Cronaca

Oggi a Imola un convegno sulla stimolazione cerebrale profonda nel trattamento della Malattia di Parkinson

Oggi a Imola un convegno sulla stimolazione cerebrale profonda nel trattamento della Malattia di Parkinson

II 24 novembre si celebra la giornata nazionale della Malattia di Parkinson. L’evento è promosso dall’Accademia Limpe-Dismov, che si pone come punto di riferimento scientifico nazionale per promuovere e divulgare le conoscenze nel campo della Malattia di Parkinson e dei disordini del movimento, promuovere e sostenere la ricerca scientifica e contribuire all’aggiornamento continuo degli operatori sanitari.

Come consuetudine in tale ricorrenza, la Ssd di Neurologia dell’Ausl aderisce all’iniziativa, organizzando, nella giornata di venerdì 23 novembre, alle ore 15 alla Sala De Maurizi (V piano Dea, ospedale Santa Maria della Scaletta di Imola in via Montericco 4) un incontro scientifico dal titolo: «La stimolazione cerebrale profonda nel trattamento della Malattia di Parkinson». L’argomento del seminario è legato al fatto che, nelle fasi iniziali della Malattia di Parkinson, il beneficio clinico apportato dalla terapia farmacologica dura solitamente tutto il giorno.

Tuttavia, con il peggioramento della malattia, il paziente percepisce una progressiva perdita d’efficacia del farmaco, che non riesce più a coprire pienamente l’intervallo fra una dose e la successiva, fenomeno noto come «deterioramento di fine dose». Quando l’effetto del farmaco tende a scemare, i sintomi della malattia quali il tremore, la lentezza nei movimenti e la difficoltà nel camminare si accentuano. Questa fase viene definita fase «Off». Quando il paziente assume la dose successiva di farmaco, i sintomi migliorano nuovamente e questa fase viene denominata fase «On». Però, con il passare del tempo, i pazienti tendono a sviluppare movimenti involontari (torsionali e rotatori) chiamati discinesie, che possono essere molto fastidiosi ed invalidanti.

Per risolvere questi problemi, il medico di riferimento può variare le dosi e la frequenza di assunzione dei farmaci per provare a ridurre la durata della fase Off  le discinesie. In alcuni pazienti la Stimolazione cerebrale profonda (Deep Brain Stimulation – Dbs) può essere terapia efficace nel trattamento delle fasi Off e/o delle discinesie non controllabili efficacemente dalla terapia medica. Il seminario è aperto a tutti e la cittadinanza è invitata a partecipare.

L”articolo completo è su «sabato sera» del 22 novembre

Nella foto una parte del volantino ufficiale con l”immagine di Yuri Chechi, già campione olimpico agli anelli e testimonial della Giornata nazionale della Malattia di Parkinson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast