Cronaca

Cronaca 15 Ottobre 2021

Volontariato, a Castel San Pietro e Osteria Grande sabato 16 torna l’iniziativa «Dona la spesa»

Domani, sabato 16 ottobre, presso i supermercati Coop Alleanza 3.0 a Castel San Pietro e Coop Reno a Osteria Grande torna l’iniziativa di solidarietà «Dona la spesa», organizzata dai volontari di Auser Castel San Pietro in collaborazione con altre associazioni locali. L’obiettivo, come sempre, è sostenere persone e famiglie in difficoltà nel territorio comunale. Lo scorso maggio, nella precedente edizione, sono state raccolte 2,260 tonnellate di prodotti. (lo.mi.) 

Nella foto: la precedente edizione di «Dona la tua spesa»

Volontariato, a Castel San Pietro e Osteria Grande sabato 16 torna l’iniziativa «Dona la spesa»
Cronaca 14 Ottobre 2021

Green pass per lavorare, da domani scatta l’obbligo per tutti

Da domani, venerdì 15 ottobre, entra in vigore l’obbligo di Green pass per tutti i lavoratori, sia in ambito pubblico che privato. Il personale della scuola ha fatto da apripista, ora tocca a tutti gli altri. Il decreto del 21 settembre ha esteso «l’ambito applicativo della certificazione verde Covid 19 e il rafforzamento del sistema di screening», fino al 31 dicembre (termine ad oggi dello stato di emergenza). Il certificato verde attesta di aver fatto almeno una dose di vaccino, di essere risultati negativi a un tampone molecolare effettuato nelle 72 ore antecedenti o rapido nelle 48 ore precedenti, oppure di essere guariti dal Covid nei sei mesi precedenti. 

Uffici pubblici. L”obbligo vale per il personale dipendente, ma anche per tutti coloro che accedono alle pubbliche amministrazioni occasionalmente, per svolgere attività lavorativa, di formazione o di volontariato. Vale ad esempio per i servizi di pulizia, ristorazione, manutenzione e rifornimento dei distributori automatici, i consulenti, i corrieri. Va rispettato anche dai visitatori a qualunque titolo e dalle autorità politiche. L”unica categoria esclusa è quella degli utenti dei servizi e coloro che sono esentati dalla vaccinazione con un certificato medico.

Lavoro privato. Anche in questo caso, l”obbligo vale per i dipendenti ma anche per chi entra in azienda sulla base di contratti esterni. Le verifiche spettano ai datori di lavoro e per chi non è in possesso del certificato ci sarà l”assenza ingiustificata e di conseguenza il blocco dello stipendio, ma non la sospensione. Anche il titolare dell”azienda è tenuto ad avere il Green pass, e la verifica verrà effettuata dal soggetto individuato per i controlli all”interno dell”azienda.

Lo smart working non è un‘alternativa. Chi lavora sempre in smart working non è tenuto ad avere il Green pass, ma il lavoro agile non può essere utilizzato per eludere l”obbligo. Questo vale in particolare per i dipendenti pubblici, che progressivamente torneranno in presenza.

Penalizzazioni e sanzioni. Chi non ha il pass deve essere allontanato e ogni giorno di mancato servizio è considerato assenza ingiustificata. Lo stipendio viene sospeso fin dal primo giorno di assenza ma in nessun caso si può essere licenziati. Nel periodo d”assenza, inoltre, non maturano né contributi né ferie. Chi è senza il pass sul posto di lavoro rischia una sanzione da 600 a 1.500 euro mentre il datore di lavoro che non controlla incorre in una sanzione da 400 a mille euro.

Controlli. Potranno essere effettuati con l”app VerificaC19 oppure i software messi a disposizione come già avviene per la scuola. Dovranno essere fatti ogni giorno, possibilmente al momento dell”accesso e anche attraverso il sistema dei tornelli, a tappeto o a campione a cura del datore di lavoro. Nel settore pubblico ciascuna amministrazione è autonoma nell”organizzarli e, qualora non fosse possibile controllare tutti, le verifiche a campione devono essere svolte «in misura non inferiore al 20% del personale presente in servizio e con un criterio di rotazione». I datori di lavoro, sia pubblici sia privati, potranno chiedere in anticipo la verifica del pass in base alle esigenze organizzative, ad esempio per le attività su turni. È saltato dal testo finale del Dpcm con le linee guida sulle verifiche del Green pass sul lavoro la previsione del limite di 48 ore di anticipo entro cui chiedere la verifica del certificato.

Idraulici, badanti e tassisti. I clienti che ricevano in casa, ad esempio, un idraulico o un elettricista non sono tenuti al controllo, in quanto non sono datori di lavoro ma stanno acquistando servizi, ma è loro facoltà chiedere il pass. Al contrario, il datore di lavoro di colf o badanti è tenuto a verificare che la dipendente abbia il pass. I clienti non sono tenuti a verificare il pass di tassisti.

Esenti. L”obbligo non si applica a chi per condizione medica non può vaccinarsi.

Dubbi possono essere chiariti consultando le faq del Governo oppure chiamando il 1500 (ora il numero unico sul Green pass). (r.cr.)

Green pass per lavorare, da domani scatta l’obbligo per tutti
Cronaca 14 Ottobre 2021

Tper, 88 autisti privi di green pass, annunciati possibili disagi e tagli alle corse dei bus

Alla vigilia dell’entrata in vigore delgreen pass obbligatorio sui luoghi di lavoro, la società di trasporti bolognese Tper annuncia possibili disagi. «Per sopperire – spiega – alle dichiarate assenze legate al mancato possesso della certificazione verde obbligatoria per accedere al lavoro (che per quanto concerne la giornata di venerdì 15 ottobre riguarda complessive 88 unità di personale viaggiante Tper nei bacini di servizio di Bologna e Ferrara), è in corso un’operazione di assegnazione del maggior numero di turni di servizio con tutte le risorse, umane e organizzative, a disposizione. Si può però già prevedere che, nonostante l’impegno, difficilmente potranno essere garantite tutte le corse programmate; si opera, pertanto, per limitare al massimo i pur inevitabili disagi conseguenti a probabili tagli di corse. Tagli – in un numero non prevedibile, certamente minoritario e che si cercherà di contenere con il lavoro in continuo divenire – che potranno intervenire a scacchiera, in generale, sui servizi».

Tper garantirà in via prioritaria «la copertura dei collegamenti utilizzati dall’utenza pendolare e scolastica, al fine di soddisfare il più possibile le esigenze di mobilità di chi si sposta per necessità di lavoro e di studio». (lo.mi.)

Tper, 88 autisti privi di green pass, annunciati possibili disagi e tagli alle corse dei bus
Cronaca 14 Ottobre 2021

Qualità dell’aria, in vigore misure antismog anche a Castel San Pietro

Il Comune di Castel San Pietro Terme ha recepito con una specifica ordinanza le misure straordinarie per contrastare l’inquinamento e migliorare la qualità dell”aria che sono in vigore nell’agglomerato della Città metropolitana (nel nostro territorio Imola e Ozzano) fino al 30 aprile 2022, come previsto nel Pair – Piano Aria Integrato Regionale e successive delibere regionali.

In tema di mobilità sostenibile, viene attivato nel territorio comunale il blocco alla circolazione per i veicoli privati euro 0 ed euro 1 nei centri abitati dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.3 (esenzioni previste nell’ordinanza). Per quanto riguarda il riscaldamento, la principale misura prevista è il divieto di utilizzare generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa ad alto impatto emissivo sotto la certificazione a 4 stelle. In caso di situazioni emergenziali per la qualità dell”aria, scattano ulteriori limitazioni sui generatori di calore, l”obbligo di ridurre la temperatura negli edifici e altro ancora. Inoltre nel periodo in questione sono vietati gli abbruciamenti dei residui vegetali, agricoli o forestali e lo spandimento dei liquami zootecnici in agricoltura.

IL TESTO DELL’ORDINANZA

Qualità dell’aria, in vigore misure antismog anche a Castel San Pietro
Cronaca 14 Ottobre 2021

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero di «sabato sera»: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.

ATTUALITÀ. Antifascismo e legalità, la scelta di resistere. CORONAVIRUS. Dal 15 ottobre il lavoro alla prova Green pass. VOLONTARIATO. Auser Imola, il volontariato si rimette in moto. ECONOMIA. Il senatore Manca sul Def del Governo. ARTIGIANATO. Meno carta per far galoppare l’artigianato. MAGAZINE. Fai, a spasso tra storia e arte. A Medicina viaggio tra le stelle. EDITORIA. È uscito il numero di ottobre dello Spunk. PODISMO. Fascino intatto per la Tre Monti

Nella foto: le prime pagine di «sabato sera»

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Cronaca 13 Ottobre 2021

Coronavirus, da venerdì terza dose più vaccino antinfluenzale per gli over 80

Al via da venerdì 15 la proposta di vaccinazione antinfluenzale contemporanea alla dose booster anticovid per gli over 80 anche nel circondario imolese. I centri vaccinali dell”Ausl di Imola proporranno agli ultraottantenni prenotati per la terza dose anti-covid (le prenotazioni si sono aperte la scorsa settimana) contemporaneamente anche la vaccinazione antinfluenzale.

“La somministrazione contemporanea dei due vaccini, antinfluenzale e anti Covid-19, si è infatti dimostrata sicura, ben tollerata e garantisce un”adeguata risposta anticorpale, pari a quella prodotta da ciascun vaccino somministrato singolarmente” garantiscono con una nota dall’Azienda sanitaria. 

La dose booster o di richiamo va somministrata dopo almeno sei mesi dall’ultima perché serve a mantenere nel tempo un adeguato livello di risposta immunitaria: è previsto l’utilizzo del vaccino Comirnaty di Pfizer-Bnt a prescindere dal vaccino utilizzato per il ciclo primario. Per i soggetti fragili trapiantati (di midollo o di organo solido) e immunocompromessi la terza dose è considerata addizionale, e va somministrata dopo almeno 28 giorni dall’ultima ed è rivolta in via prioritaria. 

In totale sono oltre 15 mila in Emilia Romagna le persone ad avere già ricevuto la dose aggiuntiva, mentre altri 28 mila e oltre l’hanno prenotata. A Imola sono oltre 500 le terze dosi somministrate, in gran parte ai fragili (i primi ad aver iniziato circa 600 complessivamente nel circondario) e ai primi over 80.  

La Regione, inoltre, lunedì scorso ha recepito anche le ultime indicazioni nazionali sulla campagna vaccinale e ha dato il via libera alle Aziende sanitarie – con una circolare inviata dalla direzione generale dell’assessorato – per predisporre le modalità di prenotazione e somministrazione per le nuove categorie di aventi diritto: il personale sanitario con priorità agli over 60 e ai professionisti più a rischio (per esposizione o per patologie), i soggetti ad elevata fragilità che rientrano nella cosiddetta categoria 1 (che include dai pazienti oncologici ai malati di sclerosi multipla passando per chi soffre di scompensi cardiaci avanzati o di malattie autoimmuni) e tutti gli ultrasessantenni, iniziando dalla fascia 70-79 e proseguendo poi con quella 60-69. 

«La terza dose, per le persone per cui è prevista, è un passaggio imprescindibile del piano vaccinale, cioè lo strumento, ci tengo a ricordarlo, che ci sta permettendo ogni giorno di più di lasciarci alle spalle la pandemia- afferma l’assessore alle Politiche per la salute Raffaele Donini-. Rispettando come sempre le indicazioni ministeriali, e continuando a dare la priorità ai più fragili e alle persone più a rischio, la macchina regionale è pronta a entrare nel vivo di questa ulteriore fase e a continuare a lavorare a pieno come ha ampiamente dimostrato di essere in grado di fare durante tutto quest’anno». (r.cr.)

Coronavirus, da venerdì terza dose più vaccino antinfluenzale per gli over 80
Cronaca 13 Ottobre 2021

Lotta all’evasione fiscale, per il Comune di Castel San Pietro in arrivo altri 57 mila euro

Per il 2021 Castel San Pietro riceverà dal ministero delle Finanze, tramite il ministero dell’Interno, oltre 57 mila euro quale contributo alla lotta all’evasione fiscale. La somma infatti corrisponde a quanto riscosso dall’Agenzia delle entrate a titolo di imposte, interessi e sanzioni, in seguito alle segnalazioni qualificate effettuate dal Comune.

Dal 2013 a oggi questo sistema ha portato nelle casse comunali oltre 1,9 milioni di euro. «Negli ultimi anni – sottolinea il sindaco, Fausto Tinti – la somma ottenuta dalla lotta all’evasione è sempre stata restituita alla città sotto forma di investimenti e servizi a favore della comunità. E così sarà anche questa volta. Appena incasseremo gli oltre 57 mila euro, li inseriremo in una apposita variazione di bilancio». (lo.mi.) 

Nella foto: veduta aerea del centro storico di Castel San Pietro

Lotta all’evasione fiscale, per il Comune di Castel San Pietro in arrivo altri 57 mila euro
Cronaca 13 Ottobre 2021

Antifascismo e legalità, il circondario si mobilita

I nazifascisti di Forza Nuova hanno distrutto sabato scorso la sede nazionale della Cgil e devastato il pronto soccorso dell’ospedale Umberto I a Roma. Fin da subito, anche nel circondario imolese è scattata la risposta di lavoratori, giovani e forze democratiche scesi in piazza per ribadire la loro scelta.

Sabato 16 ottobre a Roma ci sarà la manifestazione nazionale dei sindacati alla quale hanno aderito le forze politiche e sociali sensibili alla difesa della Repubblica nata dalla Resistenza.

Sempre nel fine settimana, nel circondario imolese le iniziative di Libera ribadiranno l’impegno per la legalità. Perché fascisti e mafiosi sono i grandi pericoli della nostra democrazia. (r.cr.)

Nella foto: da sinistra il presidio antifascista davanti alla Cgil di Imola, la locandina dell’evento «A Ruota Libera»

Antifascismo e legalità, il circondario si mobilita
Cronaca 13 Ottobre 2021

Auser Imola riaccende i motori, intervista al nuovo presidente Ivan Mazzanti – IL VIDEO

Nel 2019, prima del Covid, aveva circa 1.500 iscritti. Oggi i soci sono sotto i 700, eppure la volontà di ripartire è tanta. La storica associazione di volontariato Auser Imola si rimette in moto e lo fa con un nuovo presidente, Ivan Mazzanti, 73 anni, successore di Giovanni Mascolo. Il suo programma parte proprio da questo obiettivo: riprendere il filo in gran parte interrotto all’inizio dell’emergenza sanitaria. «Anche se – precisa Mazzanti – l’Auser ha operato anche durante la pandemia: gli accompagnamenti di persone in dialisi da Medicina all’ospedale di Imola e ritorno non si sono mai fermati. Ma il programma a breve prevede la ripresa di tutte le attività che nel 2019 avevano riscosso un notevole successo e il recupero della relazione con gli iscritti». (r.cr.)

L’intervista completa sul «sabato sera» del 21 ottobre 

Nella foto: Ivan Mazzanti

Auser Imola riaccende i motori, intervista al nuovo presidente Ivan Mazzanti – IL VIDEO
Cronaca 13 Ottobre 2021

Persona investita sui binari a Castel San Pietro, treni cancellati e traffico sospeso

Alle 13 di oggi una persona è stata investita da un treno a Castel San Pietro. A comunicarlo Trenitalia che ha aggiunto come «sul posto è presente l’autorità giudiziaria per gli accertamenti previsti dalla normativa vigente».

Al momento non si conoscono ulteriori dettagli. Gravi disagi sulla linea Ancona-Bologna, con diversi treni cancellati e traffico sospeso tra Imola e Bologna Centrale.

I TRENI CANCELLATI

Nella foto: la stazione ferroviaria di Castel San Pietro

Persona investita sui binari a Castel San Pietro, treni cancellati e traffico sospeso

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast