Cronaca

Cronaca 9 Giugno 2020

I dirigenti del gruppo Rekeep destinano il 20% degli stipendi di marzo e aprile ai lavoratori in ambito sanitario

I dirigenti del gruppo Reekep hanno scelto di destinare il 20% dei propri stipendi dei mesi di marzo e aprile ad un fondo con l’obiettivo di premiare i circa 5.200 dipendenti impegnati in oltre 350 strutture sanitarie dell’intero Paese. Per Imola si tratta di 92 lavoratori.
Il contributo verrò distribuito sotto forma di buoni spesa dell’importo di 255 euro nelle prossime settimane.

«Vogliamo imprimere un senso ‘concreto’ alla nostra gratitudine – commenta Claudio Levorato, presidente di Manutencoop società cooperativa, holding di controllo del gruppo Rekeep – attraverso questa iniziativa che vuole premiare il grande impegno ma soprattutto l’enorme generosità dimostrata in questi mesi».

I dirigenti del gruppo Rekeep destinano il 20% degli stipendi di marzo e aprile ai lavoratori in ambito sanitario
Cronaca 9 Giugno 2020

Rapinò la farmacia della stazione, 42enne arrestato. In casa del malvivente trovato un arsenale

Brillante operazione dei carabinieri di Imola che, ieri sera, hanno fermato un 42enne veneziano, in quanto indiziato per il reato di rapina a mano armata.

Il provvedimento è arrivato al termine di un’indagine che i militari avevano avviato lo scorso mercoledì 3 giugno dopo che un uomo, armato di una pistola a tamburo e col volto travisato da un cappellino e una mascherina chirurgica, aveva rapinato il personale della Farmacia Comunale della Stazione, in viale Guglielmo Marconi, per poi scappare in sella a una bicicletta con un bottino di 1.392 euro. Grazie alla descrizione dettagliata dei particolari che le vittime avevano fornito ai carabinieri, ieri pomeriggio, una pattuglia dell’Arma, transitando nei pressi della stazione ferroviaria di Imola ha riconosciuto la stessa bicicletta appoggiata a un muretto. Fingendosi così pendolari, i militari sono rimasti tutto il giorno nei pressi della stazione, ad attendere l’arrivo del proprietario del mezzo che si è presentato poco prima delle 20, scendendo da un treno proveniente da Faenza.

Alla vista dell’uomo che corrispondeva alla descrizione raccolta, i carabinieri sono intervenuti, bloccandolo e sottoponendolo a un’accurata perquisizione personale durante la quale hanno ritrovato nel suo marsupio la stessa pistola utilizzata per ol colpo. L’arma è una replica a salve di una pistola revolver calibro 38 special, priva del tappo rosso e identica all’originale. Accompagnato in caserma e informato della situazione, l’uomo ha ammesso di aver commesso la rapina a mano armata alla Farmacia della Stazione. La situazione a carico del rapinatore si è ulteriormente aggravata quando i militari hanno perquisito un appartamento vicino al Piratello in via Emilia Ponente che aveva a disposizione, privo di luce, acqua e gas. Durante il blitz, i carabinieri hanno rinvenuto quattro ordigni esplosivi improvvisati, comunemente chiamati «Marmotte», due ricetrasmittenti, due telefoni cellulari, quarantanove cartucce calibro 12, maschere per travisamenti, vari attrezzi da scasso, verosimilmente utilizzati per fare gli assalti ai bancomat. Gravato da precedenti di polizia e socialmente pericoloso, il 42enne è stato arrestato e portato nel carcere di Bologna a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Aggiornamento: il 10 giugno il gip ha convalidato l’arresto dell’uomo e disposta la custodia cautelare in carcere in attesa del processo. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Rapinò la farmacia della stazione, 42enne arrestato. In casa del malvivente trovato un arsenale
Cronaca 9 Giugno 2020

Centri estivi a Castel San Pietro, l'obiettivo è «fare insieme» fra pubblico e privato

“Fare insieme” è la parola d’ordine che l’Amministrazione comunale di Castel San Pietro si è data per poter proporre alle famiglie un’ampia offerta di attività estive per bambini e ragazzi.

«L’obiettivo di quest’anno è stato quello di integrare l’organizzazione pubblica con quella privata, con undici soggetti fra centri gestiti per conto del comune e attività gestite da privati – spiega Giulia Naldi, assessore alla Scuola e al Welfare –, e mantenere il più possibile bassi i costi per le famiglie. I centri estivi sono sempre stati un momento di ritrovo dei ragazzi per svolgere attività sane, che loro amano, seguiti ma anche lasciati liberi di esprimere se stessi, e questa funzione è ancora più necessaria in un momento come questo, di ripresa a seguito di una crisi sconvolgente per gli equilibri di ciascuno di noi, a partire dalle nostre giovani generazioni».

«Bisognava lavorare in un’ottica collaborativa e non competitiva – aggiunge Fausto Tinti, primo cittadino –. E non lasceremo da soli i gestori: sappiamo che, per assicurare una buona qualità del servizio nel rispetto delle nuove regole di sicurezza, devono affrontare maggiori costi, quindi interverremo perché questi costi non ricadano sulle famiglie». (r.cr.)

Approfondimenti su «sabato sera» dell”11 giugno.

Nella fotografia, la conferenza stampa di presentazione dei centri estivi

Centri estivi a Castel San Pietro, l'obiettivo è «fare insieme» fra pubblico e privato
Cronaca 9 Giugno 2020

Confartigianato Bologna contro il rinvio di Imola in Musica, il segretario Amilcare Renzi: «Così si penalizza il centro storico»

Dopo la notizia arrivata ieri del rinvio al 2021 anche di «Imola in Musica» questa mattina sull’argomento è tornata anche Confartigianato Bologna Metropolitana nelle parole del segretario Amilcare Renzi: «In un momento come questo, in cui artigiani, commercianti e locali pubblici imolesi avrebbero bisogno di supporto viene a mancare uno stimolo agli acquisti nei negozi e nelle piccole attività di vicinato, che sono diffusori di speranza per una nuova rinascita – commenta -. Imola prenda esempio da Ferrara, dove hanno confermato lo storico Busker”s Festival studiando apposite limitazioni e utilizzando le tecnologie per consentire a tutti di godere degli spettacoli. Certamente occorrerà valutare una formula diversa dal solito ed eventualmente posticipare di qualche settimana ma, limitando il numero di spettacoli alle aree più aperte, ai cortili con accesso controllato e utilizzando maxischermi, la manifestazione si potrebbe svolgere offrendo così un po” di respiro agli imprenditori del centro storico». (da.be.)

Nella foto (dalla sua pagina Facebook personale): Amilcare Renzi

Confartigianato Bologna contro il rinvio di Imola in Musica, il segretario Amilcare Renzi: «Così si penalizza il centro storico»
Cronaca 9 Giugno 2020

L’assemblea dei soci della Banca di Imola approva il bilancio. Utili per 1 milione e 751mila euro

Il bilancio 2019 della Banca di Imola si chiude con un utile netto di 1 milione e 751 mila euro, che sarebbe stato di 2 milioni e 538 mila euro se non vi fossero stati i contributi obbligatori e gli altri oneri riguardanti i salvataggi di banche concorrenti disposti dalle Autorità competenti.
L’assemblea ha deliberato, in conformità alla raccomandazione della Banca d’Italia del 27 marzo, di non distribuire il dividendo durante il periodo di emergenza sanitaria ed epidemiologica da Covid19 e di destinarlo a riserva di utili.

«Nonostante una situazione economica generale che rimane complessa, pur con alcuni timidi segnali di ripresa, i dati di movimentazione delle varie attività e servizi alla clientela sono positivi ed in crescita – commenta l”istituto di credito -, a dimostrazione del grado di fiducia e della credibilità di cui gode Banca di Imola». (r.cr.)

Nella foto (Isolapress): filiale della Banca di Imola

L’assemblea dei soci della Banca di Imola approva il bilancio. Utili per 1 milione e 751mila euro
Cronaca 9 Giugno 2020

Coronavirus, da oggi riapre il Giardino degli Angeli seppur ad orario ridotto

Finalmente da oggi, martedì  9 giugno, il Giardino degli Angeli di Castel San Pietro riapre seppur ad orario ridotto ovvero dalle 9.30 alle 13. Tutti i pomeriggi di giugno, infatti, resterà chiuso per permettere diverse iniziative riservate alle scuole per il saluto di fine anno, allo yoga su prenotazione e altre attività che non si possono svolgere in presenza dei visitatori, in modo tale da rispettare così le norme di sicurezza riportate nell”apposita ordinanza.

L’ingresso è consentito con 3 sole prescrizioni: avere la mascherina, mantenere il distanziamento di 1 metro ed igienizzare le mani all”ingresso grazie all’apposito dispenser. Volontari all”ingresso controlleranno che tutto avvenga nel rispetto dell”ordinanza e sanificheranno quotidianamente le varie strutture per la sicurezza di tutti. A luglio, infine, il Giardino degli Angeli potrebbe rimanere aperto per l’orario abituale. (da.be.)

Nella foto (dal sito del Comune di Castel San Pietro): il Giardino degli Angeli

Coronavirus, da oggi riapre il Giardino degli Angeli seppur ad orario ridotto
Cronaca 8 Giugno 2020

Coronavirus, nessun nuovo contagio a Imola. L'assessore Donini: “Passo epidemiologico a 0,1%. Nelle cra tamponi periodici agli ospiti”

La settimana comincia con zero nuovi contagi per il territorio di Imola. Invariati i casi ancora attivi, cioè positivi al Coronavirus, appena 10 casi in tutto (1 persona residente a Imola, 5 a Medicina, 1 a Dozza e 3 fuori dal territorio). Fermi a 398 i positivi refertati dall’Azienda usl di Imola dall’inizio dell’emergenza; così come il totale di 39 decessi di o con Covid-19. 

Notizie davvero confortanti che si accompagnano a quelle del resto dell’Emilia Romagna. “Il passo epidemiologico è stabilmente sotto lo 0,1% quindi un livello davvero molto basso, la situazione ad una settimana dalla riapertura tra le regioni è davvero favorevole per quanto riguarda la nostra capacità di contenere l’epidemia da Covid” ha dichiarato nel pomeriggio Raffaele Donini, l’assessore alle Politiche per la salute della Giunta Bonaccini, facendo il bilancio dei dati statistici dell’epidemia attraverso una diretta sulla pagina Facebook della Regione.

In tutto sono 27.928 i casi complessivi refertati in regione, oggi 20 nuovi positivi di cui 15 asintomatici, individuati attraverso l’attività di screening regionale (3 sono residenti nel bolognese, ovviamente imolese escluso). Quelli ancora attivi, però, positivi o malati, sono scesi a  2.282 (-46 rispetto a ieri). “Abbiamo avuto purtroppo anche 4 deceduti (1 su Biologna), è comunque il dato migliore dal 2 marzo scorso” ha precisato Donini. Sono 4.179 ad oggi le persone che hanno perso la vita per Covid o malattie correlate.

Le statistiche confermano che una delle fasce d’età più colpite è quella dai 50 ai 59 anni, ma se passiamo ai decessi, invece, si sale dai 70 in su, in particolare gli over 80 racchiudono più di due terzi dei morti totali.  “In parte – ha ammesso Donini – è dovuto ai focolai avuti nelle cra (rsa o case di riposo e residenze per anziani)”. Le strutture pubbliche accreditate e private del circondario imolese sono passate indenni attraverso o tsunami del Coronavirus, ma molte altre attorno a noi, dal ravennate al bolognese, hanno visto drammatici focolai.

“Per presidiare quel mondo – ha aggiunto Donini – abbiamo stabilito ulteriori controlli, con sierologici agli operatori sociosanitari e tamponi periodici agli ospiti anche dove non ci sono focolai, inoltre cercheremo di accompagnare il mondo delle cra ad un’evoluzione con un maggior peso della sanità, sono strutture comunali o private ma la Regione non si sottrae alla responsabilità”. Una notizia confortante anche se molti famigliari cominciano ad essere insofferenti di fronte all”impossibilità di vedere i propri congiunti. Le case di riposo dell”Emilia Romagna (comprese quelle del circondario imolese) sono tuttora chiuse alle visite dall”esterno per cercare di evitare ulteriori focolai.

“Non dobbiamo abbassare la guardia e fare ancora più test e tamponi come se fossimo in piena emergenza, andando a intercettare sia i contatti stretti e larghi delle persone sintomatiche, sia coloro che non hanno sintomi, attraverso lo screening regionale e con i test degli oltre cento laboratori validati disponibili per lavoratori e cittadini e continueremo a farlo anche quando arriveremo prossimi allo zero e anche dopo” ha concluso l”assessore. (l.a.)

Nella foto l”assessore Raffaele Donini e la slide con le statistiche in base alle fasce d”età più colpite dal Coronavirus in Emilia Romagna

Coronavirus, nessun nuovo contagio a Imola. L'assessore Donini: “Passo epidemiologico a 0,1%. Nelle cra tamponi periodici agli ospiti”
Cronaca 8 Giugno 2020

Il sindaco di Castel San Pietro Fausto Tinti ha consegnato la Costituzione a 49 diciottenni

Edizione record con ben 49 partecipanti (29 femmine e 20 maschi) alla cerimonia di consegna di una copia della Costituzione ai giovani castellani che compiono 18 anni nel 2020, in occasione della Festa della Repubblica.

La pioggia caduta nei minuti precedenti all’appuntamento non ha dunque scoraggiato i ragazzi dal partecipare numerosi all’iniziativa, che quest’anno si è svolta appunto all’aperto, in piazza XX Settembre, luogo sicuramente più adatto a garantire le distanze di sicurezza, rispetto alla location tradizionale della sala del Consiglio comunale. (r.cr.)

Il sindaco di Castel San Pietro Fausto Tinti ha consegnato la Costituzione a 49 diciottenni
Cronaca 8 Giugno 2020

Voliera in legno prende fuoco a Sasso Morelli, uccisi oltre cento colombi

Un incendio è divampato nella serata di sabato 6 giugno, poco prima delle 20, in un terreno agricolo di via Ladello, nella frazione imolese di Sasso Morelli.

Le fiamme hanno distrutto circa 500 mq di una struttura in legno adibita ad allevamento di colombi ed ucciso oltre cento esemplari da carne che si trovavano all’interno. Fortunatamente diverse gabbie erano vuote. Sul posto, avvisati dal proprietario, quattro squadre dei vigili del fuoco che hanno prontamente spento il rogo e gli agenti della polizia locale.

Sulle cause dell’incendio stanno indagando i carabinieri, ma a quanto trapela è molto probabile si sia trattato di un incidente e non di un atto doloso. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Voliera in legno prende fuoco a Sasso Morelli, uccisi oltre cento colombi
Cronaca 8 Giugno 2020

Cinema alla Rocca di Imola da venerdì 26 giugno

La rassegna Rocca Cinema Imola è ai nastri di partenza. Proprio oggi sono partiti i lavori di allestimento degli spazi del cortile, con l’avvio del montaggio dello schermo, del proiettore e delle file di sedie.

Nei prossimi giorni i vertici del settore Cultura del Comune incontreranno i rappresentanti di Start Cinema, la società che ha in gestione l’appalto per l’organizzazione della rassegna, per approntare tutte le soluzioni come indicato dalla nuova ordinanza del presidente della Regione, Bonaccini, pubblicata sabato scorso, che detta i protocolli di sicurezza d seguire.

La previsione è di avviare la rassegna venerdì 26 giugno prossimo. Per rimanere aggiornati consultate il sito dell’evento. (r.cr.)

Nella foto: una scorsa edizione del Rocca Cinema Imola

Cinema alla Rocca di Imola da venerdì 26 giugno

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast