Cronaca

Cronaca 31 Luglio 2020

Valori di Escherichia coli tornati nella norma, da oggi si può riutilizzare l’acqua del canale Gambellara

Dopo il divieto emesso nei giorni scorsi, da oggi, venerdì 31 luglio, si potrà riutilizzare a scopi irrigui l”acqua del canale Gambellara, anche nel tratto compreso tra il depuratore e il confine amministrativo con il Comune di Massa Lombarda.

E’ questo quanto dispone la nuova ordinanza firmata in giornata dal commissario Izzo e che in pratica revoca la precedente sul tema. Ciò deriva dal fatto che oggi Arpae ha informato che, sulla base dei dati di laboratorio, i valori di Escherichia coli (1 Ufc/100ml – Salmonella assente) nelle acque in uscita del depuratore Gambellara sono rientrati nella norma. (da.be.)

Nella foto (da Google Maps): il canale Gambellara

Valori di Escherichia coli tornati nella norma, da oggi si può riutilizzare l’acqua del canale Gambellara
Cronaca 31 Luglio 2020

2 Agosto 1980, domani cerimonia a Imola nel Giardino intitolato dall'allora sindaco Marchignoli alle Vittime della Strage di bologna

Imola ricorderà domani sabato 1 agosto le vittime della strage alle ore 10 con la cerimonia organizzata dal Comune nel «Giardino Vittime della Strage del 2 Agosto 1980» (angolo via Villa Clelia, Don Cortini e Lolli), alla quale interverranno, fra gli altri, il commissario straordinario Nicola Izzo e il vescovo Giovanni Mosciatti.

L’intitolazione dell”area verde fu fortemente voluta dall’allora sindaco Massimo Marchignoli nel 2005, in occasione della ricorrenza dei 25 anni della strage alla stazione di Bologna. Alla cerimonia di intitolazione, svoltasi venerdì 29 luglio 2005 intervennero, fra gli altri, il presidente dell’Associazione tra i familiari delle Vittime, Paolo Bolognesi, l’allora sindaco di Bologna, Sergio Cofferati, l”allora vicario del vescovo, don Francesco Giacometti e Renato Zangheri, lo storico e uomo politico che era sindaco di Bologna all’epoca della strage nel 1980. (r.cr.)

Nella foto d”archivio Isolapress del 2005, si vedono da sinistra Zangheri, Giacometti, Marchignoli, Cofferati e Bolognesi

2 Agosto 1980, domani cerimonia a Imola nel Giardino intitolato dall'allora sindaco Marchignoli alle Vittime della Strage di bologna
Cronaca 31 Luglio 2020

Da domani via ai saldi in Emilia-Romagna, il decalogo di Confcommercio Ascom Imola

Iniziano domani, sabato 1° agosto, le vendite di fine stagione, che interesseranno nel nostro territorio centinaia di punti vendita al dettaglio di vari settori: dal tessile e abbigliamento, agli accessori e calzature, ma anche oggetti per la casa ed elettronica, che si concluderanno il 29 settembre. «I saldi rappresentano il momento più atteso dai consumatori – dichiara Andrea Martelli, direttore di Confcommercio Ascom Imola –. I clienti da domani potranno usufruire di sconti e vantaggi non presenti durante l’anno. Dopo il periodo di lockdown i cittadini hanno voglia di normalità e sicuramente ne approfitteranno facendo acquisti in sicurezza nei negozi di vicinato che si sono attrezzati fin da subito per riceverli nel pieno rispetto delle normative».

In seguito all’emergenza Coronavirus, Confcommercio ha realizzato il decalogo «Saldi chiari e sicuri» con alcuni principi di base per gli acquisti in saldo in piena trasparenza e sicurezza. (da.be.)

Foto dal sito di Confcommercio Ascom Imola

Da domani via ai saldi in Emilia-Romagna, il decalogo di Confcommercio Ascom Imola
Cronaca 31 Luglio 2020

Lamborghini a folle velocità semina il panico sulla via Emilia, multa e patente ritirata per il conducente

Automobilista spericolato per le vie di Castel San Pietro. L’episodio è avvenuto mercoledì 29 luglio quando gli agenti della polizia locale aveva istituito un posto di controllo in via Scania. Ad un tratto una Lamborghini che viaggiava sulla via Emilia in direzione Bologna ha iniziato a sorpassare le auto che procedevano lentamente in colonna al semaforo per poi proseguire a forte velocità senza fermarsi all’alt degli agenti.

Scattato l’inseguimento, il conducente della Lamborghini continuò a spingere sull’acceleratore, facendo sorpassi azzardati, di cui uno in corrispondenza dell’intersezione con via Stanzano. La pattuglia ha poi raggiunto il fuggitivo in prossimità di Gallo Bolognese e, dal momento che non dava segnali di aver compreso l’ordine di fermarsi, nonostante la sirena, i lampeggianti accesi e la paletta esposta dal finestrino, gli agenti sono stati costretti ad affiancare il veicolo per costringerlo ad arrestarsi. Per lui multa e ritiro della patente. «Mi complimento per l”operato della pattuglia che, con professionalità e senza alcuna collisione, ha raggiunto e fermato il fuggitivo, stringendolo verso la banchina stradale, riuscendo così a sanzionarlo e a ritirargli immediatamente la patente di guida» sono le parole di elogio dell’Ispettore Capo Leonardo Marocchi, da tempo alla guida della polizia Locale castellana.

«Ringrazio la nostra polizia Locale per il costante ed efficace controllo delle strade e del territorio comunale, a tutela della sicurezza dei cittadini – afferma il sindaco Fausto Tinti -. Il cittadino di San Lazzaro ha sbagliato giorno e luogo: il Gran Premio di Formula Uno si correrà il primo novembre 2020 all”autodromo di Imola, e non ieri sulle strade di Castel San Pietro». (da.be.)

Foto d’archivio concessa dal Comune di Castel San Pietro

Lamborghini a folle velocità semina il panico sulla via Emilia, multa e patente ritirata per il conducente
Cronaca 31 Luglio 2020

Agli arresti domiciliari fugge nuovamente per fare un giro in città, 19enne arrestato

Un 19enne imolese è stato arrestato dai carabinieri per evasione. L’episodio è avvenuto alle 17.40 di ieri quando il giovane, sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico a causa di precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, si è allontanato di sua spontanea volontà dall’abitazione per andare a farsi una passeggiata in un parco pubblico della città. 

I militari, allertati dal dispositivo elettronico che ha inviato un segnale di allarme al 112, hanno rintracciato e arrestato il giovane, abituato a violare le disposizione dell’Autorità giudiziaria, visto che a maggio si era reso responsabile di analoga condotta uscendo per una passeggiata in centro.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, il 19enne è stato tradotto in camera di sicurezza, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. (da.be.)

Foto d’archivio

Agli arresti domiciliari fugge nuovamente per fare un giro in città, 19enne arrestato
Imola 31 Luglio 2020

Elezioni comunali a Imola, un’araba fenice come simbolo della lista civica «Cappello sindaca»

Questa mattina la candidata Carmen Cappello ha presentato la sua lista civica «Cappello sindaca». A rappresentare la sua compagine un”araba fenice, l”uccello mitologico che rinasce dalle proprie ceneri dopo la morte. «Imola deve rialzarsi e ripartire, è necessario un pensiero nuovo per la città, che deve nascere dall”incontro tra cittadini esperti e competenti – si legge nel comunicato stampa -. La politica dei cittadini è la politica con la “p” maiuscola, che non prevede logiche di spartizione di incarichi. In questa particolare fase storica gli imolesi hanno bisogno di risposte serie, concrete, celeri.

«La città non ha mai avuto un progetto civico autonomo e indipendente, libero da ogni logica di partito – dichiara Carmen Cappello -. Il mantra della nostra lista è competenza, merito, esperienza, non l”appartenenza a un partito. È arrivato il momento di mettere le persone giuste nei posti giusti, altrimenti Imola, e lo dico con molta franchezza, non ne viene più fuori. In questi anni, il sistema si è immobilizzato, non si è evoluto. Non ce l”abbiamo con i partiti, ma con una dirigenza che porta avanti logiche oramai superate. Un sindaco è il sindaco di tutti, non solo di coloro che lo hanno votato. Per questo – prosegue – deve guadagnarsi il rispetto anche di chi, alle urne, ha fatto un”altra scelta. E sono dell”idea che, se un progetto intelligente viene proposto dall”opposizione, si deve dialogare per portarlo avanti. Senza dire no a priori, come invece è successo in passato, solo perché non proposto dalla maggioranza. E una maggioranza deve essere solida, perché non basta vincere, poi bisogna governare. La città – conclude – non si può permettere una maggioranza ballerina, composta da più anime, e un sindaco che passa più tempo a trovarne gli equilibri piuttosto che governare e dare risposte ai cittadini».

La lista civica «Cappello sindaca», che vede come capolista l”ex prefetto di Roma Achille Serra, si compone di una schiera di candidati decisi a mettersi al servizio della città. Si tratta di Corrado Bufi, dipendente Inps e referente di lista, Renato Dalpozzo, docente universitario di chimica organica, Marinella Vella, docente di scuola primaria e Riccardo Zanotti, ingegnere meccanico. (da.be.)

Foto della presentazione della lista «Cappello sindaca»

Elezioni comunali a Imola, un’araba fenice come simbolo della lista civica «Cappello sindaca»
Cronaca 31 Luglio 2020

Audiolibri «fai da te», la passione durante il lockdown dell’ex sindaco di Castel San Pietro Vincenzo Zacchiroli

Audiolibri «fai da te». È così che l’ex primo cittadino di Castel San Pietro Vincenzo Zacchiroli ha messo a frutto la propria passione per la lettura durante il lockdown. «Sono un lettore disordinato – confessa –, a volte sconcertato di fronte alla mole di libri acquistati, sfogliati, ripresi, mai finiti e ad altri approvati, riletti, esplorati e ripensati, consigliati. Lo misuro dal mucchietto depositato sul comodino di fianco al letto. Ma sì, leggere mi piace. Ma sento che i ritmi e le proposte della vita attuale non consentono di dedicarsi prioritariamente alla lettura anche per chi, come me, è in pensione da tempo».

I libri le hanno tenuto compagnia in quarantena?

«Il lockdown ha visto scomparire di colpo la “nipotaglia”, come la definiamo in casa mia. Casa improv- visamente vuota, impegni diradati, notizie saltuarie. Istantaneamente si è aperta una prospettiva impensabile fino al giorno prima: e adesso cosa faccio? Ricordo di avere passato un’intera giornata alla ricerca di qualche libro da leggere, tra gli oltre quattromila. Da un po’ di tempo mi frullava in testa un’idea: una sorta di formazione continua che solo dei gruppi di lettura potrebbero assicurare». (lu.ba.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 30 luglio.

Nella foto: Vincenzo Zacchiroli

Audiolibri «fai da te», la passione durante il lockdown dell’ex sindaco di Castel San Pietro Vincenzo Zacchiroli
Cronaca 31 Luglio 2020

Il Comune di Imola vieta temporaneamente l'utilizzo dell’acqua del canale Gambellara

Nei giorni scorsi il Comune di Imola, con un’apposita ordinanza a tutela della salute pubblica firmata dal commissario Izzo, ha fatto scattare il divieto di attingimento a scopo irriguo delle acque dal canale di scolo Gambellara, nel tratto compreso tra il depuratore di via Molino Rosso e il confine amministrativo con il Comune di Massa Lombarda. Provvedimento disposto alla luce della comunicazione di Arpae con la quale informava che nelle acque in uscita dal depuratore Gambellara è stato accertato il superamento dei valori limite per il parametro microbiologico «Escherichia Coli» e che sono in corso le verifiche dei valori relativi a salmonella spp.

Preso atto di tale comunicazione dell’Arpae, il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Asl di Imola ha proposto al Comune di emettere un’ordinanza con il divieto di attingimento fino all’individuazione delle cause, e alla normalizzazione delle analisi sullo scarico idrico e su tutta l”asta del canale stesso.Il divieto è temporaneo, ovvero rimane in vigore fino alla revoca della presente ordinanza, che avverrà a seguito dell’esito degli accertamenti in corso da parte di Asl e di Arpae che attestino la soluzione delle problematiche di inquinamento e la conseguente cessazione del potenziale pericolo per la salute pubblica. (da.be.)

Nella foto (da Google Maps): il canale Gambellara

Il Comune di Imola vieta temporaneamente l'utilizzo dell’acqua del canale Gambellara
Cronaca 30 Luglio 2020

Coronavirus, tamponi a tappeto alla Clai: gli esiti sono tutti negativi

Esito negativo per tutti i tamponi a tappeto effettuati nei giorni scorsi tra i lavoratori della Clai, in ottemperanza al decreto regionale dello scorso 13 luglio che ha disposto controlli anche sugli addetti alla lavorazione delle carni. «Ci siamo subito messi in contatto con l’Ausl di Ravenna, per lo stabilimento di Faenza dove si svolge anche la macellazione, e con l’Ausl di Imola per lo stabilimento di Sasso Morelli, dove abbiamo il salumificio – ha spiegato il direttore generale della cooperativa, Pietro D’Angeli -. Abbiamo consegnato gli elen- chi con i nominativi e dato la nostra totale disponibilità. A Faenza il 21 luglio sono stati fatti i tamponi sui circa 150 addetti dei reparti di lavorazione delle carni; il personale dell’Ausl è venuto in azienda. Gli esiti sono arrivati nel giro di pochi giorni. A Imola siamo stati controllati tutti, me compreso, nei giorni seguenti. In tutto circa 250 persone. Gli esiti sono tutti negativi». (lo.mi.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 30 luglio.

Nella foto: da sinistra, Gianfranco Delfini (direttore marketing), Giovanni Bettini (presidente) e Pietro D’Angeli (direttore generale) di Clai

Coronavirus, tamponi a tappeto alla Clai: gli esiti sono tutti negativi
Cronaca 30 Luglio 2020

Ondata di calore con forte disagio in pianura e un'allerta gialla per temporali dell'Arpae

Le previsioni dell”Arpae per la provincia di Bologna indicano per questa settimana, soprattutto per la giornata di oggi e domani, venerdì 31 luglio, condizioni di disagio bioclimatico che significa temperature unite a elevato tasso di uminidità. In particolare per le aree di pianura, quindi Imola, Medicina, Mordano e Castel Guelfo, è previsto forte disagio.

Lo ricorda l”Ausl di Imola che sottolinea: “Quando la temperatura e l”umidità dell”aria aumentano, le capacità dell”organismo di raffreddarsi diminuiscono considerevolmente, aumentano traspirazione e sudorazione – meccanismo peraltro fondamentale che il nostro corpo mette in atto per disperdere calore – e si incorre nel pericolo maggiore: la disidratazione. Per questo è importante ricordare alcuni suggerimenti per ridurre i rischi di salute legati alle ondate di calore, soprattutto per anziani e bambini”.

Ma c”è un altro rischio incombente, quello dei temporali. Sempre l”Arpae ha emesso un”allerta gialla in cui si prevede per la serata di oggi giovedì 30 luglio la possibilità di fenomeni temporaleschi organizzati, con associate precipitazioni intense, raffiche di forte intensità e grandinate, in esaurimento nelle prime ore di venerdì 31 luglio. (r.cr.)

Ondata di calore con forte disagio in pianura e un'allerta gialla per temporali dell'Arpae

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast