Cronaca

Coronavirus, terapia a domicilio e isolamento, l'Euro Hotel in convenzione con l'Ausl per ospitare chi ha bisogno

Coronavirus, terapia a domicilio e isolamento, l'Euro Hotel in convenzione con l'Ausl per ospitare chi ha bisogno

“Se avete la febbre, chiamate il vostro medico di famiglia e noi veniamo da voi”. Questo l’invito pressante dell’Ausl di Imola a chi presenta sintomi o comunque  a tutti coloro che si trovano a casa con febbre superiore ai 38 gradi associata a stanchezza, tosse, raffreddore, difficoltà respiratorie. L’obiettivo è individuare tutte le persone con Covid-19 del territorio e sottoporle alla terapia precoce con un kit di farmaci per scongiurare l’evoluzione più grave o addirittura l’insufficienza respiratoria. Una procedura iniziata a Medicina la settimana scorsa e da ieri anche negli altri nove comuni del circondario con le équipe Usca (medico più infermiere). In tutto sono 41 i pazienti in terapia ad oggi, in 10 hanno già effettuato anche il primo controllo infettivologico in ospedale a Imola. 

E parlando di curarsi a casa, il contagio in famiglia diventa la nuova frontiera da combattere, quindi l’Azienda usl ha attivato anche una convenzione con la società Donatello Hotels srl per 62 camere dell’Euro Hotel di Imola dove possono essere ospitate fin da oggi persone residenti nel circondario e dimesse dagli ospedali perché clinicamente guarite ma non ancora negativizzate o persone in isolamento la cui abitazione non permette di avere una camera o un bagno dedicati. La Donatello Hotels srl in pochi giorni ha aperto l’Euro Hotel e lo ha messo in funzione, organizzando l’assistenza alberghiera (pasti e cambio biancheria) in piena garanzia di sicurezza.

“Il  virus può essere fermato solo precedendolo – conclude il direttore generale dell’Ausl Andrea Rossi –. Crediamo che oggi che il contagio è in fase di rallentamento si debba agire con ancora più vigore sul territorio. Ai cittadini diciamo di stare a casa ma di chiamare subito il medico di famiglia ai primi sintomi di malattia simil influenzale. Il medico di famiglia sa bene come attivare l’Usca e fare partire il meccanismo di assistenza al domicilio”.

I medici di famiglia sono disponibili telefonicamente dalle 8 alle 20 dal lunedì al venerdì, mentre nei notturni prefestivi e festivi è possibile riferirsi al Numero Verde di continuità assistenziale 800 040 050.(r.cr.)

Nella foto unӎquipe Usca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast