Posts by tag: evento

Cultura e Spettacoli 18 Settembre 2020

Nel fine settimana Castel San Pietro profuma di miele

Castel San Pietro si profuma di… miele, con la 40^ edizione del concorso «Tre gocce d’oro. Grandi mieli d’Italia» in programma da oggi, venerdì 18 settembre, a domenica 20 settembre.

Venerdì 18 alle 16.30, in via Matteotti 79 si terrà un seminario dal titolo «Nuovi traguardi in materia di buone pratiche agricole a difesa dell’apicoltura» mentre alle 21 piazza XX Settembre ospiterà il Corpo bandistico cittadino in un concerto omaggio a Ennio Morricone. Sabato 19 si parte alle 9, sempre in piazza, con l’apertura della Fiera del miele, unitamente al «Borgo dei sapori, Fiera delle eccellenze enogastronomiche italiane». In serata evento condotto da Tessa Gelisio, con la premiazione del 1° concorso «Un piatto al miele». Si tratta di un concorso riservato ai ristoratori del territorio che vuole proporre la reinterpretazione dei piatti della Cultura Gastronomica Bolognese» così come probabilmente venivano preparati anticamente sia nelle tavole modeste così come in quelle dei ricchi, oppure liberando l’estro dello chef alla ricerca di nuovi abbinamenti. Tra i giurati Patrizio Roversi ((conduttore televisivo, esperto agroalimentare). Domenica 20 settembre, alle 10.30 in piazza Acquaderni, per «Tre Gocce d’Oro 2020, il 40°» ci sarà la presentazione della pubblicazione multimediale «I mieli italiani: un patrimonio unico di qualità e tipicità» con il resoconto sulla qualità dei mieli in concorso per l’edizione 2020, e la consegna dei riconoscimenti in un evento condotto da Patrizio Roversi. Ogni evento verrà realizzato nel rispetto delle norme per il contenimento
del Coronavirus.

Per informazioni clicca qui.

L’articolo completi su «sabato sera» del 17 settembre.

Nella foto: Patrizio Roversi

Nel fine settimana Castel San Pietro profuma di miele
Cultura e Spettacoli 11 Settembre 2020

Al «Settembre Castellano» fumetti, braciola, musica e un omaggio alla Carrera

Nel secondo fine settimana del mese, il Settembre Castellano entra nel suo clou con la Festa della Braciola, tradizionale appuntamento dedicato al castrato alla bra- ce e non solo. Nonostante le restrizioni e le cautele dovute alla situazione attuale, la città sul Sillaro ha scelto di non mettere da parte le proprie tradizioni. Così, dopo il weekend dedicato alle Terme, protagoniste di domenica sono le tipicità castellane in tutti i ristoranti e le trattorie della città oltre che nello stand di degustazione aperto da oggi a domenica dalle 19 (domenica anche a pranzo dalle 12) in piazza XX Settembre con ricco menù d’asporto che include, solo per la domenica, il castrato allo spiedo. Special guest durante la Festa della Braciola, il comico Vito.

Non solo gastronomia. Sempre in questo weekend trovano posto in centro storico altre due tradizioni castellane. La Carrera che, per la prima volta nella sua storia non si correrà, sarà protagonista in piazza domani dalle 19.30 con interviste e filmati storici. Il festival Vari.China, dedicato al disegno e ai fumetti, che solitamente si teneva a Varignana, va invece in scena sempre sabato in piazza Acquaderni (dalle 19.30). Completano il programma della giornata i negozi aperti e mercatini delle vie Matteotti e Cavour, l’esposizione «Musica a colori» di Leonardo Ottoni (piazza Galilei, dalle 19.30), la proiezione del documentario «Narratore dell’avvenire, un film su Giovanni Pascoli poeta» con il regista Mauro Bartoli e lo spettacolo comico «Di- segnar battute» con Davide Dalfiume e Alessandro Alvalenti (in piazza XX Settembre alle 21, con prenotazione obbligatoria). Domenica 13 settembre ci sa- ranno, in centro storico dalle 10, un’esposizione di mezzi storici della Carrera e, dalle 16.30, interviste e filmati a cura dell’associazione Club Carrera. Alle 18.30 in piazza Galilei ci sarà il concerto del pianista Filippo Rigotti, alle 21 in piazza XX Settembre il concerto «Vacci!» con i Doctor Life, voci narranti Giorgio Comaschi e Simona Vezzali e special guest il sax di Andrea Innesto (evento a numero limitato, prenotazione obbligatoria). Chiudono il weekend, alle 22.30, i fuochi d’artificio. (mi. mo.)

Nella foto: Arte al centro con Vari.China

Al «Settembre Castellano» fumetti, braciola, musica e un omaggio alla Carrera
Cronaca 29 Maggio 2020

Coronavirus, a Medicina annullata l’edizione 2020 del Barbarossa

Alla fine anche il Barbarossa di è arreso all’emergenza Coronavirus. Con scelta unanime, infatti, l’Amministrazione comunale di Medicina, la Pro Loco e quasi 30 rappresentati delle Torri e di tutte le associazioni che curano l’organizzazione dell’evento hanno deciso di sospendere l’evento. 

L’edizione del 2020 sarebbe stata la trentesima, un bel traguardo per un evento nato dall’idea di alcune maestre che ha contaminato via via tante persone fino a diventare una festa estesa a tutta la città dentro le torri e anche in frazione. Un appuntamento atteso da Medicina e da tutte le persone che ogni anno tornano a rivivere la leggenda.Questa iniziativa solitamente richiama tante migliaia di persone e sarebbe di difficile gestione in questa fase.In questi mesi Medicina è stata duramente colpita dall’emergenza Covid-19.

Per una questione di rispetto per il momento di difficoltà vissuto  dal nostro territorio e per le incertezze legate ai protocolli di sicurezza di un’iniziativa pubblica così particolare, la scelta è quella di rimandare al 2021 il Barbarossa. «Ringrazio Pro Loco e i gruppi intervenuti per il grande senso di responsabilità che hanno dimostrato in questa scelta verso la Città di Medicina, duramente colpita da questa emergenza- dichiara l’assessore alla Pro Loco e al Volontariato Lorenzo Monti -. Il Barbarossa è solo rimandato e troveremo comunque un modo insolito per fare rivivere la leggenda nel consueto weekend della festa, insieme a tutte le realtà coinvolte nell’organizzazione». (da.be.)

Foto del Barbarossa concessa dal Comune di Medicina

Coronavirus, a Medicina annullata l’edizione 2020 del Barbarossa
Cultura e Spettacoli 15 Febbraio 2020

Ozzano domani festeggia il Carnevale con una parata e una festa in piazza

Quarantacinque anni di festa. Tante sono le primavere (ma, visto il periodo in cui si svolge, sarebbe meglio dire gli inverni) che compie il Carnevale di Ozzano che si terrà domani, domenica 16 febbraio, con una parata in maschera a cui possono partecipare tutti i cittadini e con una festa in piazza. «Abbiamo deciso di organizzare una festa in piazza con lunapark, giocolieri, maghi, trampolieri, maschere storiche… – spiega Francesco Del Grande, presidente della Pro Loco di Ozzano -. Abbiamo scelto una formula dove i visitatori, e soprattutto i bambini, siano più attivi nell’interazione con gli spettacoli, tipica di una festa di piazza dove i partecipanti si sentono vicini. L’idea della parata iniziale tiene poi conto dell’aggregazione spontanea dei cittadini e delle associazioni del territorio, e ci porta tutti in piazza. Quello che ci ha mosso è formulare una proposta che tenga in considerazione il desiderio dei bambini di avere una festa in libertà».

L’appuntamento è allora per le ore 14 al Pala Arti Grafiche Reggiani, da dove partirà la parata in maschera aperta a tutti che arriverà in piazza Allende: qui, dalle 14.30 spazio a maghi, fachiri, giocolieri, truccabimbi, maschere e trampolieri, bolle di sapone, lunapark e giostre. Previsti premi per le migliori maschere. (r.c.)

Nella foto: la locandina del Carnevale di Ozzano

Ozzano domani festeggia il Carnevale con una parata e una festa in piazza
Cronaca 3 Gennaio 2020

Una serata di giochi, musica e altro a Mordano per finanziare il nuovo Centro giovanile

Si chiama Flood New Life l”evento che un gruppo di giovani di Mordano e Bubano, in collaborazione con l”assessorato alle Politiche giovanili del Comune e l”associazione Mordano Par Tott, organizza per la serata di oggi, dalle 18 a mezzanotte, in via Ombrosa 4. Tanti gli ingredienti, dall”aperitivo alla musica, dalla mostra fotografica ai giochi di società. Il ricavato della serata sarà devoluto a finanziare le iniziative del Centro Giovani.

Tra gli obiettivi da perseguire per il 2020 per il Comune di Mordano, infatti, come spiegano l”assessore alla Scuola Elisa Conti e il consigliere delegato alle Politiche giovanili Giuseppe Cassarino, «c”è la costituzione di un centro giovanile nel quale i ragazzi dai 14 ai 30 anni di età abbiano la possibilità di portare avanti, attraverso la collaborazione con educatori, iniziative di confronto e scambio tra giovani, favorendo e promuovendo la socializzazione anche intergenerazionale e mettendo in campo azioni ed interventi che hanno l”obiettivo di offrire ai giovani mezzi, opportunità, strumenti, possibilità e percorsi per vivere in modo pieno e positivo la transizione alla vita adulta, intesa come condizione di maggior autonomia e status di piena cittadinanza, quale fruibilità piena di diritti e doveri». (r.cr.)

Nella foto alcuni ragazzi promotori dell”iniziativa: Andrea Medri, Eugenio Andaló, Emanuele Sabatani e Francesco Baldisserri

Una serata di giochi, musica e altro a Mordano per finanziare il nuovo Centro giovanile
Cronaca 15 Dicembre 2019

Al circolo Cappuccini i documentari su Imola realizzati dal gruppo «Liceali doc» dell'Istituto Valeriani

Al circolo cinematografico Cappuccini si accendono i riflettori su Imola, città dei matti. Come si gira un documentario nella no man’s land tra Emilia e Romagna? Perché parlare di Imola? Sono queste le due domande che il gruppo «Liceali Doc» del liceo scientifico Valeriani si è posto per raccontare una città e promuovere un territorio. Guidati da professori della scuola e tutor esterni dell’associazione Documentaristi Emilia Romagna, gli studenti hanno scritto, girato e montato due documentari che verranno proiettati domani, lunedì 16 dicembre, presso il circolo cinematografico Cappuccini, in via VillaClelia 12, dalle ore 18, durante una serata moderata da Giorgio Conti con la partecipazione del giovane poeta bolognese, molto seguito su Instagram, Luca Gamberini.

«E’ un progetto che vede i ragazzi impegnati su tantissimi fronti», afferma la referente di «Liceali Doc», Barbara Marabini, per definire questo percorso finalizzato all’acquisizione di esperienze relative al mondo del lavoro e all’uso di videocamere professionali, microfoni, piattaforme digitali, software per il montaggio non convenzionalmente presenti e adottati nelle scuole. Ma quali sono i temi toccati dai «Liceali Doc»? Le tre classi del liceo Scientifico Valeriani hanno scoperto che i confini sono luoghi di passaggio, non limitazioni.

La 4ª A si è occupata di Imola tra Emilia e Romagna e la discussione ha approfondito la conoscenza di Imola come simbolo di incontro tra culture. Uguale valore simbolico è rivestito dal cortometraggio sul manicomio dell’Osservanza, elaborato dalla 4ª B che ha intervistato ex infermieri e medici. A svolgere il ruolo di ufficio stampa e social media manager dell’intera iniziativa sono stati i ragazzi di 3ª A che in questo periodo hanno imparato l’importanza del lessico dei media e dei social network perla pubblicizzazione di un evento, con un’attenzione speciale per grafica e videoclip promozionali. Per continuare a conoscere l’inedito racconto della città dei «Liceali Doc» si possono seguire e commentare i loro canali social Instagram e Twitter: @Liceali Doc; Facebook: Liceali Doc Imola. (r.cr.)

Al circolo Cappuccini i documentari su Imola realizzati dal gruppo «Liceali doc» dell'Istituto Valeriani
Cronaca 13 Dicembre 2019

Per la rassegna «Senza distinzione alcuna» iniziativa sulle nuove povertà con Domenico Iannacone

Nell”ambito della serie di iniziative «Senza distinzione alcuna, percorsi di uguaglianza ed equità», domani 14 dicembre, con inizio alle 17, è in programma nella sala ex chiesa del complesso manicomiale dell”Osservanza (ingresso da via Padovani), l”incontro dal titolo «Umanità resiliente», con il giornalista e poeta Domenico Iannacone, autore e conduttore di Rai3.

Nelle sue interviste Iannacone racconta storie di vita, di riscatto ed ispirazione, scelte radicali volute o forzate. Si parlerà di nuove povertà e del fenomeno in crescita dei senza fissa dimora. In apertura ci sarà la proiezione del cortometraggio «Mon clochard». Partecipano alla serata il regista del cortometraggio Gian Marco Pezzoli e Stefano Salomoni, vicedirettore del Nuovo Diario Messaggero. (r.cr.)

Per la rassegna «Senza distinzione alcuna» iniziativa sulle nuove povertà con Domenico Iannacone
Sport 30 Novembre 2019

«AcquaGame» con «SwimCastello», una domenica di giochi in piscina a scopo benefico

Domani, domenica 1 dicembre, la società sportiva «SwimCastello» organizza «AcquaGame», che quest’anno raggiunge il 20° anno di attività a sostegno di associazioni del territorio. L’appuntamento è alla piscina comunale di Castel San Pietro dalle ore 14.45 alle 17. L’evento a scopo benefico propone giochi a squadre per ragazze e ragazzi nel magico «Villaggio di Babbo Natale».

L’ingresso è aperto al pubblico a offerta libera e quest’anno il ricavato sarà interamente devoluto per i progetti dei «diversamente unici» dell’associazione «Agire Per Reagire». Nell’ultimo triennio «SwimCastello», nata nel novembre del 2017 dall’unione delle 3 associazioni Ages, Uisp e DnaBlu che operavano all’interno della piscina comunale da circa 40 anni, ha devoluto alle diverse associazioni la somma di oltre 3.200 euro. L’iniziativa si tiene con il patrocinio del Comune di Castel San Pietro Terme. (r.s.)

Nella foto: il logo della Swim Castello

«AcquaGame» con «SwimCastello», una domenica di giochi in piscina a scopo benefico
Sport 6 Novembre 2019

«Parole in pista», domani sera Ezio Zermiani (con Minardi e Martini) al Museo Costa

Come già annunciato, grazie al successo ottenuto in 5 mesi di apertura, la mostra «Ayrton Magico. L’anima oltre i limiti», ospitata dal Museo Checco Costa (Maicc), posticipa la data chiusura al 3 maggio 2020, in concomitanza con il 26º anno dalla scomparsa del campione brasiliano. Nel frattempo, con la serata al Sersanti di giovedì 17 ottobre dedicata a Giorgio Terruzzi, è iniziata la rassegna «Parole in Pista», una serie di appuntamenti (in collaborazione con Crame e Fondazione Cassa di Risparmio di Imola) con alcuni dei giornalisti più rappresentativi della F.1. Si prosegue dunque domani, giovedì 7 novembre, al Museo Costa (ore 21.15) con «Ezio Zermiani racconta». Lo storico giornalista Rai interverrà in compagnia di Gian Carlo Minardi e all’ex pilota Pierluigi Martini, per raccontare Ayrton Senna e ripercorrere quegli anni indimenticabili. (r.s.)

Nella foto: Ezio Zermiani

«Parole in pista»,  domani sera Ezio Zermiani (con Minardi e Martini) al Museo Costa
Cultura e Spettacoli 21 Settembre 2019

A settembre è tempo di Sfujaréja, festa in piazza a Imola con le tradizioni contadine

Tradizioni in primo piano oggi, sabato 21 settembre a Imola. Torna infatti, con la sua trentasettesima edizione, la Sfujaréia, organizzata dalla Società del Passatore– Ca’d’Jomla e dall’associazione turistica Pro Loco. La tradizionale spannocchiatura che avveniva nelle aie delle nostre campagne a settembre viene portata nel centro della città per mostrare a grandi e piccini uno dei momenti più tipici della storia della nostra terra. Momento importante anche quale condivisione con una festa che univa tutti al termine del lavoro.

E una festa sarà quella di sabato in piazza Matteotti quando alle 17 si apriranno gli stand gastronomici e sarà allestito un mercatino di opere dell’ingegno e alimentare. Ci saranno la sfujareia con Gli amici del Plaustro, un’esposizione di attrezzi della tradizione contadina col Gruppo Ricordi di Campagna, la polenta del Gruppo Polentari di Tossignano, la mescita di vino doc delle Cantine Cavim, Poletti e Severoli, nonché la degustazione di vino nuovo della vendemmia 2019 della Cantina Tre Monti.

Non mancherà la possibilità di acquistare la piastrella ricordo della Cooperativa Ceramica di Imola con disegno di Nevio Galeotti. Spazio poi a una prova gratuita di tennis per bambini con Asbid Imola, e ai balli popolari con Sbanda Ballet. Alle 20.30 si terrà la cerimonia dell’Incappellatura degli Amici Società del Passatore seguita da uno spettacolo musicale con «iBigBand» che proporrà canzoni notissime e amate da tutti. (r.c.)

Nella foto un momento dell”edizione 2018 della Sfujareja

A settembre è tempo di Sfujaréja, festa in piazza a Imola con le tradizioni contadine

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast