Cronaca

Liberazione, «Quando un posto diventa un luogo» e la re-inaugurazione alla Rocca sforzesca

Liberazione, «Quando un posto diventa un luogo» e la re-inaugurazione alla Rocca sforzesca

Domani, venerdì 26 aprile, per il 74° anniversario della Liberazione, nell’ambito delle iniziative di Quando un posto diventa un luogo, è in programma, alle ore 10 nel piazzale Giovanni dalle Bande Nere, la re-inaugurazione della lapide a ricordo dei perseguitati, degli uccisi e dei fucilati alla Rocca sforzesca, tra i quali Alessandro Bianconcini, antifascista e combattente di Spagna che ha dato il suo nome alla 36ª Brigata Garibaldi, a cura della classe 3ª B della scuola media Innocenzo da Imola con le professoresse Antonella Lepore e Letizia Ragazzini. A seguire deposizione di una corona, con interventi di Claudio Frati, assessore del Comune di Imola e Valter Attiliani, dell’Anpi di Imola. (r.cr.)

Nella foto: la Rocca sforzesca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast