Cronaca

A Castello finiti i lavori in via Matteotti, strada riaperta per auto e pedoni

A Castello finiti i lavori in via Matteotti, strada riaperta per auto e pedoni

Buone notizie per i castellani. Sono infatti finalmente terminati i lavori nella parte alta di via Matteotti. La strada, con la nuova pavimentazione in porfido perfettamente rinnovata e la segnaletica orizzontale già tracciata, è pronta a riaccogliere il passaggio dei veicoli a partire dalle ore 16 di oggi sabato 9 luglio, mentre il via libera ai pedoni era stato consentito sin dal pomeriggio di ieri, venerdì 8. Invece le bancarelle del mercato per tornare ai loro posti dovranno attendere lunedì 18, perché la loro installazione potrebbe danneggiare l’integrità della sigillatura con la resina che è stata applicata ai cubetti di porfido, che necessita di qualche giorno per il consolidamento definitivo.

«Come avevamo annunciato nelle scorse settimane siamo riusciti a terminare la prima tranche dell”importante intervento di riqualificazione del centro storico prima della fine della metà del mese di luglio – sottolinea soddisfatto il sindaco, Fausto Tinti –. Finanziato con fondi regionali e metropolitani, il rifacimento della pavimentazione in porfido ha previsto contestualmente anche il rinnovo delle sottostanti reti di acqua e gas e degli allacci alle utenze. Nel ringraziare gli operatori commerciali e la cittadinanza per la pazienza dimostrata in questi mesi di limitazioni al traffico, iniziamo finalmente a immaginare la veste che assumerà il cuore della nostra bellissima città quando, entro il 2023, consegneremo completamente rinnovata anche via Cavour».

Via Matteotti riapre dunque dopo quattro mesi di lavoro, con una settimana di anticipo rispetto al termine del 15 luglio annunciato all’ultimo incontro per l’aggiornamento del cronoprogramma. I lavori nella parte alta di via Matteotti, compresa tra piazza XX Settembre e piazza Vittorio Veneto, della lunghezza di circa 153 metri, hanno riguardato il rifacimento da parte di Hera delle sottostanti reti di acqua e gas e degli allacci alle utenze, e il rifacimento della pavimentazione in porfido a cura del Comune, finanziato con fondi regionali e metropolitani. 
Inizialmente i mesi di chiusura della strada dovevano essere tre, ma, per vari motivi, nel corso dell’intervento i tempi si sono allungati: innanzitutto è emersa la necessità da parte di Hera di eseguire consistenti interventi aggiuntivi, poi c’è stato il ritrovamento di resti di antiche sepolture, e in più qualche giorno di stop è stato imposto anche dalle condizioni meteo sfavorevoli. (r.cr.)

Nella foto (dal Comune di Castel San Pietro): via Matteotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook