Cronaca

Coronavirus, nessun positivo nel personale delle scuole. Super-lavoro per l'Ausl di Imola con oltre 150 tamponi al giorno e 1.500 test prenotati a Medicina

Coronavirus, nessun positivo nel personale delle scuole. Super-lavoro per l'Ausl di Imola con oltre 150 tamponi al giorno e 1.500 test prenotati a Medicina

Oltre 150 tamponi al giorno, circa 1.500 prenotazioni già in calendario per i test sierologici ai cittadini medicinesi e se ne stanno predisponendo altre. Il rientro dalle vacanze sommato alla riapertura delle scuole sta costringendo ad un super-lavoro il personale dell’Ausl di Imola. A rassicurare la notizia che non ci sono positivi tra il personale della scuola che, ad oggi, si è sottoposto al tampone di verifica dell’Azienda usl di Imola.

Sono 733 i presidi, insegnanti, educatori e personale amministrativo, delle scuole e dei nidi, sia pubblici che privati, del circondario che hanno accolto l”invito della Regione e si sono sottoposti al test sierologico, 8 le positività agli anticorpi rilevate, mentre il successivo tampone nasofaringeo ha escluso la presenza di virus.

“Aumentano gli esami eseguiti, mentre il numero di persone risultate positive si conferma molto bassa, quasi nullo in termini percentuali se facciamo riferimento al tampone – hanno commentato l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini, e alla Scuola, Paola Salomoni -. Si tratta di dati che ci tranquillizzano e ci spingono ad essere fiduciosi sul rientro in classe”.

In tutto sono stati stimati circa 2.000 potenziali interessati in ambito circondariale, l’adesione sul fronte delle scuole quindi è stata meno della metà, analoga a quella nel resto dell’Emilia Romagna. Complessivamente la campagna di screening in regione ha visto 1.158 positivi su 49.208 test effettuati, quelli poi confermati dal successivo tampone sono stati appena 7 (3 a Parma, 1 a Reggio Emilia, 1 a Bologna e 2 in Romagna). La Regione ha deciso che lo screening non si concluderà oggi come inizialmente previsto, ma terminerà solo a fine settimana forse anche per convincere altri indecisi.  

L”aumento dei contagi, infatti, rinfocola i timori. Così, oltre a coloro che devono sottoporsi alle prescrizioni obbligatorie (tamponi per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta, Spagna, Romania e Bulgaria, Paesi extra dell’Unione Europea o area Schengen, le badanti), in tanti hanno deciso di approfittare dell’opportunità dei test gratuiti (può farlo chi ritorna dalla Sardegna o ha frequentato comunità a rischio). E questo spiega anche la corsa dei residenti a Medicina ad aderire allo studio di sieroprevalenza.

Oggi nel circondario imolese ci sono 4 nuovi positivi: 3 asintomatici ed 1 sintomatico – malato – lieve. Sono tutti residenti a Imola: 2 di ritorno da un viaggio in Sicilia, 1 da un Paese extra Ue, 1 contatto stretto di caso già accertato. Salgono quindi a 94 i casi attualmente attivi nel circondario. Nel resto dell”Emilia Romagna i nuovi positivi oggi sono 128, per oltre metà senza sintomi.

E” ben vero che i malati gravi sono decisamente pochi rispetto al passato: i pazienti interapia intensiva in tutta l’Emilia Romagna oggi sono 18, i ricoverati negli altri reparti Covid 119.  (l.a.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

Campagna Abbonamenti

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast