Sport

Sport 2 Luglio 2019

Ciclismo, in agosto Giovanni Caneda parteciperà alla sua quinta Paris-Brest-Paris

Siamo quasi tutti in buona forma (anche se siamo in pochi che miglioriamo invecchiando!) così prende sempre più piede lo sport estremo, in questo caso il ciclismo. Più modestamente (si fa per dire) Giovanni Caneda ha svolto il suo «compitino», per partecipare (la sua quinta volta) alla Paris – Brest – Paris, 1.300 km no-stop in programma in agosto. Giovanni fa ormai stabilmente parte della nazionale Audax e ha dovuto effettuare i quattro brevetti previsti che danno diritto alla partecipazione per la prova francese, 200, 300, 400 e 600 km svolti tra marzo e maggio con partenza da Montorio Veronese. «Il periodo non è stato dei migliori con questa falsa primavera fredda e piovosa. Le notti sono state terribili, si è riposato pochissimo ed era d’obbligo l’abbigliamento invernale. La prima prova si è svolta attorno al Lago di Garda, la seconda prevedeva anche la scalata del Monte Bondone. I 400 km partivano da Verona, si percorreva la Valsugana e ancora Bondone e Garda. L’ultima, la più dura per il meteo particolarmente avverso, da Verona arrivava a Dobbiaco, poi Val Pusteria, Bolzano, Lago di Garda e ritorno a Montorio. Fortuna che hanno autorizzato di poter prendere i ricambi a Dobbiaco, così ho potuto cambiarmi e finire».

Come ti sei allenato?

«Ho appena concluso una 400 km che è partita da San Lazzaro e ci ha portato sui colli bolognesi, compreso San Luca e  Monte Donato, poi Zena e Zula per venire verso la bassa imolese, Forlì, Premilcuore, il passo dei Tre Faggi e gli ultimi chilometri del Muraglione, poi l’Eremo di Gamogna, Marradi, il Carnevale, Palazzuolo, San Prospero, gli Stradelli Guelfi e ritorno a San Lazzaro. Un bel percorso». (n.v.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 27 giugno.

Nella foto: Giovanni Caneda

Ciclismo, in agosto Giovanni Caneda parteciperà alla sua quinta Paris-Brest-Paris
Sport 1 Luglio 2019

Nasce la collaborazione tra Imolese Calcio e i Ravens di football americano. IL VIDEO

Con una conferenza stampa al Centro sportivo Bacchilega, è nata oggi la collaborazione tra l”Imolese e i Ravens, società di football americano della città militante nel campionato Cif9.

Una sinergia tra due sport che non hanno niente in comune, ma che grazie ad un progetto pluriennale curato da Andrea Poggi, fratello della dirigente rossoblù Fiorella, potrà dare molto ad entrambe le società, sia in termini sportivi e di valori che a livello commerciale. Inoltre i Ravens utilizzeranno a pieno le strutture del Bacchilega, in una simbiosi che si spera redditizia per tutti. Al grido di «mai arrendersi» o  «never quit». a seconda se vi piace l”inglese o meno. (d.b.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 4 luglio.

Nella foto (Isolapress): la conferenza stampa di presentazione della collaborazione 

Nasce la collaborazione tra Imolese Calcio e i Ravens di football americano. IL VIDEO
Sport 1 Luglio 2019

Basket A2, Luca Valentini è un nuovo giocatore dell'Andrea Costa

Secondo acquisto per l”Andrea Costa che ha ufficializzato l”arrivo in biancorosso di Luca Valentini, playmaker classe 1997 nell”ultima stagione ad Oleggio, in serie B. Per lui 10.6 punti, 5.4 rimbalzi e 3.4 assist di media, in 30.7 minuti di utilizzo. «Sono molto contento dell’offerta che mi è stata fatta e non vedo l”ora di iniziare. – ha detto Valentini -. Sono pronto a lavorare duramente, mettendomi a completa disposizione del coach e del suo staff, così da raggiungere insieme gli obiettivi prefissati».

Prodotto del vivaio di Casale Monferrato, ha esordito con la stessa maglia nel 2012-2013, nell”allora Legadue, all”età di 15 anni dove è rimasto fino al 2016. In seguito il trasferimento prima a Desio, in Serie B, poi a Lugo e, infine, ad Oleggio sempre in B. A Imola giocherà al fianco di un veterano come Robert Fultz ed insieme, formeranno la coppia dei playmaker del roster della stagione ormai alle porte. «Abbiamo scelto di completare il pacchetto dei playmaker con Luca, che, nonostante la giovane età, ha già diversi campionati da protagonista alle spalle – ha commentato coach Di Paolantonio -. Riteniamo possa integrarsi molto bene in regia con Robert, portando un grande contributo in termini di intensità ed energia, oltre che nella costruzione di gioco».

Nella foto (di Luca Finessi, fotografo di Oleggio Basket): Luca Valentini

Basket A2, Luca Valentini è un nuovo giocatore dell'Andrea Costa
Sport 1 Luglio 2019

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Acque Minerali»

Con l’iniziativa «Camminacittà» si vuole promuovere l’esercizio fisico in modo semplice e accessibile a tutti. Si cammina su percorsi urbani, nei parchi, nelle aree verdi e sulle piste ciclopedonali. Si entra e si esce dal percorso a piacere e non è richiesta nessuna iscrizione.

Ogni lunedì vengono proposti due percorsi distinti, il primo di 8 km. circa ad andatura veloce e il secondo ad andatura più blanda di circa 5 km. aperto a tutte le persone che per età o altri motivi hanno piacere di fare del moto, in compagnia, senza dover sottoporre il fisico a stress eccessivi. La partecipazione è libera e gratuita. Anche stasera, lunedì 1° luglio, il ritrovo è alle ore 20.30 presso il parcheggio della Bocciofila (lato Silvio Alvisi), per poi avviarsi in direzione «Acque Minerali».

Per informazioni: Pierluigi (tel. 348-7932893).

Foto tratta dalla pagina facebook del Camminacittà di Imola

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Acque Minerali»
Sport 30 Giugno 2019

Calcio, Castel San Pietro porta fortuna alla Spagna che vince l'Europeo Under 21

Questa sera, alla Dacia Arena di Udine, la Spagna ha battuto 2-1 la Germania conquistando così, per la quinta volta nella sua storia, l”Europeo Under 21. In rete per le Furie Rosse il «napoletano» Fabian Ruiz e Dani Olmo, mentre per i tedeschi a nulla è servito il gol a pochi minuti dal 90° siglato da Amiri.

Un successo costruito, dopo la sconfitta con l”Italia nel girone e le vittorie contro Belgio, Polonia e Francia (quest”ultima in semifinale), anche a Castel San Pietro visto che gli iberici hanno svolto qualche allenamento al Comunale di via Viara durante l”edizione di una manifestazione andata in scena, dal 16 al 30 giugno, in Italia e San Marino. I dirigenti della Libertas Castel San Pietro, inoltre, hanno anche scherzato con alcuni giocatori della Roja, come testimonia la foto del gioiello del Real Madrid Dani Ceballos immortalato con la maglia della società castellana appena volata in Promozione. (d.b.)

Nella foto: a sinistra la Spagna al Comunale di via Viara (Isolapress). A destra, Dani Ceballos con la maglia della Libertas Castel San Pietro (dalla pagina facebook della società castellana

Calcio, Castel San Pietro porta fortuna alla Spagna che vince l'Europeo Under 21
Sport 30 Giugno 2019

L'imolese Piero Pedretti presenta il progetto Volleybol, tra le squadre anche la Pallavolo Imola

C’è anche la Pallavolo Imola fra le sette società della provincia di Bologna che hanno aderito al progetto VolleyBol voluto dalla Fipav per rilanciare la pallavolo nella nostra zona. Fra i primi ad appoggiarlo anche l’assessore del Comune di Bologna, Matteo Lepore, che ha dato il suo sostegno al progetto e ha promesso la costruzione di un nuovo palazzetto a Bologna per la pallavolo al Centro Sportivo Arcoveggio. L’obiettivo è quello di unire il variegato mondo della pallavolo bolognese in una grande «community», incentivando il volley di vertice, ma anche quello di base.

E per Imola cosa cambierà? Intanto il nuovo direttore sportivo della neonata Pallavolo Bologna dovrebbe essere l’imolese Piero Pedretti, che continuerà comunque a seguire le due squadre di serie D, vale a dire i maschi del Sesto Imolese, in cui giocano molti imolesi e la neopromossa formazione femminile del Solovolley. Al momento il nuovo progetto punta soprattutto sui maschi, ma in futuro potrebbe riguardare anche il settore femminile, dove però esiste già un consorzio come il Volley Team Bologna che unisce, ma solo a livello giovanile, altre società della provincia di Bologna, fra cui la Clai. «La priorità, visti i tempi stretti, era quella di costruire una prima squadra maschile che possa essere protagonista in serie B a cui partecipiamo avendo acquisito i diritti – racconta Pedretti -. Per questo, non essendoci giocatori di quel livello, abbiamo dovuto cercare elementi da fuori per essere subito pronti a lottare per salire in serie A e iniziare a conquistare gli appassionati di pallavolo di Bologna, ma anche gli imolesi che così non dovranno più andare a Modena o a Ravenna per vedere della pallavolo maschile di alto livello. Nelle prossime settimane decideremo con quali giocatori partecipare alla serie C e all’Under 16, ma sicuramente saranno i giovani più interessanti della zona. Ogni società manterrà la sua identità e si è resa disponibile a dare i giovani più interessanti per il nuovo progetto. Quindi anche noi come Pallavolo Imola lasceremo andare i nostri due ella selezione regionale, Andrea Rivola e Leo Callegati». (c.a.t.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 27 giugno.

Nella foto: Piero Pedretti, nuovo direttore sportivo della neonata Pallavolo Bologna

L'imolese Piero Pedretti presenta il progetto Volleybol, tra le squadre anche la Pallavolo Imola
Sport 30 Giugno 2019

Basket, l'imolese Jacopo Preti e la gran stagione a San Miniato. L'INTERVISTA

Sembrava un brutto anatroccolo, sta per trasformarsi in un cigno. Dopo aver lasciato l’Andrea Costa nel 2017, il 25enne lungo imolese Jacopo Preti è ripartito da zero e dopo una stagione a Giulianova (in B) senza grandi squilli, è arrivata l’ultima annata a San Miniato, dove il mezzo lungo imolese ha fatto boom. Con la Credit Agricol San Miniato (quinta nel girone A di serie B, poi eliminata da Faenza al primo turno del play-off), Preti ha giocato 33 partite (26,5 minuti di media), segnando 15,1 punti (col 42% da due, 37% da tre e 79% nei liberi) e catturando 4,7 rimbalzi a partita. Le prime pieghe del mercato, hanno subito coinvolto l’ex biancorosso che, dopo Abruzzo e Toscana, ora sbarca in Veneto, a San Vendemiano.

Un vero giro d’Italia?

«E’ bello cambiare, ma tutto questo – spiega il mezzo lungo imolese – ormai fa parte del mio bagaglio. Andando via da Imola, ebbi poche offerte, così presi quel che capitava e scelsi Giulianova, dove ho vissuto una stagione modesta. Poi ho preso coscienza e San Miniato è stato il punto di svolta, perché ho trovato un club fantastico, col quale non c’è mai stato un problema».

Perché hai scelto San Vendemiano e lo hai fatto così presto?

«Offerte ne avevo tante (Omegna, Faenza, Ozzano, Cento, Cassino e altre del sud) e non mi era mai capitato. Dal primo giorno che mi ha chiamato San Vendemiano, ho capito che era la squadra per me: per l’approccio, il progetto e il ruolo, ma anche per l’offerta economica». (p.p.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 27 giugno.

Nella foto: Jacopo Preti con la maglia di San Miniato

Basket, l'imolese Jacopo Preti e la gran stagione a San Miniato. L'INTERVISTA
Sport 29 Giugno 2019

«Torneo Volta 3×3», nell'atto finale successo per «Gli Improbabili»

Un migliaio di spettatori si sono dati appuntamento ieri sera al campetto di via Andreini per la fase finale del «Torneo Volta 3×3». Dopo le semifinali ecco l”ultimo atto dell”evento: a scrivere il proprio nome nell”albo d”oro sono stati «Gli Improbabili» (Nunzio Corcelli, Alex Ranuzzi, Lorenzo Grillini e Pietro Dall’Osso) che hanno superato i rivali dei «3922052500» (Marco Morara, Michele Martini, Matteo Folli e Umberto Sassi). Terzo posto per «Il Casello di Bormio» (Jacopo Preti, Giacomo Sabattani, Carlo Dirella e Andrea Gasparri) che nella finalina hanno avuto la meglio de «I Campas» (Giacomo, Enrico, Matteo e Filippo Campanella). Premiati anche Nunzio Corcelli come Mvp della manifestazione e Matteo Fussi, che ha ricevuto il premio come miglior giovane del torneo senior.

Oltre alle partite, però, ci sono state anche le gare di contorno: nell”Imola Informatica 3-point shootout ha trionfato l”imolese Fabio Monducci, mentre nella gara delle schiacciate Slam Dunk Contest, pubblico in visibilio per i DaMove, che hanno portato in città tre atleti di assoluto livello. Vittoria per Kader Kam che ha impressionato la giuria composta dalla sindaca Manuela Sangiorgi, dal giornalista di Eurosport Marco Barzizza, dagli influencer Giorgia Pistocchi (madrina della manifestazione) e Farid Shrivani (da Riccanza, Mtv), dal dirigente della Bcc Pierino Fabbri, dalla moglie del cestita Tommy Marino Elisa Introzzi e da Lorenzo Castelli, rappresentante del Volta City Camp.

Chiusura per Daniele Casadei, uno degli organizzatori della manifestazione. «Siamo veramente orgogliosi di come abbiamo concluso il nostro evento, in una serata che è stata la ciliegina sulla torta di una settimana magica: non ci aspettavamo assolutamente tutta questa gente ma eravamo preparati, anche grazie al grande cuore di tutti i nostri volontari che ci dedicano il loro tempo per costruire questa “baracca”. Siamo già carichi per l”edizione 2020 e speriamo di migliorare sempre di più per offrire sia un buon prodotto sportivo che un super contorno attorno al campo di gioco». (d.b.)

«Torneo Volta 3×3», nell'atto finale successo per «Gli Improbabili»
Sport 29 Giugno 2019

Calcio serie C, nuova campagna abbonamenti e tante idee per l'Imolese

Un volto nuovo, giovane, bello e sorridente per presentare la nuova campagna abbonamenti dell’Imolese. «Un Sogno condiviso può diventare Realtà» è lo slogan descritto da Jessica Merlo, nuovo responsabile marketing della società rossoblù, che si è affidata ad una struttura esterna per curare gli aspetti prettamente commerciali. Dalle 50 tessere di due stagioni orsono in serie D alle circa 130 dell’ultimo anno il salto è stato cospicuo, ma Lorenzo Spagnoli e tutto il suo gruppo si augurano che ci possa essere un ulteriore balzo in avanti. Ci sono svariati motivi per decidere di investire subito per il calcio a Imola: innanzitutto i prezzi contenuti, poi la maggiore facilità ad entrare allo stadio (senza dover acquistare il biglietto ogni settimana in sede, con documenti al seguito), per proseguire con la fiducia che la società si merita e finire con la certezza di poter entrare senza problemi agli eventuali play-off, visto che si è detto (proprio in queste pagine qualche settimana fa) di voler favorire gli abbonati tenendo conto della prelazione, cosa che non è successa nelle ultime partite contro Monza e Piacenza. Quanti potrebbero essere, realisticamente, i nuovi abbonati? Noi ci buttiamo e spariamo 300, un numero che non sembra enorme (sarebbero comunque più che raddoppiati…), ma che andrebbe ad eguagliare circa quello dei fedelissimi dell’Andrea Costa, l’unica società a Imola paragonabile a livello di interesse. Ci sarà comunque tempo per sapere il numero definitivo e per commentarlo. Quel che conta è che la vendita delle nuove tessere è iniziata con 4 giorni (da martedì 25 a venerdì 28 giugno) dedicati alle prelazioni. Chi era già abbonato lo scorso anno potrà tenersi la propria seggiolina al Romeo Galli, senza che qualcuno gliela porti via da sotto il naso. Poi inizieranno tre fasi di vendita, a prezzi via via crescenti. Il primo «step» sarà dall’1 al 22 luglio, il secondo dal 23 al 31 luglio e l’ultimo (a prezzo intero), dall’1 agosto fino all’inizio del campionato. E ora diamo uno sguardo al portafogli, facendo notare come la fase di prelazione corrisponda alla prima fase dei nuovi abbonati, a livello di cifre. Interessanti anche gli sconti per le donne, i giovani, gli anziani e le famiglie al completo. Fino al 22 luglio un abbonamento in curva costerà 100 euro (50 euro per donne e Under 14, 80 euro per Under 18 e Over 65), in tribuna si passerà a 140 euro, con gli sconti a 75 per il gentil sesso e 120 per gli «attempati». Nella seconda fase (23-31 luglio) un abbonamento in curva costerà 120 euro (60 euro per donne e Under 14, 90 euro per Under 18 e Over 65), in tribuna si passerà a 160 euro, con gli sconti a 90 per il gentil sesso e 140 per gli Over 65. Chi invece vorrà aspettare fino ad agosto per abbonarsi avrà i prezzi al massimo, cioè in curva pagherà 140 euro (70 euro per donne e Under 14, 100 euro per Under 18 e Over 65), in tribuna si passerà a 180 euro, con gli sconti a 100 per le donne e 150 per i più anziani. Ci saranno anche prezzi decurtati per gli ingressi alle sfide di Coppa Italia (sia nazionale che di serie C) e la possibilità di entrare gratis alla palestra Cavina per ammirare le gesta dell’Imolese neopromossa in serie A2, mentre la responsabile marketing Jessica Merlo ha lavorato anche per una serie di sconti da sfruttare in città, grazie all’abbonamento rossoblù, anche qui con guadagno crescente facendo la tessera il prima possibile. Le aziende coinvolte sono la stessa Imolese (su maglie e felpe), il Museo Checco Costa, l’hotel Donatello (per centro benessere e ristorante), il Villaggio della Salute Più e il negozio Sportime. (p.z.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 27 giugno.

Nella foto (Isolapress): da sinistra Matteo Celotti (nuovo addetto stampa), Jessica Merlo (responsabile marketing), Lorenzo Spagnoli (presidente) e Marco Montanari (direttore generale)

Calcio serie C, nuova campagna abbonamenti e tante idee per l'Imolese
Sport 28 Giugno 2019

Basket A2, Celis Taflaj è il primo colpo di mercato dell'Andrea Costa

Entra nel vivo il mercato dell”Andrea Costa che, dopo le uscite, finalmente registra anche un colpo din entrata. Come comunicato dalla società biancorossa è ufficiale l”accordo tra la società di via Valeriani e Celis Taflaj, ala piccola classe ”98 di 201 cm. Under albanese, ma di formazione italiana, arriva a Imola dopo una stagione trascorsa a Treviglio e terminata, da metà febbraio in poi, a Cento. «Sono molto contento di venire a giocare a Imola, una piazza calda dove si può fare bene – ha detto Taflaj -. Mi è piaciuto subito il progetto di coach Di Paolantonio. Sono molto carico e non vedo l’ora di iniziare. Saluto tutti i tifosi e spero che ci divertiremo insieme».

Capace di ricoprire diversi ruoli in campo, nel 2014 è arrivato in Italia, a Pistoia, dove è cresciuto nel settore giovanile. Poi il passaggio a Bottegone Sant’Angelo, prima di vestire le casacche di Stella Azzurra Roma e Viola Reggio Calabria. Dal 2014, inoltre, è un punto fermo della Nazionale, avendo fatto parte dei gruppi giovanili under 16, under 18 e under 20, ottenendo poi la convocazione con la Nazionale maggiore.

La scorsa stagione a Cento ha chiuso con 9.4 punti e 3.4 rimbalzi di media a partita, mentre il record stagionale di punti segnati è stato 21, messi a segno contro Forlì il 9 marzo 2019. «Cercheremo in questo mercato di costruire una squadra competitiva e battagliera – ha commentato coach Di Paolantonio – che giochi contro tutti a viso aperto per centrare l’obiettivo della salvezza. In questa ottica, Celis è stato uno dei primi nomi a cui abbiamo pensato e lui ha accettato la nostra proposta con grande entusiasmo.È un under che però ha già esperienza nel campionato di A2, può giocare stabilmente da ala piccola, potendo anche spostarsi qualche minuto da 4 tattico, e ciò sarà molto importante per l’economia della nostra squadra». (d.b.)

Nella foto: Taflaj con la maglia di Cento

Basket A2, Celis Taflaj è il primo colpo di mercato dell'Andrea Costa

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast