Posts by tag: eventi

Cultura e Spettacoli 27 Novembre 2020

Coronavirus, 10 mila euro per associazioni ed enti imolesi che non hanno potuto realizzare attività culturali e artistiche

#straordinariacultura2020. È questo il nome del bando voluto dalla Giunta di Imola rivolto ad associazioni ed enti imolesi che hanno sostenuto spese non recupe- rabili per l’organizzazione di iniziative e progetti artistici e culturali programmati nel territorio comunale, non realizzati a causa dell’emergenza sanitaria. Il bando è rivolto ad associazioni ed enti culturali iscritti all’elenco delle associazioni del Comune di Imola e costituite alla data del 31 ottobre 2019. «È una straordinaria iniziativa di “ristoro”. Così si prova a rispondere, almeno in parte, alla necessità di contenere gli effetti negativi che l’emergenza Covid-19 ha comportato per la rete di associazioni del territorio» motiva l’assessore alla Cultura, Giacomo Gambi.

Saranno ammesse esclusivamente richieste riferite ad attività culturali e artistiche già programmate, destinate a svolgersi all’interno del territorio comunale nel periodo dell’emergenza sanitaria (1° febbraio-31 dicembre 2020), non realizzate o non realizzabili a causa delle limitazioni per il contenimento del contagio da Covid-19. L’ammontare del contributo sarà calcolato in base al totale delle spese documentate ritenute ammissibili; in ogni caso, l’indennizzo potrà essere riconosciuto fino all’80% delle spese (il plafond è di 10 mila euro). Le richieste vanno inoltrate entro il 30 novembre a mano all’ufficio Protocollo del Comune di Imola oppure tramite email all’indirizzo comune.imola@cert.provincia. bo.it.

Per informazioni: servizio Attività culturali tel. 0542/602427. (r.cr.)

Nella foto (Isolapress): l’assessore alla Cultura Giacomo Gambi durante un’intervista nella redazione di «sabato sera»

Coronavirus, 10 mila euro per associazioni ed enti imolesi che non hanno potuto realizzare attività culturali e artistiche
Cultura e Spettacoli 10 Ottobre 2020

Ricordando Scarabelli tra fossili, piante e storie

Nel bicentenario della nascita di Giuseppe Scarabelli (Imola 1820 – Imola 1905), scienziato, sindaco di Imola, senatore del Regno d’Italia, sono varie le iniziative per ricordarlo, curate da diversi enti e associazioni.

Il prossimo evento in programma, oggi sabato 10 ottobre alle 17, sarà in biblioteca (via Emilia, 30 a Imola). Stefano Mariani, geologo e dottore di ricerca in Scienze della Terra dell’Università di Bologna, attraverso l’analisi di inediti documenti personali e di lavoro, porterà alla riscoperta dello stesso Scarabelli, in un incontro dei «Tesori della Biblioteca» (prenotazione obbligatoria allo 0542-602657). Lo stesso Stefano Mariani condurrà, l’11 ottobre alle 10, lungo una visita guidata alla Riserva del Bosco della Frattona (con ritrovo al parcheggio di via Suore) alla scoperta di animali, piante, popolazioni di un antico passato ripercorrendo le orme di Giuseppe Scarabelli (evento gratuito adatto a tutti, con prenotazione obbligatoria al Ceas allo 0542 602183). Per gli eventi valgono le prescrizioni anti-Covid (mascherina e distanziamento).

L’articolo completo su «sabato sera» dell’8 ottobre.

Nella foto: ritratto di Giuseppe Scarabelli (Archivio privato in uso all’Archivio fotografico Musei civici di Imola)

Ricordando Scarabelli tra fossili, piante e storie
Cultura e Spettacoli 5 Ottobre 2020

Ludoteca di Casa Piani di nuovo «in… gioco»

Di nuovo in… gioco: dopo la sospensione dovuta all’emergenza sanitaria, ha riparto infatti l’1 ottobre lo Spazio giochi (ludoteca) di Casa Piani, la Sezione Ragazzi della Biblioteca comunale di Imola. L’accesso èconsentito esclusivamente agli iscritti alla biblioteca, e potranno essere accolti fino a un massimo di dieci bambini/adulti con mascherina. Inoltre occorrerà utilizzare il gel sanificante e rispettare il distanziamento previsto. È anche prevista la misurazione della temperatura agli utenti al momento dell’entrata. Non sarà necessaria la prenotazione ma si potrà accedere fino all’esaurimento della disponibilità.

Ritornano anche le proposte di «Autunno in gioco 2020», il calendario con i migliori giochi da tavolo presenti in ludoteca, e i laboratori di «Crea con mamma e papà», dedicati ai più piccoli. I giochi del martedì pomeriggio (con apertura dalle 16.30 alle 18.30) sono adatti ai ragazzi dai 9 ai 14 anni: in ottobre, si dà spazio ad astuzia e intelligenza con il «Labirinto magico» (martedì 6), «Hick Hack nel pollaio» (martedì 13), «Dominion» (martedì 20), «Kingdomino» (martedì 27). In contemporanea si può fare il gioco libero. (r.c.)

L’articolo completo su «sabato sera» dell’1 ottobre.

Nella foto: un’immagine della ludoteca 

Ludoteca di Casa Piani di nuovo «in… gioco»
Cultura e Spettacoli 12 Settembre 2020

Riprendono gli appuntamenti enologici alla Rocca di Dozza

In questo mese di settembre riprendono (dopo la pausa estiva di agosto) gli appuntamenti enologici alla Rocca di Dozza, attività organizzate da Enoteca Regionale Emilia Romagna per la valorizzazione dei vini e dei produttori emiliano-romagnoli.

Si parte domani, domenica 13, con i banchi d’assaggio tematici (dalle 14.30 alle 18.30) e l’accoppiata di bianchi autoctoni Famoso e Rebola. Il 20 settembre protagonista sarà la Malvasia mentre il 27 spazio l’Albana. Come di consueto alla degustazione dei vini illustrate da un sommelier (3 assaggi, 6 euro) è sempre possibile abbinare un assaggio di eccellenze gastronomiche regionali (3 euro). Dal mese di ottobre, poi, ad affiancare i banchi d’assaggio ci saranno anche gli incontri del sabato con i vignaioli e riprenderanno anche i mini corso alla scoperta del vino e non solo. Le attività 2020 proseguiranno fino al 20 dicembre.

Per informazioni: tel. 0542-367700.

Riprendono gli appuntamenti enologici alla Rocca di Dozza
Cultura e Spettacoli 4 Settembre 2020

Eventi al Settembre Castellano, dalle Terme al gusto del miele

«Il Settembre Castellano va festeggiato – afferma il sindaco Fausto Tinti -, e va festeggiato con prudenza, rispetto e responsabilità verso il bene comune. È una scelta che abbiamo fatto, con le necessarie limitazioni e con un programma sobrio, per tenere insieme la comunità. Perché il Settembre Castellano fa parte della nostra identità, è ritrovarsi, è avere relazioni positive e semplici, è vedersi e rivedersi, è sentirsi vicini per appartenenza e per amicizia. Nel manifesto abbiamo raffigurato cinque petali che riassumono i principali elementi della festa: il centro storico, il miele e il castrato che sono le nostre specialità e icone enogastronomiche, le Terme, e la Carrera, che quest’anno potremo solo celebrare e ricordare con mostre e iniziative». Così il sindaco di Castel San Pietro, Fausto Tinti, annuncia il Settembre Castellano 2020, contenitore di eventi che torna anche quest’anno, pur con modifi- che e attenzione riservate alla situazione attuale.

«C’è un filo che lega il pro- gramma: sarà la festa degli eventi che portiamo avanti da tanti anni e rappresenterà tutto ciò che Castel San Pietro può offrire – spiega la presi- dente di Pro Loco, Raimonda Raggi -. Nelle date in cui negli anni scorsi si tenevano gli eventi principali, abbiamo inserito delle iniziative, sem- pre nel rispetto delle norme ed evitando gli assembramenti». Nel primo weekend domenica 6 sarà ricordata Varignana di Notte con una visita guidata al borgo collinare, mentre a Castello sabato 5 ci sarà la Festa delle Terme. (r.cr.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 3 settembre.

Eventi al Settembre Castellano, dalle Terme al gusto del miele
Cultura e Spettacoli 5 Agosto 2020

«Musei più aperti» nell'estate imolese, ad agosto tre appuntamenti con la Rocca al tramonto

«Musei più aperti» anche nell”estate 2020. Torna infatti l’iniziativa promossa dai Musei civici imolesi per mettere a disposizione gli spazi museali nei mesi caldi ai cittadini attraverso aperture straordinarie e appuntamenti serali. A luglio protagonista è stato palazzo Tozzoni con «A lume di candela. Volti e gesti nella penombra», che ha riscosso così tanto successo da rendere necessaria l”aggiunta di un”ulteriore data alle tre in programma per soddisfare le richieste pervenute. Ad agosto, invece, grazie anche al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, protagonista «al tramonto» sarà la Rocca Sforzesca, che entrerà a far parte del «Circuito dei Castelli dell’Emilia Romagna», il progetto di promozione turistica realizzato dall’Apt Servizi in collaborazione con l’Ibacn (Istituto per i beni artistici culturali e naturali) regionale e l’Associazione dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza. L”iniziativa agostana è articolata in tre appuntamenti, dal titolo «Rocca al tramonto – Itinerari tra Storia e Archeologia», che ripercorreranno la sua storia. In ognuna delle tre serate una guida accompagnerà il pubblico in una passeggiata tra le mura della fortezza che si concluderà nella torre più alta, da dove si gode una suggestiva veduta di Imola al tramonto. Si partirà domani, giovedì 6 agosto, dalle 18.30 alle 20.30, con «La forma del potere. La “nuova” Rocca dei Riario Sforza», in cui si racconteranno l’ascesa e il declino della famiglia Riario Sforza attraverso le architetture della fortezza rinnovata: il potere, la passione, le lotte, e gli intrighi alla corte di Caterina, Signora di Imola, tra Quattrocento e Cinquecento.

Il secondo evento è invece in programma giovedì 20 agosto, dalle 18.30 alle 20.30, con “Una fortezza per la città. I primi secoli della Rocca”. Dalle origini della fortezza medievale alla dominazione degli Alidosi e dei Manfredi, si proporrà un percorso alla scoperta delle tracce nascoste della prima e più antica edificazione della Rocca, accompagnato dal racconto delle vicende storiche imolesi e del territorio tra duecento e quattrocento. Conclusione, giovedì 27 agosto dalle 18.30 alle 20.30, con «Echi di romanità tra le mura della fortezza». In questa serata si andrà alla scoperta dei reperti archeologici esposti nel cortile del Soccorso, i quali testimoniano la ricchezza delle sepolture che, a partire dalla metà del I secolo a.C., si affollavano lungo la via Aemilia nel tratto che dalla città di Forum Corneli procedeva verso Bononia. Le modalità di visita sono le seguenti: ogni appuntamento si svolgerà in due turni di visita guidata, il primo dalle 18.30 alle 19.30 e il secondo dalle 19.30 alle 20.30. Potranno partecipare a ciascun turno al massimo 20 persone. L”ingresso sarà gratuito previa prenotazione telefonando al 0542.602609 dal lunedì al venerdì 9-13 o inviando una mail a musei@comune.imola.bo.it, scrivendo nome e numero di telefono per ricevere conferma. Tutti i partecipanti dovranno indossare la mascherina e mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro. 

Per la Rocca sono inoltre previste altre aperture straordinarie. Oltre alla mattinata di sabato 1° agosto, le date sono: sabato 8, martedì 11, mercoledì 12, giovedì 13, venerdì 14,  sabato 15,  sabato 22 e sabato 29 agosto dalle ore 10 alle ore 13. Durante l”estate restano inoltre le regolari aperture dei Musei civici, Museo di San Domenico,  Palazzo Tozzoni e la Rocca Sforzesca, il sabato dalle 15 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. In questo caso l’accesso dei visitatori sarà di 10 persone ogni ora il sabato mattina e domenica mattina alle ore 10, 11, 12; sabato e domenica pomeriggio alle ore 15, 16, 17 e 18. La domenica mattina l”ingresso ai musei imolesi è gratuito per i residenti a Imola, sempre con obbligo di mascherina e mantenimento della distanza di sicurezza di almeno un metro . 

Per quanto riguarda le mostre in corso, prosegue quella fotografica nel Museo di San Domenico, «Ristorante San Domenico di Imola 1970-2020», un percorso lungo 50 anni, in occasione del 50° anniversario di attività del ristorante San Domenico che offre, al piano terra del museo, le immagini fotografiche che ripercorrono le tappe fondamentali, ritraendo gli chef Valentino Marcattilii e il nipote Massimiliano Mascia insieme a personaggi famosi tra attori, politici, amici che si sono susseguiti nelle sale del ristorante.  Gli ingressi saranno consentiti a un massimo di cinque persone alla volta. L”ingresso è gratuito e la prenotazione non è obbligatoria. Per info e prenotazioni: Musei civici di Imola (via Sacchi 4), tel. 0542 602609, indirizzo email musei@comune.imola.bo.it.

«Musei più aperti» nell'estate imolese, ad agosto tre appuntamenti con la Rocca al tramonto
Cultura e Spettacoli 10 Luglio 2020

Escursioni, concerti, percorsi fra musica e natura con la rassegna di Luisa Cottifogli

«In mezzo scorre il fiume (Percorsi fra musica e natura)» è una nuova rassegna, a cura della cantante e artista Luisa Cottifogli, che integra musica e natura, e che si terrà da oggi, 10 luglio, al 28 agosto fra le valli del Santerno, del Sillaro e dintorni. «Il progetto è concepito come un evento culturale diffuso, un festival che si propone di portare sul territorio musica e cultura in stretto dialogo con la natura dell’Appennino tosco-romagnolo – spiega il comunicato stampa -. Il festival si articola in varie escursioni guidate in piccoli gruppi dove lungo il cammino si incontreranno artisti di grande interesse: musicisti, vocalist, danzatori, narratori, video-artisti. Sarà in questo incontro, in gemellaggio con la natura, che avverranno veri e propri concerti all’aperto, performance, momenti di scambio e cultura, sempre nel rispetto delle regole emergenziali del periodo. Gran parte degli eventi saranno trasmessi in tempo reale sui social, proponendosi ad un turismo sia di prossimità che ad un potenziale turismo futuro, in grado di innamorarsi del territorio per poi raggiungerlo ad emergenza finita. Il progetto è stato infatti rimodulato, causa Covid, in accordo con Marco Tamarri e la Città Metropolitana, e partecipa al cartellone Bologna Estate 2020».

Si comincia, stasera, venerdì 10 luglio dalle 19 a Bubano con un’escursione storico-ambientale che parte dal Torrione Sforzesco e arriva all’Oasi ricava- ta dalle ex-cave della fornace, incontrando sul cammino Lisa Manara (voce e chitarra) e Claudio Zappi (clarinetto). Tutti gli eventi del festival sono a titolo gratuito. La direzione artistica è di Luisa Cottifogli. La gestione amministrativa e la stampa sono del Centro Studi Euter- pe Mousikè. Gli eventi sono tutti ad accesso limitato con prenotazione obbligatoria all’indirizzo email inmezzoscorreilfiume2020@gmail. com o al numero di telefono 340-0660043 (no messaggi) attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 20. (r.c.)

Il programma completo su «sabato sera» del 9 luglio.

Nella foto (di Mario Sabbatani): Luisa Cottifogli

Escursioni, concerti, percorsi fra musica e natura con la rassegna di Luisa Cottifogli
Cultura e Spettacoli 4 Luglio 2020

Arena di Castel San Pietro da domani al via, un’estate da quaranta appuntamenti

Sarà il «Festival Strade» a inaugurare la stagione 2020 all’Arena di Castel San Pietro Terme, domani, domenica 5 luglio alle ore 21,15. La rassegna estiva proseguirà con la proiezione del film Judy, lunedì 6, quindi «Ci saranno spettacoli fino a metà settembre – anticipa l’assessore alla Cultura Fabrizio Dondi -, in tutto una quarantina, prevalentemente di teatro, cinema e musica. Il programma è pubblicato da oggi sul sito e sulla pagina facebook del Comune per dare a ciascuno la possibilità di prenotare il proprio posto a sedere».

Quest’anno infatti, a causa delle normative sul contenimento del contagio da Coronavirus, la prenotazione per assistere agli spettacoli sarà obbligatoria (telefonando ai numeri degli organizzatori riportati sul programma). Sarà inoltre necessario mantenere la distanza di sicurezza di un metro dagli altri spettatori e indossa-re la mascherina fino al posto assegnato. In caso di maltempo gli spettacoli saranno annullati, tranne le pro- iezioni dei film che si terranno comunque al Cinema Jolly in via Matteotti 99. Info: Ufficio Cultura tel. 051 6954112 – oppure visitate il sito del Comune di Castel San Pietro. (r.c.)

Foto presa dal sito del Comune di Castel San Pietro

Arena di Castel San Pietro da domani al via, un’estate da quaranta appuntamenti
Cultura e Spettacoli 6 Maggio 2020

Anche FantastikA è tra gli eventi di Dozza rinviati al 2021

In attesa di poter riaprire il Museo della Rocca, il Consiglio direttivo della Fondazione Dozza Città d’Arte rende noto il rinvio al 2021 di alcune iniziative, quali la mostra itinerante Luci e ombre del Legno, la tradizionale Festa del Vino con la Dozza Wine Trail e FantastikA, biennale del genere fantastico organizzata dalla Fondazione Dozza Città d’Arte che, giunta alla quinta edizione, si sarebbe dovuta svolgere a settembre, con il coinvolgimento dei Comuni di Castel Guelfo, Medicina e Mordano.

La decisione, presa di concerto con il direttore artistico e l’amministrazione comunale di Dozza, è quella di tenere FantastikA il 22 e 23 maggio 2021. «Ci stiamo preparando – commenta Simonetta Mingazzini, presidente della Fondazione – ad offrire agli appassionati un’anticipazione di FantastikA con un evento specifico nel mese di settembre: abbiamo già in mente la data ed i contenuti ma di questi tempi abbiamo imparato ad essere cauti su tutti i fronti e dunque attendiamo che ci sia almeno consentita la riapertura della Rocca prima di diffonderne i dettagli. Crediamo che Dozza avrà caratteristiche speciali ed attrattive anche nel prossimo futuro: un borgo medievale tra i più belli, con un museo a cielo aperto, un drago che dorme nel ma- stio della Rocca, bassa densità di popolazione e di turismo, buona qualità di offerta culturale, di enogastronomia e di accoglienza in generale. Faremo certamente tesoro dell’e- sperienza sin qui acquisita per mettere in campo idee e risorse adeguate per rilanciare vecchi e nuovi progetti».

Nella foto: lo spettacolo «Il risveglio del drago» in una passata edizione di FantastikA (foto inviata dalla Fondazione Dozza città d’arte)

Anche FantastikA è tra gli eventi di Dozza rinviati al 2021
Cultura e Spettacoli 20 Marzo 2020

Coronavirus, a Castel San Pietro rinviata a data da destinarsi la 15^ edizione di Very Slow

Per contenere il diffondersi del Coronavirus molti eventi, di ogni genere, in programma in questo periodo sono stati rinviati a data da destinarsi. E” così, ovviamente, anche per le manifestazioni castellane.

Dopo l’annullamento della tradizionale Festa del SS. Crocifisso di domenica 29 marzo, che per la comunità castellana è la più antica e solenne dopo la Pasqua e il Natale (cancellati ovviamente mercato e luna park, ma il parroco Don Gabriele Riccioni ha annunciato che in onore della sacra immagine, che fu donata alla città nel 1543 e che si trova all”interno dell”omonimo Santuario in piazza XX Settembre, celebrerà la messa in streaming alle ore 18,15 sul canale Youtube Parrocchia di Santa Maria Maggiore Castel San Pietro Terme), l’amministrazione comunale ha deciso di rinviare anche la 15^ edizione di Very Slow, la fiera delle Cittaslow italiane, dall’enogastronomia al vivere sostenibile, che era prevista a metà aprile. «Il Very Slow è una delle manifestazioni di punta di Castel San Pietro Terme ed è con grande dispiacere che siamo costretti a rimandare a data da destinarsi il suo svolgimento – ha sottolineato il sindaco Fausto Tinti -. Quest”anno si celebra il 15esimo anniversario ed eravamo già pronti con tantissime novità per potenziare ulteriormente un evento che contribuisce a rafforzare la nostra identità di castellani e la vocazione turistica del nostro territorio. Ma ci rifaremo, ve lo prometto: la nuova edizione di Very Slow sarà la più bella di sempre. Una festa per celebrare tutti insieme le nostre eccellenze: il vino, il miele, il formaggio, l’olio, la musica, il nostro territorio». (da.be.)

Nella foto: un momento della passata edizione di Very Slow

Coronavirus, a Castel San Pietro rinviata a data da destinarsi  la 15^ edizione di Very Slow

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast