Cronaca

La Medicina B a Pasquali, la Geriatria a Menetti, si completa il riordino nell'ospedale di Imola

La Medicina B a Pasquali, la Geriatria a Menetti, si completa il riordino nell'ospedale di Imola

Stefano Pasquali è il nuovo direttore della struttura complessa Medicina B mentre la Geriatria è diventata una struttura semplice dipartimentale ospedaliera e territoriale, con al vertice, confermato, Massimo Menetti. Due novità divenute operative ad inizio maggio dopo la firma delle delibere ufficiali di nomina da parte del direttore generale dell’Ausl di Imola, Andrea Rossi. Si è completata così la riorganizzazione della medicina internistica, partita gradualmente oltre un anno fa e che si collega anche all’attivazione dell’area Post Acuti del terzo piano.

Stefano Pasquali, ha 60 anni, abita a Budrio «ma professionalmente è imolese doc», sottolineano dell’Ausl, dato che lavora al «Santa Maria della Scaletta» da ben ventotto anni, prima in Medicina, poi in Lungodegenza; nel 2010, con la riorganizzazione per gradualità di cura dell’area, è stato nominato responsabile della struttura semplice di Medicina a media-bassa intensità, denominata poi Medicina B e trasformata ora in struttura complessa.

Anche Massimo Menetti, 59 anni, imolese, geriatra, lavora dal 1993 presso l’ospedale di Imola e dal 2016 è il responsabile della Geriatria. «Il nuovo assetto – conferma Pasquali – ci mette nelle condizioni di garantire un’assistenza medica ed infermieristica di grande qualità, al passo con i nuovi bisogni emergenti della popolazione, soprattutto di quella fragile, che i nostri reparti trattano principalmente». «Sono lieto che la Geriatria – aggiunge Menetti -, già apprezzata anche per la diagnostica strumentale (ecografica e doppleristica), le valutazioni multidimensionali e dei disturbi cognitivi, sia diventata una struttura trasversale sia al Dipartimento medico-oncologico che alle attività sul territorio».

Il prossimo incarico di vertice che l’Ausl dovrà assegnare (l”avviso di selezione è appena scaduto) è quello di direttore o direttrice del Distretto sanitario. Il piano di nomine anticipato da Rossi per ora è confermato, sebbene si siano allungati un po’ i tempi. Per quanto riguarda Oculistica e Pediatria, l’intenzione era chiedere alla Regione l’autorizzazione per i primariati entro il 2018. Si vedrà. (l.a.) 

Altri particolari nell”articolo su “sabato sera” del 10 maggio

Nella foto: Stefano Pasquali e Massimo Menetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast