Cultura e Spettacoli

Il cenone di Capodanno tra piatti tradizionali e nuove ricette: i consigli di Monica Campagnoli

Il cenone di Capodanno tra piatti tradizionali e nuove ricette: i consigli di Monica Campagnoli

La notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio è certamente la più lunga dell”anno. C”è chi attende la mezzanotte al ristorante, in piazza o in giro per locali e chi preferisce organizzare il cenone in casa, insieme ad amici e parenti. E voi? Avete scelto di mettervi ai fornelli a San Silvestro e siete a caccia delle ultime idee per il menù? Dopo i consigli per la tavola di Natale, Monica Campagnoli, ricercatrice, giornalista e curatrice del blog «Tortellini&Co», ci fornisce qualche dritta per preparare piatti adatti all”occasione. 

La filosofia di fondo? Tutti devono passare una serata piacevole in compagnia, anche chi cucina. «Io opterei per portare tutto in tavola in contemporanea, in modo da mangiare insieme comodamente, senza che qualcuno debba fare la spola tra cucina e mensa mentre gli altri si divertono – spiega Monica -. Per cominciare, opterei per una spuma di mortadella e un patè di lenticchie, tanto per rispettare la tradizione, serviti con le streghette imolesi, distribuite in tante ciotoline comode per tutti i commensali».

Il primo potrebbe poi essere una bella pasta al forno. «Si può fare al pomodoro, al ragù, alle verdure ed è sempre una garanzia – commenta la blogger -. Tra l”altro è più buona fatta uno o due giorni prima, perché prende sapore. Se si ricopre la teglia con l”alluminio la pasta non si secca e il sugo non si asciuga. Poi si porta in tavola e si sporziona direttamente. A Capodanno si può fare, è un”occasione più informale rispetto al Natale». Andando avanti guardando alla tradizione, il secondo ideale è il cotechino con le lenticchie. Ma servito in una maniera diversa e originale. Ecco cosa suggerisce Monica Campagnoli: «Un”idea carina è presentare delle fettine di pandoro, magari tagliate a forma di stella, scaldate sulla piastra e decorate con una fettina di cotechino e un cucchiaino di lenticchie. E” una delle tante idee della cucina del riciclo. In questa occasione io preparo spesso crostini di pandoro o panettone, è proprio un piatto da Capodanno. Sia il pandoro che il panettone si prestano inoltre ad essere abbinati con confetture e mostarde».

Prima dei dolci, via con un bel giro di frutta fresca e secca che, sottolinea la blogger, «aiuta ad aspettare». Poi via libera ai dessert, anche questi preparati volendo qualche giorno prima. Uno di questi potrebbe essere la torta di mascarpone con salsa di lamponi, senza cottura, con una base di biscotti sbriciolati e una crema di mascarpone con vaniglia o succo di limone, sulla quale va poi versata la salsa. Un”altra idea è la torta di pancake al latticello, farcita con una crema di formaggio spalmabile e coperta con la crema al cioccolato. «Anche in questo caso – aggiunge la Campagnoli – i pancake, un po” grandi, si possono fare anche due giorni prima, la crema il giorno prima e poi la torta si monta il giorno stesso. E” una torta a strati che poi si ricopre con la crema al cioccolato anche sui lati e si decora con meringhe o frutta secca». E chi cerca un”idea dolce ma light, può provare le crostatine con crema di avocado al cacao. Una crema che può anche non essere zuccherata e che è buona anche da sola, in bicchierini individuali, coperta di frutta fresca. (mi.ta.)

Per ricette e consigli il blog di Monica Campagnoli è https://www.tortelliniandco.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

Campagna Abbonamenti

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast