Cronaca

Cronaca 19 Maggio 2020

Coronavirus, in arrivo rimborsi per i pendolari del trasporto pubblico locale

Rimborsi in arrivo per i pendolari dell’Emilia-Romagna che non hanno potuto usufruire dell’abbonamento ai mezzi di trasporto pubblico locale a causa del lockdown imposto dall’emergenza Coronavirus. «E’ una misura doverosa giustamente attesa da tanti cittadini e che come Regione abbiamo sollecitato – spiega Andrea Corsini, assessore alla Mobilità della Regione Emilia-Romagna –. Non appena saranno definite le modalità operative, sarà nostra cura fornire a tutti gli interessati le indicazioni utili per usufruire di tale opportunità».

Il risarcimento dei costi dell’abbonamento è reso possibile dai fondi stanziati dal Governo con il dl Rilancio, che a breve sarà convertito in legge. Dopo questo passaggio, sarà possibile definire le procedure per accedere ai rimborsi. Per questo motivo, la Regione invita i cittadini a non recarsi anzitempo agli sportelli delle aziende di trasporto, rischiando inutili affollamenti. (r.cr.)

Foto d’archivio

Coronavirus, in arrivo rimborsi per i pendolari del trasporto pubblico locale
Cronaca 19 Maggio 2020

Fase 2 per i Musei civici di Imola: riapre al pubblico la Rocca sforzesca

Inizia la Fase 2 per i Musei civici di Imola: riapre infatti al pubblico la Rocca sforzesca. Sarà una riapertura sperimentale e graduale quella proposta per i prossimi due fine settimana, con modalità e condizioni che recepiscono le indicazioni date dal Comitato tecnico scientifico del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, adattate in considerazione delle unità di personale dedicate alla disciplina degli accessi e del rispetto delle norme comportamentali durante la visita, sempre nell’ottica della prevenzione del rischio da contagio garantendo distanziamento sociale, uso delle mascherine e misure igieniche coerenti con tutte le indicazioni fornite.

La Rocca sforzesca riaprirà nei consueti orari (sabato dalle 15 alle 19, domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19), ma con accesso regolamentato in base alle caratteristiche e alla capienza, rispettando le misure di sicurezza previste per l’emergenza sanitaria del Coronavirus. Gli ingressi saranno consentiti a 5 persone ogni 15 minuti, con massima presenza di 30 persone all’interno del percorso museale. E’ obbligatorio indossare la mascherina e mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro. (r.cr.)

Nella foto: la Rocca di Imola

Fase 2 per i Musei civici di Imola: riapre al pubblico la Rocca sforzesca
Cronaca 19 Maggio 2020

All’oasi Felix di Medicina ci si prende cura anche dei mici dei ricoverati per Covid

All’oasi felina Felix di Medicina, gestita da volontari dell’omonima associazione dal 1997, la vita scorre abbastanza normalmente ai tempi del Coronavirus, nonostante la chiusura al pubblico.
«Cerchiamo di lasciare cibo in abbondanza fra una visita e l’altra per minimizzare i nostri spostamenti – racconta la veterinaria responsabile del gattile, la dottoressa Cinzia Mezzaroba –. Abbiamo anche effettuato alcuni recuperi di gatti feriti e ci siamo messe a disposizione per accudire gli animali di alcune persone ricoverate per Covid-19 che non avevano altri cui lasciare i loro animali, un’emergenza che per fortuna sta rientrando». (mi.mo.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 14 maggio.

Nella foto: volontarie dell”oasi Felix di Medicina

All’oasi Felix di Medicina ci si prende cura anche dei mici dei ricoverati per Covid
Cronaca 18 Maggio 2020

Coronavirus, nessun nuovo positivo e 7 guariti a Imola. Ripartenza con trend stabile. Anche in regione solo 35 casi in più

Il lunedì che ha segnato la ripartenza di molte attività vede un trend dei contagi che si mantiene positivamente stabile per il circondario di Imola: nessun nuovo caso e 7 guariti con doppio tampone negativo (4 a Imola, 1 a Borgo Tossignano, 1 Mordano, 1 Castel San Pietro).Rimangono quindi 391 i contagi refertati dall’Ausl di Imola dall’avvio dell’emergenza Coronavirus. Di questi restano solo 43 casi tuttora attivi, cioè persone ancora infette o malate (10 a Medicina, 14 ad Imola, 1 a Castel San Pietro Terme, 3 Castel Guelfo, 1 a Mordano e 14 fuori territorio). 

Anche nel resto della regione i dati confermano l’ottimismo sul fronte dell’epidemia: oggi solo 35 casi in più: un incremento davvero fra i più bassi. Complessivamente in Emilia-Romagna si sono registrati 27.267 casi di positività, ma considerando le  17.756 guarigioni (16.024 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi), il numero di malati effettivi a oggi è sceso a 5.525 (-131). Purtroppo, si registrano ancora dei decessi, 13 quelli di oggi che portano il totale a 3.986. 

Nei prossimi giorni diverrà operativo negli ospedali dell’Emilia Romagna un nuovo protocollo, annunciato sabato dall’assessore alle Politiche per la salute Raffaele Donini, che prevede il test del tampone non solo per chi deve subire un intervento chirurgico bensì per tutti i ricoverati, sia nel momento dell’ammissione che delle dimissioni, per evitare contagi all’esterno e, nel contempo, tenere al sicuro le strutture sanitarie. Una decisione presa dopo il focolaio scoppiato nell’ospedale di Budrio all’inizio di maggio (una cinquantina di positivi tra degenti, operatori sanitari e visitatori). (r.cr.) 

Nella foto il direttore generale dell’Ausl di Imola Andrea Rossi si sottopone al controllo della temperatura come tutti prima di entrare in ospedale

Coronavirus, nessun nuovo positivo e 7 guariti a Imola. Ripartenza con trend stabile. Anche in regione solo 35 casi in più
Cronaca 18 Maggio 2020

Coronavirus, nella settimana prima delle riaperture tanti controlli e una sola sanzione

Tante persone fermate ed esercizi commerciali ispezionati, ma una sola sanzione. E’ questo il resoconto dell’ultima settimana di controlli messi in campo, prima della riaperture di molte attività commerciali in programma da oggi, da parte di polizia locale, polizia di Stato, carabinieri e guardia di finanza per contrastare il diffondersi del Coronavirus. L’unica sanzione arriva dai militari dell’Arma che a Dozza hanno sorpreso il gestore di bar consentire agli avventori di sostare al di fuori dei locali creando assembramento. Per lui è così scattata la multa di 400 euro ma non la chiusura del locale.

Per il resto, come detto, tutto tranquillo e cittadini ligi alle regole. «In totale da lunedì 11 a domenica 17 maggio i nostri agenti hanno controllato 90 persone, senza elevare alcuna sanzione e 250 attività ed esercizi commerciali, anche in questo caso senza rilevare alcuna violazione alle norme in vigore» fanno sapere dalla polizia locale di Imola. «Anche la scorsa settimana non abbiamo registrato irregolarità né nel comportamento dei cittadini né nelle attività commerciali» confermano dalla polizia di Stato. Stesso situazione anche per la guardia di finanza. «In questi giorni non abbiamo trascritto nessun verbale. Ci sono arrivate segnalazioni di assembramenti soprattutto fuori dai bar, ma una volta giunti sul posto la situazione era già rientrata all’interno dei limiti previsti dal decreto governativo». (da.be.)

Foto Isolapress 

Coronavirus, nella settimana prima delle riaperture tanti controlli e una sola sanzione
Cronaca 18 Maggio 2020

Coronavirus, iniziata a Castello la distribuzione delle mascherine alle attività economiche

Nei giorni scorsi, in vista della riapertura in programma da oggi di numerosi esercizi commerciali, ha preso il via a Castel San Pietro la distribuzione delle mascherine di tipo chirurgico a negozi, esercizi pubblici e di artigianato di servizio alla persona. E’ bene, infatti, ricordare che all’interno di essi sia esercenti che clienti hanno l”obbligo di indossarle.

Nel pomeriggio di venerdì 15 i volontari del Centro Operativo Comunale (Coc) hanno già raggiunto 124 attività economiche (tutte quelle aperte), consegnando a ciascuna 5 pacchetti da due mascherine. La distribuzione proseguirà ora con le altre attività che erano rimaste chiuse durante il lockdown e che stanno riaprendo in questi giorni. «Abbiamo scelto di stringere un patto con i commercianti per ripartire tutti più in serenità – sottolinea il sindaco di Castel San Pietro Terme, Fausto Tinti –. Noi facciamo la nostra parte come Amministrazione comunale per sostenere le attività economiche nell”impegno che sono chiamate  ad affrontare per tutelare clienti e dipendenti ed esse si impegnano ad osservare rigorosamente i protocolli sulla sicurezza redatti grazie al confronto fra istituzioni, associazioni di categoria e sindacati. Oggi più che mai la collaborazione fra le parti è fondamentale: solo procedendo insieme con responsabilità, cura e rispetto per gli altri, saremo in grado di regalare a tutti una nuova normalità». (da.be.)

Foto concessa dal Comune di Castel San Pietro

Coronavirus, iniziata a Castello la distribuzione delle mascherine alle attività economiche
Cronaca 18 Maggio 2020

E' uscito l'e-book «Fiabe del tempo sospeso» scritto da 450 studenti delle scuole di Imola

E’ stato pubblicato su Amazon (link) mercoledì 14 maggio Fiabe del tempo sospeso, l’e-book nato da un’idea della professoressa Lisa Laffi e scritto da 450 studenti delle scuole di Imola fra i sette e i diciotto anni che si sono uniti per combattere il Coronavirus dando vita a fiabe che hanno consentito di esorcizzare la paura del momento e di dar vita a una raccolta a scopo benefico.

In poco più di quarantotto ore, l’e-book è già arrivato al 13° posto nella classifica delle Fiabe per bambini. E la curatrice ha dato vita anche alla versione cartacea, che conta già oltre duecento prenotazioni (all’indirizzo e-mail lisalaffi@libero.it).
In poco meno di una settimana, la cifra raccolta ha già superato i 2.000 euro.

«Quando mi è venuta l’idea non pensavo che avrebbe riscosso un tale successo – commenta la Laffi -. Ne sono contentissima. Tantissime scuole e tantissimi studenti di Imola si sono uniti per un nobile obiettivo: aiutare il prossimo. Hanno dimostrato di voler lottare contro il Coronavirus e hanno utilizzato uno strumento che abbiamo tutti, ma che spesso dimentichiamo: la scrittura. Scrivere è bello e lo è ancora di più quando lo si fa con un obiettivo. Quando leggevo le mail di alcuni genitori che sottolineavano come non avessero mai visto i figli tanto entusiasti di scrivere mi emozionavo e commuovevo». (r.cr.)

E' uscito l'e-book «Fiabe del tempo sospeso» scritto da 450 studenti delle scuole di Imola
Cronaca 18 Maggio 2020

Fase 2, Serse Soverini: «I protocolli di sicurezza infondano fiducia in operatori economici e cittadini».

I protocolli di sicurezza stabiliti dalla Regione Emilia-Romagna per la riapertura progressiva delle attività economiche, commerciali, culturali e sportive costituiscono un «vantaggio in termini di tempistiche e di efficienza per la ripresa» del nostro territorio.
Ne è convinto Serse Soverini, deputato del Partito demcoratico eletto nel collegio uninominale che comprende Imola.

«I tavoli provinciali per la sicurezza hanno consentito alla Regione una definizione di protocolli per settore generalmente più flessibili, e dunque più vicini alle necessità specifiche del mondo economico del nostro territorio – osserva Soverini, promotore della costituzione del tavolo metropolitano –, rispetto alle linee guida più generali indicate dal Governo e dall’Inps».
Ma anche «un clima di reciproca collaborazione fra le istituzioni e il mondo economico – aggiunge il debutato –, che contribuirà a ricostruire più velocemente la fiducia reciproca fra gli imolesi e gli operatori economici del circondario e dell’area metropolitana a loro più vicini». (r.cr.)

Fase 2, Serse Soverini: «I protocolli di sicurezza infondano fiducia in operatori economici e cittadini».
Cronaca 18 Maggio 2020

Le biblioteche di Imola riaprono per il prestito – Gli orari

Come anticipato la settimana scorsa, la Bim, Casa Piani e le biblioteche del quartiere Zolino (Pippi Calzelunghe) e delle frazioni di Ponticelli, Sasso Morelli e Sesto imolese riaprono, anche se “in forma ridotta”, per il servizio di prestito dei libri.

La Bim e Casa Piani saranno aperte dal lunedì al sabato mattina, dalle 9 a mezzogiorno, e il martedì e il giovedì pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.30. La biblioteca di Zolino il lunedì e il giovedì pomeriggio, dalle 14.30 alle 18. La biblioteca di Ponticelli il giovedì mattina, dalle 9 a mezzogiorno, e il martedì e il giovedì pomeriggio, dalle 15 alle 18.30. La biblioteca di Sasso Morelli il martedì e il giovedì pomeriggio, dalle 15.45 alle 1.:15. La biblioteca di Sesto Imolese il martedì, il giovedì e il venerdì mattina, dalle 9 alle 12, e il martedì e il giovedì pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.30. (r.cr.)

Le biblioteche di Imola riaprono per il prestito – Gli orari
Cronaca 18 Maggio 2020

I concerti di Vasco e Cremonini rimandati all'anno prossimo

I concerti di Vasco Rossi (26 giugno) e Cesare Cremonini (18 luglio) in programma all”autodromo di Imola sono stati rimandati all”anno prossimo. A dare l”annuncio sono stati il rocker di Zocca, attraverso un post sul proprio profilo Instagram, e Live Nation.

Vasco si è limitato a postare una foto con l”hastag #postponed2021.
Live Nation, invece, ha spiegato che «a seguito delle nuove disposizione governative che vietano gli assembramenti di persone fini al 31 luglio 2020, il tour negli stadi di Cesare Cremonini previsto per quest’estate sarà posticipato al prossimo anno. I biglietti precedentemente acquistati rimarranno validi per le nuove date 2021. Stiamo lavorando con le autorità e gli stadi di ogni città toccata dal tour e siamo in attesa delle ultime risposte per definire tutti i dettagli e comunicare così le nuove date. Le vendite saranno momentaneamente sospese e riaperte non appena sarà pubblicato il calendario definitivo». (r.cr.)

Fotografia di Marco Isola/Isolapress

I concerti di Vasco e Cremonini rimandati all'anno prossimo

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast