Sport

Sport 18 Gennaio 2020

Basket C Gold, colpo esterno dell’Olimpia Castello

Vittoria esterna per l’Olimpia Castello che espugna 69-58 un campo insidioso come quello di Bertinoro.

Squadra di Serio che parte forte nel primo quarto, ma subisce la prevedibile reazione dei padroni di casa. Dopo l’intervallo lungo, però, l’Olimpia piazza il break decisivo e scappa via con i canestri dei soliti Magagnoli, Ranocchi e Tomesani, a cui si aggiunge anche Sabattani. Negli ultimi dieci minuti Bertinoro prova a rientrare in partita, ma la difesa castellana regge fino alla sirena finale.

Nel prossimo turno, in programma domenica 26 (ore 18.30), l’Olimpia Castello ospiterà Anzola. (da.be.)

Approfondimenti sul numero di «sabato sera» del 23 gennaio.

Nella foto: la gioia dell’Olimpia Castello

Tabellino

Bertinoro-Olimpia Castello 58-69 (15-19, 33-34, 41-55)

Bertinoro: Rossi 6, Zambianchi 2, Ricci 11, Farabegoli 9, Bracci 7, Cinti 2, Mistral 2, Ravaioli 17, Angeletti ne, Sampieri ne, Bessan ne, Em. Solfrizzi 2. All. Tumidei.

Castel San Pietro: Sangiorgi 8, Benedetti 6, Magagnoli 12, Ranocchi 10, Trombetti 5, Righi ne, Tomesani 11, Sabattani 11, Procaccio 4, Pedini, Torreggiani ne, Albertini 2. All. Serio.

Basket C Gold, colpo esterno dell’Olimpia Castello
Sport 18 Gennaio 2020

Futsal A2, l’Imolese passeggia in casa contro il Leonardo Cagliari

Vince e convince l’Imolese che, dopo la sconfitta contro Milano e in Coppa Italia di A2 ai rigori contro l’Asti, alla Cavina passeggia 12-1 sul malcapitato Leonardo Cagliari. In classifica Vignoli e compagni tornano al 3° posto e rosicchiano pure due punti sia alla capolista Milano che al Carrè Chiuppano.

Partita già in ghiaccio a fine primo tempo, con la squadra di Carobbi avanti 6-0. Nella ripresa i rossoblù hanno continuato ad attaccare come se il punteggio fosse in bilico, trovando altrettante reti per la gioia del pubblico presente. Mattatore di giornata Foglia, autore di un poker.

Nel prossimo turno, in programma sabato 25 (ore 15), l’Imolese farà visita al Città di Massa dell”ex Ic Futsal Marcio Borges. (da.be.)

Approfondimenti sul numero di «sabato sera» del 23 gennaio.

Nella foto: Adriano Foglia

Tabellino

Imolese-Leonardo Cagliari 12-1 (6-0)

Imolese: Vittori, Paganini, Castagna, Foglia, Revert Cortés, Paciaroni, Pieri, Liberti, Butturini, Ansaloni, Radesco, Baroni. All. Carobbi.

Gol: 3’41″ Castagna (I), 6’12″ Foglia (I), 13’56″ Baroni (I), 15’26″ Castagna (I), 16’13″ Revert Cortés (I), 19’18″ Foglia (I), 6’29″ s.t. Foglia, 9’00″ Butturini (I), 10’34″ Foglia (I), 13’57″ Butturini (I), 14’30″ Paganini (I), 18’29″ Billai (L), 19’36″ Baroni (I).  

Ammoniti: Billai (L), Panucci (L).

Futsal A2, l’Imolese passeggia in casa contro il Leonardo Cagliari
Calcio 18 Gennaio 2020

L’Imolese svanisce nella ripresa e la Reggiana festeggia

Una Imolese più che discreta nel primo tempo e una squadra irriconoscibile nella ripresa, nonostante gli ingressi dei nuovi arrivati, Chinellato e Ferretti. Finisce così 2-1 per la Reggiana, che era andata in vantaggio con Kargbo e ha chiuso con l’autorete di Della Giovanna, nel tentativo di anticipare Zamparo. Nel mezzo una bellissima punizione di Belcastro, che non è servita per raccogliere punti in classifica. La punizione è ancora più dolorosa se si considera che i rossoblù hanno giocato in superiorità numerica per 25 minuti (doppio giallo per lo stesso Zamparo), senza produrre nulla.

Ci voleva un sabato pomeriggio per ritrovare il tutto esaurito (almeno nel settore ospiti, con 700 granata emiliani e 1.300 totali), ma soprattutto ci voleva una Reggiana al terzo posto in classifica da neopromossa.

La cronaca. Ci sono 10 minuti senza troppe scosse al fischio d’inizio, con un’Imolese molto attenta e una Reggiana che ci prova a sprazzi. La prima occasione grossa però capita sui piedi rossoblù di Belcastro. Liberato da un bel passaggio profondo di Ingrosso, si trova a tu per tu con Venturi, legger-mente defilato e non riesce a fare meglio che sparargli addosso. Ancora Imolese al 17’, con un bel corner di Marcucci che la serve sulla testa di Vuthaj: il colpo di testa però è troppo minimale per centrare la porta ed infatti la sfera si spegne a fil di palo. La partita si sblocca però al 28’, quando c’è un cross sulla sinistra di Kirwan per Kargbo che la mette alle spalle di Rossi alla prima vera occasione granata della partita (con qualche responsabilità di Boccardi). Per fortuna che l’Imolese ha un fuoriclasse come Belcastro, che al 36’ pareggia le sorti. Bravo Tentoni (uno dei migliori) a prendere un fallo al limite dell’area e punizione d’autore del numero 10, che entra nonostante il tocco del portiere. Un’altra occasione ghiotta spunta al 44’, ma per ricostruirla servirebbe rivedere il video più volte. Il succo è che da un angolo di Marcucci ne esce un batti e ribatti incredibile, con la palla che non ne vuole sapere di entrare, nonostante le conclusioni di Della Giovanna, Carini (ben due volte) e Alimi. Si va al riposo.

La ripresa. Attenzione, entra in campo Chinellato subito prima del fischio d’inizio al posto di un inconsistente Vuthaj. Al 49’ ci prova la Reggiana, con Kargbo che si fuma Boccardi e arriva al tiro: un rasoterra insidiosissimo che si spegne a fil di palo sulla sinistra di Rossi. La Reggiana cresce e al 53’ raddoppia: da un tiro di Kargbo nasce un contrasto tra Della Giovanna e Zamparo e la palla si infila in rete con il probabile tocco finale del difensore rossoblù. Al 57’ è il momento anche di Ferretti, che entra al posto di Maniero, mentre Valeau sostituisce Della Giovanna. Il modulo resta comunque quello iniziale anche dopo l’ingresso di Garattoni dopo il lungo infortunio, il 3-4-2-1, con Chinellato più avanzato rispetto a Belcastro e Ferretti. Al 71’ non ci sono occasioni da gol, ma c’è l’espulsione di Zamparo (doppio giallo) che lascia la Reggiana in 10. Staremo a vedere se produrrà qualcosa, anche se la bella Imolese del primo tempo (4 occasioni da gol, solo 1 sfruttata) non si vede più. Nella ripresa quasi solo maglie bianche col tricolore, come al minuto 81, quando Staiti scocca un tiro pericoloso che Rossi devia in angolo.

Il recupero. L’arbitro concede 6 minuti e pure giustamente, visti i tanti cambi e i momenti di pausa che la Reggiana furbescamente continua a ricercare. L’Imolese è comunque stanchissima e tutti i tentativi risultano vani. Finisce così… Con un’altra sconfitta. (p.z.)

Imolese – Reggiana 1-2 (1-1)

Imolese (3-4-2-1): Rossi; Boccardi, Carini, Della Giovanna (57’ Valeau); Tentoni (85’ Latte Lath), Marcucci (68’ Garattoni), Alimi, Ingrosso; Belcastro, Maniero (57’ Ferretti); Vuthaj (46’ Chinellato). All. Atzori.

Gol: 28’ Kargbo (R), 36’ Belcastro (I), 53’ Della Giovanna (autogol) (R).

L’Imolese svanisce nella ripresa e la Reggiana festeggia
Sport 18 Gennaio 2020

Calcio serie C, mister Atzori vuole un'Imolese più… Audace: «Affrontiamo una big, ma vogliamo metterla in difficoltà»

Alle 15 al Galli andrà in scena il match tra Imolese e Reggiana, o Reggio Audace come dir si voglia. Entrambe le squadre arrivano alla sfida con una vittoria nella prima gara del 2020 a testimonianza del buon stato di forma che stanno attraversando. Nonostante il 2-2 nel girone di andata il cammino dei due club e le relative ambizioni sono e rimarranno diametralmente opposte: salvezza per i rossoblù padroni di casa e promozione in B per il miglior attacco del girone B (35 reti). «L’entusiasmo che hanno portato questi 3 punti contro l’Arzignano si è sentito, è normale – ha commentato il tecnico rossoblù Atzori-. Rispetto alla gara di andata, abbiamo cambiato modulo e stiamo in campo in maniera differente quindi cercheremo di contrapporci con l’obiettivo di mettere loro in difficoltà, senza andare noi in difficoltà. Non dimentichiamo che davanti abbiamo una big che, come detto dal presidente Spagnoli, punta alla Serie B e l’organico che hanno a disposizione è tale per centrare questo obiettivo».

La Reggiana, invece, è stata l”unica, tra le prime sette del girone, a conquistare i tre punti alla prima gara del 2020, utili così per allungare a 10 la striscia positiva (6 vinte e 4 pareggiate). I ragazzi di mister Alvini, infatti, hanno perso una sola partita finora, incappando però in ben 8 pareggi che, ad oggi, costringono gli emiliani al “solo” terzo posto in classifica. Il modulo adottato dovrebbe essere il 3-4-2-1. Davanti a Venturi, la linea difensiva vedrà il rientrante Rozzio, capitan Spanò e l’esperto Espeche. A centrocampo Staiti, dopo aver scontato la squalifica, rientrerà al fianco di Rossi. A sinistra agirà Libutti, mentre a destra Kirwan sembra in vantaggio rispetto a Favale e Favalli. In attacco, Radrezza, favorito sul neoarrivato Valencia, sosterrà la coppia formata da Kargbo e Marchi. Scappini e Zamparo destinati ad entrare solamente a gara in corso. (da.be.)

I convocati dell’Imolese

Portieri. 1 Libertazzi, 12 Seri, 22 Rossi. Difensori. 5 Checchi, 19 Boccardi, 23 Garattoni, 26 Carini, 27 Valeau, 28 Della Giovanna, 29 Ingrosso, 30 Schiavi. Centrocampisti. 4 Marcucci, 6 Alimi, 8 Tentoni, 10 Belcastro, 11 Provenzano, 17 Maniero, 25 Artioli. Attaccanti. 7 Latte Lath, 9 Vuthaj, 14 Ngissah, 20 Sall, 21 Chinellato. 32 Ferretti.

Probabile formazione

Imolese (3-4-2-1): Rossi; Boccardi, Carini, Della Giovanna; Marcucci, Alimi, Tentoni, Ingrosso; Belcastro, Maniero; Vuthaj. All. Atzori.

Calcio serie C, mister Atzori vuole un'Imolese più… Audace: «Affrontiamo una big, ma vogliamo metterla in difficoltà»
Sport 17 Gennaio 2020

Calcio serie C, l'Imolese affronta la Reggiana con un Ferretti ed un Chinellato in più nel motore

Domenica scorsa Luca Belcastro ha deviato in rete la palla della vittoria. Così l‘Imolese ha espugnato il Romeo Menti, anche se di fronte non aveva il Vicenza, ma l‘Arzignano. Ed è stato molto meglio, visto che la compagine della provincia vicentina è una di quelle che bisogna lasciarsi alle spalle per conquistare la salvezza. Ora, oltre ad averla scavalcata in classifica, i rossoblù possono anche contare sugli scontri diretti favorevoli, visto che all’andata al Romeo Galli l’incontro era finito 0-0. «Era proprio quello che ci serviva – ha commentato l’allenatore Gianluca Atzori -. E pazienza se è stata una partita dai contenuti tecnici poveri, una delle nostre peggiori, molto vicina a quella di Fermo per intenderci. Ma guarda caso dalle due più brutte abbiamo raccolto 6 punti. Ed è un bel segnale se le cose girano a nostro favore quando giochiamo male».

Adesso però è necessario ritrovare quella continuità di risultati interrotta con le sconfitte con Padova e Vicenza. A cominciare dalla pimpante Reggiana, reduce da un netto 3-1 sul Ravenna, che domani, sabato 18 gennaio alle 15, scenderà in campo al Galli. «Abbiamo chiesto di anticipare a sabato proprio per avere un giorno in più per preparare quella successiva col Rimini (mercoledì” 22, ore 18.30). Ma ora la nostra concentrazione deve essere unicamente protesa alla sfida con la Reggiana. Sappiamo che è un avversario fortissimo, che gioca un buon calcio e che sta facendo un campionato migliore di quello che ci si attendeva».

La Reggiana è terza in classifica e pienamente in corsa per il primato. Arriva da due vittorie consecutive e non perde dal 20 ottobre, quando fu sconfitta a Vicenza. Non farà certo sconti.

«Ci stiamo preparando come abbiamo sempre fatto fin qui, consapevoli che abbiamo bisogno di punti e quindi predisposti a cercare la vittoria. Poi, come è successo contro la Sambenedettese, tanto per stare sul recente, è stata la partita a farci capire che il pareggio era un buon risultato».

Mister Atzori, oltre che sull‘attaccante Chinellato potrà contare anche sul centravanti Andrea Ferretti, arrivato oggi in prestito dalla Triestina. Il classe ‘86 di Montecchio Emilia è cresciuto a livello calcistico nelle giovanili del Parma prima di trasferirsi al Cardiff City. Dopo due stagioni rientra in Italia, in Serie B, al Cesena dove colleziona 20 presenze e 3 goal. La retrocessione con il Cesena porta Ferretti ad affacciarsi per la prima volta in Lega Pro e ad iniziare un nuovo capitolo della sua carriera. In 256 presenze tra girone A e girone B, vestendo le maglie di Pavia, Spezia, Carpi, Grosseto, Feralpisalò e Triestina, ha realizzato 76 goal e 18 assist. Soprannominato lo «squalo», indosserà la maglio numero 32. (da.be.)

Nella foto: Andrea Ferretti

Calcio serie C, l'Imolese affronta la Reggiana con un Ferretti ed un Chinellato in più nel motore
Sport 17 Gennaio 2020

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana

Come ogni settimana torna la nostra guida sugli appuntamenti sportivi più importanti del weekend nel territorio. Attenzione, però, alla sosta natalizia.

BASKET. In A2 l”Andrea Costa scenderà in campo, domenica 19 gennaio (ore 18), a Ravenna. In serie B, invece, la Sinermatic Ozzano sarà impegnata sabato 18 gennaio (palla a due alle 20.30) in casa contro Ancona. Scendendo in C Gold, sabato 11 gennaio spazio a Bertinoro-Olimpia Castello (ore 18.30) e Medicina-Castel Guelfo, mentre domenica (palla a due alle 18) l’Intech Imola riceverà la capolista Fiorenzuola.

CALCIO. L”Imolese (serie C) scenderà in campo sabato 18 gennaio (ore 15) al Galli contro la Reggiana, mentre mercoledì 22 (alle 18.30) riceverà il Rimini.

CALCIO FEMMINILE. In serie C, l”Imolese domenica 19 gennaio (alle 14.30) affronterà in trasferta la Pistoiese.

FUTSAL. L”Imolese (A2) sabato 18 gennaio (ore 17) ospiterà il Leonardo Cagliari.

PALLAVOLO. Nel prossimo turno la Clai (B1) sarà impegnata, domenica 19 (ore 18), in casa contro Cesena.

PALLAMANO. Il Romagna di Tassinari (A2) sfiderà, sabato 18 gennaio (alle 17), in trasferta la Fiorentina.

RUGBY. Imola (serie B), domenica 19 gennaio (ore 14.30), affronterà in casa Livorno.

Classifiche, calendario e tutte le infomazioni su «sabato sera», nella sezione Sport. (d.b.)

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana
Sabato Sera TV 17 Gennaio 2020

Wrestling, al centro sociale La Tozzona la seconda edizione de «La notte dei campioni»

Dopo l’enorme successo ed il sold out dello scorso anno torna a Imola il grande wrestling, con la seconda edizione de «La Notte dei Campioni»-The King of the Ring, l’evento Wrestling Megastars organizzato dal Bologna Wrestling Team e patrocinato dal Comune che si terrà sabato 18 gennaio all’interno della tensostruttura del centro sociale «La Tozzona» (via Punta, 24).

Anche in quest’occasione parteciperanno i migliori atleti europei, europei e di fama mondiale della disciplina. Tra questi il lottatore mascherato giapponese Ultimo Dragon, vera icona di questo sport, nonché star tv e allenatore in passato di personaggi del calibro di Rey Mysterio. Sarà presente anche il dozzese Red Scorpion, pluricampione italiano ed europeo che metterà in palio la cintura di campione continentale nella categoria medio massimi, oltre al wrestler e stella del cinema King Danza, Nathan Lelli, Vp Dozer e l’austriaco otto volte campione del Mondo Chris «The Bambikiller» Raaber. Non potevano, inoltre mancare, i talenti del Bologna Wrestling Team come Nico Narciso ed il forlivese Lyon che, per l’occasione, sfiderà l’inglese Crater, il più pesante wrestler del mondo con i suoi 230 kg. Sul ring, infine, anche i Fat Machine Guns, duo formato da Trucker e Jason Cain.

L’inizio dello show è previsto per le 20.30. Il costo del biglietto in prevendita, acquistabile presso il centro sociale La Tozzona, è di 10 euro, mentre al botteghino sarà di 15 euro. I bambini al di sotto dei 6 anni entrano gratis. Per informazioni e biglietti: 334-5770936 o visitate il sito del Bologna Wrestling Team.

Foto presa dalla pagina Facebook del Bologna Wrestling Team

Wrestling, al centro sociale La Tozzona la seconda edizione de «La notte dei campioni»
Sport 16 Gennaio 2020

Ciclismo | La società Sergio Dalfiume non molla tra gare, gimcane e amatori

Si è chiusa un’altra stagione organizzativa per la società ciclistica Sergio Dalfiume, che ormai da diversi anni ha chiuso l’esperienza del team agonistico Elite e Under 23, ma che continua la sua efficace attività di promozione della bicicletta e del suo utilizzo a tutte le età. La società presieduta da Mauro Romagnoli (Luigi Roli è presidente onorario) ha riproposto anche nel 2019 la «Due giorni ciclistica delle colline castellane», che ha portato tanti giovani (oltre 330 gli iscritti in totale) a gareggiare nel territorio comunale di Castel San Pietro.

Ma non sono mancate neppure le iniziative per i più giovani, seppur poco fortunate: basti pensare alla «Gimcana dei piccoli» in collaborazione con la Polisportiva Villafontana, in programma lo scorso 22 settembre al parco del laghetto Mariver a Osteria Grande, ma saltata per via del maltempo. Senza dimenticare, comunque, che l’attività sportiva e organizzativa non si ferma alle categorie giovanili: nel 2019 le maglie della Dalfiume sono state indossate da una trentina di cicloturisti e amatori, che hanno pedalato sulle strade emiliano romagnole e non solo. Ad agosto, inoltre, è stato organizzato il consueto raduno cicloturistico che ha portato circa 700 partecipanti.

Insomma, la Varignana è una tradizione che va avanti dal 1952, ma anche tutte le altre attività della società Dalfiume hanno ormai una lunga e importante storia. Il gruppo direttivo e i volontari del team, ancora oggi, sono persone appassionate di ciclismo e sarebbe davvero felici di accoglierne tante altre disposte a dare una mano, a titolo volontario, a portare avanti questa tradizione. Intanto, una cosa è certa: la Dalfiume non ha la minima intenzione di mollare. (ma.ma.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 9 gennaio.

Nella foto: l’arrivo 2019 della Coppa Varignana

Ciclismo | La società Sergio Dalfiume non molla tra gare, gimcane e amatori
Sport 15 Gennaio 2020

Basket A2 | All'Andrea Costa non bastano gli americani per superare Mantova

Ko, nel turno infrasettimanale, per l’Andrea Costa che, al palaRuggi, lascia strada 99-81 a Mantova, nonostante l’ottima prova degli americani Morse e Bowers.

Biancorossi che resistono un tempo e poi nulla possono contro gli ospiti. Dopo l’intervallo lungo, infatti, Mantova costruisce il break decisivo e per la squadra di coach Di Paolantonio partono in anticipo i titoli di coda. Andrea Costa alla fine troppo imprecisa dall’arco (9/28) e ai liberi (24/36) e trascinata «solo» dalle giocate individuali dei due Usa. Anche gli americani di Mantova, però, sono in serata positiva, e a referto si aggiungono pure i 17 punti di Ghersetti per regalare così un dispiacere ai tifosi imolesi.

Nel prossimo turno, in programma domenica 19 gennaio (ore 18), l’Andrea Costa farà visita a Ravenna. (da.be.)

Nella foto: l’Andrea Costa 

Tabellino

Le Naturelle-Mantova 81-99 (30-27, 47-51, 65-80)

Imola: Bowers 22, Morse 22, Masciadri 9, Fultz 8, Taflaj 8, Valentini 6, Ingrosso 4, Baldasso 2, Ivanaj, Calvi, Alberti ne. All. Di Paolantonio.

Mantova: Lawson Jr. 24, Clarke 22, Ghersetti 17, Ferrara 9, Visconti 9, Maspero 9, Raspino 6, Poggi 3, Colussa, Sarto, Vigori ne, Epifani ne. All. Finelli.

Basket A2 | All'Andrea Costa non bastano gli americani per superare Mantova
Sport 15 Gennaio 2020

Futsal Coppa Italia A2 | Alla Cavina Imolese eliminata ai rigori dall'Asti

Rigori fatali per l’Imolese. Sono stati, infatti, i tiri dagli 11 metri a sancire l’eliminazione dei rossoblù nel primo turno di Coppa Italia di A2. Alla Cavina finisce 7-5 per l’Asti, dopo che i tempi supplementari si sono conclusi sul 4-4.

Primo tempo tutto di marca imolese, chiuso sul 2-0 grazie alle reti di Revert Cortés e Liberti. Nella ripresa il pareggio dei piemontesi, prima del nuovo vantaggio firmato Gabriel. L’Asti, però, non ci sta e pareggia ancora, così ci pensa Liberti a riportare avanti la squadra di Carobbi, ma gli ospiti trovano il definitivo 4-4. Ai supplementari, infatti, le porte rimangono inviolate, così la sfida è decisa ai rigori. Per l’Imolese unica trasformazione con Liberti. (da.be.)

Nella foto: time-out rossoblù

Tabellino

Imolese-Città di Asti 4-4 (5-7 d.c.r.)

Imolese: Vittori, Vignoli, Gabriel, Fort, Paganini, Castagna, Foglia, Liberti, Ansaloni, Revert, Paciaroni, Baroni. All. Carobbi. 

Gol: 15’26” Revert (I), 18’37” Liberti (I); 2’56” Paulo Major (A), 5’14” Corsini (A), 5’21” Gabriel (I), 17’27” Mendes (A), 17’39” Liberti (I), 18’56” Paulo Major (A). Rigori: Mendes (A), Corsini (A), Liberti (I), Zanchetta (A).

Ammoniti: Zanchetta (A), Celentano (A), Paulo Major (A), Castagna (I), Revert (I), Foglia (I), Vignoli (I), Baroni (I), Lucas Braga (A).

Futsal Coppa Italia A2 | Alla Cavina Imolese eliminata ai rigori dall'Asti

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast