Economia

Bonus pubblicità 2020, con il credito di imposta al 50% farsi conoscere costa la metà, le domande dall'1 settembre

Bonus pubblicità 2020, con il credito di imposta al 50% farsi conoscere costa la metà, le domande dall'1 settembre

Fare pubblicità non è stato mai così conveniente. Dal 1° settembre si apre la nuova finestra per l’invio della comunicazione per la fruizione del credito d’imposta del 50% sugli investimenti pubblicitari previsto dal bonus voluto dal Governo per il 2020.

Per un”azienda farsi pubblicità è vitale. Significa farsi conoscere, aumentare la visibilità e i potenziali clienti quindi il relativo fatturato. Ma alle volte questa voce viene sottovalutata, a fronte dei costi, soprattutto in questo anno complicato.

Così nel decreto Rilancio del Governo (il numero 34 del 19 maggio) è stato previsto, per il solo anno 2020, la concessione di un credito d’imposta pari al 50 per cento del valore degli investimenti effettuati.

Il bonus non è una novità ma per gli investimenti pubblicitari fatti nel 2020 sono venuti meno alcuni vincoli, ovvero il presupposto dell’incremento minimo dell’1% rispetto all”investimento pubblicitario dell’anno precedente. E il beneficio è stato esteso anche agli investimenti sulle emittenti televisive nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato.

Alle novità previste dal decreto Rilancio è stata affiancata anche una nuova finestra temporale per l’invio delle domande. La scadenza è fissata al 30 settembre, ma restano valide le comunicazioni già inviate nel mese di marzo.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è scaricabile il modello e le istruzioni aggiornate con le novità introdotte dal decreto Rilancio.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTA L”AGENZIA PUBBLICITARIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

Campagna Abbonamenti

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast