Posts by tag: bonus

Economia 1 Settembre 2020

Bonus pubblicità 2020, con il credito di imposta al 50% farsi conoscere costa la metà, le domande dall'1 settembre

Fare pubblicità non è stato mai così conveniente. Dal 1° settembre si apre la nuova finestra per l’invio della comunicazione per la fruizione del credito d’imposta del 50% sugli investimenti pubblicitari previsto dal bonus voluto dal Governo per il 2020.

Per un”azienda farsi pubblicità è vitale. Significa farsi conoscere, aumentare la visibilità e i potenziali clienti quindi il relativo fatturato. Ma alle volte questa voce viene sottovalutata, a fronte dei costi, soprattutto in questo anno complicato.

Così nel decreto Rilancio del Governo (il numero 34 del 19 maggio) è stato previsto, per il solo anno 2020, la concessione di un credito d’imposta pari al 50 per cento del valore degli investimenti effettuati.

Il bonus non è una novità ma per gli investimenti pubblicitari fatti nel 2020 sono venuti meno alcuni vincoli, ovvero il presupposto dell’incremento minimo dell’1% rispetto all”investimento pubblicitario dell’anno precedente. E il beneficio è stato esteso anche agli investimenti sulle emittenti televisive nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato.

Alle novità previste dal decreto Rilancio è stata affiancata anche una nuova finestra temporale per l’invio delle domande. La scadenza è fissata al 30 settembre, ma restano valide le comunicazioni già inviate nel mese di marzo.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è scaricabile il modello e le istruzioni aggiornate con le novità introdotte dal decreto Rilancio.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTA L”AGENZIA PUBBLICITARIA

Bonus pubblicità 2020, con il credito di imposta al 50% farsi conoscere costa la metà, le domande dall'1 settembre
Cronaca 18 Giugno 2020

Per i cittadini del circondario e Ozzano comprare una bicicletta costa meno con il bonus

Bici tradizionali ed elettriche ma anche segway, hoverboard, monopattini e monowheel. A partire dalla fase 2 post emergenza da Coronavirus è possibile «convertirsi» alla mobilità sostenibile grazie agli incentivi a sostegno dell’acquisto di mezzi di trasporto alternativi alle auto. Si tratta del cosiddetto «bonus bici», un contributo pari al 60% fino a un massimo di 500 euro per l’acquisto di un mezzo di trasporto, fra quelli sopra elencati, nuovo o usato.

Al bonus statale, contenuto nel decreto Rilancio, possono accedere (una sola volta) tutti i cittadini maggiorenni residenti nei capoluoghi di regione, nei capoluoghi di provincia, nei comuni con popolazione superiore a 50 mila abitanti e nei comuni delle Città metropolitane, indipendentemente dal numero di abitanti; per quanto ci riguarda da vicino, significa che possono richiederlo tutti i cittadini che risiedono nei dieci comuni del circondario imolese. Inoltre, la Regione Emilia Romagna ha esteso questa possibilità anche agli enti locali firmatari del Pair (Piano aria integrato regio- nale), tra cui Ozzano Emilia. Rientrano nel bonus gli ac- quisti effettuati tra il 4 maggio e il 31 dicembre 2020, con una differenza sostanziale.

Finché non sarà on line l’applicazione web del ministero dell’Ambiente (entro sessanta giorni dalla pubblicazione in Gazzetta del decreto contenente il bonus mobilità) sarà possibile richiedere il rimborso della spesa previa presentazione della fattura. Successivamente, sarà possibile ottenere un buono da spendere entro trenta giorni dall’emissione presso i negozianti aderenti (che saranno elencati nel sito del ministero dei Trasporti e che dovranno poi richiedere il rimborso di quanto non incassato). Per accedere all’applicazione è necessario disporre delle credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale), procedura che è bene attivare con anticipo. (mi.mo.)

Per saperne di più non perdetevi l”articolo completo su «sabato sera» del 18 giugno.

Per i cittadini del circondario e Ozzano comprare una bicicletta costa meno con il bonus
Cronaca 14 Maggio 2020

Coronavirus, per la mobilità sostenibile bonus di 500 euro anche ai cittadini della Città metropolitana

Il bonus da 500 euro per gli acquisti di bici, bici elettriche e mezzi di micromobilità elettrica (come ad esempio i monopattini) effettuati a partire dal 4 maggio e fino al 31 dicembre 2020 previsto dal “decreto Rilancio” è rivolto a tutti i cittadini della Città metropolitana di Bologna e non solo, come inizialmente previsto, per i residenti nei comuni sopra i 50 mila abitanti o capoluogo di provincia (nel nostro caso sarebbero stati solo Bologna e Imola. «Un risultato importante – spiega Marco Monesi, consigliere delegato alla Mobilità Sostenibile di Palazzo Malvezzi – per raggiungere il quale, come Città metropolitana di Bologna, abbiamo lavorato molto con Roma nei giorni scorsi. Ora appunto tutti i cittadini dei 55 comuni della città metropolitana (e delle altre 13 “metropoli” italiane) potranno usufruire di questo rilevante contributo. Viene dunque premiato l’approccio metropolitano alla mobilità sostenibile che come Bologna abbiamo sempre sostenuto e messo in pratica nella Bicipolitana che abbiamo presentato nei giorni scorsi e che sta riscuotendo molto interesse anche a livello nazionale». (da.be.)

Foto Isolapress

Coronavirus, per la mobilità sostenibile bonus di 500 euro anche ai cittadini della Città metropolitana

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast