Cronaca

Cronaca 9 Giugno 2020

Coronavirus, da oggi riapre il Giardino degli Angeli seppur ad orario ridotto

Finalmente da oggi, martedì  9 giugno, il Giardino degli Angeli di Castel San Pietro riapre seppur ad orario ridotto ovvero dalle 9.30 alle 13. Tutti i pomeriggi di giugno, infatti, resterà chiuso per permettere diverse iniziative riservate alle scuole per il saluto di fine anno, allo yoga su prenotazione e altre attività che non si possono svolgere in presenza dei visitatori, in modo tale da rispettare così le norme di sicurezza riportate nell”apposita ordinanza.

L’ingresso è consentito con 3 sole prescrizioni: avere la mascherina, mantenere il distanziamento di 1 metro ed igienizzare le mani all”ingresso grazie all’apposito dispenser. Volontari all”ingresso controlleranno che tutto avvenga nel rispetto dell”ordinanza e sanificheranno quotidianamente le varie strutture per la sicurezza di tutti. A luglio, infine, il Giardino degli Angeli potrebbe rimanere aperto per l’orario abituale. (da.be.)

Nella foto (dal sito del Comune di Castel San Pietro): il Giardino degli Angeli

Coronavirus, da oggi riapre il Giardino degli Angeli seppur ad orario ridotto
Cronaca 8 Giugno 2020

Coronavirus, nessun nuovo contagio a Imola. L'assessore Donini: “Passo epidemiologico a 0,1%. Nelle cra tamponi periodici agli ospiti”

La settimana comincia con zero nuovi contagi per il territorio di Imola. Invariati i casi ancora attivi, cioè positivi al Coronavirus, appena 10 casi in tutto (1 persona residente a Imola, 5 a Medicina, 1 a Dozza e 3 fuori dal territorio). Fermi a 398 i positivi refertati dall’Azienda usl di Imola dall’inizio dell’emergenza; così come il totale di 39 decessi di o con Covid-19. 

Notizie davvero confortanti che si accompagnano a quelle del resto dell’Emilia Romagna. “Il passo epidemiologico è stabilmente sotto lo 0,1% quindi un livello davvero molto basso, la situazione ad una settimana dalla riapertura tra le regioni è davvero favorevole per quanto riguarda la nostra capacità di contenere l’epidemia da Covid” ha dichiarato nel pomeriggio Raffaele Donini, l’assessore alle Politiche per la salute della Giunta Bonaccini, facendo il bilancio dei dati statistici dell’epidemia attraverso una diretta sulla pagina Facebook della Regione.

In tutto sono 27.928 i casi complessivi refertati in regione, oggi 20 nuovi positivi di cui 15 asintomatici, individuati attraverso l’attività di screening regionale (3 sono residenti nel bolognese, ovviamente imolese escluso). Quelli ancora attivi, però, positivi o malati, sono scesi a  2.282 (-46 rispetto a ieri). “Abbiamo avuto purtroppo anche 4 deceduti (1 su Biologna), è comunque il dato migliore dal 2 marzo scorso” ha precisato Donini. Sono 4.179 ad oggi le persone che hanno perso la vita per Covid o malattie correlate.

Le statistiche confermano che una delle fasce d’età più colpite è quella dai 50 ai 59 anni, ma se passiamo ai decessi, invece, si sale dai 70 in su, in particolare gli over 80 racchiudono più di due terzi dei morti totali.  “In parte – ha ammesso Donini – è dovuto ai focolai avuti nelle cra (rsa o case di riposo e residenze per anziani)”. Le strutture pubbliche accreditate e private del circondario imolese sono passate indenni attraverso o tsunami del Coronavirus, ma molte altre attorno a noi, dal ravennate al bolognese, hanno visto drammatici focolai.

“Per presidiare quel mondo – ha aggiunto Donini – abbiamo stabilito ulteriori controlli, con sierologici agli operatori sociosanitari e tamponi periodici agli ospiti anche dove non ci sono focolai, inoltre cercheremo di accompagnare il mondo delle cra ad un’evoluzione con un maggior peso della sanità, sono strutture comunali o private ma la Regione non si sottrae alla responsabilità”. Una notizia confortante anche se molti famigliari cominciano ad essere insofferenti di fronte all”impossibilità di vedere i propri congiunti. Le case di riposo dell”Emilia Romagna (comprese quelle del circondario imolese) sono tuttora chiuse alle visite dall”esterno per cercare di evitare ulteriori focolai.

“Non dobbiamo abbassare la guardia e fare ancora più test e tamponi come se fossimo in piena emergenza, andando a intercettare sia i contatti stretti e larghi delle persone sintomatiche, sia coloro che non hanno sintomi, attraverso lo screening regionale e con i test degli oltre cento laboratori validati disponibili per lavoratori e cittadini e continueremo a farlo anche quando arriveremo prossimi allo zero e anche dopo” ha concluso l”assessore. (l.a.)

Nella foto l”assessore Raffaele Donini e la slide con le statistiche in base alle fasce d”età più colpite dal Coronavirus in Emilia Romagna

Coronavirus, nessun nuovo contagio a Imola. L'assessore Donini: “Passo epidemiologico a 0,1%. Nelle cra tamponi periodici agli ospiti”
Cronaca 8 Giugno 2020

Il sindaco di Castel San Pietro Fausto Tinti ha consegnato la Costituzione a 49 diciottenni

Edizione record con ben 49 partecipanti (29 femmine e 20 maschi) alla cerimonia di consegna di una copia della Costituzione ai giovani castellani che compiono 18 anni nel 2020, in occasione della Festa della Repubblica.

La pioggia caduta nei minuti precedenti all’appuntamento non ha dunque scoraggiato i ragazzi dal partecipare numerosi all’iniziativa, che quest’anno si è svolta appunto all’aperto, in piazza XX Settembre, luogo sicuramente più adatto a garantire le distanze di sicurezza, rispetto alla location tradizionale della sala del Consiglio comunale. (r.cr.)

Il sindaco di Castel San Pietro Fausto Tinti ha consegnato la Costituzione a 49 diciottenni
Cronaca 8 Giugno 2020

Voliera in legno prende fuoco a Sasso Morelli, uccisi oltre cento colombi

Un incendio è divampato nella serata di sabato 6 giugno, poco prima delle 20, in un terreno agricolo di via Ladello, nella frazione imolese di Sasso Morelli.

Le fiamme hanno distrutto circa 500 mq di una struttura in legno adibita ad allevamento di colombi ed ucciso oltre cento esemplari da carne che si trovavano all’interno. Fortunatamente diverse gabbie erano vuote. Sul posto, avvisati dal proprietario, quattro squadre dei vigili del fuoco che hanno prontamente spento il rogo e gli agenti della polizia locale.

Sulle cause dell’incendio stanno indagando i carabinieri, ma a quanto trapela è molto probabile si sia trattato di un incidente e non di un atto doloso. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Voliera in legno prende fuoco a Sasso Morelli, uccisi oltre cento colombi
Cronaca 8 Giugno 2020

Cinema alla Rocca di Imola da venerdì 26 giugno

La rassegna Rocca Cinema Imola è ai nastri di partenza. Proprio oggi sono partiti i lavori di allestimento degli spazi del cortile, con l’avvio del montaggio dello schermo, del proiettore e delle file di sedie.

Nei prossimi giorni i vertici del settore Cultura del Comune incontreranno i rappresentanti di Start Cinema, la società che ha in gestione l’appalto per l’organizzazione della rassegna, per approntare tutte le soluzioni come indicato dalla nuova ordinanza del presidente della Regione, Bonaccini, pubblicata sabato scorso, che detta i protocolli di sicurezza d seguire.

La previsione è di avviare la rassegna venerdì 26 giugno prossimo. Per rimanere aggiornati consultate il sito dell’evento. (r.cr.)

Nella foto: una scorsa edizione del Rocca Cinema Imola

Cinema alla Rocca di Imola da venerdì 26 giugno
Cronaca 8 Giugno 2020

Una fisiatra di Montecatone racconta la pandemia: «Fragilità clinica e psicologica dei pazienti»

Un periodo intenso, in cui il personale si è confrontato «non solo con la fragilità clinica ma anche psicologica dei pazienti legata all”isolamento e alla solitudine». Così Silvia Volini, medico fisiatra dell’Unità spinale del Montecatone Rehabilitation Institute di Imola racconta l’epidemia di coronavirus.

«Non eravamo e non ci sentivamo pronti a gestire un cambiamento di tale portata – aggiunge –, fatto di tante preoccupazioni: quella concreta di poter essere a nostra volta contagiati o essere veicolo di contagio per altri, per chi ci era attorno, sia all”interno sia all”esterno dell”ambiente lavorativo. Per questo la riorganizzazione ha dovuto tenere conto di diversi aspetti, di gesti che con l’andar del tempo sono apparsi quasi come maniacali, come il rito della vestizione e della svestizione, atti misurati e controllati per ridurre al minimo il rischio di contaminazione nelle fasi più delicate della giornata, all”ingresso e soprattutto all”uscita dalla cosiddetta zona sporca».
Ci sono stati, però, anche dei risvolti “positivi”: «Abbiamo imparato a lavorare in modo diverso – commenta –, adattandoci gli uni agli altri, talvolta abbandonando ciascuno il proprio ruolo, se necessario. Così facendo è stata possibile la creazione del reparto di Riabilitazione Covid19 e la gestione dell”elevato livello di stress psicologico e fisico che tale attività, per il tipo e la natura delle attenzioni da mantenere, richiede».

Passata la fase più acuta della pandemia, «ci siamo concentrati sui fabbisogni riabilitativi – spiega –: potendo seguire mielolesi affetti da Covid19 abbiamo raccolto i dati relativi all”andamento dell”infezione e, grazie a Carlotte Kiekens (direttore dell’Unità spinale, ndr) coordinato uno studio osservazionale prospettico multicentrico per monitorare l”andamento della malattia in questo specifico cluster. Abbiamo infine collaborato alla stesura di un protocollo riabilitativo che ci consentisse di accogliere in reparto Pazienti provenienti da altre realtà e con patologie diverse dalla lesione midollare». (r.cr.)

Una fisiatra di Montecatone racconta la pandemia: «Fragilità clinica e psicologica dei pazienti»
Cronaca 8 Giugno 2020

Auto e moto si scontrano sulla via Emilia, 48enne ferita

Incidente questa mattina, intorno alle 8, sulla via Emilia a Imola.

Secondo la ricostruzione della polizia locale una Bmw condotta da un 45enne si sarebbe immessa da via Piratello sulla provinciale andando a scontrarsi con un motociclo, guidato da una 48enne imolese, che circolava da Imola in direzione Bologna. A causa dell’impatto la donna è caduta rovinosamente sull’asfalto.

Sul posto anche i sanitari del 118 che hanno trasportato la 48enne all’ospedale di Imola. Fortunatamente ha riportato solo qualche ferita guaribile in pochi giorni. Gli agenti della polizia locale hanno regolamentato il traffico che è rimasto congestionato per tutta la durata delle operazioni di soccorso. (da.be.)

Foto d’archivio

Auto e moto si scontrano sulla via Emilia, 48enne ferita
Cronaca 8 Giugno 2020

Il Circondario posticipa al 16 luglio il pagamento della prima rata Imu

In vista della scadenza della prima rata Imu prevista per il 16 giugno, la Conferenza dei sindaci del Nuovo circondario imolese ha deciso di concedere ulteriori 30 giorni (quindi fino al 16 luglio) per il pagamento dell’imposta senza applicazione di sanzioni ed interessi.

«Il rinvio della prima rata Imu è una iniziativa importante in quanto non scontata ed utile sia ai cittadini che ai Caf – commenta Luca Albertazzi, primo cittadino di Dozza con con delega ai Tributi –. I Comuni in questo modo hanno dimostrato grande sensibilità in maniera condivisa e coordinata. Questo aspetto è particolarmente positivo e consente di trattare un tema di grande impatto su scala territoriale, con evidenti benefici in termini di uniformità di trattamento e semplificazione».
«Con i sindacati e l’Ufficio tributi associato abbiamo definito il provvedimento per dare un minimo di respiro in più a chi è in difficoltà ed evitare ulteriori complicazioni ai cittadini – aggiunge Matteo Montanari, sindaco di Medicina e presidente del Circondario –. Nel rispetto dell’autonomia fiscale di ciascun ente, è importante che tutti i Comuni del Circondario si siano mossi uniformemente». (r.cr.)

Fotografia di Marco Isola/Isolapress

Il Circondario posticipa al 16 luglio il pagamento della prima rata Imu
Cronaca 8 Giugno 2020

Venerdì scorso il primo matrimonio della fase 2 a Castel San Pietro

Primo matrimonio della fase 2 in municipio a Castel San Pietro venerdì scorso. Il sindaco Fausto Tinti ha unito in matrimonio Alessandro Zunarelli e Bertha Gonzalez, entrambi residenti a Castel San Pietro.
Oltre agli sposi e al sindaco erano presenti solo altre quattro persone: i due figli della coppia: Greta, che ha fatto anche da testimone, e Iacopo, che ha portato gli anelli, più l’altra testimone (un’amica degli sposi) e suo marito, che ha scattato le foto di rito.
Durante la cerimonia i presenti hanno indossato la mascherina protettiva, uniche eccezioni il bacio degli sposi e la foto finale.

Venerdì scorso il primo matrimonio della fase 2 a Castel San Pietro
Cronaca 8 Giugno 2020

Dal 15 giugno riaprono cinema, teatri e spettacoli dal vivo. Le linee guida

Dal 15 giugno, in Emilia-Romagna si potrà tornare al cinema (ripartiranno anche i set cinematografici), a teatro e a vedere spettacoli dal vivo. E’ quanto prevede l”ordinanza (qui il testo) firmata dal presidente della Regione Stefano Bonaccini il 6 giugno. Via libera esteso ai circhi.

Le linee guida (qui il testo) fissano una serie di regole a tutela del pubblico e degli operatori, dal numero massimo di spettatori (duecento per gli spettacoli al chiuso e mille per quelli all’aperto) agli accorgimenti per assicurare almeno un metro di distanza tra gli utenti, al di fuori di nuclei familiari e conviventi. Potrà essere misurata la temperatura all’ingresso e, nel rispetto della privacy, dovrà essere tenuto un registro delle presenze per quattordici giorni. (r.cr.)

Foto d’archivio

Dal 15 giugno riaprono cinema, teatri e spettacoli dal vivo. Le linee guida

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast