percan rimandano avanti i gialloneri, ma Grillini segna in penetrazione e manda tutto all”overtime. Nel supplementare la Vsv è imprecisa, gli ospiti no e il derby prende la strada di Castel Guelfo.

Nel prossimo turno, in programma sabato 8 (ore 18), la Vsv Imola sarà impegnata sul difficile campo del Bologna Basket, mentre i ragazzi di Serio riposeranno. (d.b.)

Tabellino

Npc-Prosic 69-78 d.t.s (11-12, 27-28, 42-44, 60-60)

Imola: Dal Fiume, Percan 19, Aglio 16, Zhytaryuk 15, Dalpozzo, Giuliani 4, Turrini ne, Nucci 4, Murati, Casadei ne, Magagnoli 11. All. Tassinari.

Castel Guelfo: Musolesi 18, Sacca” 15, Pieri 7, F. Govi 11, Grillini 13, Nembrini ne, Avoni ne, Bergami, Lugli 3, Santini, G. Govi 11, Baccarini. All. Serio.

Nella foto: i guelfesi Grillini e Baccarini

Basket C Gold, il derby sorride a Castel Guelfo. La Vsv Imola si arrende all'overtime

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast