Cronaca

Proseguono le iniziative della Festa della storia di Castel San Pietro Terme alla ricerca delle origini

Proseguono le iniziative della Festa della storia di Castel San Pietro Terme alla ricerca delle origini

Proseguono le iniziative della sedicesima edizione della Festa internazionale della storia, che quest’anno porta il motto di «Viva la storia viva». Il prossimo appuntamento in programma è per venerdì 18 ottobre al Golf club Le Fonti (viale Terme), alle ore 20.30, con Michele Naldi, che presenterà il suo ultimo libro «La Fabbrica di S. Francesco e i Minori Osservanti in Castro Sancti Petri». Il titolo riassume il contenuto del quaderno storico circa l’ex chiesa francescana che si ergeva in via Palestro, visibile dalla piazza, ora sede dell’ufficio postale, che non esiste più dall’ultimo conflitto mondiale e che identificò il primo contenitore architettonico della realtà francescana in «Castro Sancti Petri in Bononien», così come si chiamava Castel San Pietro Terme al momento della sua fondazione; introdurrà l’evento l’architetto Lorenzo Raggi.

Sempre venerdì 18, alle 20.30, ma questa volta a Osteria Grande, presso il centro civico di via Broccoli, andrà in scena la rappresentazione teatrale «Noi pupazzi». Un altro appuntamento sullo stesso palco, sempre alle 20.30, è in programma sabato 26, con il recital di Roberto Dall’Aglio Il baule della storia,entrambi a cura dell’associazione Spazio Life. Più movimentati gli appuntamenti della camminata storica Val Quaderna, ville e acque di sabato 19 ottobre, alle ore 14, con partenza dal centro commerciale di Osteria Grande, e di sabato 26, stessa ora, con partenza presso il ponte di Palesio, con meta la diga storica di inizio Novecento, a cura dell’associazione Pro Loco.

Altra iniziativa itinerante è quella di domenica 20 ottobre, organizzata dal B&B Podere Calvanella, sito nell’omonima via al n. 7, nel territorio di Monterenzio, Calvanella, accoglienza viva oggi come ieri, percorsi di storia e memoria. Martedì 22, alla sala Sassi, in via Fratelli Cervi 3, alle ore 20.30, si parlerà di «La rocchetta del ponte sul fiume Santerno». Infine, domenica 27, alle ore 15.30, nella sala degli Antichi sotterranei del palazzo comunale, in piazza XX Settembre 5, si svolgeranno le conversazioni su «Il cibo fa storia: carciofi e cardetti». (r.cr.)

Nella foto la rocchetta del ponte sul fiume Santerno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

Campagna Abbonamenti

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast