Posts by tag: capodanno

Cronaca 31 Dicembre 2021

Botti e Capodanno, a Dozza divieto con multa, Castel del Rio chiede di limitarli a “pochi minuti”

Capodanno e i fuochi d’artificio. Quest’anno i Comuni hanno cancellato i vari eventi legati ai botti “pubblici” ma rimangono quelli “privati”. Un binomio imprescindibile per qualcuno per salutare l’anno vecchio e l’arrivo di quello nuovo, mentre per altri, soprattutto per chi ha degli animali, fa rima con l’ansia e le paure provocati dal rumore. Poi ci sono i guai per chi ci prova col faidaté, oggi non in regola o utilizzati in maniera scorretta (un anno fa ci furono un morto ad Ascoli e 204 feriti in tutta Italia).Negli ultimi tempi più di un Comune ha deciso di arginare il problema con ordinanze o regolamenti più o meno stringenti. Dozza, ad esempio, ricorda sulla sua pagina Fb che secondo quanto previsto dal regolamento di polizia urbana, sul territorio del comune è vietato provocare lo scoppio di petardi, mortaretti e artifici similari. Una norma “in vigore non solo per la notte di San Silvestro, ma tutto l’anno”. In caso di violazione è prevista una sanzione da 25 a 150 euro. Castel del Rio invece ci prova con la persuasione: in giro per il paese ha affisso un avviso in cui si chiede “a tutti di utilizzarli con buon senso, di circoscrivere a pochi minuti il loro impiego e di non prolungarli oltre le ore 00.30 del 1 gennaio”. (r.cr.)

Botti e Capodanno, a Dozza divieto con multa, Castel del Rio chiede di limitarli a “pochi minuti”
Cultura e Spettacoli 31 Dicembre 2021

Confermata la Banda domani a Castel San Pietro, ma la Parrocchia annulla il Presepe vivente

Cancellati come negli altri comuni i fuochi d’artificio al Cassero previsti per questa notte di Capodanno, Castel San Pietro non rinuncia al tradizionale benvenuto al 2022 con la musica della Banda. Domani mattina, a partire dalle ore 9, la Banda suonerà lungo le strade della città e alle 12 arriverà in piazza XX Settembre per il saluto del sindaco Fausto Tinti e dell’Amministrazione comunale.Come annunciato nei giorni scorsi, per evitare assembramenti e in rispetto delle normative antiCovid, non ci sarà invece il brindisi

Per gli stessi motivi, la Parrocchia di Castel San Pietro ha già deciso di annullare anche il Presepe vivente con arrivo dei Re Magi a cavallo, che era programmata per la mattina del 6 gennaio. (r.c.)

Foto d”archivio del Comune di Castel San Pietro

Confermata la Banda domani a Castel San Pietro, ma la Parrocchia annulla il Presepe vivente
Cultura e Spettacoli 28 Dicembre 2021

Castel San Pietro e Ozzano annullano gli eventi di Capodanno

Si allunga l’elenco degli eventi pubblici di Capodanno annullati dopo le nuove disposizioni anti assembramenti introdotte con il decreto della vigilia di Natale. Apripista in zona è stata Imola, dove oltre ai fuochi alla Rocca è stato fermato anzitempo anche Natale Zero Pare al mercato ortofrutticolo organizzato da App&Down Production.

Ora anche Castel San Pietro ha cancellato i fuochi d’artificio al Cassero in programma per la mezzanotte di venerdì 31 dicembre e il tradizionale brindisi di Capodanno in piazza dell’1 gennaio, mentre la parrocchia ha deciso di annullare l’iniziativa “Abbraccio alla Città” in calendario per giovedì 30 gennaio.

A Ozzano Emilia stop ai festeggiamenti e ai fuochi artificiali previsti dalla Proloco per il 31 dicembre presso il Palazzetto dello sport. (r.c.)

I fuochi al Cassero in un’edizione precedente

Castel San Pietro e Ozzano annullano gli eventi di Capodanno
Cultura e Spettacoli 1 Gennaio 2021

Il sommelier del San Domenico Francesco Cioria e i consigli per il vino delle feste

Si è chiuso con un lutto il tribolato 2020 del ristorante San Domenico. Già messo a dura prova dal Covid-19, lo storico locale imolese, che proprio quest’anno ha tagliato il traguardo dei cinquant’anni di attività, ha detto addio al suo fondatore, Gianluigi Morini. Un epilogo che offusca le soddisfazioni più recenti, come la conferma, per nulla scontata, delle 2 stelle Michelin alla cucina guidata da Valentino Marcattilii e Massimiliano Mascia e il riconoscimento «Identità di sala» nell’edizione straordinaria di Identità golose assegnato al sommelier Francesco Cioria.

Le feste natalizie sono l’oc- casione per chiedere qualche consiglio a Cioria su come non solo mangiare bene, ma anche bere bene, abbinando i vini giusti ai piatti della tradizione. «Il vino delle feste? Io partirei dalla base – risponde -: scegliamo i piccoli produttori, quelli che stanno facendo una grande fatica in questo periodo particolare, come tutti, certo, ma per loro è più difficile, con i ristoranti che lavorano molto meno e l’impossibilità di girare per promuovere i prodotti. Un piccolo produttore è figlio della raccolta di un’annata. Inoltre, i piatti della tradizione vanno abbinati ai vini della tradizione. In genere c’è un connubio forte tra vini prodotti in una regione e i piatti preparati nella stessa, un piatto è sempre perfettamente accostabile a un vino prodotto nella stessa regione».

Il pensiero corre ai vini tipici del territorio, l’Albana, il Sangiovese. E Cioria confer- ma: «Il Sangiovese è uno dei vitigni più coltivati, ha cento sfaccettature diverse, è un prototipo che si modifica costantemente in base all’altitudine, al paese. Occorre ricercare le specifiche del vino giuste per accostarlo ad un piatto». Per orientarsi, il consiglio dell’esperto, soprattutto a chi non ha basi in materia, è affidarsi alla professionalità. «È vero che l’e-commerce ha preso il sopravvento e che si è
più pigri e magari si preferisce fare acquisti direttamente su internet, ma ricordiamoci che ci sono enoteche con professionisti pronti a dare i suggerimenti giusti. La professionalità è alla base di tutto. Internet è la più grande invenzione dell’ultimo secolo, ma è un’arma a doppio taglio, per qualsiasi dubbio è meglio affidarsi al professionista». E anche sulle bollicine, indi- spensabili per i vari brindisi del periodo natalizio, Cioria punta sul bere italiano. «Lo champagne piace a tutti, io ne sono un grandissimo cultore e consumatore – concede – ma in questo momento storico è meglio privilegiare i prodotti nostrani, Prosecco, Franciacorta, la diversità che abbiamo in Italia pochi paesi ce l’hanno». (mi.ta.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 24 dicembre.

Nella foto: il sommelier del San Domenico, Francesco Cioria 

 

Il sommelier del San Domenico Francesco Cioria e i consigli per il vino delle feste
Cronaca 31 Dicembre 2020

Sondaggio di Radioimmaginaria: come passeranno il Capodanno e cosa sognano gli adolescenti per il 2021?

Cosa mancherà agli adolescenti in questo Capodanno e, soprattutto, cosa si aspettano dal 2021? Sono queste le domande che gli speaker di Radioimmaginaria, la web radio degli adolescenti nata a Castel Guelfo una decina di anni fa e che ora conta diverse sedi sparse per l’Italia (tra cui anche Castel San Pietro e Medicina), hanno posto ai loro coetanei tramite un sondaggio on line (QUI IL VIDEO).

Cosa è emerso? Un adolescente su tre si augura di potere tornare nel 2021 a fare un lungo viaggio, quasi la stessa percentuale di intervistati vorrebbe rivedere al più presto i propri compagni di classe, mentre il 15% ha intenzione di fidanzarsi e al 13% piacerebbe tornare a scuola in presenza.

Ma cosa mancherà ai ragazzi del Capodanno ormai vicino? Dalle oltre cento risposte arrivate è emerso che la stragrande maggioranza trascorrerà la notte del 31 dicembre insieme alla propria famiglia, e contrariamente a quello che si potrebbe pensare, la cosa che mancherà di più agli intervistati di questo Capodanno sarà il cenone con la famiglia allargata (48%), ma anche i fuochi d”artificio in piazza a mezzanotte (28%) e la serata in discoteca (19%). Il capodanno 2021 sarà per ovvi motivi diverso rispetto agli anni scorsi: il 20% degli intervistati non farà nulla e il 15% si accontenterà di una videochiamata con gli amici.

Per tenere compagnia agli adolescenti e festeggiare insieme il Capodanno, Radioimmaginaria sarà in diretta dalle ore 22 del 31 dicembre fino a 0.45 dell’1 gennaio con «E invece ce la faremo – The next game», con tantissimi ospiti, artisti, cantanti ed esperti nel campo scientifico e ambientale che daranno previsioni su cosa succederà nel 2021.

Una parte della diretta sarà dedicata al format «Ti saluto perché mi manchi»: per qualche minuto attraverso lo schermo saranno messi in contatto due amici che non si vedono da tantissimo tempo e che hanno voglia di riabbracciarsi. La diretta audio-video sarà trasmessa su www.radioimmaginaria.it. (gi.gi.)

Nella foto: il video che racconta il risultato del sondaggio curato da Radioimmaginaria

Sondaggio di Radioimmaginaria: come passeranno il Capodanno e cosa sognano gli adolescenti per il 2021?
Cronaca 18 Dicembre 2020

Coronavirus, il premier Conte illustra il nuovo decreto legge per le festività natalizie

In serata, in una conferenza stampa, il premier Conte ha illustrato il decreto legge con le nuove norme anti Coronavirus per il periodo delle festività natalizie. Come già annunciato qualche settimana fa, dal 21 dicembre al 6 gennaio 2021, saranno vietati gli spostamenti in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, compresi quelli per raggiungere le seconde case fuori regione.

Nello specifico, inoltre, tutta Italia sarà «zona rossa» nei giorni prefestivi e festivi dal 24 dicembre al 6 gennaio 2021, ovvero nelle giornate del 24-25-26-27-31 dicembre e del 1-2-3-5-6 gennaio 2021. Saranno consentiti solo gli spostamenti per motivi di lavoro, salute e necessità anche all”interno del proprio Comune. Possibile anche ricevere in casa un massimo di due persone (parenti o amici) dalle 5 alle 22. Non inclusi nel conteggio i figli minori di 14 anni, le persone con disabilità e conviventi non autosufficienti. Chiusi negozi, centri estetici, bar e ristoranti, dove è consentito solo l’asporto fino alle 22 e la consegna a domicilio senza restrizioni. Consentita l’attività motoria nei pressi della propria abitazione, mentre l‘attività sportiva all’aperto solo in forma individuale. Aperti supermercati, beni alimentari e di prima necessità, farmacie e parafarmacie, edicole, tabaccherie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. Porte aperte nelle chiese e nei luoghi di culto fino alle ore 22.

Nei restanti giorni feriali, quindi 28-29-30 dicembre e 4 gennaio 2021, l’Italia sarà in «zona arancione» dove saranno consentiti gli spostamenti all’interno del proprio Comune. I cittadini dei comuni fino a 5 mila abitanti in questi giorni potranno uscire dai confini per un raggio di 30 km senza bisogno di mostrare alcuna autocertificazione, ma senza poter andare nei comuni capoluoghi di provincia. Sempre chiusi bar e ristoranti, dove sarà consentito solo l’asporto fino alle 22 e la consegna a domicilio senza restrizioni. Negozi aperti fino alle 21. (da.be.)

Nella foto: la conferenza stampa del premier Conte

Coronavirus, il premier Conte illustra il nuovo decreto legge per le festività natalizie
Cultura e Spettacoli 2 Gennaio 2020

Capodanno 2020 in giro per Imola tra Rocca, Natale Zero Pare e porta Montanara – VIDEO

Nonostante il freddo in tantissimi hanno scelto di trascorrere il Capodanno in giro per la città. Prima lo spettacolo pirotecnico alla Rocca: allo scoccare della mezzanotte (in verità con qualche minuto di ritardo) sono partiti musica, luci e fuochi “Selena, incanti di Luna”. Poi un passaggio nel mercato ortofrutticolo per riscaldarsi con un brulé oppure la musica de Gli Italiani nella festa di Natale Zero Pare infine dal bar Elio”s a porta Montanara ancora per un brindisi o un saluto agli amici.

Nel video le foto di Isolapress

Capodanno 2020 in giro per Imola tra Rocca, Natale Zero Pare e porta Montanara – VIDEO
Cronaca 31 Dicembre 2019

Gli auguri per l'anno nuovo del Commissario e dei subcommissari del Comune di Imola a tutti i cittadini

Anche il commissario al Comune di Imola, Nicola Izzo, insieme ai subcommissari Sandra Pellegrino e Domenico Miceli, ha voluto riservare un augurio agli imolesi a poche ore dalla mezzanotte che sancirà il passaggio dal 2019 al 2020. «Serenità, prosperità e fiducia nel futuro ci accompagnino nel cammino del prossimo anno» è il semplice augurio formulato da Izzo e affidato ad una nota in cui il Comune ricorda l”appuntamento di stasera, a partire dalle 23, nel piazzale Giovanni dalle Bande Nere, per l”ormai tradizionale festeggiamento ufficiale alla Rocca Sforzesca.

Sottolineando la possibilità di attendere la mezzanotte sulle note di un «entusiasmante DjSet, seguito, allo scoccare dell’anno nuovo, dal tradizionale spettacolo pirotecnico che dai bastioni della Rocca Sforzesca illuminerà la notte di Capodanno, con le suggestioni e i colori dei fuochi d’artificio», l”Amministrazione raccomanda ancora una volta la «massima prudenza nell’uso dei fuochi consentiti e nella guida dei veicoli». (r.cr.)

Nella foto da sinistra: Sandra Pellegrino, Nicola Izzo e Domenico Miceli

Gli auguri per l'anno nuovo del Commissario e dei subcommissari del Comune di Imola a tutti i cittadini
Cultura e Spettacoli 31 Dicembre 2019

Gli appuntamenti di San Silvestro

Appuntamenti per tutti i gusti per gli imolesi e i residenti del Circondario che festeggeranno il Capodanno a casa.

Imola
Natale zero pare al Mercato ortofrutticolo, con cenone street food (ore 19.30), concerto della Shotgun Blues Band (ore 21), concerto de Gli Italiani (ore 00.45) e dj set fino alel 4 del mattino.
Notte di San Silv-Estro a Estro-Lo spazio delle idee, con cena e musica, dalle 20. Prezzo: 22 euro adulti, 17 euro bambini.
Cena di beneficenza, balli, canti, giochi e tombola al centro culturale Primola, dalle 20.30. Prezzo: 25 euro, con ricavato devoluto all’associazione “Cospe” per progetti in Senegal. Prenotazioni al numero 0542/27130 o all’indirizzo e-mail info@primola.it.
Cena e musica/ballo con l’orchestra di Widmer Garavini al centro sociale “La stalla”, dalle 21. Prezzo: 30 euro. Prenotazioni ai numeri 0542/640670, 338/3616965 e 349/6404151.
Spettacolo di fuochi artificiali Selena, incanti di Luna alla Rocca sforzesca, a mezzanotte.
Concerto L’urlo dell’africanità di Lisa Manara al Mojito Caffè di Linaro, alle 20. Dopo il brindisi, dj set di Dj Paso.
Cena, balli, karaoke e musica al circolo di Sasso Morelli. Prezzo: 20 euro adulti, 10 euro bambini fino a nove anni. Prenotazione ai numeri 334/2729588 e 347/3170252.

Castel San Pietro
La festa per tutti comincia con lo spettacolo Classica for Dummies della Microband al teatro “Cassero” (ore 21.30. Prezzo: 20 euro intero, 18 euro ridotto. Informazioni e prenotazioni ai numeri 0542/43273 e 335/5610895), per continuare nella piazzetta del Cassero con panettone, spumante e spettacolo di fuochi artificiali.
Cena al centro sociale “Scardovi”. Informazioni al numero 051/941126.
Cena e musica/ballo con dj Albertass al centro sociale “Val Quaderna” di Palesio, dalle 19.45. Informazioni al numero 335/8151563.

Castel Guelfo
Capodanno in corte a Castel Guelfo, con cena in piazza XX settembre (ore 20.30), concerto dei Colpo sicuro (ore 22.30), brindisi offerto dalla Pro loco, e dj set (ore 01).

Medicina
La festa per tutti comincia con lo spettacolo Mi non l’ha sanper dett…, della compagnia “Al Nostar Dialatt”, alla Sala del Suffragio (ore 21.30, informazioni e prenotazioni al numero 333/9434148 o all’indirizzo e-mail info@eclissidilana.it), per continuare in piazza Garibaldi con panettone, cioccolata calda e spumante, rogo del vecchione, e spettacolo pirotecnico (dalle 23).
Festa anche al centro sociale “Ca’ Nova”, con cena e musica/ballo con l’orchestra di Maria Grazia Pasi e Gigi Bondioli, dalle 19. Informazioni e prenotazioni ai numeri 320/6015411 e 366/9586830.

Gli appuntamenti di San Silvestro
Cronaca 30 Dicembre 2019

Capodanno senza botti a Imola. La Lega insorge: “Già vietati tutto l'anno, si rispettino i regolamenti'

Capodanno senza petardi, mortaretti e fuochi pirotecnici di qualsiasi genere a Imola. Il commissario straordinario del Comune di Imola Nicola Izzo ha firmato un’ordinanza che ne vieta l’utilizzo già dal 24 dicembre e fino al 6 gennaio.

L’atto, in particolare, prevede «il divieto di effettuare e far effettuare lo scoppio di petardi, mortaretti ed artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico in luogo pubblico o di uso pubblico e nei luoghi privati da cui possano essere raggiunte o interessate direttamente aree e spazi ad uso pubblico – si legge –, il divieto di utilizzare fuochi pirotecnici, non posti in libera vendita, nei luoghi privati, senza la licenza, (e) il divieto di utilizzare fuochi pirotecnici, anche posti in libera vendita, nei luoghi privati, senza rispettare le istruzioni per l’uso stabilite dalle etichette e le prescrizioni».

Un’ordinanza che ha fatto andare su tutte le furie la Lega: «Come ogni anno ci troviamo davanti a documenti copia e incolla che non fanno altro che alterare la realtà facendo passare per vietato per un periodo limitato (quello festivo natalizio) quello che in realtà a Imola e in tutto il territorio comunale è vietato tutto l”anno – commenta Marco Casalini, segretario cittadino del Carroccio –. Si ritiri il documento e si facciano rispettare i regolamenti e i divieti vigenti. Il Commissario prefettizio, come tutti i suoi predecessori, cade nel tranello di riproporre documenti “sbagliati”. Dovremmo pubblicizzare invece l’informazione che a Imola per petardi, fuochi e altro non c’è spazio per 365 giorni all’anno». (r.cr.)

Capodanno senza botti a Imola. La Lega insorge: “Già vietati tutto l'anno, si rispettino i regolamenti'

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA