Cronaca

Domenica 24 febbraio l'Anpi di Imola e Sesto Imolese ricorda gli antifascisti e i partigiani di Osteriola

Domenica 24 febbraio l'Anpi di Imola e Sesto Imolese ricorda gli antifascisti e i partigiani di Osteriola

Le sezioni Anpi di Imola e di Sesto Imolese organizzano un incontro a ricordo degli antifascisti e dei partigiani di Osteriola Lino Afflitti, Otello Cardelli, Candido Contoli, Zelino Frascari, Armando Gardi, Enea Suzzi e Angelo Volta, che si terrà domenica 24 febbraio presso la Lapide ai partigiani di Osteriola, sulla via San Vitale, alle ore 10.30. Interverranno Ettore Bacchilega (Anpi Sesto Imolese), Daniele Bassi (sindaco di Massa Lombarda), Paola Pula (sindaco di Conselice) e Bruno Solaroli (Anpi Imola).

Durante il fascismo e negli anni della Resistenza a Osteriola il sentimento antifascista non fu mai sopito e molte persone si impegnarono direttamente a sostegno degli antifascisti prima e dei partigiani poi, che avevano una propria base nel podere Ghina. Fu proprio a causa di questo sentimento antifascista diffuso che la piccola frazione della bassa fu sottoposta a stretta sorveglianza, come nel caso del rastrellamento del 26 febbraio 1945, in seguito al quale molti abitanti furono imprigionati e torturati e quattro di loro furono portati a Bologna, per essere processati, condannati a morte e fucilati a San Ruffillo a metà marzo: Angelo Volta, Otello Cardelli, Zelino Frascari, tutti e tre non avevano ancora vent’anni, e Armando Gardi, che stava per compiere 44 anni.

In precedenza, nel settembre 1944, in seguito all’occupazione di Sesto Imolese da parte delle forze partigiane, a causa di rappresaglie e repressioni, avevano perso la vita Enea Suzzi e Candido Contoli. Lino Afflitti, anch’egli partigiano, perse la vita in un’altra occasione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast