Cronaca

Mercato di Castello, entro Pasqua metà delle bancarelle si spostano dal parcheggio di via Oberdan

Mercato di Castello, entro Pasqua metà delle bancarelle si spostano dal parcheggio di via Oberdan

«La Giunta ha già deliberato di attivare il trasferimento temporaneo degli operatori di via Oberdan (lato via Volturno, di fronte alla biblioteca) in piazzole libere del mercato del lunedì. Il trasferimento avverrà prima di Pasqua, preceduto da avviso pubblico, con relativa graduatoria». L’annuncio è arrivato per bocca del sindaco di Castel San Pietro, Fausto Tinti, durante il Consiglio comunale del 30 gennaio. «Non è stato possibile attivare prima il trasferimento – ha aggiunto Tinti – perché sono ancora in corso le procedure per il rilascio delle concessioni in base alla normativa Bolkestein che avranno validità a decorrere dal 1 gennaio 2021. Tale procedura richiede verifiche istruttorie complesse sulla titolarità dei posteggi e sulla loro revoca, che può dipendere, ad esempio, da assenze ingiustificate o dal mancato pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico».

In particolare, «il trasferimento sperimentale di parte di via Oberdan, condiviso con le associazioni, è  fattibile in quanto c’è certezza di posti disponibili vuoti in base all’ultimo censimento fatto con la polizia locale». Sono 19 i posti disponibili, a fronte di 15 ambulanti della metà di via Oberdan da spostare (complessivamente, invece, il mercato del lunedì conta 165 ambulanti, 11 produttori agricoli e una decina di espositori). «Lo spostamento sperimentale – conclude Tinti – sarà utile per effettuare una prima verifica della bontà del progetto in quanto, renderlo definitivo, comporta la soppressione dei posteggi e quindi la riduzione del mercato con declassamento numerico. Per questo motivo, affideremo un incarico per uno studio relativo alle potenzialità economiche e turistiche del mercato, che preveda una ricerca storica con censimento degli operatori esistenti e uno studio delle criticità e delle soluzioni operative per la riqualificazione».

Una delle ipotesi è quella di spostare parte delle bancarelle in piazza XX Settembre, magari “allestendo mercati tematici” abbozza Tinti. Nel frattempo, entro il 2021, il Comune concluderà i lavori per la riqualificazione dell’area mercatale (nuovi cubetti in porfido in via Matteotti e in via Cavour, riasfaltatura del parcheggio di via Oberdan), che hanno ottenuto un cofinanziamento regionale di 200 mila euro a fronte di una spesa di 289 mila euro.

Nella foto: il mercato di Castello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

EMERGENZA CORONAVIRUS – NUOVI ORARI AL PUBBLICO

Coronavirus Uffici Chiusi

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast