Posts by tag: eventi

Cultura e Spettacoli 23 Ottobre 2019

Il gusto dei ricordi protagonista dell'edizione del Baccanale 2019 e dell'inserto allegato a «sabato sera»

La pasta ripiena detta spoja lorda, i tagli di carne residuali per non buttare via niente del maiale ma anche di altri animali, i frutti della terra oggi quasi dimenticati come il cardo. Sono questi alcuni di quei gusti e sapori più legati alla tradizione dei nonni che alle tavole del giorno d’oggi. Gusti e sapori di ieri che sono al centro dell’edizione 2019 del Baccanale, tradizionale manifestazione legata alla cultura dell’enogastronomia che il Comune di Imola promuove con il patrocinio del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e della Regione Emilia Romagna, oltre che con il contributo e sostegno di numerosi sponsor. Dal 3 al 24 novembre va dunque in scena «Il gusto dei ricordi», come riassume il titolo della manifestazione.

«Questa edizione del Baccanale guarda al passato per celebrarlo proseguendo nella concreta opera di promozione e conoscenza della cultura enogastronomia del nostro territorio – commenta la sindaca Manuela Sangiorgi – attraverso un intenso programma di appuntamenti per salvaguardare le nostre radici e valorizzare le nostre tradizioni». Come detto, inizia domenica 3 novembre il ricco calendario di incontri, degustazioni, mostre, spettacoli, menù a tema, visite guidate e scuole di cucina del Baccanale 2019: l’inaugurazione pubblica è in programma al teatro comunale Ebe Stignani alle 17.30, con il saluto della sindaca,una lettura di Marcel Proust da parte di Leo Gullotta e l’introduzione storica del professor Massimo Montanari. «Quando parliamo di memoria e di ricordi stiamo parlando di un passato che rimane presente perché qualcuno lo ricorda e racconta – dice lo storico -, segno del fatto che è importante impegnarsi oggi per mantenere in vita frammenti di passato meritevoli».

Uno sguardo particolare del Baccanale di quest’anno è dedicato alle donne. Sono donne, infatti, sia l’illustratrice scelta per l’immagine dell’edizione2019 della manifestazione sia la chef premiata con il Garganello d’oro per la promozione della cultura del cibo. La prima, Beatrice Alemagna, sarà in esposizione con numerose illustrazioni alla biblioteca Casa Piani dal 9 novembre al 25 gennaio (orari di apertura: martedì e venerdì dalle 15 alle 18, sabato dalle 9.30 alle 12.30, domeniche 10, 17 e 24 novembre dalle 10 alle 13 e dalle15 alle 18). La seconda, Rosanna Marziale, sarà premiata lunedì 4 novembre alle 18.30 al museo di San Domenico: chef del ristorante Le Colonne, stella Michelin dal 2013, e di San Bartolomeo casa in campagna, è la modella scelta da Mattel per la realizzazione della speciale Barbie chef in occasione dei sessant’anni della famosa bambola. (mi.mo.)

I servizi completi e l”inserto «Oltre il Baccanale», 16 pagine all”insegna della riscoperta di ricordi e sapori antichi, sono su «sabato sera» in edicola da domani 24 ottobre

Il gusto dei ricordi protagonista dell'edizione del Baccanale 2019 e dell'inserto allegato a «sabato sera»
Cronaca 18 Ottobre 2019

Proseguono le iniziative della Festa della storia di Castel San Pietro Terme alla ricerca delle origini

Proseguono le iniziative della sedicesima edizione della Festa internazionale della storia, che quest’anno porta il motto di «Viva la storia viva». Il prossimo appuntamento in programma è per venerdì 18 ottobre al Golf club Le Fonti (viale Terme), alle ore 20.30, con Michele Naldi, che presenterà il suo ultimo libro «La Fabbrica di S. Francesco e i Minori Osservanti in Castro Sancti Petri». Il titolo riassume il contenuto del quaderno storico circa l’ex chiesa francescana che si ergeva in via Palestro, visibile dalla piazza, ora sede dell’ufficio postale, che non esiste più dall’ultimo conflitto mondiale e che identificò il primo contenitore architettonico della realtà francescana in «Castro Sancti Petri in Bononien», così come si chiamava Castel San Pietro Terme al momento della sua fondazione; introdurrà l’evento l’architetto Lorenzo Raggi.

Sempre venerdì 18, alle 20.30, ma questa volta a Osteria Grande, presso il centro civico di via Broccoli, andrà in scena la rappresentazione teatrale «Noi pupazzi». Un altro appuntamento sullo stesso palco, sempre alle 20.30, è in programma sabato 26, con il recital di Roberto Dall’Aglio Il baule della storia,entrambi a cura dell’associazione Spazio Life. Più movimentati gli appuntamenti della camminata storica Val Quaderna, ville e acque di sabato 19 ottobre, alle ore 14, con partenza dal centro commerciale di Osteria Grande, e di sabato 26, stessa ora, con partenza presso il ponte di Palesio, con meta la diga storica di inizio Novecento, a cura dell’associazione Pro Loco.

Altra iniziativa itinerante è quella di domenica 20 ottobre, organizzata dal B&B Podere Calvanella, sito nell’omonima via al n. 7, nel territorio di Monterenzio, Calvanella, accoglienza viva oggi come ieri, percorsi di storia e memoria. Martedì 22, alla sala Sassi, in via Fratelli Cervi 3, alle ore 20.30, si parlerà di «La rocchetta del ponte sul fiume Santerno». Infine, domenica 27, alle ore 15.30, nella sala degli Antichi sotterranei del palazzo comunale, in piazza XX Settembre 5, si svolgeranno le conversazioni su «Il cibo fa storia: carciofi e cardetti». (r.cr.)

Nella foto la rocchetta del ponte sul fiume Santerno

Proseguono le iniziative della Festa della storia di Castel San Pietro Terme alla ricerca delle origini
Cronaca 28 Settembre 2019

Il Festival di Potere al Popolo alla Stalla, fine settimana contro fascismo, razzismo e sessismo

Un fine settimana per «creare legami, contrastare le disuguaglianze, costruire reti sociali, promuovere antifascismo, antirazzismo e antisessismo». Con questi intenti è in programma oggi, 28 settembre e domani, domenica 29, il Festival imolese di Potere al Popolo al centro sociale La Stalla di Imola, in via Serraglio 20/b.

Il programma del sabato, dopo il Torneo di calcio antirazzista, in collaborazione con l’associazione ChiAma il Senegal, prevede alle 18 «S-paesamento», reading di e con Marina Mazzolani (ore 18); si prosegue poi con l”incontro «Contro sovranismo e sfruttamento: pratiche di resistenza», con Salvatore Prinzi (coordinamento Potere al popolo nazionale) e presentazione del Manuale del mutualismo dell’Ex Opg occupato – Je so” pazzo (ore 18.30); conclude la serata Live, con Genna (rap, Imola, lirico, equilibrista, freestyler, cantastorie, paroliere) e Amianto (rap, Roma) alle ore 21.

La seconda giornata, domani domenica 29, parte con il primo appuntamento alle 18, vale a dire «Vi ricordate di piazza Fontana? A 50 anni dalla strage di Stato, vecchi e nuovi fascisti», con Daniele Barbieri; seguirà Live, con il Nilza Costa trio (world music, afro, jazz, ore 19), con Nilza Nascimento Costa saranno sul palco Massimo Zaniboni (sassofono) e Red Rossi (batteria); concluderà il festival, alle ore 20, «La rivoluzione del Rojava contro fondamentalismi e patriarcato», incontro con  Alessandro Orsetti (padre di Lorenzo Orsetti detto Orso, morto combattendo contro
l’Isis) e Barbara Spinelli (giurista, femminista e attivista per il Kurdistan). (r.cr.)

Il Festival di Potere al Popolo alla Stalla, fine settimana contro fascismo, razzismo e sessismo
Cronaca 20 Settembre 2019

Open Day di Montecatone, un giorno di festa nel parco interno dell'ospedale tra musica, sport e testimonianze

L’Istituto di riabilitazione di Montecatone apre le sue porte alla città, sabato 21 settembre dalle ore 12 alle 17, per il consueto Open Day annuale, giunto quest’anno alla sua settima edizione. Nel programma dell’iniziativa non mancheranno musica, sport, testimonianze di vita e una sfilata di moda, che si svolgeranno nel parco interno dell’ospedale, dove il pomeriggio trascorrerà tra dimostrazioni con animali  da assistenza dell’associazione «Chiaramilla», esibizioni di danza in carrozzina con l’associazione «Indaco» e la sfilata di«Vanity Wheels», che presenta una speciale cover copriruota per fare della carrozzina anche un accessorio di moda.

La giornata sarà allietata dalla musica dal vivo dei «Nodimora», con una speciale esibizione della«Montecatone Band», composta da pazienti, parenti e operatori di Montecatone. Tra le testimonianze da citare quella di due ex pazienti: Carlo Veri, ora ingegnere elettronico presso l’Istituto nazionale di Fisica nucleare di Bologna, e Angelo Fontana, atleta della squadra di rugby in carrozzina H81 di Vicenza. L’animazione sarà garantita dal gruppo clown Compagnia delle Spugne della Croce Rossa di Imola e dai prestigiatori del gruppo The Shapers. Per tutto il giorno ci si potrà sfidare a bocce e tennis tavolo. Sul posto sarà allestito uno stand gastronomico curato dal bar di Montecatone. (r.cr.)

Nella foto il gruppo clown «La compagnia delle spugne» nell”edizione dello scorso anno

Open Day di Montecatone, un giorno di festa nel parco interno dell'ospedale tra musica, sport e testimonianze
Cultura e Spettacoli 13 Settembre 2019

Medicina torna per tre giorni nel Medioevo per accogliere l'imperatore Federico I detto il Barbarossa

Un brodo miracoloso. È grazie a quello che Medicina ebbe il suo nome. La leggenda, infatti, racconta che l’imperatore Federico I Hohenstaufen detto il Barbarossa si ammalò mentre passava nella bassa bolognese, nel 1155, e guarì grazie ad un brodo in cui era caduta una serpe, che gli venne servito mentre si trovava in una città che, così, venne ribattezzata Medicina e fu liberata dal dominio di Bologna. La città oggi festeggia con una rievocazione storica in grande stile che porta direttamente all’epoca medievale. Organizzata da Pro Loco e Comune, la festa è ad ingresso gratuito, e si tiene da venerdì 13 a domenica 15 settembre trasformando Medicina in un paese medievale con tanto di cortei, duelli, musica, spettacoli, gastronomia e persino un palio.

«I tre giorni dedicati all’Imperatore Federico I di Svevia tornano ad accendere le vie del paese con cultura, spettacoli, musica e ogni genere di prelibatezze – scrive nell’opuscolo della festa Lorenzo Monti, assessore a Volontariato e Politiche giovanili -. La memoria del diploma imperiale, che nel lontano 1155 donò al nostro Comune protezione e autonomia, permette oggi ai suoi abitanti di rinnovare e consolidare un fondamentale spirito di partecipazione, coesione e appartenenza. E se da una parte la leggenda del brodo di serpe si perde nella tradizione popolare, dall’altra il coinvolgimento a questa manifestazione è eccezionalmente vivo e immutato nel tempo. Lo dimostrano le centinaia di volontari medicinesi che, tra Pro Loco, associazioni e gruppi, lavorano per mesi con passione e dedizione, e ai quali l’amministrazione comunale porge un sentito e sincero ringraziamento».

Anche Monica Zaccherini, presidente della Pro Loco, sottolinea: «Il Barbarossa è comunità, passione, entusiasmo, la voglia di fare assieme. È un immergersi per tre giorni in un atmosfera medievale, con commistione tra storia, mito e leggenda, radicata nell’essenza autentica dello spirito della nostra gente».

La festa inizia nella tarda serata di oggi, venerdì 13 settembre, con gli scontri tra armigeri e l’ingresso in città del Barbarossa (interpretato da anni da Marco Angonese), e termina domenica sera con la sua partenza. In mezzo, spettacoli, momenti conviviali, mostre, mercati, musica, duelli, esibizioni di falconeria e antichi mestieri. E un palio. Il Palio della Serpe vede i diversi rioni del contado gareggiare per conquistare un drappo, disegnato ogni anno da un artista locale e impreziosito da ricami. (r.c.)

Per informazioni: Pro Loco 051/857529 o www.ilbarbarossa.net e www.prolocomedicina.net

L”articolo e il programma completo sono su «sabato sera» del 12 settembre

Medicina torna per tre giorni nel Medioevo per accogliere l'imperatore Federico I detto il Barbarossa
Cronaca 7 Settembre 2019

A Villa Fontana due giorni di festeggiamenti in attesa dell'arrivo dell'imperatore Barbarossa

Due giorni di festa nella frazione di Villa Fontana (comune di Medicina) aspettando il Barbarossa. L”iniziativa, in programma oggi 7 e domani 8 settembre, è promossa dall’associazione culturale di Villa Fontana, con il patrocinio del comune di Medicina e in collaborazione con la Pro loco.

I festeggiamenti prenderanno il via oggi sabato alle 18 con l”arrivo dell”imperatore in piazza Bersani, seguito dal corteo del Barbarossa che percorrerà le strade di Villa Fontana fino al parco dell”associazione, dove sono previsti un aperitivo e l”apertura dello stand gastronomico, mentre alle 20.30 è in programma la serata con gli Armigeri del Barbarossa e il Gruppo teatrale di Villa, più piccolo intrattenimento danzante.

Domani, domenica 8 settembre, a partire dalle 17.30, si alterneranno il Palio dei Bambini, giochi per i più piccini, golosità e leccornie allo stand, mentre alle 21 l”Ottica La Villa presenterà le nuove collezioni. (r.cr.)

Nella foto un”immagine tratta dal volantino dell”iniziativa

A Villa Fontana due giorni di festeggiamenti in attesa dell'arrivo dell'imperatore Barbarossa
Cronaca 6 Settembre 2019

Alla festa della Cgil l'ex segretaria Susanna Camusso parlerà di parità di genere e dignità delle persone

«Parità di genere e dignità delle persone» è il titolo dell”incontro che vedrà protagonista domani sera, sabato 7 settembre, alla Festa della Cgil di Imola in corso al centro sociale La Tozzona in via Punta 24, l”ex segretaria generale del sindacato Susanna Camusso, oggi responsabile delle politiche di genere e politiche internazionali della Cgil nazionale. La Camusso sarà intervistata da Lara Alpi, giornalista di «sabato sera».

La festa della Cgil di Imola proseguirà fino a domenica 8 settembre con musica, dibattiti, mercatino di artigianato creativo, stand gastronomico. Sarà inoltre possibile visitare due mostre: «Come ti smonto lo stereotipo», ideata dal collettivo Picabù e promossa dal Comitato pace e diritti del circondario imolese e «Per puro splendore», fotografie di Annalisa Vandelli per Nexus Emilia Romagna. (r.cr.)

Nella foto tratta dal sito della Cgil nazionale Susanna Camusso

Alla festa della Cgil l'ex segretaria Susanna Camusso parlerà di parità di genere e dignità delle persone
Cultura e Spettacoli 6 Settembre 2019

Tre giorni di musica, visite guidate, sport e gastronomia a Mercatale di Ozzano Emilia per la Fiera di San Simone

Da oggi venerdì 6 settembre a domenica 8 nell”area verde di Mercatale (via del Partigiano 3), nel comune di Ozzano Emilia, si svolge la 26a edizione della Fiera di San Simone. Tra i tanti eventi segnaliamo: domani, sabato 7 settembre, alle 15.30 partenza della Camminata dei Bersaglieri per non dimenticare il 2 agosto 1980 (info e iscrizioni al 348/3109680); alle 16 torneo di basket; alle 18 apertura dello stand gastronomico, sfilata per le vie del paese del Gruppo Orchestrale dell’Associazione Gruppo musicale Ozzano dell”Emilia e, a seguire, concerto diretto da Marco Dall’Aglio presso l”area verde del Circolo Anspi; a seguire ancora musica dal vivo con Morena, voce e chitarra.

Domenica 8 settembre alle 9.30 visita guidata alla scoperta della storia geologica del nostro territorio (percorso Calanchi) e alle 16 visita guidata alla scoperta della storia geologica del nostro territorio (percorso Fiume); dalle 18 apertura dello stand gastronomico e «Music in the Valley», esibizione live di gruppi del territorio; durante la fiera mostra sulla storia geologica della Valle dell”Idice e dei Calanchi del nostro territorio con esposizione di reperti fossili. (r.c.)

Nella foto un”immagine d”archivio tratta dal sito del Comune di Ozzano

Tre giorni di musica, visite guidate, sport e gastronomia a Mercatale di Ozzano Emilia per la Fiera di San Simone
Cultura e Spettacoli 5 Settembre 2019

Tutto pronto per la «Festa della tagliatella», a Ponticelli un inno alla pasta che piace a grandi e piccoli

«Le tagliatelle di Nonna Pina, un pieno di energia, effetto vitamina, mangiate calde col ragù, ti fanno il pieno per sei giorni ed anche più». Un inno al formato di pasta filante e gustoso è arrivato anche dal Piccolo Coro dell’Antoniano e dallo Zecchino d’oro. Perché le tagliatelle piacciono a tutti, grandi e piccoli. Ne è una prova la «Festa della tagliatella» che ritorna a Ponticelli con la sua ventinovesima edizione il 6, 7, 8, 13, 14 e 15 settembre.

Nello stand gastronomico – che apre alle 19 il venerdì e il sabato, alle 12 e alle 18.30 la domenica – è proposto un menù con tanti primi, secondi quali tagliata o maialino alla griglia… il tutto annaffiato con vini delle cantine “Morini wines”, “Fondo Ca’ Vecja” e “Cenni Andrea e Olindo”.  Uno spazio con i gonfiabili è attrezzato per i bambini, e durante la festa si terranno manifestazioni sportive negli impianti della polisportiva. Tutte le sere, poi, siballa in allegria: venerdì 6 con l’Orchestra Nanni, sabato 7 con Maurizio Guzzinati, domenica 8 con Stefania Ciani, venerdì 13 con l’Orchestra Gavioli, sabato 14 con Elisa e le brillanti note,domenica 15 con l’Orchestra Renzo, Luana e Mauro. (r.c.)

Tutto pronto per la «Festa della tagliatella», a Ponticelli un inno alla pasta che piace a grandi e piccoli
Cultura e Spettacoli 30 Agosto 2019

Comincia dalle frazioni il Settembre Castellano: con «Varignana di notte» tre giorni di festa nella festa

La prima festa nella festa all’interno del Settembre castellano è la tre giorni che la frazione di Varignana dedica al fumetto, alla musica, agli spettacoli e all’enogastronomia. All’interno del programma di «Varignana di notte», in calendario da venerdì 30 agosto a domenica 1 settembre, si terrà la settima edizione del festival di fumetto e illustrazione Vari.china che propone presentazioni di fumetti, performance di disegno dal vivo, stand di autoproduzioni, sessioni di dediche e la premiazione del concorso “Smacchiart”. Realizzato appositamente per la manifestazione è lo speciale albo di Diabolik Colpo a Varignana ambientato nei sotterranei della chiesa di San Lorenzo. La
mostra con le tavole del fumetto, firmato da Mario Gomboli e Giuseppe Palumbo e disegnato da Luca Bulgheroni e Arianna Farricella, sarà ospitata nella cripta di Varignana.

Le serate di venerdì e sabato saranno caratterizzate, oltre che dallo stand gastronomico con specialità della tradizione, dai concerti live e dalle sessioni dei dj di Musica Spinta: sabato dalle 22 The Pyoneirs e Rumba de Bodas, domenica Bianca Ciocca e Jakinta. Sabato dalle 19.30 (al posto della corsa delle carriole che quest’anno non si tiene per «difficoltà a trovare team disposti a mettersi in gioco – come ha spiegato uno degli organizzatori, Mattia Scalorbi – ed anche in attesa della ristrutturazione delle ex scuole di Varignana, il cui cantiere si trova nel percorso») il Piccolo Nuovo Teatro presenta la Parata di circensi ed artisti di strada che animerà le vie e le piazze della frazione con comici, giocolieri,
acrobati, clown, la donna cannone ed altri personaggi del circo.

Domenica, con ritrovo in piazza Nazario Sauro alle 10, si partirà per la visita guidata a Palazzo di Varignana e al mosaico rinvenuto a Claterna; alla sera va in scena la cena con delitto (prenotazioni al 335467771 e 3497626613). Per raggiungere Varignana per i tre giorni di festa è possibile utilizzare la navetta con partenza dal parcheggio di via Magnani a Osteria Grande, dalle 18 di venerdì 30 agosto all’1 di domenica 1 settembre. (mi.mo.)

Nelle foto una precedente edizione di “Smacchiart” e la copertina di Diabolik “Colpo a Varignana”

Comincia dalle frazioni il Settembre Castellano: con «Varignana di notte» tre giorni di festa nella festa

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast