Cultura e Spettacoli

Imola Crossroads omaggia Lucio Battisti con una all stars del jazz italiano

Imola Crossroads omaggia Lucio Battisti con una all stars del jazz italiano

Il secondo appuntamento di Imola Crossroads vedrà sul  palco dello Stignani il progetto Pensieri e Parole, un nobile «Omaggio a Battisti» in jazz proposto da una super all stars del jazz italiano che vede coinvolti, venerdì 26 aprile alle 21.15 al teatro Stignani, Peppe Servillo alla voce, la pianista Rita Marcotulli, Fabrizio Bosso alla tromba, Javier Girotto ai sassofoni, Furio Di Castri al contrabbasso e Mattia Barbieri alla batteria.

Dopo aver proposto con successo rivisitazioni jazz del repertorio di Domenico Modugno con Uomini in frac, di Celentano con Memorie di Adriano e di Fabrizio De Andrè con Amore che vieni amore che vai, l’Ater (Associazione Teatrale Emilia Romagna) ha prodotto questo nuovo spettacolo dedicato ad uno dei personaggi più importanti della musica leggera italiana. Lucio Battisti infatti è stato tra i più influenti e innovativi musicisti e cantanti italiani di sempre. Bravo chitarrista, perfezionista quasi maniacale negli arrangiamenti, sul  fronte musicale ha imposto una svolta significativa al pop leggero italiano rivoluzionando e personalizzando fortemente la forma canzone (tradizionale e melodica) contaminandola con sonorità e generi come il rock, il beat, il progressive, il latin, il rhythm’n’blues. Inoltre fondamentali si sono dimostrati anche i preziosi sodalizi con gli autori Mogol e Pasquale Panella che lo hanno portato a scalare le classifiche nazionali per anni, sia con brani interpretati da lui che da altri – basti pensare alla lunga collaborazione con Mina – arrivando a vendere la bellezza di 25 milioni di dischi.

Omaggiare in jazz un autore tra i più intimi, personali e sofisticati come Battisti non era facile, e il rischio di scivolare nella più tradizionale cover era decisamente forte. La sfida affrontata dai nostri jazzisti coinvolti, ci sembra decisamente vinta grazie all’originalità degli arrangiamenti, curati in questa occasione dal sassofonista italo argentino Javier Girotto (che ha conosciuto la musica di Battisti solo dopo il suo trasferimento in Italia), alla bravura interpretativa e teatrale dell’istrionico Peppe Servillo e all’ottimo interplay e alle qualità solistiche del resto del gruppo. Il sestetto infatti è riuscito a tracciare un suggestivo e inaspettato percorso sonoro mettendosi al servizio del ricco universo musicale battistiano attraverso una ventina di canzoni, da Pensieri e Parole a Il mio canto libero, da Emozioni a E penso a te, e il grande Servillo ha decisamente aggiunto un’altra importante prova interpretativa alla sua galleria di personaggi come Celentano, Modugno, Conte. (f.r.)

Imola Crossroads fa parte del festival regionale «Crossroads. Jazz e altro in Emilia Romagna», è promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Imola ed è organizzata da Jazz Network in collaborazione con il Combo Jazz Club con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola.

Biglietto: 20 euro intero, 16 ridotto. Info 0542/602600 o 0544/405666.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast